×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Udine  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Udine

Superfice:
57 km2
Altitudine:
113 m
Abitanti:
100514 [2012-11-30]
Introduzione

Udine è la seconda città del Friuli Venezia Giulia dopo Trieste, situata nel cuore centro-orientale della regione.

Il comune di Udine è capoluogo dell’omonima provincia, dista soli 20 km dal confine con la Slovenia e 54 km da quello con l’Austria, mentre a sud è delimitata dal Mare Adriatico. Il territorio si estende dalla rinomata spiaggia di Lignano Sabbiadoro, alle cime innevate delle Prealpi, Alpi Carniche e Giulie, costituite da località come Forni di Sopra, Sella Nevea e il comprensorio del Tarvisiano. Non mancano le verdi vallate delle aree protette tra cui, il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, e la Foresta di Tarvisio situata nel cuore delle Alpi Giulie.

Il clima di Udine è prevalentemente continentale, con temperature abbastanza elevate d’estate e relativamente rigide d’inverno, ma con minor continentalità rispetto alle città della pianura Padana centrale e occidentale. L’inverno è la stagione meno piovosa, mentre d’estate sono frequenti i fenomeni temporaleschi, anche accompagnati da forti grandinate. Udine è comunque una delle zone meno nevose delle pianure settentrionali, con circa 10 cm di precipitazioni nevose annuali.

Udine, Udin in friulano, Videm in sloveno, Weiden in tedesco storico, ha delle origini incerte. Alcune scoperte archeologiche farebbero pensare ad una storia molto antica, risalente a tribù celtiche. Secondo una leggenda il “catino” di piazza Primo Maggio fu scavato, in tre giorni, dai soldati di Attila re degli Unni, adoperando i loro scudi come badili, per costruire un colle di terra e consentire al loro capo di ammirare l’incendio di Aquileia, la città da lui stesso conquistata e data alle fiamme nel 452 d.C.

Si narra che nel Castello di Manzano ci siano dei sotterranei nei quali è stato nascosto il tesoro di Attila. Più realisticamente, diversi fenomeni naturali avrebbero costruito, al centro della pianura, un colle ed una valle poco profonda, disegnando quello che oggi è il centro di una città e di una regione. Testimonianze di un centro popolato risalgono all’epoca tardo-romana, tra cui il diploma con il quale l’11 giugno 983 d.C., l’imperatore Ottone II confermava al Patriarca di Aquileia il possesso di cinque castelli, tra cui “castrum Utini” un presidio militare di una certa importanza, in posizione strategica, a difesa dei confini nord-orientali dell’Impero.

Tra il 1230 e il 1238 il Patriarca Bertoldo di Andechs concesse alla città il privilegium fori, cioè il diritto di mercato permanente, e trasferì a Udine la sede della Chiesa di Aquileia. Udine diventò così la città più importante della regione per il commercio e i traffici ed acquisì lo status di capitale religiosa e amministrativa del patriarcato, allora molto potente.

Udine è stata nel tempo protagonista di molte vicende belliche; nel marzo 1797, durante la campagna d’Italia, Napoleone Bonaparte entrò in città alla testa delle sue truppe, e successivamente tenne i negoziati di pace nel Palazzo Florio e a Passariano, nella villa dell’ultimo doge Ludovico Manin. Il 17 ottobre 1797, venne firmato il Trattato di Campoformio, con il quale il Friuli passò interamente sotto il dominio austriaco. In epoca Risorgimentale a Udine re Vittorio Emanuele II e Giuseppe Garibaldi, tennero infuocati discorsi alla folla dal balcone del Palazzo del Torso, nella piazza a lui ora intitolata.

L’economia di Udine e del Friuli-Venezia Giulia, fino alla seconda metà del Novecento è stata a prevalente caratterizzazione agricola, con una varietà di coltivazioni (mais e patate) legate alle diverse condizioni ambientali del territorio. Ad esse si aggiungono le nuove colture specializzate ad alto contenuto tecnologico, premiate dalla certificazione DOC/DOP o IGP come i celebri vini rossi e bianchi, i formaggi, e alcune specialità ortofrutticole. Importante anche la componente industriale, con alcune eccellenze manifatturiere rinomate a livello internazionale, risalente addirittura all’età medievale (come nel caso delle coltellerie di Maniago), e quelle tessili di Udine. Positivo anche il reparto agroalimentare (prosciutti di San Daniele del Friuli, Birra Moretti). Mentre il settore terziario nella regione Friuli-Venezia Giulia si avvantaggia della rinomanza turistica delle sue eccellenze paesaggistiche e storico-artistiche.

Udine, per la sua storia e per la sua posizione è il luogo ideale dove svolgere feste e rassegne dai sapori tradizionali, folcloristici, artistici e mondani. Situato all’interno del Parco del Cormòr, a pochi minuti d’auto dal centro della città, vicino allo Stadio Friuli, vi è il quartiere fieristico udinese che svolge un’intensa attività organizzando e ospitando manifestazioni ed eventi di carattere regionale, nazionale e internazionale (come il Salone Internazionale della Sedia, Casa Moderna).

Tra i mesi di aprile e maggio, un evento da non perdere è il “Far East Film Festival” una rassegna cinematografica incentrata sul cinema asiatico. L'evento si svolge in due location, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine e nelle sale del cinema Visionario. Il mese di settembre presenta un calendario ricco di eventi e appuntamenti, dal festival musicale “Udin&Jazz”  ormai un appuntamento fisso dal 1995, alla “Maratonina Città di Udine” una gara podistica, di eco internazionale che si svolge per le vie della città.

Si passa poi per il “Friuli DOC” una rassegna enogastronomica che si tiene nelle principali piazze e vie del centro storico cittadino in cui vengono allestiti stand e punti di ristoro. La manifestazione si svolge nell'arco di quattro giorni, dal giovedì alla domenica ed ha come motto vini, vivande, vicende, vedute. Caratteristici e dal sapore arcaico i falò epifanici di origine celtica (pignarui), utilizzati nella tradizione contadina per trarre gli auspici per l’anno nuovo. Molte sono le sagre dedicate alle produzioni tipiche, come la festa del vino “Cantine Aperte”, uno degli eventi più attesi, con il meglio della viticoltura e della tradizione gastronomica friulana. L’evento prevede, degustazioni di qualità, visite a vigneti e cantine, proposte culinarie, cene con il vignaiolo, cucina tipica con I Piatti Cantine Aperte.

Non si può lasciare Udine senza aver vissuto il rito del tajut: nel tardo pomeriggio, la gente si trova nelle osterie tipiche della città per bere, come si dice in lingua friulana, un taj di chel bon: un buon bicchiere di vino da assaporare in un’atmosfera conviviale. La produzione gastronomica è fortemente legata ai prodotti della terra, riso, fagioli e verdure sono i protagonisti della cucina udinese, la polenta di farina di granturco (presente sia nella variante gialla che in quella bianca) è il vero piatto espressione di questa regione d’Italia. Mentre nella zona della bassa pianura e della fascia lagunare prevalgono le preparazioni a base di pesce, tra cui il brodetto di pesce, tipico di Marano Lagunare.

Procedendo verso l’interno e il nord della provincia prevalgono la carne e i sapori più robusti con ampia diffusione di minestre di patate e fagioli e della “bisna”, polenta con fagioli e crauti. Oltre ai piatti a base di riso, caratteristici dell’udinese sono i “cjalzons”, ravioli con ripieno di formaggio, uova e verdure; il “frico”, formaggio Montasio fritto; la frittata con le erbe e il salame cotto con polenta, e la “brovada” di rape bianche che di volta in volta è accompagnata o dal cotechino o dal carré di maiale allo spiedo.

Prodotti tipici di fama internazionale sono il prosciutto crudo di San Daniele e quello di Sauris. Tra i dolci spicca la “gubana” una millefoglie con noci, liquori e spezie, tipica delle valli del Natisone. La provincia offre anche un’ampia gamma di vini gustosi e rinomati tra cui Merlot, Cabernet, Pinot Grigio, Chardonnay e il raro Picolit.

Udine da sempre pone l’attenzione sulla conservazione delle bellezze naturalistiche di cui è ricco il suo territorio, questo amore e questa attenzione si esprimono nell’appartenenza alla Rete Italiana Città Sane OMS e alla Società Italiana Città Ciclabili. Il comune friulano ha dato i natali a grandi artisti come il pittore Giambattista Tiepolo, che nel 1726 eseguì affreschi nel Duomo di Udine, al Castello di Udine e al Palazzo Patriarcale, ed al regista e scrittore Pier Paolo Pisolini.

Udine è una città a misura d’uomo, ma che racchiude in sé, un tesoro unico di cultura, natura e storia. Parliamo di un territorio che si colloca proprio al centro della pianura friulana orientale, e che dal mare attraverso la pianura, sale ai colli e alle alpi, un territorio che Ippolito Nievo definì «un piccolo compendio dell’universo». Antica zona di confine,

Udine è un crocevia di tradizioni e storia, entrare in questo comune friulano significa perdersi tra antichi palazzi risalenti al Duecento, osservare dall’antico Castello i tetti della città, le montagne che la circondano e, verso sud, il mare Adriatico. Significa soffermarsi tra le bellissime piazze contornate da portici, che assumono l’aspetto di soggiorni a cielo aperto, ed infine immergersi nella storia, grazie ad uno dei tanti musei e gallerie d’arte che arricchiscono la città e la mente dei suoi visitatori.

Prefisso:
0432
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
udinesi
Patrono:
Santi Ermacora e Fortunato
Giorno Festivo:
12 luglio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

31
Buona
21
Ottimo
12
Media
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
23
Turisti maturi
8
Famiglie
3
Coppie
3
Giovani e single
2

Indicatori

Sicurezza
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Attrattive
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Udine

Conosci Udine? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Visitando il caratteristico centro storico di impronta medievale di Udine, possiamo ammirare:il Castello rinascimentale, edificato nel 1517 sui resti di un antico edificio difensivo, oggi ospita alcuni dei più importanti musei cittadini, come i Musei Civici, il Museo Archeologico, la... vedi tutto Pinacoteca ed una fornitissima Biblioteca;il Duomo, edificato nel XIV secolo ma più volte rimaneggiato, è celebre perchè è interamente decorato con gli affreschi realizzati da Giovanbattista Tiepolo, un famoso artista del XVIII secolo; la centrale Piazza della Libertà, che è annoverata tra le più belle in Italia, è adornata da splendidi edifici e dalla cosiddetta Loggia di San Giovanni, un arioso edificio del XVI secolo che è sormontato da un’alta torre e che ospita al suo interno la Chiesa di san Giovanni, ricca di opere d’arte di maestri friulani; la Chiesa di Santa Maria di Castello, di antica fondazione, che ancora oggi presenta la facciata ed il campanile aggiunti in epoca rinascimentale; il Palazzo Vescovile, edificato per ospitare il Vescovo di Udine e decorato anch’esso dal Tiepolo, è oggi sede del Museo diocesano d’arte sacra.
Eliana
Voto complessivo 10
Guida generale : Bellissima cittadina nel cuore del Friuli, ricca di storia e di cultura. Da non perdere la centralissima Piazza San Giacomo, dove c'è mercato e dove ci si riunisce per il rito dell'aperitivo nei piccoli locali che si affacciano sulla piazza.... vedi tutto La città è dominata dal Castello sulla collina centrale da cui ammirare un bellissimo panorama. Al Castello si accede dalla piazza della quattrocentesca Loggia del Lionello. A Udine ha lavorato a lungo Giovan Battista Tiepolo, di cui restano straordinari affreschi nel Duomo e molte opere nel Museo Diocesano. Bellissimi negozi, percorsi inusuali nella città vecchia fra piccole stradine e rogge romantiche dove scorre l'acqua e su cui si affacciano i vecchi palazzi storici. Buon cibo e ottimo vino: Udine città ricca di enogastronomia. L'evento da non perdere è sicuramente Friuli DOC all'inizio di settembre, quando tutta la città diventa una grande spazio per degustare, scoprire e comprare il meglio dell'enogastronomia friulana.
Da non perdere Il museo del Castello , Friuli doc - Fiera dei vini , Museo Diocesano E Gallerie Del Tiepolo
Loredana
Voto complessivo 8
Guida generale : Udine, la città del Tiepolo. Così potrei definire Udine che offre, nel panorama culturale della Regione Friuli Venezia Giulia, diverse opportunità per contemplare l'arte antica e moderna con i suoi musei del Castello, dove, oltre alla Pinacoteca d'Arte Antica si... vedi tutto può ammirare il Museo Friulano di Fotografia supportato da una ricca Fototeca aperta al pubblico, la Galleria dei Disegni e delle Stampe antiche ed il famoso Salone del Parlamento Friulano così chiamato perchè un tempo vi si riuniva il Parlamento della Patria del Friuli istituito nel XII secolo, le cui pareti sono riccamente affrescate da grandi artisti tra cui Giambattista Tiepolo, con scene volte a celebrare la grandezza di Udine e della Patria del Friuli nella Repubblica Veneta. Da visitare anche Casa Cavazzini, con la nuova Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea ed uil Museo Diocesano. Insomma, a Udine si respira anche la storia di una regione accogliente ricca di tradizioni e di buoni sapori.
Da non perdere Castello , centro storico
Ubaldo Gaio
Livello 30     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Una piccola città di Provincia che ofre molto, sopratutto per il turista appassionato d'arte. Il centro storico costruito tra il 700 e il 900 offre una visione di strade e piazzette molto bella, con gente che si ferma nei bar... vedi tutto per il classico bicchiere di vino o solo per fare due chiacchere. In questo periodo ci stà una favolosa mostra sul Tiepolo, dove sia presso il Castello che il Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo si possono vedere opere di grande spessore. I trasporti sono buoni anche perchè oltre ai autobus vi è anche la Stazione ferroviaria che arriva nel centro della città- Per il mangiare non c'è che la scelta, di locali e trattorie la città ne è piena e con 15/20 Euro si mangia bene e se si ama il vino questa è la sua terra.
Da non perdere centro stupendo , Castello di Partistagno , Museo Diocesano E Gallerie Del Tiepolo
Martina
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Certo non è una città di cui si sente parlare ma ogni giorno vedo turisti in centro a visitare la Loggia del Lionello, il duomo, musei d'arte contemporanea... E' una cittadina tranquilla ed accogliente, se andate anche fuori Udine per... vedi tutto esempio ad Aquileia potrete vedere i resti romani o magari a Palmanova i bunker... Ci sono molte altre attrazzioni e se vogliamo parlare di cibo: polenta, frico, prosciutto di San Daniele... Dimenticavo anche le montagne sono ottimi posti per sciare o camminare tranquilli in compagnia di animali selvatici e parlando di questo mi viene in mente il parco delle Prealpi Giulie come dire... FANTASTICO per grandi e piccini. Mi raccomando venite!!!!
Da non perdere Camminate in montagna , Serata in centro con amici e tanto divertimento
Tommaso Manferdini
Livello 16     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : Eccezionale la rocca Civica che fu dei Patriarchi di Aquileia, all'interno si trova la storia del territorio condensata in un consistente Museo; ma più importante è la collezione di fotografie della Udine di inizio '900...stupendo viaggio nel tempo ! Da non... vedi tutto perdere gli affreschi del Tiepolo al Palazzo Arcivescovile, che tra l'altro è deliziosamente musealizzato assieme ad una collezione di arte sacra friulana (scultura lignea votiva) molto ben ordinata. Infine, godetevi un caffè al Contarena: bellissimo caffè in stile Art Nouveau (originale!) adiacente alla piazza.
Santana FIshta
Livello 83     2 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Udine di per sè offre molto, ma secondo me può essere anche considerata un punto di partenza oltre che di arrivo. Da Udine basta un treno o un bus per raggiungere Venzia, Lubjana, Trieste o alcune città austriache come Villach... vedi tutto o Klagenfurt. Ovviamente i costi di vitto e alloggio a Udine non sono nemmeno lontanamente comparabile con quelli delle città sopra citate (Udine è estremamente conveniente).
Santana FIshta
Livello 83     2 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Udine ricca di storia e cultura! Manca un po di vita notturna all'interno della città ma spostandosi già verso le località balneari (es. lignano) è possibile avere accesso a tantissime discoteche. Per quanto riguarda l'aperitivo-time quello è possibile, e variegato, basta... vedi tutto dirigersi in centro e fermarsi al primo bar! I gestori sono quasi tutti molto cordiali. Da udine è possibile visitare un sacco di altre famose citta quali lubiana, vienna e venezia! Anche trieste merita una visita! Ma prima di tutto Udine! Vi aspetto!
aurelia marangone
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Udine e' una citta' magnifica con il suo centro storico e il suo bellissimo castello... Per non parlare di pizza san giacomo piena di vita e di negozi.... Nelle vicinanze c'e' anche villa manin a passariano che vale una visita....non... vedi tutto dimentichiamo una fermata a mortegliano per il bellissimo duomo e campanile fra i piu alto di italia e cosi fermarsi a pranzo da nando un vero paradiso per buongustai..
Enrico
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Città unica, da prendere sul serio nonostante non sia molto conosciuta in Italia e tanto meno all'estero, ma in quanto abitante vi assicuro che ogni palmo vale tantissimo perché, con le sue osterie tipiche, i ristoranti raffinati, i monumenti veneziani,... vedi tutto gli edifici storici, i parchi, i quadri del Tiepolo e tutte quelle sfumature, che rendono il popolo udinese e la citta' nel suo insieme assolutamente indimenticabile se visitata, Udine è senza dubbio tra le migliori città storiche italiane.
Da non perdere centro stupendo , Museo Diocesano
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Udine

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Arte e cultura
Montagna
Sole e Mare
Verde e natura
Mete per la famiglia
Shopping
Mete romantiche
Studenti
Cicloturismo
Giovani e single
Sport
Terme e Benessere
Avventura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0