×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Sassari: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Insieme a Cagliari, nel sud dell’isola, Sassari è la città più importante della Sardegna e il centro di riferimento per tutta la regione settentrionale, a poca distanza da alcune delle più belle spiagge e delle più rinomate località turistiche sarde.

Oggi Sassari è una città molto animata e ricca di opportunità, con un bel centro storico e un nucleo urbano diviso a metà da Corso Vittorio Emanuele. Il cuore di Sassari è sicuramente la grande Piazza Italia, sulla quale si affacciano numerosi edifici ottocenteschi e due importanti palazzi, quello della Provincia e il Palazzo Giordano. Si tratta della zona più frequentata da giovani e meno giovani per la passeggiata serale, anche virtù di un ottimo clima, per cui è celebre non solo in Sardegna.

Tra i monumenti da non perdere c’è la Cattedrale di San Nicola, in pieno centro storico, lungo corso Vittorio Emanuele, con una bella facciata barocca e, all’interno, un’interessante fusione di stili, grazie alla preesistente struttura gotica. Da vedere, per quanto riguarda gli edifici ecclesiastici, anche la Chiesa di Santa Caterina, con importanti opere del Marghinotti e del Fiasella, la chiesa di Santa Maria di Betlem, con una cupola molto interessanti. Molto antica e ugualmente degna di nota è la Chiesa di San Pietro di Silki (tanto che il suo nome deriva da uno degli antichissimi villaggi che si fusero per creare Sassari), con un codice manoscritto di grande pregio, il Condaghe di Santa Maria di Silki.

Rimangono oggi solo 6 delle 36 torri originarie che cingevano Sassari, e una di queste, la Turondola, è accessibile della piazza dell’Università, la più antica della Sardegna. Da vedere ci sono anche il Palazzo Ducale, sede del municipio, il Collegio dei Gesuiti con la vicina chiesa di San Giuseppe e soprattutto via al Rosello, dopo il Teatro Civico: questa strada è una delle più interessanti per chi è alla ricerca di shopping di qualità nelle molte botteghe che si possono trovare, così come luoghi dove poter assaggiare l’autentica cucina sassarese.

In fondo alla strada, dopo il Ponte Rosello, si trova una celebre fontana monumentale seicentesca, costruita da artigiani genovesi in stile tardorinascimentale, la Fontana di Rosello, simbolo della città. Per chi è alla ricerca di un bel percorso museale da fare, è da non perdere soprattutto il bellissimo Museo Nazionale Archeologico ed Etnografico G.A. Sanna, uno dei più famosi in Italia, dove è possibile scoprire tutti i particolari della storia sarda, dalla preistoria fino all’età medievale.

A Sassari lo shopping ruota soprattutto intorno da Piazza Castello, Via Luzzati, Largo Cavallotti fino a Piazza Azuni, e poi lungo Corso Vittorio Emanuele; queste sono le vie tradizionali degli scambi commerciali e ancora oggi sono molto animate, ricche di negozi e di botteghe dove è possibile acquistare i migliori prodotti enogastronomici sardi nonché gli articoli dell’artigianato locale. Per uno shopping un po’ più moderno e attività da centro commerciale, invece, si può salire verso Viale Italia, nella zona più nuova della città, dove si trovano negozi e catene moderne.

Per quanto riguarda i luoghi della vita notturna a Sassari e i ristoranti più autentici, la città vecchia ha perlopiù discopub e pub di ogni tipo, oltre a trattorie e ristorantini molto caratteristici, ma non si può non ricordare che sulla cosa, a pochi chilometri di auto di distanza, si trovano le grandi discoteche del litorale sardo.

Sassari è anche una città molto verde, e parchi e giardini si trovano un po’ ovunque girando per le sue strade, in particolare la zona verde tra viale Pasquale Stanislao Mancini e corso Margherita di Savoia, ma anche i giardini di via Venezia, i giardini di Monte Rosello, i giardini di via Di Vittorio nel quartiere di Luna e Sole, i giardini di Li Punti. Di particolare interesse è il seicentesco Parco di Monserrato, tra via Budapest e la statale 131, la grande pineta di Baddimanna il parco di Bunnari che offre varie strutture per lo sport.

I dintorni di Sassari sono comunque ricchissimi di opportunità di sicuro interesse per chi vuole esplorare le zone naturali più interessanti: tra queste, la foresta della valle dei Ciclamini, da dove si può arrivare fino alla grotta dell’inferno; il lago di Baratz; l’area naturale di Lu Cantaru; la riserva faunistica di Bonassai; le spiagge, molto belle, di Porto Palmas, Porto Ferro ed Ezzi Mannu; le valli del Logulentu, del Rosello, del Rio Mascari, del Fosso della Noce e così via.

Per arrivare a Sassari ci sono diverse strade statali: la 131 che la collega con Porto Torres, con il centro e con il sud dell’isola, la 597 fino alla Gallura e a Olbia, la 291 ad Alghero. La strada più veloce è la statale 672 Sassari-Tempio che porta fino a Tempio Pausania. Per chi arriva in treno, la ferrovia permette di raggiungere Olbia, Cagliari e Porto Torres, mentre con linee a scartamento ridotto può raggiungere i vari comuni limitrofi (principalmente con Alghero, Sorso, Tempio e Palau).

L’aeroporto più vicino è quello di Alghero-Fertilia, a 30 chilometri di distanza, mentre quello di Olbia-Costa Smeralda è a un centinaio di chilometri dalla città, sulla costa est della provincia. Sassari può essere girata a piedi, soprattutto il suo centro storico, ma la mobilità urbana, utile soprattutto se si devono raggiungere zone periferiche, è gestita dall’Azienda Trasporti Pubblici Sassari: ci sono 12 linee urbane e altrettante suburbane, che arrivano fino a Porto Torres e a Sorso. C’è anche la metrotranvia, che collega il quartiere di Santa Maria di Pisa alla stazione ferroviaria di Sassari e all’Emiciclo Garibaldi.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0156258
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



31 risultati filtrati per:
Rank 1# di 31
7 Voti
Rank 3# di 31
Rank 4# di 31
Rank 5# di 31
3 Voti
Image not found
Rank 6# di 31
Rank 7# di 31
2 Voti
Rank 8# di 31
2 Voti
Rank 9# di 31
1 Voto
Image not found
Rank 10# di 31

BIBLIOTECA UNIVERSITARIA SASSARI

1 Voto
Indirizzo: 21, P. UNIVERSITA'
Telefono: 0792007073
AttractionList-GetPartialView = 0,1718902
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0156249

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Sassari
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0