×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0060047
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Pisa: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Pisa è un centro artistico di primissimo ordine, noto in tutto il mondo per i suoi monumenti, compresi nel nucleo antico che si estende alla destra dell'Arno. Il Battistero, il Duomo, la Torre pendente e il Camposanto compongono un insieme urbanistico di mirabile armonia definito, non a caso, Piazza dei Miracoli.

Pisa però merita una visita a prescindere da questa incantevole piazza, perché con i suoi monumenti e le opere d'arte di gran pregio è un simbolo di opulenza artistica, massima espressione della potenza della Repubblica Marinara che raggiunse il suo apogeo nel XI secolo, grazie ai traffici commerciali in tutto il Mediterraneo. Molto attiva sul piano culturale, Pisa vanta un'antica università, musei, biblioteche, un orto botanico e la Scuola normale superiore, istituita da Napoleone nel 1810. Andiamo a scoprire le 10 cose da vedere a Pisa.

Cosa vedere a Pisa? Le 10 cose da vedere a Pisa!

Torre_piazza_dei_miracoli_Pisa

1) La Torre pendente

La Torre pendente è il campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, nella suggestiva Piazza del Duomo, di cui è il monumento più celebre per via dei suoi quattro gradi di pendenza che l'hanno resa una delle massime icone dell'architettura italiana, nonché l'emblema della città di Pisa. Costruita nell'arco di due secoli, ovvero tra il XII e il XIV secolo, cominciò a pendere già in fase di costruzione per effetto di un cedimento del suolo.

Nonostante la sua precarietà, la Torre pendente è rimasta in piedi per 700 anni e ciò è dovuto al fatto che l'asse verticale che percorre il suo baricentro finisce nella base di sostegno. Il progetto è attribuito all'architetto Diotisalvi, che ha costruito anche il vicino Battistero.

2) Il Duomo di Pisa

La Cattedrale di Santa Maria Assunta è un capolavoro assoluto dell'arte romanico-pisana, ricca di influssi orientali e caratterizzata da magnifici rivestimenti in marmi con cromie a contrasto, dalle eleganti loggette e dalle arcate cieche. Fu affidata nel 1064 alla maestria dell'architetto Buscheto che seppe fondere elementi dello stile bizantino, romanico e arabo, portando alla nascita della scuola pisana.

Il Duomo di Pisa testimonia la potenza raggiunta dalla Repubblica Marinara Pisana nel periodo di massimo fulgore. Iniziato lo stesso anno del Duomo di San Marco a Venezia, incarna la rivalità tra le due città. A differenza del duomo veneziano, però, è coperto da un'unica cupola ellittica.

3) Il Battistero

Il Battistero di Pisa, dedicato a San Giovanni Battista, è il più grande d'Italia ed è un altro dei capolavori architettonici che compongono la Piazza dei Miracoli. I lavori per la sua realizzazione furono iniziati nel 1153 da Diotislavi, come testimonia l'iscrizione "Deotisalvi magister huius operis", riportata su un pilastro interno, ma furono completati da Nicola Pisano che, insieme al figlio Giovanni, rivisitò la facciata in stile gotico.

Pisano è anche l'autore del Pulpito, dall'inedita forma esagonale, dove sono scolpite scene della vita di Cristo e soggetti simboleggianti le Virtù, elementi classicheggianti che fanno dello scultore un precursore del Rinascimento. Al centro della struttura è situato il Fonte Battesimale dove, nel 1564, fu battezzato Galileo Galilei.

4) Il Camposanto Monumentale di Pisa

L'ultimo gioiello della Piazza del Duomo è il Camposanto Monumentale di Pisa, edificato, secondo la tradizione, attorno alla terra santa portata dal Monte Calvario. Il cimitero, iniziato nel 1277 dall'architetto Giovanni di Simone, è una costruzione di forma rettangolare con un muro di marmo all'esterno, mentre all'interno assomiglia ad un chiostro con arcate in stile gotico.

Nel Camposanto sono sepolte le personalità che hanno dato lustro alla città, conservate anche in sarcofagi dell'epoca romana. Un tempo i personaggi più di spicco si trovavano nel prato centrale, mentre quelli meno importanti riposavano sotto le arcate. Oggi tutte le sepolture trovano spazio sotto le arcate.

5) I lungarni pisani

Le magnifiche strade che costeggiano il corso del fiume Arno danno vita ai bellissimi lungarni pisani, che costituiscono una delle immagini più suggestive della città. Passeggiando lungo queste strade si può ammirare un panorama di rara bellezza, soprattutto di sera, quando i lampioni si riflettono nell'acqua del fiume, creando atmosfere magiche.

I lungarni pisani sono costeggiati da una parte da edifici antichi e signorili, come la Chiesa di Santa Maria delle Spine e il Palazzo Giuli Rosselmini Gualandi, detto anche "Palazzo Blu", e dall'altra dalle cosiddette "spallette", luogo di ritrovo per i giovani pisani. Non perdetevi la Luminara di San Ranieri, che si svolge ogni anno la notte del 16 giugno: sui palazzi dei lungarni vengono accesi oltre 100mila lumini che creano uno spettacolo suggestivo di luci.

6) Piazza dei Cavalieri

Piazza dei Cavalieri è una delle più famose piazze di Pisa. In epoca romana rappresentava il centro del potere civile cittadino, mentre dal 1558 venne destinata a sede dell'Ordine dei cavalieri di Santo Stefano per volere di Cosimo I de' Medici, che affidò i lavori di ristrutturazione all'architetto Giorgio Vasari.

La piazza è dominata dal Palazzo della Carovana, sede della Scuola normale Superiore, e dal vicino Palazzo dell'Orologio, che incorpora la Torre della Fame, dove fu rinchiuso e lasciato morire di fame il conte Ugolino della Gherardesca. Alla destra del Palazzo della Carovana sorge la Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, mentre al centro della piazza si trova la statua del granduca Cosimo I.

7) L'orto botanico

Costruito nel 1543 per ordine della famiglia de' Medici, il Giardino dei Semplici è il più antico orto botanico universitario del mondo, anche se in origine non era posizionato dove si trova oggi, ma nel giardino annesso al convento di San Vito. Per questo motivo il primato di giardino botanico più antico spetta a quello di Padova.

L'orto botanico di Pisa è una vera oasi in città dove osservare una straordinaria collezione di piante anche rare e passeggiare circondati da un'atmosfera rilassata. All'interno dell'Orto si trova la Palazzina delle Conchiglie, recentemente ristrutturata e destinata a sede del nuovo Museo Botanico.

8) Borgo stretto

Borgo stretto è una delle vie più frequentate del centro storico di Pisa. Basta una passeggiata in questa stretta via arricchita da portici, botteghe ed edifici del XIV e XV secolo per fare un salto indietro nel tempo.

All'inizio dei portici di Borgo stretto si trova il tabernacolo ligneo con all'interno una copia della Madonna dei Vetturini attribuita a Nino Pisano (l'originale è custodito nel Museo di San Matteo). Da Borgo stretto si accede a Piazza delle Vettovaglie, costruita tra il 1544 e il 1545 per volontà di Cosimo I de' Medici, sede di un chiassoso mercato ortofrutticolo. Quando terminano i portici si arriva Borgo largo.

9) Le mura

Le mura di Pisa sono tra le più antiche e più estese dell'Europa medievale. Iniziate nel 1155, furono costruite per salvaguardare i preziosi monumenti di Piazza dei Miracoli e per difendere la città. Rimasta per secoli chiusa e non utilizzabile, la cinta muraria pisana è stata da poco restaurata ed è diventata percorribile.

Il camminamento in quota permette di godere di scorci bellissimi della città da una prospettiva del tutto nuova. Il percorso, apprezzato tanto dai pisani quanto dai turisti, si estende per 3.100 metri e prende il via da Piazza delle Gondole.

10) Il murales di Keith Haring

Su una facciata della trecentesca Chiesa di Sant'antonio Abate, a due passi dalla stazione, c'è un mega graffito realizzato dallo street artist statunitense Keith Haring. Tuttomondo, questo il titolo del celebre murale, è l'ultima opera dell'artista, che morì qualche mese dopo di aids.

Dipinto nel 1989 in soli quattro giorni, il murale, che si estende per ben 180 metri quadrati, raffigura 30 sagome variopinte, incastrate come in un puzzle, che rappresentano la pace e l'armonia nel mondo. È un gioiello di arte contemporanea che Pisa custodisce gelosamente e cerca di preservare dal degrado.

Pisa

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0090089

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0100112
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0009999

Cosa vedere secondo voi



62 risultati filtrati per:
Rank 1# di 62
21 Voti
Rank 2# di 62
15 Voti
Rank 3# di 62
16 Voti
Rank 4# di 62
14 Voti
Rank 5# di 62
7 Voti
Rank 6# di 62
5 Voti
Image not found
Rank 7# di 62
Rank 8# di 62
Rank 9# di 62
3 Voti
Rank 10# di 62
AttractionList-GetPartialView = 0,1891807
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0050047
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0160153
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Pisa

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Pisa
GuideList-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0