×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156267
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cosa visitare a Isola di Stromboli  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Panoramica per visitare Isola di Stromboli al meglio

Una superficie di poco più di 12 km² in pieno Mediterraneo, dove non ci sono che rocce, in parte incendiate dalla continua attività vulcanica, le spiagge, le strade senza illuminazione che si inerpicano in queste strana morfologia rocciosa che fanno di Stromboli un’isola unica.

Il bello di Stromboli, luogo dove l’esperienza mare e spiaggia è insolita, sempre sotto l’occhio del suo borbottante Vulcano, un posto dove immergersi in un’altra dimensione, dove la natura così difficile è sicuramente la protagonista ma dove il turista è sicuro di trovare un'ospitalità turistica di livello, per godere al meglio il soggiorno. Comodità e naturalità, un connubio perfetto.

Il simbolo di Stromboli? Certo, verrebbe proprio da dire che è l’isola stessa ma sicuramente un elemento che caratterizza ancora di più questo paese è lo scoglio di Strombolicchio, a circa due chilometri da Stromboli. Circa 50 metri di altezza, una superficie di 300 metri quadrati, una specie di castello naturale, con tanto di guglie e pinnacoli, testimonianza del più antico centro vulcanico dell’isola, vecchio oltre 200mila anni. Ancora oggi nella sua forma irregolare se ne può immaginare il cono originario, più strati sovrapposti di colate laviche e di materiali incoerenti, scorie, lapilli, ceneri, con al centro il condotto cilindrico da cui la lava affiorava in superficie. Anni fa venne piazzato in alto un faro, raggiungibile attraverso 200 gradini. Oggi però che Strombolicchio è riserva naturale integrale, è vietato l’accesso, anche per non disturbare la tipica lucertola delle Eolie e il garofano delle rupi che cresce meravigliosamente qui.

L’identità dell'isola di Stromboli sta nella sua genesi, frutto delle gigantesche forze che rendono vivo il nostro pianeta: ciò è rappresentato dalla sua forma conica che nasconde, nelle limitate dimensioni superficiali, una base sottomarina enorme. Ma, come detto, nonostante la sua incessante attività vulcanica, continuamente monitorata dagli specialisti, Stromboli ha i suoi "quartieri", ovvero i suoi borghi. Quello di San Vincenzo è anche detto di Stromboli, una sorta di centro storico, diciamo così, dove si concentravano un tempo gli agricoltori. C’è anche la contrada di San Bartolo (o Bartolomeo) che come San Vincenzo si è sviluppata attorno alle chiese omonime. Mentre il borgo di Ficogrande era dedicato ad armatori e pescatori. Attorno a questo centro abitato non è possibile non notare i boschetti di leccio, piccoli residui di una vegetazione un tempo più estesa. Sempre a Ficogrande la spiaggia nera, splendida nella sua unicità. Da segnalare che il resto della vegetazione è quella mediterranea, tra oleandri, cisti, mirti, eriche, rosmarino, timo e lentisco. Salendo verso quota 850 metri, c’è il piccolo borgo di Ginostra, che mostra una generosa presenza della ginestra tipica di queste parti, la Genista tyrrbena, e da cui probabilmente deriva il nome del borgo; un tempo si raggiungeva con il mulo, attraverso un sentiero detto "malopasso"; oggi si raggiunge preferibilmente via mare. In ogni caso, davvero un modo per calarsi in un altro tempo. Da segnalare anche gli approdi di Scarì e Piscità abitati qui tutto l’anno, nonostante le difficoltà dovute ad esempio alla mancanza di acqua dolce o di un porto protetto dai venti di scirocco. Anche se c’è da segnalare che questi luoghi incantati risultano essere molto caotici nella stagione estiva.

Si può dire che lo stile di vita di Stromboli, riserva marina e naturale, è quasi spartano, come ha detto qualcuno, poiché è proprio lontano dall’isola madre, la Sicilia, e pure dalle sue sorelle dell’arcipelago, nonostante non si lesini di mezzi di trasporto. L’atmosfera resta sempre quella di un posto super tranquillo (un po’ meno d’estate, come accennato). Dunque, una vacanza qui è un passare ininterrottamente tra un paesaggio aspro e dolce, un mare cristallino, con lo spettacolo del vulcano che continua ad eruttare. Una caparbietà, quella degli esseri umani che vengono qui da turisti e quelli che vi restano tutto l’anno, in una sfida continua verso quel gigante focoso, pericolosamente affascinante. Rimane un punto di partenza ottimale per raggiungere tutte le altre isole che compongono l’arcipelago.

Tra gli itinerari, molto gettonati qui a Stromboli, le escursioni trekking che vengono organizzate con la collaborazione di guide esperte per arrivare fino ai crateri, alla sommità del vulcano, svegliandosi prima dell’alba per raggiungere una vista spettacolare, immergendosi in paesaggi vulcanici dalle forme più varie. Un altro percorso è quello che porta alla Sciara del fuoco, sui 400 metri di altezza, dove ammirare le esplosioni che continuamente si sviluppano e il tramonto a picco sul mare. Un po' più impegnativo è il sentiero verso Ginostra, fra la sua vegetazione di ginestre e panorami, da ripetere, che lasciano senza fiato. Da non perdere inoltre le escursioni notturne in barca, da cui osservare la ripida Sciara del Fuoco che senza luce fa apprezzare al meglio il lancio di rossi lapilli e di lingue di fuoco: indimenticabile.

Per portare un ricordo a casa, non c’è dubbio, i prodotti locali, per quanto riguarda la gastronomia, dalla Malvasia ai capperi e i dolci. Anche le ceramiche, per oggetti di vario tipo, sono "appetibili" con forme e dipinti allegri. Anche accessori creati con la roccia vulcanica, nonché le maschere degli antichi dei che una volta dominavano questi lidi, con le loro fattezze greco-romane. Tutto ciò si trova nei negozietti di Ficogrante e San Vincenzo.

Diversi i locali da raggiungere la sera, a Lipari, dove vengono organizzate serate danzanti, incluso una grande discoteca aperta solo d’estate.

Il cibo non è un problema e per tutte le tasche e i palati; la maggior parte dei ristoranti permette di degustare le deliziose ricette strombolane, davanti al mare e al paesaggio infinito tutto intorno, anche a Ginostra.

Per chi ama gli animali, è varia la fauna dell’isola che in autunno e in primavera è luogo di transito per tanti uccelli migratori, come gru, aironi cinerini e rossi, oche selvatiche, pellicani, fenicotteri, cormorani. Tra le specie stanziali di uccelli, le berte, maggiore e minore. Nelle acque, pesce azzurro tra alici, sarde, sgombri, molluschi e crostacei. A fine primavera, via libera alla pesca del tonno e del pesce spada. Di gran facilità organizzare gite nelle diverse isole dell’arcipelago, meraviglia tra le meraviglie, alla caccia magari di segni attivi vulcanici, come le fumarole di Panarea.

Stromboli si gira facilmente, a piedi da una parte all’altra, in una ventina di minuti, ma per muoversi si possono noleggiare bici, scooter o prenotare taxi elettrici. Per arrivare a Stromboli, l’aeroporto meglio collegato è quello di Catania Fontana Rossa che collega con bus della Giuntabus, di una certa frequenza con Milazzo, distante 120 chilometri: questo è il porto principale per raggiungere le Eolie e quindi Stromboli. Ci si può anche imbarcare da Messina, Reggio Calabria, Napoli e Palermo, ma bisogna informarsi bene perché in inverno alcune tratte potrebbero non essere disponibili.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0468788

Attività

Attrattive

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
8 risultati filtrati per:
Rank 1# di 8
17 Voti
Rank 2# di 8
8 Voti
Rank 3# di 8
Rank 4# di 8
7 Voti
Rank 5# di 8
6 Voti
Rank 6# di 8
2 Voti
Image not found
Rank 7# di 8
1 Voto
Rank 8# di 8
AttractionList-GetPartialView = 0,1875142

Conosci Isola di Stromboli? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0156267

Destinazioni vicine a Isola di Stromboli

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0312521
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0
AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Isola di Stromboli

HotelSearch-GetPartialView = 0
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Isola di Stromboli
GuideList-GetPartialView = 0
WeatherInfoSuggestedClothing-GetPartialView = 0,0156263
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0156271
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0