×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Foggia: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Foggia è un capoluogo di provincia che sorge nel bel mezzo del Tavoliere delle Puglie, a circa 30 chilometri di distanza (in linea d'aria) dal Mar Adriatico, più precisamente in quell'area che va dal torrente Celone al fiume Cervaro. Una posizione che garantisce alla città una sorta di via di mezzo tra il classico clima mediterraneo e temperature più continentali, con forti escursioni sia tra le diverse stagioni che all'interno della singola giornata.

L'area di Foggia risulta essere una delle più antiche non solo di tutta l'Italia ma addirittura di tutta l'Europa. I primi insediamenti in loco sono datati al Neolitico e sembrano risalire al VI millennio avanti Cristo: sembra inoltre che la comunità sia dedita all'agricoltura sin da allora, grazie alla fertilità del tavoliere ed alla sua conformazione completamente pianeggiante. Non a caso dunque una delle principali attrazioni turistiche di Foggia sono i diversi scavi archeologici distribuiti lungo il suo territorio.

Dentro la città ne troviamo uno all'interno della Villa Comunale Parco Karol Wojtyla ed uno presso l'Ex Ippodromo comunale, ma basta allontanarsi di pochi chilometri dal centro abitato per ritrovarsi in vere e proprie culle odierne del Neolitico: tra gli insediamenti più celebri citiamo per lo meno quello in località "Passo di Corvo" e quelli presso la vicina località Arpinova.

Detto ciò il principale monumento cittadino è la Chiesa della Beata Maria Vergine Assunta in Cielo, più comunemente chiamata Cattedrale di Foggia: si tratta di un edificio di origine romanico-pugliese (edificato nel 1170 dopo Cristo) e poi completamente ristrutturato in stile barocco a causa del terribile terremoto del 1731 che distrusse addirittura un terzo delle abitazioni cittadine.

La Cattedrale è nota per il suo aspetto splendido, per la sua cripta e, soprattutto, per il ritrovamento dell'Iconvetere, una tavola che rappresenta una rarissima Vergine Kyriotissa che sarebbe stata ritrovata da un pastore nell'attuale piazza del Lago e la cui storia si fonde in maniera indissolubile con quella della città. Detto ciò la città presenta diverse architetture religiose degne di nota, la maggior parte delle quali sono in stile barocco e rococò: tra tante ci limitiamo a citare la Chiesa dei Morti in piazza Purgatorio o la Chiesa della Madonna Addolorata (anche questa sita in pieno centro storico).

Altri edifici sacri si trovano sia nella periferia cittadina, ad esempio la Chiesa di San Giovanni Battista, che in alcune frazioni limitrofe, come il Santuario dell'Incoronata in località Borgo Segezia o il Santuario di San Michele, nella vicina Monte Sant'Angelo, senza dimenticare il Santuario di San Pio da Pietrelcina, a San Giovanni Rotondo.

Anche parlando di architettura civile rischieremmo di perderci tra le decine e decine di palazzi storici che caratterizzano Foggia e il suo centro storico. Il più famoso è senza ombra di dubbio Palazzo Dogana, sede della Regia Dogana della Mena delle Pecore di Foggia durante il XVIII secolo. Una struttura che divenne un vero e proprio punto nevralgico di tutta l'Italia Meridionale nello scambio di merci, bestiame e, perché no, culture: si pensi ad esempio ai legami commerciali e di conseguenza culturali che ancora oggi esistono tra Puglia ed Abruzzo e a quanto possono essere legati alla transumanza da l'Aquila a Foggia che per secoli ha attraversato questo Palazzo (che non a caso nel 2013 è stato insignito dall'UNESCO col titolo di Monumento e Sito messaggero di una Cultura di Pace).

Altrettanto importante la Villa Comunale, progettata nel 1820 dall'ingegnere Luigi Oberty e che presenta il più grande parco urbano di tutto il Sud della nazione dopo quello della Villa Floridiana di Napoli. Rimanendo in tema di aree verdi basta raggiungere Borgo Incoronata (un'altra delle frazioni che appartengono formalmente al comune di Foggia) per trovarsi letteralmente immersi nel Parco Naturale Regionale Borsco Incoronata, un'area naturale protetta che comprende anche parte del Sito di Importanza Comunitaria "Valle del Cervaro" e che ospita l'importantissimo Santuario della Madonna Incoronata: una meta battutissima dai pellegrini di tutto il mondo, visto che sembra si tratti del primo luogo occidentale in cui sarebbe apparsa la Madonna (nell'aprile dell'anno 1001).

Si consideri poi che Foggia dista nemmeno 30 chilometri dal Parco Nazionale del Gargano, un'area protetta tra le più estese in Italia, che copre la bellezza di 118.144 ettari, ospitando circa 2.200 specie botaniche (circa il 35% di tutta la flora nazionale) e decine di migliaia di esemplari tra mammiferi, uccelli rettili ed anfibi.

Come già accennato a più riprese, buona parte del fascino di Foggia risiede nella sua cultura e ci sono diverse occasioni a ricorrenza annuale per entrare a contatto diretto con la tradizione locale. Iniziamo proprio dalla Festa dell'Incoronata, che cade l'ultimo sabato di aprile e celebra l'apparizione della Madonna di cui si è parlato in precedenza. Altre feste religiose di particolare rilevanza sono la Festa Patronale (cade il 22 marzo ed è caratterizzata da una lunga processione per le vie cittadine), la Festa dell'Addolorata "Liberatrice dal Colera" (cade il 15 luglio) e la Festa dell'Assunzione di Maria, che si celebra a Ferragosto, e che celebra l'Assunzione della Madonna in Paradiso.

Da segnalare anche le numerose manifestazioni che vanno in scena nel quartiere fieristico foggiano: si va da eventi internazionali dedicati all'agricoltura a fiere di antiquariato; da saloni dedicati alle auto, le moto e la nautica ad eventi di moda concentrati sull'abbigliamento per i più piccoli o sugli abiti nuziali. Inutile aggiungere che la città ospita inoltre decine e decine di eventi dedicati all'enogastronomia, potendo vantare prodotti agroalimentari semplicemente eccellenti e un numero impressionante di piatti tipici.

Foggia è la città in cui viene prodotto circa il 50% dei pomodori italiani, ma è anche celebre per la propria produzione di formaggi ovini, per il suo limoncello, per la muschiska (carne essiccata per circa 20 giorni) ed ovviamente per ogni forma possibile ed immaginabile di pasta fresca: dai cavatelli alla pasta di grano bruciato, passando per le celeberrime orecchiette. Proprio queste ultime sono alla base di diversi piatti assolutamente caratteristici della tradizione foggiana: da questo punto di vista l'abbinamento più noto è quello con le cime di rapa, ma possono venire condite anche con rucola e patate.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



36 risultati filtrati per:
Rank 1# di 36
9 Voti
Image not found
Rank 2# di 36
Rank 3# di 36
4 Voti
Image not found
Rank 4# di 36
Image not found
Rank 5# di 36
Rank 6# di 36
Image not found
Rank 7# di 36

Soprintendenza Archeologica Della Puglia

1 Voto
Indirizzo: 7, Via De Nittis
Telefono: 0881725458
Rank 8# di 36
Rank 9# di 36
Rank 10# di 36
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0

Cosa vedere vicino a Foggia

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Foggia
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0