×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Zacinto: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0080077
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0050047

Zacinto, anche nota come Zante, è un'isola greca che conta circa 40.000 abitanti distribuiti all'interno di una superficie di 406 chilometri quadrati.

Dal punto di vista amministrativo costituisce un'unità periferica delle isole Ionie e si trova all'interno del mare omonimo, molto vicino alle coste del Peloponneso.

Dal punto di vista climatico presenta temperature tipiche del clima mediterraneo, con inverni miti e piovosi ed estati più calde e soleggiate: la media del mese di gennaio (il più freddo dell'anno) è di 10.7 °C, mentre quella del mese di agosto (il più caldo) è di 27.1 °C.

Zacinto risulta essere abitata sin dai tempi del Neolitico, come dimostrato da alcuni ritrovamenti archeologici. Il suo nome originale dovrebbe essere stato Hyrue (ovvero "porta di ingresso" in lingua Albanese) ma le sue origini sono addirittura leggendarie se consideriamo che la prima menzione del nome "Zakynthos" si trova nell'Iliade e nell'Odissea di Omero: secondo il poeta greco sarebbe stata colonizzata dal figlio di Dardano durante il XV secolo avanti Cristo, mentre secondo Tucidide i primi insediamenti stabili risalirebbero agli achei del Peloponneso ed addirittura al II millennio avanti Cristo.

Certo è che, durante le Guerre del Peloponneso, Zacinto fu alleata prima di Atene e poi di Sparta e che poi l'isola cadde prima sotto il dominio della Macedonia (217 avanti Cristo), quindi sotto quello di Roma (191 avanti Cristo), prima di diventare la prima democrazia indipendente di tutta l'Ellade.

Nell'anno 1194 dopo Cristo Zacinto entra sotto il dominio veneziano, che durerà la bellezza di sei secoli. L'isola si sviluppa in maniera decisiva soprattutto durante la fine del XVII secolo, quando accoglie centinaia di veneziani evacuati da Creta. Zacinto torna ad un regime di governo semi-autonomo durante i primissimi anni del 1800 e per tutto il secolo continua a fiorire, prima sotto protettorato russo-ottomano, quindi sotto protettorato britannico, prima di entrare definitivamente nel neonato regno di Grecia nel 1864.

La più recente storia di Zacinto è purtroppo caratterizzata soprattutto da due terribili terremoti avvenuti durante l'estate del 1953, che distrussero la quasi totalità delle strutture presenti nell'isola. La sua ricostruzione è stata resa possibile grazie all'aiuto internazionale, con menzione d'onore per lo stato di Israele.

Oggi Zacinto vive un nuovo periodo di ricchezza, reso possibile soprattutto grazie al turismo, potendo puntare sia su scenari naturali di rara bellezza (dalle numerose spiagge del posto al meraviglioso Parco nazionale marino) che su località più modaiole e divertenti (si pensi a Laganas, considerata dai turisti come la piccola Las Vegas del Mediterraneo).

Tra le altre attività locali segnaliamo la presenza di due giacimenti minerari attivi nell'area occidentale e, più in generale, un'agricoltura ed un allevamento particolarmente sviluppati (al contrario ci sono poche fabbriche sull'isola e si occupano soprattutto della produzione di oggetti artigianali). Impossibile poi non sottolineare nuovamente l'importantissimo valore culturale dell'isola, che nel corso dei secoli si è legata in maniera indissolubile a personalità chiave della cultura mondiale: dal già citato e leggendario Dionisio di Zacinto, oggi venerato come un santo, al poeta italiano Ugo Foscolo, nato e cresciuto qui ai tempi della Repubblica di Venezia.

Zacinto ha un proprio aeroporto che è collegato direttamente a città italiane quali Milano soprattutto durante i mesi estivi. In alternativa è possibile muoversi verso Atene e poi da lì servirsi di un volo nazionale o di uno spostamento in nave. Al contrario il collegamento marittimo tra l'isola e l'Italia è spesso e volentieri particolarmente faticoso: il porto con la maggior parte di traghetti è quello di Brindisi, ma ancora una volta è consigliabile puntare Patrasso (raggiungibile anche da Ancona o Bari) e poi muoversi da lì per raggiungere il porto di Kyllini, dove invece troverete diversi traghetti locali.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0170162
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Zacinto

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Piazza Solomos: è la piazza principale e più importante dell’isola, interamente circondata da edifici di importanza storica e fascino architettonico. Come il Museo Bizantino, il Centro Culturale e la chiesa di San Nicola del Molo;... vedi tutto al centro della piazza si trova una statua del poeta Dionisio Solomos. La chiesa di San Nicola di Molo: edificata nel 1561 è l’unica costruzione veneziana rimasta intatta a seguito dei terremoti che hanno interessato l’isola nel corso degli anni. Il Museo Bizantino: all’interno del quale si trova una ricca esposizione di icone del periodo Bizantino, quadri ed opere di pittori famosi. Il castello di Zante: edificato dai Veneziani sulla collina di Bochalis, è interamente in pietra con tre porte di ingresso; sulla porta principale si trova lo stemma Veneziano a dimostrazione della lunga dominazione della serenissima. Aliches e Alicanas: situate nella parte nord-est dell’isola, le due spiagge limitrofe hanno una estensione di circa tre chilometri lungo i quali si trovano alberghi, negozi, ristoranti, taverne, bar e locali. Gheracas: situata nella parte più a sud dell’isola, è una spiaggia famosa per le tartarughe “Careta” che depongono le uova ogni estate.
Lucia Russo
Livello 17     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono stata a Zante la settimana di Ferragosto di quest'anno con il mio ragazzo. Inutile dire che Zante, come la Grecia in generale, mi stupisce ogni volta! L'isola è abbastanza piccola quindi la si può girare facilmente magari noleggiando una... vedi tutto macchina come abbiamo fatto noi. Noi siamo stati a Laganas, a circa 10/15 km dal capoluogo, ridente cittadina a vocazione turistica nella cui baia è possibile vedere da vicino le famose Tartarughe caretta caretta. Qui ci sono molti locali e quindi la possibilità di divertirsi, l'ideale per i giovani. Le spiagge più belle a mio modesto avviso, sono quelle sulla costa che da Zacinto scende fino alla baia di San Nicholas dove c'è un mare cristallino con spiagge di sabbia finissima, lidi attrezzati ed economici e soprattutto un sacco di giochi acquatici per i più temerari. D'obbligo una visita serale al faro di Keri per uno spettacolo che vi lascerà letteralmente a bocca aperta...il tramonto su una scogliera a picco sul mare. Emozioni uniche e difficilmente descrivibili e poi li si può vedere anche la più grande bandiera greca esistente al mondo...vale la pena farci un giro! Noi abbiamo fatto due escursioni in barca. La più bella è quella che ti porta a vedere da vicino le tartarughe e, anche se per vederle le barche fanno un sacco di rumore per farle salire in superficie, ogni volta che si vede la testolina sbucare dall'acqua e dolcemente nuotare verso il fondo del mare e' qualcosa di stupefacente. Tappa obbligata anche la visita di Zacinto Town, con la Chiesa che custodisce le spoglie di San Dionisio, il centro e la terrazza panoramica dalla quale si può godere di una visuale sulla città. Per quanto riguarda il cibo, si mangia bene un po' dappertutto soprattutto a base di carne o pesce (dimenticatevi la pasta perché non la sanno cucinare proprio!) e a pezzi modici.
Edoardo
Voto complessivo 10
Guida generale : Un mare stupendo a portata di mano, con volo diretto da Milano Malpensa nel periodo estivo. Molto utile il noleggio di un'auto in loco. Da non perdere: spiaggia del Navagio, Marathia, Blue Cave, Limnionas, Porto Vromi, Gerakas. Ottima trattoria con cucina casalinga a... vedi tutto Porto Rouli. Strategica la posizione di Tsilivi per il soggiorno. Noi abbiamo alloggiato al Katerina Studios e ci siamo trovati benissimo. Una perfetta sintesi fra storia, natura e diveritmento. Sarà una banalità ma la Grecia è la Grecia.....ci si innamora e si ritorna. Anche questa estate.
Da non perdere Spiaggia del Naufragio
Daniela
Voto complessivo 10
Guida generale : L'isola è bella per le sue spiagge a partire da Gerakas nota per le tartarughe che vanno a depositare le uova e quindi per metà è giustamente transennata per evitare che il turista cammini sopra alla covata,comunque è molto grande... vedi tutto e il mare è una piscina,Porto Zoro ha un insenatura che forma delle piscine naturali, Marathia beach è il pumto dove si possono vedere la grandi tartarughe che nuotano felici anche se la barche le disturbano un po', a mio avviso, Porto Vromi è un insenatura naturale , poi la spiaggia del naufragio che è classificata al 4 posto al mondo per la sua particolare bellezza - e tante altre più piccole ma sempre molto belle con acqua cristallina e anche calda
Marilena Elisio
Livello 28     5 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 7
Guida generale : La zona assolutamente da non perdere è quella delle spiagge a nord dell'isola, in particolare quella del Naufragio che si può raggiungere solo via mare, le blue cave, il tramonto a Keri, il fiordo di porto Limnioas, un giro sull'isola... vedi tutto di Marathonissi, dove le tartarughe caretta caretta depongono le uova, la spiaggia di Marathia. Un buon gelato italiano da Piero a Zante, i sandali in cuoio fatti a mano e il mitico yougurt greco al miele.
Da non perdere Spiaggia del Naufragio , tartarughe caretta caretta , tramonto a Keri
paolo ferrero
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Guida generale : Le migliori attrattivi sono senza dubbio le spiagge, il mare e le calette. Per chi volesse fare snorkeling è il posto ideale. Consiglio la famosa spiaggia del Relitto, Xigia Beach (acque solfuree) e poi Makris Gialos, Kabi, Dafni (la spiaggia... vedi tutto delle tartarughe) e Gerakas Beach e Agios Nikolaos. Da non perdere anche Limnionas. L'entroterra è anche caratteristico è ci sono nette differenze tra costa, piccole città e entroterra. Tutto da scoprire e visitare!
luciana
Voto complessivo 9
Guida generale : Per gli amanti del mare e della spiaggia, ampia scelta tra calette, spiaggione ed insenature da favola..... gente ospitale e cordiale, forse l'isola è un pò troppo british, ma va a gusti, e se superi il primo momento tutto si... vedi tutto trasforma. Ho assistito ad un tramonto sul mare che mai avevo visto prima: una luna enorme come un faro gigante che illuminava a giorno. Importantissimo: tartarughe caretta-caretta da salvaguardare.
gagga
Voto complessivo 6
Guida generale : ....c'è poco da commentare isola bellissima sotto ogni profilo, organizzatevi con mappe per girare l'isola le strade sono piccole con scarse indicazioni il mio navigatore non mi è stato di aiuto.buon divertimento a tutti gli amanti del mare e del... vedi tutto mangiare in modo genuino
Marilena Elisio
Livello 28     5 Trofeo    Viaggia: Con amici
Guida generale : La città capitale anche dell'isola ha un lunghissimo lungomare pieno di locali dove mangiare la sera, soprattutto a base di pesce. Consiglio Spartakus. Ha un'unica chiesa cristiana con un campanile stile veneziano anche se molto basso rispetto a quello originale.... vedi tutto Nella zona pedonale ci sono due bei bar dove bere qualcosa e ascoltare musica senza essere storditi. Da non trascurare i vari negozietti dove acquistare qualche souvenir
Ingrid Belotti
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Da solo
Voto complessivo 10
Guida generale : La vera chicca dell'isola è la spiaggia del naufragio. Si arriva solo via mare con le barche che fanno continuamente la spola ed è davvero bella: acqua cristallina e colori indimenticabili. Si può godere di un bellissimo panorama anche dall'alto. Non... vedi tutto andate negli orari centrali della giornata perché è davvero affollata.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0290277

Destinazioni vicine a Zacinto

Patrasso, Lefkada, Kalavrita, Kalamata
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0110102
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Zacinto

HotelSearch-GetPartialView = 0,0140136
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,006006
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0250243
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,02102
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0