×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Bruxelles: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0010008
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010009

Centro economico, politico e culturale, Bruxelles è una delle città europee più visitate.  Ville de Bruxelles in francese e Brussel-stad in olandese è la capitale del Belgio e fa parte della regione di Bruxelles-Capitale

Nucleo politico del Belgio, Bruxelles è considerata la capitale de facto d’Europa.  La città coniuga due culture, quella francofona (a sud) e quella fiamminga (a nord), riscontrabili nelle lingue ufficiali (francese e fiammingo).

Dove si trova Bruxelles: geografia, territorio e storia

Geografia di Bruxelles

Il Pentagono, così è chiamato il centro storico di Bruxelles, è un’area delimitata dalla Petite Ceinture, un insieme di viali che ricreano il tracciato di una vecchia cinta muraria. Il nucleo del Pentagono è il quartiere intorno alla Grand Place, la piazza centrale della città. Il fiume Senna, oggi sotterraneo, circondava un tempo l’isola di Saint-Géry, fulcro del quartiere centrale.

Fanno parte del Pentagono anche il quartiere reale (che ospita il Palazzo Reale, il Parco di Bruxelles e il Parlamento del Belgio), i vecchi quartieri di Sablons e Marolles (molto frequentati di sera), il quartiere Midi-Lemonnier, il quartiere della Senne, il quartiere marittimo (dove era situato il vecchio porto di Bruxelles), il quartiere Marais-Jacqmain (che ospita il Centro Belga del Fumetto) ed il quartiere Libertés. Nel quartiere Europeo, situato ad est del Pentagono, hanno sede le maggiori istituzioni dell’Unione, la Commissione, il Parlamento e il Consiglio dei Ministri.

Storia di Bruxelles 

Il nome Bruxelles deriva da Brucsella, che significa “abitazione nelle paludi”. Fino alla metà del 1800, infatti, l’attuale centro della città era costituito dall’isola di Saint-Géry, circondata dal fiume Senna. Si hanno testimonianze di Bruxelles dal VI secolo, quando il vescovo di Cambrai fece costruire il primo nucleo della città. Fu residenza dei duchi di Brabante prima e dei duchi di Lorena poi.

Nel corso della storia la capitale belga subì le continue lotte per il predominio sulle Fiandre di Austria, Francia e Spagna. All’inizio il perimetro urbano era definito dalla Petite Ceinture (cinta di mura); con il passare degli anni i piccoli paesi limitrofi crebbero fino a diventare contigui alla città. Bruxelles raggiunse l’indipendenza nel 1830, in seguito ad una rivolta cittadina.

L’indipendenza belga venne legittimata il 21 luglio 1831, quando il primo re belga Leopoldo I salì al trono e Bruxelles divenne la capitale del regno. Il governo di Leopoldo I fu un periodo di ascesa culturale ed economica; celebri artisti, filosofi e scienziati (tra cui Karl Marx e Victor Hugo) soggiornarono a Bruxelles. Dopo la Seconda Guerra Mondiale è stata ricostruita con determinazione e pazienza. Il simbolo della città è un giglio giallo su sfondo blu; l’immagine potrebbe rimandare al giglio della monarchia francese o ai gigli presenti nelle zone paludose del sito urbano originario.

Grand_place_bruxelles

Come si vive a Bruxelles: clima, qualità della vita e consigli utili

Clima di Bruxelles

La capitale belga ha un clima di tipo temperato umido, con inverni freddi ed estati relativamente calde. Le precipitazioni sono abbondanti e distribuite nel corso dell’anno. Il periodo ideale per visitare Bruxelles è quello compreso tra metà maggio e metà settembre, in cui è possibile godere di temperature gradevoli e giornate lunghe. Si consiglia di mettere sempre in valigia una felpa, un ombrello o un K-Way.

Economia di Bruxelles 

L’economia cittadina si basa sulla presenza di istituzioni europee. Bruxelles ospita inoltre sedi commerciali e finanziarie di numerose società internazionali; sono presenti anche impianti elettrotecnici, tessili, dell’abbigliamento e della produzione fotografica.

Cosa mangiare a Bruxelles

La gastronomia di Bruxelles è varia ed eterogenea. Molti e diversi tra loro sono i piatti tipici della cucina belga, fatta di sapori gustosi ed avvolgenti. Le patate fritte sono una vera e propria istituzione in Belgio, Paese in cui sono nate. I baraques à frites sono i tipici chioschetti di patatine fritte che dominano lo street food della capitale.

Assolutamente impossibile passare per Bruxelles senza assaggiare uno di questi caratteristici cartocci. Accostando le frites a cozze stufate, si ottiene il piatto tipico per eccellenza in Belgio: moules et frites. Conosciuti in tutto il mondo sono i cavoletti di Bruxelles, così denominati poiché furono coltivati a partire dal XIII secolo proprio nei pressi della capitale belga. Passando al dolce, una colonna portante della cucina belga sono le gaufres (waffle). Si trovano ovunque, sia nei chioschetti nelle vie del centro sia nelle più tradizionali pasticcerie; possono essere farcite con zucchero a velo, sciroppi, gelato, frutta, cioccolato.

Nel quartiere du Sablon si trova la più antica pasticceria di Bruxelles, Wittamer, famosissima per queste specialità dolciarie. A proposito di cioccolato, il Belgio vanta l’invenzione del cioccolato spalmabile ed ospita le migliori cioccolaterie al mondo. Assolutamente da provare sono la batollin (una scatola di cioccolatini), le pralines (gusci di cioccolato farciti) e i truffles (tartufi di cioccolato).

Il Belgio è inoltre un vero e proprio paradiso per gli amanti della birra. Ogni birra viene bevuta in un bicchiere diverso, per esaltare e rendere unica l’esperienza della degustazione. Le birre più famose sono la Lambic e la Geuze. Per un’esperienza indimenticabile è impossibile saltare l’appuntamento con la Brasserie Cantillon, storico birrificio inaugurato nel 1900 ad Anderlecht (sobborgo di Bruxelles). Il Delirium Café, a pochi metri dalla Grand Place di Bruxelles, ha ricevuto il 9 gennaio 2004 un riconoscimento dal Guinness World Record per la maggiore varietà di birre disponibili in commercio, che ad oggi raggiunge più di 2500 tipologie.

atomium_bruxelles

Come arrivare a Bruxelles

L’aeroporto internazionale di Bruxelles è il più trafficato del Belgio e si trova sulle principali direttrici che collegano l’entroterra con i porti della costa passando per le fiandre. I treni Eurostar che provengono da Londra si fermano nella capitale belga che rappresenta anche una sosta per quei treni ad alta velocità che collegano la Francia con l’Olanda.

Bruxelles è anche dotata di un ottimo sistema d trasporto pubblico grazie al quale tutti i principali punti di arrivo come stazioni ferroviarie ed aeroporti sono ben collegati al centro.

  • Aereo: dall’aeroporto internazionale di Bruxelles, presso il quale arrivano molti voli da svariate città italiane, partono treni diretti alle 3 stazioni principali della città con una frequenza di 25 minuti dalle 5.30 del mattino alle ore 24.
    Il viaggio fino a Bruxelles dura 27 minuti e costa € 8,80. Ci sono inoltre anche vari bus diretti verso il centro in particolare la linea numero 12 che ha corse ogni ora con capolinea nel quartiere UE e fermate corrispondenti alle principali stazioni della metropolitana. In alternativa è possibile prendere un taxi che in 20 minuti porta i centro città con una spesa di circa 40 euro.
    Alcuni operatori come Ryanair atterrano all’aeroporto Brux Charleroi a circa 50 km dalla città che può essere raggiunta con una navetta con una frequenza di 30 minuti al costo di € 14.
  • Treno: Buxelles ha 3 stazioni principali; molti dei treni su tratta nazionale fermano in tutte e 3 mentre quelli internazionali fanno capo esclusivamente a Bruxelles Midi. La stazione centrale si trova a pochi minuti a piedi dal Distretto degli Affari.
  • In auto: per chi vuole raggiungere il Belgio con un mezzo proprio l’itinerario più breve dall’Italia è quello che passa per il traforo del San Gottardo, attraversa la Svizzera passando per Ginevra, Nancy e Metz: da Roma è un tragitto autostradale di circa 1500 Km, da Milano i Km sono 925 mentre partendo da Torino è più conveniente passare per il territorio francese. Altri itinerari per raggiungere Bruxelles sono quelli che passano per il Monte Bianco e Digione oppure per la galleria del San Bernardo e Losanna. Da notare che in Belgio le autostrade sono tutte gratuite.

Come muoversi a Bruxelles

Il trasporto pubblico è gestito dalla Stib-Mivb e comprende servizi integrati di pullman, tram, tram sotterranei e metropolitana, le cui linee formano una rete che copre tutta la città. Ogni stazione della metro ha al suo interno una mappa di tutte le linee di superficie e presso l’ufficio del turismo si può richiedere gratuitamente la cartina con tutti i percorsi. Il prezzo del biglietto è di 2,10 euro per la singola corsa e di 7,50 per 24 ore; il biglietto deve essere obliterato all’inzio del primo viaggio ed ha una durata temporale di 60 minuti.

La linea della metropolitana è costituita da 4 diverse linee, la 1, la 2, la 5 e la 6 mentre in superficie abbiamo una considerevole rete tramviaria sia nella zona centrale che nei sobborghi. I tram sotterranei corrispondono invece alle linee 3 e 4.

Il modo ideale per visitare Bruxelles è, però, sicuramente a piedi; i treni non servono per spostarsi all'interno della città ma solamente per andare in aeroporto o per qualche escursione fuori città. I taxi sono piuttosto costosi.

Bruxelles

Bruxelles: cosa sapere e cosa visitare

Bruxelles è una città sontuosa, ricca di storia e caratterizzata da un'atmosfera estremamente accogliente. Si presenta come una città passionale, energica, stravagante e allo stesso tempo discreta e alla moda.

L’immagine della è spesso rappresentata dalla famosa statua di bronzo di Menneken Pis, assieme alla struttura moderna dell’Atomium.

La principale ricchezza di  Bruxelles è rappresentata dai suoi maestosi edifici, laici e religiosi, molti dei quali si affacciano sulla Grand Place, la piazza centrale e storica della città, Patrimonio dell'umanità UNESCO. Tra le bellezze architettoniche della capitale belga ci sono il Municipio di Bruxelles, il Palazzo Reale, il Palazzo di Egmont, la Cattedrale di San Michele e la Basilica del Sacro Cuore. A questi si aggiungono gli edifici moderni che rappresentano la sede del Parlamento Europeo.

Bruxelles può inoltre essere considerata la capitale europea del fumetto; per questo motivo merita una visita il Museo del Fumetto, interamente dedicato a questa arte. Tra gli altri musei da visitare in città ci sono il Museo di Magritte, il Museo Horta e quello dedicato agli strumenti musicali, per esperienze sonore tra le musiche del mondo.

Fare shopping a Bruxelles è di moda e tendenza; in Rue Nueve si concentra la maggior parte di negozi di abbigliamento, dalle grandi firme ai negozi più accessibili. Anche l'Avenue Louise e il Boolevard de Waterloo offrono un concentrato di stilisti internazionali e prestigiosi, oltre che di piccoli artisti e designer all'avanguardia. Da non perdere anche i mercatini delle pulci e di antiquariato che si tengono nelle vie principali del centro,  a Marolles e al Mercato della Gare du Midi.

Per mangiare invece, l'area di Ilot Sacrè è famosa per i suoi labirinti di ristorantini mentre nell'area di Saint Gery e Danseart si concentrano maggiormente ristoranti di cucina pan-asiatica. La zona di Ixelles è un ottimo punto per assaggiare qualche piatto etnico e sorseggiare una buona birra.

Per gli amanti della natura e del relax, la città offre il meraviglioso Parc de Bruxelles, tredici ettari di superficie verde nel cuore della città dove poter fare delle piacevoli soste. Tra le escursioni consigliate, invece, c’è la cittadina di Bruges, che dista poco più di un’ora da Bruxelles ed è facilmente raggiungibile in treno.

Leggi anche cosa vedere a Bruxelles.

cattedrale_san_michele_bruxelles

Cosa fare a Bruxelles: eventi, ricorrenze e divertimenti

Eventi di Bruxelles 

Bruxelles si colora ogni anno di feste ed eventi di ogni tipo. Tra i più rappresentativi ricordiamo il Brussels International Fantastic Film Festival (si svolge ogni anno ad aprile al Museo delle Belle Arti), la Zinneke Parade (una parata il cui tema viene scelto ogni anno dai cittadini), l’Irisfeest (uno spettacolo musicale che si svolge ogni anno in occasione della festa regionale dell’8 maggio).

L’evento folkloristico più antico e seguito è senza dubbio l’Ommegang de Bruxelles, un corteo in costume che si svolge ogni anno a luglio per le vie del centro storico. Tutti gli anni pari, inoltre, il weekend del 15 agosto si tiene nella Grand Place una splendida Infiorata, un immenso tappeto di fiori provenienti da più di 500000 piante di begonie. 

La movida a Bruxelles

Pur non avendo la medesima fama di altre città europee come la vicina Rotterdam o di capitali come Parigi, Londra o Roma, Bruxelles ha una vita serale e notturna abbastanza movimentata. Una delle sue caratteristiche è quella di avere molti Pub dove poter gustare le famose birre belghe.

La vita notturna si concentra praticamente in tre zone della città: intorno al Teatro Reale della Monnaie, nella zona di Saint-Gery ed in quella di Dansaert. Nella prima è possibile trovare ristoranti tradizionali ed è adatta per chi vuole passare una serata tranquilla e romantica in ambienti eleganti, nella seconda molti locali muniti anche di terrazza insieme a pub e ristoranti con prezzi molto contenuti. Nella zona di Dansaert si trovano invece molti locali da ballo e discoteche con musiche di tutti i generi e con una propensione alla sperimentazione musicale.

Prefisso:
02
Nome Abitanti:
Bruxellois
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

58
Buona
38
Ottimo
21
Media
5
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
23
Coppie
9
Giovani e single
8
Turisti maturi
6
Famiglie
4

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0010008
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Bruxelles

Conosci Bruxelles? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : La Grand’ Place è il centro pubblico e rappresentativo della città, una tra le più celebri piazze d’Europa. Sulla piazza e su tutto il centro cittadino svetta l’elegante torre dell’Hotel de Ville, esempio di architettura... vedi tutto civile in stile gotico brabantino (XV secolo ), mentre tra i palazzi che circondano la piazza bella mostra di se fanno la Maison des Brasseurs ( oggi sede di un museo della birra ) e la Maison du Roi ( ove ha sede il museo storico comunale ), entrambi in stile neorinascimentale ( XVI secolo ). - Dalla Grand’ Place, seguendo Rue de l’Ètuve all’angolo con Rue du Chene, si incontra la fontanina barocca del Manneken-Pis, con la statua del putto che fa la pipì, uno tra i più popolari simboli della città. Proseguendo in direzione Sud si entra nel caratteristico quartiere di Les Marolles, la cui anima popolare si manifesta nei colori e negli odori dei mercatini che occupano le strade e le piazze circostanti. Da Les Marolles, vale la pena spingersi fino al sobborgo sud-occidentale di Anderlecht anche per visitare la Maison d’Erasme, la casa cinquecentesca che ospitò il grande umanista olandese. - Notre Dame de la Chapelle, è tra le più antiche e belle chiese della città. Costruita nel XIII secolo in forme romaniche si è sviluppata nei secoli XV-XVI in stile gotico brabantino; all’interno vi si trova la tomba del pittore fiammingo Pietre Brueghel il Vecchio. Poco distante sorge la chiesa di Notre Dame du Sablon, realizzata tra il secolo XIV e il XV in stile gotico brabantino, con forme slanciate ed eleganti. La piazza circostante si anima nei giorni festivi di un vivace mercato dell’antiquariato. - La Cattedrale di St. Michel, è una grande struttura gotica ispirata a modelli architettonici francesi, iniziata nel XIII secolo e conclusa nel XV. Suggestivo l’interno a tre navate illuminato da finestre policrome. Nei pressi della Cattedrale si trova anche il Theatre Royal, di fondazione seicentesca con rifacimenti nell’Ottocento, recentemente ristrutturato. - Appena fuori dal centro storico di Bruxelles, nell’area del grande Parco di Laeken, si staglia l’imponente figura dell’Atomium ( 1958 ), modello in acciaio della struttura dell’atomo alto oltre 100m, con le sue nove sfere collegate da tubi, che è presto diventato un altro simbolo visivo della città. - Il Musée d’Art Ancien ( place Royale ) è un museo di fondamentale interesse per la conoscenza dell’arte fiamminga e olandese. Ospita i capolavori di Memling, di Bosch, di Rubens, di Rembrandt, di Van Dyck, solo per citare una ristretta selezione. Il Musée d’Art Moderne, allestito nell’edifico più recente del complesso museale di Bruxelles, è dedicato all’arte dell’Ottocento e del Novecento. Espone opere di artisti internazionali e belgi, fra questi, opere di Ensor e Magritte. Il Musée Royal d’Art et d’Histoire è ricco di collezioni archeologiche provenienti dall’Egitto, dalla Grecia, da Roma; con sezioni dedicate alle culture dell’estremo Oriente e delle civiltà delle Americhe e un’interessante parte dedicata alle più tipiche produzioni fiamminghe ( oreficerie e tappeti ). - La Biblioteca Reale Albertine, espone alcuni dei pezzi più rari e preziosi della stampa europea; capolavori di arte della miniatura e codici medievali. - Nel complesso dell’Euratom, appena fuori Bruxelles, ha sede l’Unione Europea, presso il palazzo omonimo a pianta cruciforme costruito negli anni sessanta.
Claudia
Voto complessivo 9
Guida generale : Il centro storico è sicuramente la parte più bella da vedere, dal punto di vista architettonico ed artistico. Da non perdere però neanche la zona attorno alla Place Flagey, piena di bar, la Place du Chatelain,la Place du Jeu de... vedi tutto balle (con il mercato delle pulci la domenica mattina),il Bois de la cambre (per gli amanti della natura - bellissimo in autunno), l'Avenue Louise per lo shopping (haute couture). Cibo: assolutamente fare tappa a Le fin de siècle (Rue des Chartreux 9), per me il miglior ristorante di Bruxelles: cucina tipica belga, ambiente tipico e autentico...per capirsi, ci vanno i belgi, prezzi ok ma attenzione NON si può prenotare quindi il venerdì e il sabato cercate di andare presto e non so a che ora mangerete. Da provare le birre, se vi piacciono. Ce ne sono tantissime diverse. La cioccolata anche, è uno dei prodotti tipici. Se vi va di vedere Bxl sotto un angolature diversa, provate a fare un giro al mercato di midi la domenica mattina.
Da non perdere Grand Place , Grand Place
Maurizio
Voto complessivo 7
Guida generale : Bruxelles e' una città da scoprire, cominciando dal centro storico, dai dintorni della Grand Place, da Saint Cathrine, vecchio quartiere di canali e ristoranti e pub. Meglio i mezzi pubblici o la bici, Bruxelles non ha grandi salite.Esistono ristoranti di... vedi tutto ogni parte del mondo e per tutte le tasche, esiste una offerta di arte e cultura contemporanea molto superiore a quella di Roma, esiste un importante museo africano, un originale museo musicale in pieno centro, esistono tanti parchi e dintorni interessanti come la Hulpe, un adorabile mercato delle pulci ogni giorno in piazza Jouex de Balle. Anche lo shopping ha i suoi luoghi d'interesse vista la vicinanza con Parigi. Non portatevi un ombrello. Se piove c'è anche vento e lo butterete.Ma siate coperti, pronti al vento e alla pioggia. E' anche una città per i giovani, poliglotta e festaiola. Siate pazienti con la rivalità tra Fiamminghi e Valloni. Se amate la birra o la cioccolata e' la vostra città...
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Capitale del Belgio ( 1.500.000 ab. ). Sorta nel VII secolo all’incrocio di importanti vie di comunicazione fluviali e terrestri, la città si sviluppò nei secoli successivi come centro di mercato e di commercio di volta in volta chiamato, attorno... vedi tutto ai secoli VII e IX, Bruxella, Brocela, Bruolisela. La città divenne nel XIV secolo la residenza dei duchi di Brabante, per poi passare ai duchi di Borgogna e nel XVI secolo divenire la capitale dei Paesi Bassi sotto la dominazione spagnola. Durante i moti rivoluzionari dell’Ottocento, Bruxelles assunse il ruolo di guida per l’indipendenza belga, divenendo nel 1830 la capitale del nuovo Stato.
Paolo Sailis
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Bruxelles è una città fantastica, soprattutto nel periodo Natalizio... La grand Place è qualcosa di davvero stupendo con il municipio e le case delle Corporazioni. Anche la Cattedrale è molto bella, mentre è un po' deludente il Manneken Pìs. Il... vedi tutto quartiere Europeo è moto interessante. La zona dell'Atomo (heysel) si trova in periferia, ma l'atomo è molto bello, soprattutto illuminato. Adiacente c'è il parco della Mini Europe, davvero Carino, una specie di Italia in Miniatura, però di tutta l'Europa. Non dovete perdervi una visita di Gand e Bruges, due cittadine delle fiandre, l'una piùbella dell'altra. In Belgio si mangia molto bene, ottime fritture dipesce, cozze e soprattutto squisito cioccolato.
Da non perdere Quartiere Europeo
Carlotta Picchi
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Sono di recente stata a Bruxelles,è una città molto bella, e che pochi prendono in considerazione, ma vale veramente la pena di andarla a visitare! Consiglio vivamente di cenare nella Grand Place, veramente suggestiva, e di visitare l'Atomium. In generale... vedi tutto la città è ricca di monumenti e chiese imponenti, come il Palazzo di Giustizia. Io poi sono stata fortunata, perché sono riuscita ad entrare anche nel Palazzo Reale, sfarzosissimo. Sconsiglio però l'hotel in cui sono stata, il Mozart, perché anche se ben collegato, è tenuto malissimo ed è sporco! Per finire, non dimenticate di vedere il Manneken Pis, simbolo della città!!
Da non perdere Atomium , Mini-Europe , Grand Place
manolo
Voto complessivo 8
Guida generale : Bruxelles è una città molto carina con molte attrattive con la mia famiglia abbiamo alloggiato in un hotel nella zona centrale in piazza la bourse (ottimo per muoversi a piedi e visitare molte delle più importanti attrattive della città). Non... vedi tutto potete non andare a vedere la grand place molto molto bella. Io per spostarmi ho fatto il biglietto giornaliero costo 7.5 € secondo noi è il metodo meno costoso di visitare la città noi abbiamo usato per lo più la metropolitana ma se si riesce a studiare prima anche le linee del bus la città si può visitare meglio.
cristina dolcini
Livello 23     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Bruxelles è una bellissima città molto più divertente e interessante di quanto si possa pensare,che offre una vasta gamma di attività culturali e non, ma vale comunque la pena fare una gita giornaliera a Bruges che dista solo un'ora di... vedi tutto treno e che è un'incantevole cittadina delle Fiandre. In questo modo si avrà una visione più completa dell'anima belga, quella vallona di Bruxelles e quella fiamminga di Bruges, anzi Brugge visto che loro ci tengono molto.
Da non perdere Museo di Magritte , Sablon , Grand Place
Pinotto
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 4
Guida generale : Sì, mi ha annoiata. C'era poco da vedere ed è fin troppo costosa per ciò che qualitativamente ha da offrire. Stupendi i parchi, ben tenuti. Deludente il quartiere parlamentare. Difficile trovare il famoso Menneken Pis. Critica la situazione nei pressi... vedi tutto delle stazioni sia metropolitane che ferroviarie: barboni, mendicanti ed ubriachi a qualsiasi ora del giorno, spesso corredate da furti. Ho assistito personalmente alla scena di tre bambini che correndo hanno poi rubato lo zaino di una ragazza.
roberta de nadai
Livello 36     5 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Una città che non te l'aspetti. Bella giusta. Comoda giusta. Accogliente giusta. Rilassante giusta. Moderna giusta. Da Bruxelles con il treno (nel fine settimana il biglietto costa la metà) si possono raggiungere Brugge e a Gent. Due "perle". Sempre in treno... vedi tutto si arriva agegolmente ad Anversa, altra città da scoprire. Giovane. moderna e vivace. Famosa per la sua cattedrale gotica con i capolavori di Rubens, ma assolutamente bisogna anche fare una passeggiata nel quartiere dei diamanti. Sono da vedere anche i negozi d'abbigliamento molto "alternativi.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Bruxelles

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Bruxelles

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Giovani e single
Mete romantiche
Shopping
Studenti
Mete per la famiglia
Verde e natura
Avventura
Cicloturismo
Sport
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010013
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0