×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Ponti di Primavera 2017, date e idee di viaggio in Italia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
23 mar 2017 - by Alessio
Acciaroli, Agropoli, Castelbuono, Castellabate, Castell'Arquato, Dozza, Vigoleno, Gangi, Malcesine, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Riva del Garda, Sirmione // Itinerari ed escursioni, Monumenti ed edifici storici, Natura e sport, Benessere

Il 2017 è l’anno dei ponti, e in fatto di ponti questa primavera è ricchissima. Perchè non farsi solleticare dall’idea di una gita fuori porta?


A partire da aprile, il primo ponte di primavera è quello di Pasqua e Pasquetta il 16 e 17 aprile, un ponte di tre giorni che include anche il sabato precedente la Pasqua. Se consideriamo le vacanze scolastiche che partono dal giovedì 13, è il ponte è ideale per organizzare una vacanza insieme a tutta la famiglia e con bambini al seguito.


Sempre ad aprile, la Festa della Liberazione del 25 cade di martedì; approfittando di un giorno di ferie il lunedì precedente, ecco dietro l’angolo un altro ponte lungo quattro giorni, più che sufficienti per soddisfare il desiderio di staccare la spina dalla solita routine. Per chi sente l’esigenza di un soggiorno ancora più lungo è possibile, prendendo qualche giorno di ferie in più, collegarsi al ponte successivo, quello della Festa dei Lavoratori il primo maggio, anch’esso di lunedì, totalizzando così dieci giorni complessivi a disposizione. A questo punto i viaggiatori più intrepidi possono anche spostarsi verso mete più lontane.


Anche all’inizio di giugno abbiamo la possibilità di sfruttare un ponte di tre giorni perché la Festa della Repubblica del 2 giugno cade di venerdì. In vista dell’arrivo dell’estate, perche non scegliere mete marittime e approfittarne per iniziare a godere delle località di mare?

 

Pasqua e Pasquetta sul Lago di Garda

Malcesine


Grazie all’arrivo delle prime belle giornate di primavera, per il ponte di Pasqua il Lago di Garda e i suoi splendidi paesaggi sono l’idea di viaggio da prendere al volo.
È il più esteso lago italiano, situato a metà tra Veneto, Lombardia e Trentino Alto Adige, da sempre amato dai turisti e costellato di cittadine che affacciano sulle sue sponde che sembrano delle vere e proprie cartoline a cielo aperto.


Riva del Garda, in Trentino, è anche definita la Perla del Garda: vanta un clima mediterraneo nonostante la sua posizione ai piedi della catena alpina, e i visitatori vengono ammaliati dalla suggestiva vegetazione che cresce lungo le sue rive e dalle maestose vette che la dominano dall’alto, oltre che da un centro storico incredibilmente affascinante e ricco di ristoranti, bar e localini che fanno sentire il turista a casa.


Sulla riva lombarda c’è invece Sirmione, che sorge su una piccola penisola e che era profondamente amata già dai popoli dell’antichità per la sua felice posizione e per la presenza delle famose acque termali. Sirmione vanta una storia antichissima: qui scelse di vivere il poeta latino Catullo, di cui possiamo ancora oggi ammirare i resti della villa noti come le Grotte di Catullo, in una straordinaria posizione panoramica a picco sul lago.
La presenza di acque termali ha reso inoltre Sirmione una delle grandi mete dei viaggi benessere in Italia, grazie alla presenza di numerose spa e centri dove concedersi esclusivi trattamenti, imperdibili anche per la bellezza delle loro location che danno un tocco in più a chi cerca un soggiorno di puro relax.


A dominare le acque settentrionali del lago, Malcesine in provincia di Verona è davvero un pittoresco paesino. Oltre che godere delle bellezze naturalistiche, a Malcesine ci si può lasciar affascinare dal sapore medievale che conserva il suo centro storico, per regalarsi un autentico tuffo nel passato.


25 aprile nei borghi dell’Emilia Romagna

Castellarquato


Il ponte del 25 aprile, quest’anno di tre giorni, è l’occasione ideale per farsi ammaliare dal fascino dei piccoli borghi dell’Emilia Romagna.


Castell’Arquato, al confine tra Emilia Romagna e Lombardia, è un antico borgo di età medievale arroccato su una collina ed è un piccolo gioiello. Tra una passeggiata alla scoperta del centro storico ed escursioni alla scoperta dell’incantevole campagna circostante, è possibile assaporare i migliori piatti della tradizione enogastronomica che contraddistingue l’Emilia Romagna rendendola una delle regioni più gustose d’Italia. Mozzafiato il panorama della Valle Arda dalla spianata che si trova di fianco la Rocca.


Nella pianura piacentina, Vigoleno è uno dei borghi medievali meglio conservati d’Italia, con il centro abitato circondato da pittoreschi corsi d’acqua e dominato dal Castello del X secolo di cui sono visitabili la torre e alcuni piani. Imperdibile la suggestiva Pieve di San Giorgio, un piccola chiesa romanica illuminata dalla sola luce naturale, all’interno della quale è conservato un bell’affresco raffigurante l’uccisione del drago da parte di San Giorgio.


Dozza fa parte della città metropolitana di Bologna, ed è un borgo medievale risalente al 1126. Il borgo è circondato da vigneti e lievi pendii, ed è dominato dalla fortezza sforzesca che è una delle sue maggiori attrazioni, oggi apprezzabile nel rifacimento di età rinascimentale. Considerato uno dei più bei borghi medievali dell’Appennino tosco-emiliano, è famoso per il suo centro storico ricco di murales, rappresentazioni di scene di vita quotidiana e soggetti naturali che fanno bella mostra su strade, piazze e muri di abitazioni privati, che rendono Dozza uno dei più affascinanti e colorati borghi dipinti italiani.


Primo Maggio alle Madonie

Petralia


Il Parco delle Madonie, in provincia di Palermo, rappresenta un piccolo cuore verde per la Sicilia, luogo ideale per sfuggire alla calura dell’estate siciliana. Il ponte del primo maggio è l’occasione perfetta per visitare i paesini che costellano il parco naturale, e per scendere verso la costa per concludere la giornata in riva al mare.


A 423 metri di altezza e costruito sulle antiche rovine del Casale Ypsigro sorge Castelbuono, definito la “Porta delle Madonie” e caratteristico borgo di età medievale. Oggi il paese è una meta turistica affermata, famoso in tutta Italia per la produzione di panettoni e i celebri dolci alla manna, e nota ai i più giovani per l’Ypsigrock, un festival di musica indipendente che la cittadina ospita ogni estate.


Annoverato tra i Borghi più Belli d’Italia, Gangi è stato proclamato Borgo dei Borghi nel 2014. Una visita a Gangi è un tuffo nel passato, con i numerosi monumenti dall’alto valore artistico che non deludono mai gli amanti dell’arte e della storia. All’interno del borgo è possibile seguire il percorso “ Memorie e tradizioni”, un percorso guidato che condivide tradizioni, piatti locali e memorie. Gangi è una destinazione ideale anche per gli amanti del cibo e della buona tavola, come dimostra la forte tradizione casearia e quella legata alla produzione di salumi.


Suggestivi anche i comuni di Petralia Soprana e Petralia Sottana. Petralia Soprana, definita la terrazza sulle Madonie, dall’alto dei suoi 1147 metri sul livello del mare offe scorci mozzafiato, e al tempo stesso incanta con la sua storia e le sue antichissime origini, che risalgono addirittura alla dominazione greca dell’isola, e che è ancora oggi visibile e apprezzabile nell’aspetto e nella struttura del suo centro storico dalle tipiche piazzette e stradine tortuose.
Ad un livello più basso se ne sta invece Petralia Sottana, circondata dalla Valle dell’Imera e famosa per la produzione di vino e olio. Il borgo, nato in principio come sistema difensivo della più alta Petralia Soprana, è la tappa da non perdere durante il vostro ponte del primo maggio nelle Madonie.

 

Ponte del Due Giugno, i borghi del Cilento

Agropoli


Il Cilento è un’area della Campania che, in provincia di Salerno, è rinomata per la bellezza selvaggia delle sue spiagge, tanto da essere stata dichiarata patrimonio UNESCO. Per il ponte del due giugno, approfittando della bella stagione ormai alle porte, è il momento ideale per godere della bellezza dei borghi cilentani abbracciati dal mare.


Castellabate, dalla bellezza mozzafiato, regala scorci senza tempo nel suo centro storico UNESCO: posto nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, a pochi chilometri dall’area archeologica di Paestum, si mostra come un piccolo mondo dal sapore antico che si è nel tempo sviluppato tutto intorno al castello medievale. Prossima al borgo la spiaggia di Punta Licosa, luogo legato alla leggendaria sirena Leucosia, trasformatasi in scoglio a causa di un amore non corrisposto.


Agropoli, sulla piana del fiume Sele, è un favoloso borgo a picco sul mare che, secondo molti studiosi, sarebbe l’antica acropoli di Paestum. Le attrattive di Agropoli sono molte, dalle incantevoli spiagge agli edifici storici, senza dimenticare il buon cibo mediterraneo. Ad Agropoli la cultura e i paesaggi si intrecciano in maniera indissolubile, creando un complesso che non manca mai di ammaliare e sorprendere. Il borgo è dominato dal Castello Angioino, nel quale è ambientato il racconto della scrittrice Marghuerite Yorcenar “Anna, Soror”.


Acciaroli è una frazione di Pollica, ed è una delle località più frequentate in estate. Caratterizzata dalla presenza di spiagge alte e prevalentemente rocciose, offre un mare che vanta le cinque vele della Guida Blu. Un mare talmente bello che pare ispirò la stesura del “Vecchio e il Mare”di Hemingway, che proprio in questo borgo campano amava trascorrere il suo tempo. Le coste di Acciaroli sono caratterizzate dalla presenza di antiche torri costiere, che avevano lo scopo di difendere gli abitanti dagli attacchi via mare dai parte dei saraceni e che ancora oggi si slanciano alte nel cielo del Cilento a ricordare un lontano, emozionante passato.

 

 

 

ContentInfoPostDetail-GetPartialView = 0,0625051
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPostListRelatedByPlaceCateg-GetPartialView = 0
ContentPostListRelatedByCategNearGeoLoc-GetPartialView = 0,468788
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
HotelSearch-GetAsyncComponentContainer = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0