×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0009999

Chiang Mai: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,00662
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030025

Chiang Mai, conosciuta come la "Rosa del Nord", è una delle cittù più grandi della Thailandia, dopo Bangkok. Il capoluogo dell’omonima provincia è situato sulla valle alluvionale del fiume Mae Nam Ping, (affluente del Chao Phraya River che attraversa Bangkok). È inoltre circondato da un vasto mosaico di risaie, verdi colline ondulate, disseminate da villaggi che contengono ognuno una propria tradizione, e infine dalle montagne più alte del Paese, la più elevata è Doi Inthanon, 2.565 metri slm.

Il territorio si presenta particolarmente montuoso, ciò spiega perché la stagione fredda duri di più rispetto alla capitale Bangkok, ma allo stesso tempo è meno afosa e quindi più vivibile nei mesi estivi. Da un punto di vista climatico, Chiang Mai è caratterizzata da due stagioni ben definite: la stagione delle piogge, da giugno a ottobre, con 10-15 giorni piovosi al mese, e la stagione secca, da novembre a maggio, con precipitazioni ridotte ai minimi termini. Marzo ed aprile sono i mesi più caldi con temperature diurne che raggiungono i 36-38°C. Tuttavia il clima tropicale gradualmente diventa più temperato, rendendo fertile la terra che nell’antico regno del nord era chiamata "Lanna", la terra di un milione di risaie. Nel periodo compreso da novembre a febbraio si registra un’escursione termica giornaliera piuttosto elevata, con temperature minime nell’ordine dei 10-12°C.

Chiang Mai vuol dire "città nuova", in quanto prese il posto di Chiang Rai come capitale del Regno Lanna nel 1296. Re Mengrai, incoronato nel 1259, venticinquesimo sovrano del Regno di Ngoen Yang, considerata la costante minaccia di un’invasione da parte dei Birmani e dell’Impero Mongolo, decise di iniziare un’opera di espansione e unificazione del regno. Chiang Mai, fu realizzata all’interno di una cinta muraria a pianta quadrata, protetta a sua volta da un canale esterno perimetrale (old city) per contrastare le frequenti incursioni birmane. Ancora oggi, il centro storico è racchiuso in questo quadrilatero. Con il declino del regno Lanna, la città perse importanza e fu spesso occupata dai birmani o dai thai del regno di Ayutthaya. Con la caduta anche di quest’ultimo in mani birmane, la popolazione di Chiang Mai fu deportata e la città rimase disabitata per 15 anni. In questo periodo, a fungere da capitale del regno Lanna fu la città di Lamphang. Soltanto nel 1775, con l’aiuto e supporto del Regno del Siam, Chiang Mai si rivoltò e sconfisse l’esercito birmano, liberando l’intera valle del Mae Nam Ping. Chiang Mai fu riconosciuta ufficialmente città – muang – del Regno di Thailandia nel 1935.

Chiang Mai sorge in un punto che negli anni si è rivelato molto favorevole per il commercio e l’economia della regione, visti i frequenti contatti fra Thailandia e Cina. Tale vicinanza ha contribuito a rendere questa città un punto strategico per gli scambi commerciali e punto di riferimento per l’acquisto di prodotti artigianali come manufatti in seta, legno, argento, ceramica ed altro ancora. Il turismo resta una risorsa fondamentale per l’economia della città, e richiama ogni anno circa un milione di visitatori. Chiang Mai propone attrattive simili a quelle di Bangkok, seppure in scala minore, e inoltre la vicinanza ad aree protette come i parchi nazionali, offre diverse attività escursionistiche e naturalistiche. A parte le imprese artigiane, il settore industriale è poco sviluppato, fra le aziende presenti vanno segnalate quelle delle lavorazioni dei prodotti alimentari.

La Thailandia è un luogo di antiche e folkloristiche tradizioni, e Chiang Mai non fa eccezione. Assolutamente da non perdere il Loi Krathong, il "Festival delle Luci", uno dei due più grandi festival Thai associati all’acqua. Si tratta di un evento che si tiene a livello nazionale da più di ottocento anni, in una notte di luna piena alla fine di ottobre o all’inizio di novembre. La festa inizia la sera, nel parco storico di Sukhothai (patrimonio mondiale dell’Unesco), quando la gente si riunisce per rilasciare il proprio "krathong", composizioni fatte con petalo di lotus e foglie di banana, in aria o in riva al fiume, per simboleggiare l’abbandono della sfortuna.

Altro festival di grande importanza è il Songkran, il "Capodanno Tailandese", che segna l’inizio del nuovo anno astrologico. Si tiene generalmente dal 13 al 15 aprile, ed è conosciuto anche come "Water Festival" per la preziosa funzione di purificazione che viene attribuita all’acqua. La tradizione prevede la visita ad un Wat, tempio o monastero buddista, per pregare e per manifestare il proprio rispetto ai monaci, donando loro del cibo e lavando delle immagini del Buddha con acqua mescolata a profumo thai. Le persone, poi, si riversano per strada e iniziano battaglie con pistole d’acqua e altri contenitori, per lavare via la cattiva sorte in segno di rinnovamento. Entrambi i festival vengono festeggiati in tutto il Paese, ma le manifestazioni più spettacolari si tengono a Bangkok, Ayutthaya, Sukhothai, Chiang Mai, Phuket ed a Pattaya. Tra il 16 e 18 gennaio nel villaggio di Borsang, vicino a Chiang Mai, si svolge il "Festival degli Ombrelli e dei Ventagli". Esibizioni e danze accompagnate da questi oggetti di uso quotidiano, interamente realizzati a mano, che diventano parte di una coloratissima e suggestiva coreografia. 

La Thailandia è tra i paesi leader per quanto riguarda i prodotti di natura tessile, come la seta e il cashmere, con cui vengono creati abiti e accessori di infinita bellezza, e per tutte le tasche, anche pagando prezzi bassi si può acquistare un prodotto di qualità. Altrettanto conosciute sono le ceramiche decorate in tipico stile Benjarong o Celadon, così come i tradizionali cesti fatti di bambù intrecciato. In Thailandia viene prodotto un tipo di carta molto resistente, ricavata da un albero chiamato "Sa", questo materiale è conosciuto per la produzione dei tipici ombrelli di Chiang Mai, resistenti e coloratissimi.

Anche la lavorazione del legno è molto diffusa ed è possibile trovare svariati prodotti artigianali interamente realizzati a mano, così come la produzione di bambole, una vera e propria tradizione che affonda le radici in tempi remoti. Di rilievo anche la produzione di prodotti per la cura del corpo, lozioni, oli essenziali e candele.

La cucina thailandese è un insieme di culture: ad esempio, dove è arrivata l’influenza del Laos, verso nord, troviamo dei piatti speziati ma delicati, spostandoci verso ovest incontriamo influenze della Birmania e della Cina, piatti cotti al vapore come riso o pesce, omelette ripiene di carne di maiale; verso nord-est troviamo piatti cambogiani, come gli "sticky rice", un tipo di riso glutinoso un po' colloso e meno compatto; verso sud troviamo influssi della cucina salesiana, quindi il sapore verte più sul piccante e sul salato. Infine, influenze arabe, con il "satay", versione thailandese del kebab, spiedini di pollo serviti con latte di cocco e salsa di tamarindo e anacardi.

Uno fra i piatti più amati, il "kai nut", straccetti di pollo con cipolla, salsa di ostriche, peperoni e spezie, dal curry allo zenzero, citronella e coriandolo. Un altro è il "nua nam man hoy" ossia, manzo rosolato con funghi, cipolla e salsa d’ostrica; ancora, il "broccoli pad", broccoli cotti con gamberi o pollo, salsa d’ostrica e spezie. Ampia scelta anche per i vegetariani, il “"dtai", un misto di verdure accompagnate da riso, una salsa al basilico o di noccioline frullate, e una spruzzata di limone. Per chiudere in bellezza, il pasto provate il "gluai buat chi", una banana cotta nel latte di cocco.

È importante sapere ciò che non è consigliabile fare quando si visita un altro paese: le cose che possono irritare i thailandesi sono, per esempio, la mancanza di rispetto per la monarchia, il re è infatti intoccabile in quanto protettore della nazione e sommo cerimoniere di tutti i riti buddisti. Anche il mancato rispetto della religione buddista e dei suoi simboli è considerato irritante, come offendere la rappresentazione del Buddha in ogni sua forma. Nei templi, wat, si devono togliere le scarpe prima di entrare e non si deve rivolgere la parola ai monaci, a cui si deve cedere sempre il passo.

Chiang Mai è ricca di attrazioni culturali e naturali, è infatti uno dei centri turistici più affermati e popolari di tutta la Thailandia. Meravigliose cascate, canyon incontaminati, parchi nazionali, escursioni a dorso di elefante, visite nei villaggi delle tribù di collina e tanto altro, attendono gli amanti dell’avventura che non vedono l’ora di fare trekking, arrampicate libere e seguire itinerari in mountain bike. Chi ama il relax, invece, non può lasciarsi scappare l’occasione di seguire uno dei tanti corsi di cucina thai, o sperimentare l’arte dei massaggi, fare una mini crociera sul fiume. E se tutto ciò non bastasse, ci sono i maestosi templi Wat, i sorprendenti mercatini e una vita notturna adatta a tutti i gusti e a tutte le età.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0110103
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013

Recensioni Chiang Mai

egle lisiero
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : per giovani turisti senza troppe esigenze che vogliono divertirsi ed immergersi in un altro mondo. Puoi fare escursioni nella giungla, andare in centri commerciali infiniti e visitare i mercatini notturni. non mancano locali. Ci sono una infinità di posti per mangiare e... vedi tutto bere e dormire in utte la fasce di prezzo. la gente è molto ospitale e si possono organizzare anche gite nel triangolo d'oro visitando anche chiang Rai. Le persone sono molto educate ed ospitali verso ogni tipo di turista
Da non perdere Acquisti
Juri Acciaroli
Livello 25     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Una cittadina della Thailandia situata al nord del paese. Facilmente raggiungibile con vari treni da Bangkok in circa 12-17 ore di treno. Ci sono molte attrattive tra cui templi, possibilità di trekking e visita agli elefanti e alle tigri. Il... vedi tutto sabato e la domenica troverete due bei grandi mercati lungo le vie principali dove poter acquistare tante cose e dove poter mangiare lo "Street Food". Consiglio veramente, non perdetela!! :)
claudia
Voto complessivo 10
Guida generale : una città stupenda e il mix di antico e moderno è molto interessante,la popolazione è stupefacente, sempre sorridenti e molto disponibili, io me la sono spassata. Viaggiando da sola l'ho trovata molto sicura, piena di posti per dormire e mangiare... vedi tutto a prezzi accessibili, lo shopping è a ogni angolo di strada
Stefano Gasperini
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : bellissima, visitare il tempio di Wat Phrathat Doi Suthep e fare la gita sul fiume al tramonto.
Max ZeroOne
Livello 41     4 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Una delle destinazioni che assolutamente consiglio di visitare in Thailandia. Bellissimo visitarla in motorino, esperienza indimenticabile, e soprattutto la più economica e pratica. La città è grossa, e c'è molto da visitare, ma vale la pena non tralasciare tutti i... vedi tutto templi, anche se molti. Da qui visita a Chiang Rai con bus (non andate con tour o motorini!!!).
mirko lami
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Veramente una città stupenda, con un popolo molto cordiale. 800 km a nord di Bangkok nella zona più montuosa della Thailandia. È la più popolata città della parte settentrionale del Paese. Da qui inizia l'anello d'oro, dove ammirare splendidi paesaggi... vedi tutto naturali e trascorrere intere giornate a stretto contatto con la natura risalendo il corso del fiume con le tipiche imbarcazioni locali.
Sandro
Voto complessivo 4
Guida generale : Città calda a volte caotica ma rilassante interessante
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0170162

Destinazioni vicine a Chiang Mai

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0050047
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020021

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0190184
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0170162
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009