×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida Pamplona  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Pamplona

Superfice:
23 km2
Altitudine:
440 m
Introduzione

Pamplona, nota anche come Iruña in castigliano o Iruñea in basco, è il capoluogo della Navarra, una regione ed una comunità autonoma della Spagna situata nella zona nord-orientale della nazione, al confine con la Francia. Si tratta di un comune piuttosto piccolo, conta 23,55 km quadrati di superficie, abitato però da un discreto numero di cittadini, caratterizzato da un clima non troppo rigido nei mesi invernali e tendenzialmente mite in quelli estivi: la temperatura media di gennaio è di circa 5°, quella di agosto sale poco sopra i 20°.

Pamplona deve il suo nome al generale romano Gneo Pompeo Magno, che la fonda come accampamento militare nel 75 a.C. (sarebbe presto divenuta nota col nome "Cottè do Pumpiu"). Distrutta dalle invasioni barbariche, la città passò prima sotto il dominio dei Visigoti nel 466 d.C. e poi sotto quello degli Arabi durante il VIII secolo. Il controllo musulmano, sempre piuttosto debole vista la preferenza per la vicina città di Tudela, sarebbe stato interrotto innanzitutto da una spedizione di Carlo Magno nel 778 che distrusse le mura di Pamplona, quindi da un nucleo cristiano locale che sarebbe cresciuto e che si sarebbe rafforzato fino ad imporsi e a creare il Regno di Navarra nel 1164.

I secoli successivi sono all'insegna della frammentazione cittadina e della lotta tra fazioni per l'ottenimento del potere: Pamplona sarebbe diventata una città unita soltanto nel 1423 grazie all'intervento di re Carlo III, che 3 anni dopo l'avrebbe nominata la capitale della Navarra. La città sarebbe però presto tornata una piazza fortificata, chiusa in se stessa e attenta esclusivamente a controbattere le eventuali offensive provenienti dalla Francia: le sue porte furono infatti formalmente aperte addirittura nel 1905 e, non a caso, nel XX secolo hanno preso il via sia l'industrializzazione che l'ampliamento urbano cittadino, generando quel forte contrasto tra zone moderne e cuore medievale che caratterizza tutt'ora Pamplona rendendola una località unica nel suo genere.

Dal punto di vista storico, il monumento più celebre di Pamplona è probabilmente la Cattedrale di Santa Maria la Reale, una struttura gotica caratterizzata da una facciata in stile neoclassico, la cui costruzione è durata oltre 100 anni, iniziata nel 1394, è stata terminata soltanto nel 1501: è stata per secoli una sede vescovile ed è tutt'ora il principale luogo di culto della città, oltre che la sede della sua arcidiocesi.

La città è inoltre nota innanzitutto per il Ponte de Magdalena, inserito all'interno del percorso Cammino di Santiago di Compostela, il lungo percorso intrapreso dai pellegrini sin dal Medioevo attraverso Francia e Spagna per giungere al santuario presso cui sarebbe ospitata la tomba dell'Apostolo Giacomo il Maggiore. Altre strutture storiche e degne di una menzione sono il Palacio de Navarra o l’intera Plaza de Castillo, definita dai locali come il "salotto della città": è un luogo circondato da bar aperti praticamente tutto l'anno ed è nota per avere ospitato più e più volte il celeberrimo scrittore Ernest Hemingway che sembra fosse un grande fan del Café Iruña, dove si recava spesso e volentieri per un drink.

Sono però diverse le personalità più che note legate alla città, tra cui spicca ad esempio Firmino di Amiens, compatrono della Navarra e patrono dell'arcidiocesi di Pamplona e Tudela. Pamploma presenta anche "vip" tra i quali il calciatore Fernando Llorente (noto in Italia soprattutto per il periodo di militanza nella Juventus) e l'attore Alfredo Landa Areta, scomparso nel 2013.

Pamplona racconta il rapporto con la sua ricchissima storia non solo attraverso le sue architetture o i suoi personaggi più famosi, ma anche tramite manifestazioni, tra cui spiccano sicuramente Los Sanfermines, ovvero, le feste celebrate tra il 6 ed il 14 luglio in onore di San Firmino cui abbiamo già accennato in precedenza: l'inizio delle festività è sancito dal lancio di un chupinazo (un razzo) dal balcone del consiglio cittadino e l'attività per cui sono famose in tutto il mondo è sicuramente l'encierro, ovvero la celebre corsa dei tori, lasciati liberi di dimenarsi per le strade tra la folla. Si tratta di un evento che da sempre spacca in due l'opinione pubblica: da una parte gli entusiasti, tra cui ha militato anche il già citato Hemingway, dall'altra le numerose fazioni animaliste che contestano durissimamente sia la corsa dei tori che la successiva corrida. A San Firmino è dedicata anche una serata di competizioni all'insegna dei fuochi d'artificio, all'interno della quale entrano in competizione diverse compagnie internazionali: l'evento, un vero e proprio spettacolo per gli occhi, va ovviamente in scena col calare del sole e prende vita nei pressi della Ciudadela, ovvero della fortezza locale.

Pamplona presenta un proprio piccolo aeroporto, connesso con diverse città, soprattutto di Spagna e Francia: gli aeroporti internazionali più vicini sono quelli spagnoli di Bilbao e Saragoza distanti circa 160 chilometri, e quello francese di Biarritz distante circa 115 chilometri. La città presenta una stazione ferroviaria che la collega quotidianamente alle principali città iberiche, a cui è collegata anche a livello stradale: Pamplona è infatti attraversata dalla AP-15, dall'A-12 e dalla A-21 e dista circa 4 ore di guida sia da Barcellona che dalla capitale Madrid.

Prefisso:
0(+34) 948
Fuso Orario:
UTC+1
Patrono:
Saturnino di Tolosa
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

22
Buona
12
Media
11
Ottimo
2
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
16
Giovani e single
8
Coppie
7
Famiglie
4
Turisti maturi
4

Indicatori

Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Pamplona

Conosci Pamplona? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Plaza del Castillo: è il cuore della città da cui partono alcune delle principali strade di Pamplona, l’Avenida de Carlos III e l’ampio Paseo de Sarasate. Non lontano dalla piazza si trovano la Plaza de... vedi tutto Toros, l’Ayutamento (il Municipio) e la bella Catterale. Altre destinazioni a Pamplona: nella parte meridionale della città si trovano la fortezza della Ciutadella e il Monumento a los Caidos. Altre destinazioni nella Navarra e nella Rioja: nella regione della Navarra, proprio al confine francese, si trova la storica località di Roncisvalle, teatro della celebre sconfitta dell’esercito di Carlo Magno in cui trovò la morte il paladino Orlando. Da Pamplona si può agevolmente raggiungere la città di Logrono, nella regione della Rioja, celebre per la produzione dei migliori vini rossi spagnoli.
Adelfio Zanat
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Pamplona è una citta' molto vivibile. Il "casco antiguo" con la sequenza di bar e locali che lo caratterizza, è la parte più viva della città. Si incontrano a passeggiare persone di ogni età, bambini, coppie, anziani e la tradizione... vedi tutto dei "pinchos" può essere apprezzata. Pamplona è nota soprattutto per la festa di San Fermin , dal 6 al 14 luglio . La città si trasforma per accogliere centinaia di migliaia di persone , soprattutto stranieri da tutto il mondo. Una festa dove la parola d'ordine e "divertimento".
Da non perdere festa dei tori , La Ciudadela , Cattedrale di Santa Maria La Real
Voto complessivo 7
Guida generale : la odio, ho trascorso una vacanza da incubo
Voto complessivo 10
Guida generale : meravigliosa!!! sorattutto la corsa dei tori
giovanna
Voto complessivo 10
Guida generale : Città molto viva anche la sera, non solo quando c'è la famosa corsa con i tori. Passaggio di molti pellegrini del " Cammino di Santiago". Molto belli anche i dintorni. Interessante la Cattedrale. Nel fine settimana c'è movida serale di... vedi tutto ragazzi, ma anche di famiglie al completo, anche con bambini piccoli.
giovanna columbo
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Guida generale : Molto interessante incontrare i pellegrini del Cammino di Santiago, di cui Pamplona è una delle tappe, e sentire i loro racconti ( motivazione, fatica etc.). Da non perdere la cattedrale.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0

Destinazioni vicine a Pamplona

Huesca, Saragozza, Burgos, Santander
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Pamplona

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Sport
Verde e natura
Pellegrinaggi
Shopping
Montagna
Studenti
Casino'
Giovani e single
Avventura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0