×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Cordova: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0070068
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003

Cordova è il capoluogo di provincia della regione dell'Andalusia, in Spagna, e si tratta della terza città più popolosa di questa regione dopo Malaga e Siviglia. La città di Cordova è situata ai piedi della Sierra Morena, una catena montuosa a sud ovest della Spagna, e sulla sponda del fiume Guadalquivir, ed è la città più calda d'europa. La città si trova nella valle del fiume Gauadalquivir, in una depressione. Cordova dista circa 140 chilometri da Siviglia, poco più di 160 dalla città di Granada e 150 da Malaga. Cordova per il suo passato ricco di splendore legato al mondo arabo, viene ancora oggi chiamata la città del califfato.

Cordova ha avuto diverse dominazioni nel corso dei secoli, tra cui quella araba che ha lasciato dei segni visibili all'aspetto attuale della città, per cui è famosa nel mondo. In realtà la storia di Cordova inizia molto prima della dominazione araba, nell'era preistorica, nell'era del rame e del bronzo quando grazie ai giacimenti molto ricchi di questi metalli della valle del Guadalquivir, Cordova era la capitale di tutta l'area a sud della Spagna. Stessa sorte le toccò quando venne conquistata dai romani, divenendo il centro politico del sud della penisola iberica. Dopo la caduta dell'impero la città venne conquistata dagli arabi berberi acquistando ulteriore bellezza e splendore e arrivando a toccare il milione di abitanti, fino al XIII secolo quando venne riconquistata dagli spagnoli. Sfortunatamente Cordova, che era stata la più popolosa del mondo, subì un deciso declino dal XIV secolo in poi fino all'epoca moderna.

L'economia di Cordova rimane radicata nel settore dell'artigianato in particolare nell'arte dei monili e nella gioielleria. Quest'arte è da sempre diffusa in città e oggi conta numerose piccole medie imprese che esportano in tutta la nazione e nel mondo. In generale l'artigianato tipico fa parte della magnifica cornice del centro storico di Cordova dove ci si immerge nei piccoli mercati che propongono articoli fatti a mano di qualità. Il turismo è il motore principale dell'economia di tutta la zona: grazie al suo immenso patrimonio storico e artistico inserito nella lista dei beni UNESCO, ogni anno infatti Cordova viene visitata da un milione di turisti, visite che danno un contributo molto significativo all'economia cittadina.

Gli eventi più importanti della città si concentrano durante il mese di maggio. I festeggiamenti primaverili si aprono con la festa tipica Cruces de Mayo, quando nelle vie della città si vedono carri che portano in processione delle croci composte da fiori e da personaggi che fanno parte della tradizione cordovese. Durante la festa delle Cruces de Mayo l'intera città si riempie di fiori, musiche e danze. Subito dopo questi festeggiamenti arriva il festival popolare dei cortili di Cordova, delle giornate speciali in cui le residenze storiche della città vengono aperte alle visite del pubblico. Questa festa cade durante la seconda e la terza settimana del mese di maggio. Per gli amanti del genere, nei mesi estivi di giugno e luglio si tengono dei festival dedicati al flamenco e alla chitarra gitana e non a cui partecipano i più grandi musicisti del mondo.

La cucina di Cordova si può definire genuina e molto legata alla terra: la fertilità del terreno infatti rende disponibili molti ingredienti di natura vegetale, ma anche la carne insieme alle spezie è molto presente nelle ricette tipiche. Un piatto molto comune da trovare a Cordova è il famoso Salmorejo, una vellutata di pomodoro aromatizzata con aglio e peperoncino. Solitamente con questo piatto si accompagna una polpetta di melanzane fritta importata secoli addietro dal mondo arabo, la cosiddetta Barenjenas, che impanata funge da accompagnamento o da contorno per piatti come zuppe e secondi a base di carne. Un antipasto molto particolare che si può trovare nei bar e nei ristornati della città di Cordova è il cosiddetto Flamenquin, un lungo involtino di prosciutto e lonza di maiale impanato e fritto in olio. Tra le zuppe troviamo il gazpacho, presente a pieno titolo nella cucina andalusa in diverse varianti, tra le quali spicca il gazpacho di Jeringuilla molto gustoso e formato da diverse verdure e aglio, e la Boronia una crema di melanzane e altri ortaggi. Non può non mancare la squisita paella, cucinata nella variante cordovana della Paella de campina: si tratta della classica paella condita però con vari tagli di carne, dalla pancetta al pollo e al coniglio a pezzetti. Un dolce molto diffuso a Cordova è la meringa che viene prodotta in diverse varianti. Tra i distillati tipici da gustare a Cordova si trova la Aguardientes de Rute una grappa all'anice tipica di questa zona. Tra i vini spicca il Montilla- Moriles.

Per secoli Cordova è stata tra le città più importanti del mondo conosciuto e ha dato i natali a importanti filosofi, storici e letterati. Tra i più importanti filosofi e scrittori nati in questa città figura lo scrittore e filosofo romano Lucio Anneo Seneca il giovane.

Cordova è una città ricca di un patrimonio storico e artistico immenso legato agli albori della civiltà europea. Le sue fortezze arabe e le mura romane sono tra le attrazioni principali, ma non le uniche: a Cordova ci si perde nel dedalo delle vie della città vecchia dove diverse vite e culture si sono intrecciate per secoli dando origine a una cultura unica e ricca di colori e musiche. La musica andalusa e la danza sono inoltre un incentivo per immergersi in questa città splendida baciata dal sole e dallo spirito forte degli spagnoli.

Prefisso:
0(+34) 957
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
cordovesi
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0060055
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Cordova

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : La Moschea-Cattedrale: è sicuramente l’edificio più famoso della città e uno dei più belli di tutta la Spagna. Originariamente concepita come grande Moschea al tempo degli Islamici, e poi riconvertita in Cattedrale dopo la riconquista... vedi tutto da parte dei Cristiani, l’edificio colpisce per la sua maestosità e per la sua bellezza. Nella struttura si trova anche il famoso Cortile degli Aranci, con i giardini. Nei pressi della Moschea-Cattedrale si possono visitare il Trionfo di San Raffaele e il Palazzo Episcopale. La Torre de la Calahorra: dalla Moschea-Cattedrale, attraversando in Guadalquivir mediante il Ponte Romano, si giunge a questa torre in cui si trova il Museo, simbolo della convivenza tra le diverse culture che hanno fatto la storia di Cordova (Islamica, Cristiana e Ebrea). Il quartiere Ebreo: si trova nelle vicinanze della Moschea-Cattedrale, proprio nel cuore della città, e ospita l’antico Mercato, la Sinagoga e la Cappella di San Bartolomeo. Piazza de la Correderra: circondata dai portici, è altro luogo importante della città. Altre destinazioni a Cordova: di sicuro interesse il Palazzo della Mercede, sede della Provincia, la Piazza del Puledro, dove si trovano il Museo Julio Romero de Torres, il più importante della città, e la Locanda del Puledro, locale storico. Altre destinazioni fuori Cordova: poco fuori dalla città si trovano la Medina Azahara e la città di Almodòvar del Rio, in cui si può visitare il Castello Arabo. Poco più a sud Montilla, famosa per la produzione di pregiati vini (soprattutto rossi). Presso il Parco di Sierras Subbeticas si trova Lucena, secondo centro, per grandezza e importanza, della provincia di Cordova, in cui si può visitare la Chiesa di San Matteo. A est invece, facilmente raggiungibile, si trova un’altro capoluogo andaluso, la città di Jaen, rinomata assieme alla sua provincia per la produzione di olio che viene considerato il migliore della Spagna. In città si possono ammirare soprattutto la Cattedrale e il Castello di Santa Caterina. In provincia di Jaen si trovano due cittadine che vale la pena visitare: Baeza, con la Cattedrale e la Piazza del Popolo, e Ubeda, con il Palazzo delle Catene.
enza li fonti
Livello 28     4 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono rimasta affascinata da questa piccola città, la moschea ad esempio è davvero bellissima! Ssembra banale ma è vero! E poi si respira un'aria unica, mediterranea. L'impronta araba è fortemente marcata nell'architettura ma anche nel cibo. Ho mangiato divinamente e... vedi tutto a ottimi prezzi in vari ristoranti del centro. Hanno un'ottima cucina, tanta storia ed eventi culturali. Anche la sera è piena di localini dove poter trascorrere una bella serata. E' una città universitaria e si vede perchè è piena di vita e di giovani. La consiglio vivamente come meta alternativa alle città spagnole più gettonate
Da non perdere Mezquita , Alcazar dei Monarchi Cristiani , La Juderia
Rosy
Voto complessivo 10
Guida generale : Cordoba è... MAGICA!!! Andate alla moschea durante la messa, prima dell'apertura al pubblico turista: non tanto per non pagare il biglietto, ma perchè riuscire a girare in questa meraviglia di bosco di colonne prima che venga invasa da frotte di... vedi tutto gente, godendovi l'atmosfera spirituale e la sua magia!! Non molto interessante il museo (o casa-museo) ebraico, il costo del biglietto, alto rispetto alla modicità delle altre visite, non è meritato. Si può dormire con poco in uno dei molti "hostaje" del posto, molti in zona della Plaza del Potro, molto carina.
Da non perdere moschea
Maria Grazia
Voto complessivo 10
Guida generale : Mezquita, alcazar de los re, bellissimi giardini con fontane, entrata gratuita dalle 8.30 alle 10.30. Abbiamo mangiato alla Bodega Guzman, tapas di tutti i tipi, ottimi e a prezzi convenienti. Passeggiata serale a vedere il Cristo dei lampioni , crocifisso... vedi tutto in atmosfera particolare. Bella visita al museo Romero De Torres (€4.50) mentre il museo di belle arti è spiacevolmente caldo e ci fa scappare. (gratuito)
Alessandra Mazzoli
Livello 25     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Cordoba è situata nel cuore dell'Andalusia e mostra tutti gli aspetti della sua storia. Il luogo per cui la città è famosa è la moschea che è stata sviluppata a partire da un'originale chiesa cattolica. Tuttavia, la città ha molto... vedi tutto altro da offrire come l'Alcazar, di sicuro uno degli edifici che meglio mostrano l'importanza e l'influenza araba nella storia spagnola. Atmosfera araba e spagnola si mischiano e convivono perfettamente in questa magica città.
Vincenzo Di Sario
Livello 18     2 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Cordova é la città perfetta, capace di farti divertire con i suoi innumerevoli festival e iniziative tutte gratuite,me che da allo stesso tempo l'oppurtunità di immergerti in un mix di culture che rendono la questa città incantevole, con le sue... vedi tutto tradizioni e con la gente del posto che le porta consé con orgoglio. divertimento e cultura, colori e bellezza, là città ideale
Da non perdere Mezquita , Feria , puente romano
lillina
Voto complessivo 10
Guida generale : Bellissima, romantica, sembra di essere nel passato per i suoi meravigliosi monumenti, invece siamo nel futuro. Si mangia da Dio, ci si diverte tanto e con poca spesa, e la città e i suoi abitanti sono uno spettacolo. Ecco una... vedi tutto città da vedere. In primavera e in autunno è il clima giusto e godetevi lo spettacolo di notte, è surreale.
Vittoria macchiarola
Voto complessivo 10
Guida generale : Sono stata a Cordova l'ho visitata è favolosa ! Da non perdere.;è facile arrivarci e,e nell'interno, si assiste a uno spettacolo senza precedenti gli archi che si susseguono sembrano non avere mai fine e la ricchezza che impera fanno di... vedi tutto questa Moschea una capolavoro di architettura senza precedenti . Buona visione!
Roberta Graziosii
Voto complessivo 4
Guida generale : È un posto molto caratteristico. Terra di gitani e di antica cultura araba. Tutto in questo luogo una magia particolare. Visitatela! Non perdete uno spettacolo di flamenco e, soprattutto, ricordate che per loro il flamenco è dolore, per quello che racconta, per... vedi tutto quello che rappresenta e per il grande impegno fisico ed il coinvolgimento emozionale.
Da non perdere Mezquita , Museo delle Belle Arti
Antonio Seccia
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Stupefacente Mezquita, Cordova è una città ricca di storia e di cultura, da visitare insieme a Siviglia, Granada e le altre città della splendida Andalusia. Molto economico il noleggio auto, molto bella la rete stradale. Buoni i prezzi di alberghi... vedi tutto e ristoranti. È un viaggio che non può deludere.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0200192
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0090085
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Cerca offerte a Cordova

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100093
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010013
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0220208
JoinUs-GetPartialView = 0,0020022
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,017591
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0