×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Dakar: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Dakar (o Ndakaaru, volendo rispettare la lingua wolof) è la capitale e la città più importante del Senegal: vanta una superficie di 82,5 chilometri quadrati, ma un'area metropolitana molto più estesa, all'interno della quale è stimato vivano quasi 2 milioni e mezzo di persone.

Sorge nella penisola di Capo Verde, estremità costiera occidentale che affaccia direttamente sull'Oceano Atlantico, e presenta un clima conosciuto come "steppa locale", caratterizzato da pochissima piovosità e temperature piuttosto moderate che oscillano all'interno di circa 10 gradi centigradi di differenza: durante il mese più caldo (ottobre) la media è di 28,1 °C, mentre durante quello più freddo (febbraio) è di 21,7 °C.

La zona di Dakar risulta abitata sin dai tempi del Paleolitico, con i primi insediamenti stabili che sono invece databili al Neolitico. Il mondo occidentale scopre l'area durante il XV secolo dopo Cristo, quando il territorio era abitato da popolazioni di etnia mandingo e da popolazioni appartenenti ai Lebou. Il primo insediamento portoghese è datato 1444 ed avviene presso l'isola di Gorée, a circa due chilometri dall'attuale porto di Dakar: una località che loro chiamavano "Palma" e che presto sarebbe diventata una base per la tratta degli schiavi.

Gorée viene conquistata dagli olandesi nel 1588 e da loro ottiene il suo nome attuale: negli anni successivi passa di mano svariate volte, fino a che nel 1677 entra sotto il controllo stabile dei francesi (che la avrebbero occupata fino al XX secolo). Nel frattempo la penisola di Capo Verde era passata dal controllo dell'Impero Wolof a quello del Regno di Cayor: la stabilità politica locale viene nuovamente messa in crisi da una ribellione dei Lebou che, nel 1795, fondano un proprio stato teocratico con capitale a Ndakaaru (una città situata proprio di fronte all'isola di Gorée).

L'arrivo dei francesi proprio a Ndakaaru è diretta conseguenza dell'abolizione della schiavitù datata 1848: alla tratta viene sostituita la coltura delle arachidi e quest'ultima richiede uno spostamento sulla terraferma. L'insediamento francese presso Ndakaaru, ribattezzata subito "Dakar", inizia nel 1857 e porta ad una rapida annessione della neonata repubblica di Lebou.

Dakar diventa comune indipendente nel 1887 e nel 1902 viene proclamata capitale dell'Africa Occidentale. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città resiste ad una prima invasione britannica (la celebre "Battaglia di Dakar", datata ottobre 1940), ma al termine delle ostilità l'intero stato passa sotto il controllo degli Alleati.

Negli anni a seguire Dakar sarà prima capitale della Federazione del Mali, quindi, nel 1960, capitale del Senegal indipendente. Da allora la città è a tutti gli effetti uno dei centri culturali propulsori di tutta l'Africa Occidentale: non a caso è sede locale di diverse organizzazioni internazionali (tra tutte spicca sicuramente l'UNESCO) e di importanti atenei quali la Cheikh Anta Diop: la prima e la più grande università senegalese, che comprende anche scuole superiori, scuole di formazione professionale ed istituti di ricerca. Non a caso moltissimi uomini senegalesi distintisi in tutto il mondo nel proprio settore professionale sono legati alla capitale: dal rapper Akon (poroduttore discgrafico candidato ai grammy award, che ha lavorato a varie hit di artisti del calibro di Lady Gaga o Micheal Jackson) al cantante Youssou N'Dour, che dopo il folgorante successo artistico (la sua "7 seconds" ha venduto milioni di copie) è tornato in patria per dedicarsi alla cosa pubblica (dal 2012 è ministro della cultura e del turismo nel governo di Macky Sall).

Impossibile poi non accennare per lo meno ai numerosissimi calciatori che da Dakar sono arrivati fino alla Serie A italiana: da Ibrahim Ba (vecchia conoscenza dei tifosi milanisti) a Patrick Vieira (che in Italia ha indossato anche le casacche di Juventus ed Inter), passando per Patrice Evra.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0312524
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Dakar

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Avenue G. Pompidou è una lunga strada che da Place Independance porta a Sandagà, il mercato dei senegalesi. Se si vuole ammirare la parte più bella e lussuosa di Dakar, bisogna passare per Ponty, è... vedi tutto il salotto della città. Lungo le sue strade di trovano boutiques costosissime ed inavvicinabili, con tutto il loro contorno fatto di lustrini che in verità sono diamanti al collo delle mogli degli aristocratici e cagnolini portati con guinzagli decorati di pietre preziose. Qui i ristoranti sono quanto di meglio si possa trovare sul globo. Ai bordi delle strade, tra mendicanti rigorosamente veri e caffè di classe si consuma una vita frenetica perché protesa allo spendere le ricchezze che magicamente Dakar regala ai suoi pochi eletti. Sono molti i musei do arte contemporanea o di timbro decisamente archeologico, e quotidianamente nei vari teatri ben pubblicizzati in centro vengono organizzate pinacoteche che raccolgono cultura in tutte le sue esplicazioni; dalla poesia alla pittura, passando per le tecniche scultoriche proprie del Senegal fino alle rappresentazioni teatrali di ogni genere. Da visitare Il Museo IFAN di Place de Soweto e l’edificio bianco del 1906, a sud della Place che ospita il Palais Présidentiel circondato da splendidi giardini. Il mare non è granchè, è decisamente penalizzato dalle strutture industriali che spadroneggiano a Dakar, anche se un certo interesse va riservato per Hahn Plage, spiaggia bianca non bellissima ma sede di un paio di club marittimi. Da qui si possono prenotare escursioni subacquee ed organizzare belle giornate all’insegna del mare. Il Senegal in generale offre molte risorse ambientalistiche, non tanto a Dakar, quanto spostandosi in altri centri, abbastanza distanti, ma non impossibili da raggiungere. I parchi naturali del Senegal sono: Il Parco del delta del fiume Saloum, Parco Langue de Barbarie, Parco marino dell`arcipelago de La Madeleine e il Parco Nazionale Djoudi.
luisa
Voto complessivo 1
Guida generale : Ma come fate a dire che Dakar è bellissima!!! dovreste dire sarebbe bellissima se non ci fossero sporcizia quasi in tutti i quartieri, traffico pauroso e aria irrespirabile, scippi a destra e a manca, anche io ne sono vittima ,... vedi tutto animali legati ai bordi della strada da corde cortissime, se lo facessimo noi in italia avremmo denunce pesanti da parte di animal liberation, bambini mandati da organizzazioni a mendicare perlo più scalzi in maniera che possano destare ancora piu compassione, noi donne bianche chiamate tubab siamo considerate poco serie e secondo il giudizio della maggior parte delle persone siamo in Senegal solo per sesso e se malorosamente hai una relazione con un senegalese cerca di prosciugarti. Questa è la realtà vera e io che sono costretta a rimanere perché sono vittima di escroquerie e devo attendere che la giustizia faccia il suo dovere sono veramente allibita da tutto questo perché Dakar sarebbe veramente una bella città se chi di dovere si prodigasse a rendere ad essa il decoro che merita.
Paola
Voto complessivo 10
Guida generale : IL SENEGAL È BELLISSIMO! Ci sono andata 2 volte e ci andrò a vivere per sempre alla faccia dell' Europa!! In AFRICA si VIVE BENISSIMO! IL clima è stupendo, 2 anni fa sono andata nel mese di marzo e si... vedi tutto stava bene quest'anno sono andata a novembre e si stava benissimo c'erano 30 gradi. La gente è molto rispettosa e si mangia molto bene la vita costa poco non come in ITALIA che non se ne guadagna più neanche da pagare le spese !
renato
Voto complessivo 2
Guida generale : Dico solo che sono turisti x caso e forse neanche, bisogna viverci x alcuni anni x riuscire a capire un po come funziona, x il turista è bello qualsiasi posto vada, viverci è tutta altra cosa. Io ci vivo x... vedi tutto lavoro da 5 anni e non vedo l'ora di andarmene da qui, ci sono posti al mondo 1000 volte più belli, interessanti, puliti e molto di più.
Riccardo
Livello 20     2 Trofeo    Viaggia: Con amici, Da solo
Voto complessivo 8
Guida generale : Città da vedere assolutamente. Senegalesi, molto simpatici. Ragazze, bellissime. La sera è piena di locali e discoteche divertenti. Musica e cultura, affascinanti. Durante il giorno, oltre che visitare la città e i vari mercati, si deve costeggiare la corniche (una... vedi tutto delle arterie principali di Dakar) dove puoi vedere tantissimi senegalesi allenarsi sulle varie spiagge. Pesce, buonissimo!!!
Da non perdere Le Must , Sandaga , Le Balajo
Roberta
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : Fantastica.. I profumi, i colori dei mercati, la generosità della gente e la serenità che ti trasmettono è veramente coinvolgente. Andate a visitare un orfanotrofio e state con la gente .. solo così sentirete il significato dell'Africa. Dopo questo viaggio... vedi tutto avrete molto da pensare... a tutto ciò che è veramente indispensabile ma soprattutto avrete una visione diversa della vita!! Vi auguro con tutto il cuore di provare le stesse sensazioni che ho provato io.. Sicuramente ho il MAL D'AFRICA e credetemi, non è una malattia!!! Ma la consapevolezza di un modo di vivere decisamente migliore..
Da non perdere un thè in una casa africana , orfanotrofio , Isola di Gorée
Voto complessivo 10
Guida generale : Dakar è una bellissima città. Vita semplice e persone molto cordiali. Un giorno sarà anche la mia città... Mi piacciono molto i loro mercati; la musica africana mi fa sognare; i loro vestiti e le loro stoffe poi... tutto stupendo.... vedi tutto E che dire delle feste, con le loro danze? Dakar città meravigliosa... Je t'aime!
Da non perdere Il lago Rosa , mercato del pesce e altro... , gastronomia e mare
paola
Voto complessivo 10
Guida generale : il SENEGAL E' BELLISSIMO, INSPIEGABILE, E' DA VEDERE, NON HO PAROLE PER DESCRIVERE COME E' STATO BELLO, I SENEGALESI MOLTO CORDIALI, SI SPENDE POCO SI MANGIA BENE, ABBIAMO SOLO PRESO LARIAM SENZA ALTRE VACINAZIONI SPERO DI TORNARCI MOLTO PRESTO PERCHE'... vedi tutto NE VALE VERAMENTE LA PENA 05 2013
angelo dal canto
Voto complessivo 10
Guida generale : io sono venuto via nel 2004 però il senegal e la sua popolazione l'hò sempre con me perchè i suoi profumi li sento sempre e a dir la verità mi manca molto l'ho conosciuto tramite le corse della dakar se... vedi tutto ci vai non verresti più via di più non sò dire nazione stupenda
Emanuela
Voto complessivo 6
Guida generale : Risposta per Paola. Vivici per due anni, prova a lavorare, stai in mezzo a loro e dopo ne riparliamo... il razzismo non esiste, c'è solo gente che li conosce e gente che non li conosce... loro invece vanno oltre e... vedi tutto odiano tutti. Imparerai come abbiamo fatto tutti noi.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0343218
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0

Meteo Dakar

Sereno
23 °
Min 23° Max 34°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0