×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cozumel: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0156254

Nel Mar dei Carabi, Cozumel, la più grande isola messicana situata al largo di Playa del Carmen, dalla superficie di circa 800 chilometri quadrati, con oltre 70mila abitanti concentrati  soprattutto a San Miguel de Cozumel , caratterizzata da baie e scogliere. La distanza con la terraferma è di circa 20 chilometri; l'isola formata in particolare da calcari, ed è interessata da frequenti fenomeni carsici in un paesaggio complessivamente pianeggiante, ricoperto da una intensa flora lussureggiante.

Il clima è particolarmente piacevole da novembre a giugno, con una media di 27°C e piogge scarse. Meglio evitare il periodo tra luglio e ottobre, sia per la forte piovosità, sia per la possibile presenza di uragani violenti.

Sembra che a colonizzare Cozumel siano stati i Maya, che arrivano qui nel III secolo dopo Cristo. Sono stati poi i Maya del gruppo Putùn provenienti dal sud di Campeche a migrare in zona a partire dal VII secolo dopo Cristo, facendone un importante centro commerciale e sede di santuari di devozione e pellegrinaggio in onore di Ixchel, la dea della fertilitá.

Gli Spagnoli arrivano nel 1518, ma è l’anno successivo, quando qui approda Hernán Cortés, che l’isola subisce gravi devastazioni e morte, sia da parte dei soldati sia a causa di tante malattie sconosciute introdotte dagli europei, come il vaiolo.

La sua posizione e la scarsità di popolazione rende l’isola l'ideale covo di pirati, la òeggenda vuole che qui vivesse anche il famoso Henry Morgan con i suoi filibustieri. Un’esistenza più o meno pacifica fino alla II guerra mondiale, quando viene adibita a scalo per gli aerei degli Alleati. Esattamente nel 1959, il celebre scienziato Jacques-Yves Cousteau, gironzolando qui, si rende conto della bellezza e della unicità della parte meridionale dell’isola dove c’è la barriera corallina di Palancar. Il mondo ne viene a conoscenza e Cozumel diventa la meta di appassionati subacquei e, via via, del turismo balneare a tutto tondo.

È proprio il turismo la voce economica principale di Cozumel, grazie non solo alle bellezze naturalistiche e le possibilità di immersioni, ma anche per la presenza delle rovine Maya. Importanti le attività portuali, visto che l’isola è sede di attracco di navi da crociera.

Tra le feste, il Carnevale di Cozumel, tra parate, concerti, mercati, sfilate in costume con i carri sul lungomare e il suggestivo Ballo delle Comparse. La Festa della Santa Croce, tra fine aprile e inizio maggio, si celebra nel villaggio di El Cedral, tra cibo, balli, musica. Il 3 maggio in particolare ci sono il “Baile de la Cabeza” e il “Baile de las Cintas” con gare di cavalli, esibizioni e corride di tori. Verso la fine di maggio si tiene l’Attraversata Sacra Maya 2014, una rievocazione delle tradizioni antiche, con la processioni di decine di canoe fatte a mano per un percorso di 50 chilometri. Il 29 giugno si svolge la festa di San Pedro e San Pablo. Il 15 e 16 settembre c’è la festa dell’indipendenza. Dal 20 al 29 settembre si onora il patrono della città di San Miguel, San Michele Arcangelo, con colorate processioni in vestiti Maya e, l’ultimo giorno, una processione di pescatori che trasportano l’immagine del santo in mare lanciando fiori tra le acque. Durante il giorno dei morti, 1-2 novembre, vengono elaborati altari fatti con fiori, candele ed alimenti, mentre ovunque ci sono dolci a forma di teschi e fiori. Dal 1 al 12 dicembre c’è la Festa della Vergine di Guadalupe. Dal 9 al 14 dicembre c’è Cozumel Scuba Fest, in ricordo anche di Jacques-Yves Cousteau.

La cucina di Cozumel è il risultato di un riuscito incontro tra i sapori indigeni e i gusti europei. In genere i piatti tradizionali sono a base del pesce, i principi sono aragoste e diverse qualità di molluschi, ma anche cernie o dentici, alla griglia serviti su una foglia di banano, con salsa, tortilla e limone. Frequente anche il pesce al “mojo de ajo”, cioè all’aglio, o il pesce alla tikin-xic, cioè strisce di pesce coperte da una salsa chiamata achiote.  E da non perdere i ceviche, un piatto di pesce marinato in succo di agrumi con peperoncino e peperoni. Da assaggiare pure i deliziosi papadzul, piatto a base di tortilla bagnata in una salsa di semi di zucca, e i tacos di cochinita pibil, maiale marinato, tutto molto speziato e piccante.

Da agosto a ottobre, al Parco Ecologico Punta Sur si può osservare lo spettacolo delle tartarughe che escono dai gusci e vanno verso il mare.

Rovine Maya, foresta lussureggiante e ricca di vita, spiagge bianche e barriere coralline tutto intorno: ecco il patrimonio che ha reso Cozumel famosa in tutto il globo e giustifica in pieno il suo successo turistico.

 

 

 

Fuso Orario:
UTC+-6
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Cozumel

angelica rasori
Livello 20     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Meravigliosa! Mare splendido, tipici colori messicani, popolo accogliente, tutto molto caratteristico! Vanta, oltre al paesaggio incantevole e al calore che solo il Messico sa dare, l'Hard Rock Café più piccolo del mondo, una piccola perla per gli appassionati! Facilmente raggiungibile... vedi tutto da Playa del Carmen, una tappa che sicuramente merita. Un vero paradiso per sub e snorkeller, ma anche per chi ama semplicemente rilassarsi sulla spiaggia o vivere la cultura messicana da vicino.
Da non perdere spiaggia , Hard Rock Café , delfinario
massimo bruno
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Posto verde paradisiaco. Ci si arriva con circa 45 minuti di traghetto da Playa del Carmen dove si abbandona il turismo di massa. Meta privilegiata per chi ama le immersioni ed il diving, con parco marino "Chankanaab Park" che merita... vedi tutto la visita. Anche nei normali giardini degli Hotels è possibile incontrare animali esotici. Gente tranquilla, disponibile e ben disposta nei confronti del turista. Ideale per staccare.
Da non perdere giro isola in quad , parco marino , spiaggia
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156266
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262

Meteo Cozumel

Sereno
27 °
Min 26° Max 29°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0312529
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0