×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0

Mombasa: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050047
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Mombasa è il capoluogo di un distretto omonimo e della Provincia Costiera del Kenya: è la seconda città più grande della nazione e conta circa 940.000 abitanti distribuiti all'interno di una superficie di 295 chilometri quadrati.

Sorge su un'isola separata dal resto del continente africano da tre fiumi ed affaccia direttamente sull'Oceano Indiano; il suo clima è tipicamente tropicale, con temperature piuttosto elevate e piovosità particolarmente significativa soprattutto durante i mesi estivi: il mese più caldo dell'anno è marzo, durante il quale si registra una media di 28.7 °C, il più freddo invece è luglio, durante il quale si registra una media di 24.6 °C.

Mombasa è stata fondata durante l'XI secolo dopo Cristo da mercanti arabi (con l'antico nome "Manbasa") e nel giro di pochi anni si è sviluppata fino a diventare il più importante polo commerciale di tutta l'Africa orientale, grazie ad un porto divenuto luogo cardine sia delle esportazioni di avorio che della tratta degli schiavi.

Divenuta sultanato indipendente nel 1502, Mombasa entra a contatto con l'Europa nel 1498: prima viene visitata dall'esploratore Vasco da Gama, poi viene saccheggiata dai portoghesi, che vi costruiscono Forte Gesù. La città sarebbe stata governata dal Portogallo a partire dal 1593 per poi diventare ufficialmente colonia portoghese nel 1638. Tra i secoli XVII e XVIII Mombasa entra sotto la sovranità del sultanato di Oman: dopo mezzo secolo di forte instabilità politica tornerà sultanato indipendente nel 1746, mantenendo questa condizione per circa un secolo.

Verso la fine degli anni '30 del 1800 la città viene annessa al sultanato di Zanzibar, quindi il 25 maggio 1887 viene formalmente acquistata dalla British East Africa Association inglese: circa 10 anni dopo sarebbe diventata la capitale del British East Africa Protectorate, oltre che un importante punto di arrivo della ferrovia dell'Uganda. L'annessione di Mombasa al neonato stato indipendente del Kenya risale soltanto al 1963.

Da allora la città è tornata nelle cronache internazionali soltanto il 28 novembre 2002, quando, purtroppo, è stata teatro di un terribile attacco terroristico ai danni del Paradise Hotel, una struttura di proprietà israeliana: un assalto attribuito ad al al-Qa?ida, che ha provocato la morte di tre israeliani e dieci kenioti.

La popolazione di Mombasa è costituita in prevalenza da abitanti Miji Kenda/Swahili di religione islamica, ma, nel corso della sua storia, la città ha accolto migliaia di immigrati provenienti soprattutto dal Medio Oriente e dall'India (ad esempio negli anni della costruzione della ferrovia di cui sopra), che hanno contribuito in maniera decisiva allo sviluppo economico della città.

Oggi gli immigrati provengono soprattutto dall'entroterra del Kenya e si muovono per le opportunità derivanti dall'industria del turismo, vista la splendida posizione costiera della località in questione. E proprio grazie alla sua posizione costiera, Mombasa ha accolto uomini provenienti da tutto il mondo sin dai tempi più antichi: nel corso dei secoli è stata visitata da pionieri dell'esplorazione quali l'arabo Al Idrissi (1151) o il cinese Zhend Ehi Ciò (1418) ed in tempi decisamente più recenti si è legata in maniera indissolubile alle sorti di importanti personalità internazionali quali l'entomologo Thomas Risley Odhiambo (famoso per i suoi lavori sul controllo degli insetti), il naturalista svizzero Rinato Haller (creatore di un parco omonimo a Bamburi), il musicista Fadhili William (il primo ad utilizzare la chitarra elettrica in tutta l'Africa orientale) e addirittura l'attrice italiana Martina Pinto, nata proprio a Mombasa prima di trasferirsi ad Assisi e poi a Roma.

Mombasa a livello stradale è attraversata da due importanti dorsali nazionali: la prima (A14) segue la costa africana ed arriva a sud dalla Tanzania; la seconda (A109) taglia l'entroterra del paese ed arriva dritta fino alla capitale Nairobi. La città è inoltre provvista di un aeroporto in collegamento diretto con importanti metropoli italiane quali Roma, Milano e Bologna.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,024023

Valutazione generale

27
Media
26
Ottimo
24
Buona
2
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
15
Giovani e single
2
Coppie
1
Famiglie
1

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0080077
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Mombasa

Conosci Mombasa? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Mombasa è uno dei luoghi di villeggiatura marina preferiti dai turisti che viaggiano per il Kenya. Le spiagge bianche e sabbiose ed i numerosi hotel costruiti di fronte al mare rendono particolarmente gradevole il soggiorno. Una tra le attrazioni principali è... vedi tutto la Città Vecchia, l’antico nucleo costruito dagli arabi. Questa è caratterizzata dall’architettura islamica che ne fa una vera e propria medina, con vicoli stretti, moschee e suq dove trovare ogni tipo di produzione artigianale locale.  Passeggiando per la città non si può ignorare una visita ad una delle costruzioni più famose di Mombasa: Fort Jesus. Si trova vicino la città vecchia ed è una fortezza portoghese del 1600 con tanto di prigioni e sala torture. Al suo interno si trova un museo ricco di testimonianze storiche sul ruolo che la città ha avuto nel corso della storia e di manufatti locali. A Mombasa si possono visitare i luoghi di culto delle varie religioni che sono presenti nell’area, chiese, moschee e templi indù fanno da cornice al panorama cittadino. Nonostante gli attentati del 2002 la città è riuscita a mantenere viva la tradizione di tolleranza etnica e religiosa che la caratterizza.
Roberta Battista
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Siamo stati in Kenya per il capodanno di quest'anno e l'esperienza che mi ha lasciato questo viaggio è stata unica nel suo genere. Il tempo in quel periodo è perfetto perchè è un caldo sopportabile , per chi come e ama... vedi tutto stare tra i 28 e 35 gradi. Noi abbiamo alloggiato a Jacaranda a circa 20 k da Momabasa , che purtroppo non abbiamo avuto modo di visitare , ma scendendo dall'aeroporto ho avuto modo che nel suo piccolo sembra una città sviluppata , rispetto alla povertà che la circonda. Tutta l'Africa rimane nel cuore , ma i sorrisi della gente Keniana , ha quel qualcosa in più. Non ci siamo fatti mancare i safari sia il safari in terra che il Safari blu "mare" ed è stata un esperienza meravigliosa , un contatto con la natura reale e non solo ipotetica. E' stato il più bel viaggio di tutta la mia vita e spero di poter tornare presto in quel luogo magico.
lisa vitali
Livello 78     9 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 10
Guida generale : Non voglio parlare di Mombasa in sè.... in realtà non conosco molto la città...ma di tutto ciò che la circonda! Atterrate a Mombasa e andate a Malindi o a Watamu.... e passate qualche giorno sulle bellissime spiagge bianche che si... vedi tutto affacciano sull' Oceano Indiano, ma soprattutto non perdetevi almeno 2 giorni di safari! Sarà un' esperienza indimenticabile, il trionfo della natura, degli spazi enormi incontaminati e soprattutto il regno degli animali, che vivono liberamente come la loro natura richiede. E voi li vedrete lì, a pochissimi metri, che mangiano, che riposano, che giocano con i loro cuccioli, è un' emozione da vivere assolutamente!
Marilena Cantagallo
Livello 8     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Mombasa, con una popolazione di 900.000 persone, è una splendida località marittima piena di vita e di attrattive per i turisti. Gli hotel in riva al mare richiamano i viaggiatori in cerca di sole, sabbia e surf, mentre il patrimonio... vedi tutto arabo, indiano ed europeo coloniale concorrono a offrire una vasta gamma di luoghi di interesse da visitare.E' bellissimo muoversi per la città in tuk-tuk, un pittoresco taxi a tre ruote. Ci sono molti posti da visitare a Mombasa, come il Forte Jesus, costruito dai portoghesi e la Città Vecchia, in cui si possono ammirare numerosi esempi di architettura islamica. Biashara Street (in swahili "Strada del Mercato") si trova nella città vecchia; i mercanti arabi e indiani hanno in questa strada negozi che vendono kanga e kikoi. La Moi Avenue è celebre per le sue grandi zanne di elefante in alluminio, simbolo della città.
Vanessa Galeotti
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Per chi ha bambini molto piccoli o se ritenete il safari impegnativo (e non potete immaginare cosa vi perdereste vale la pena un piccolo sacrificio....) consiglio di visitare Haller Park, controllando gli orari in cui danno da mangiare agli ippopotami,... vedi tutto così da avere questa esperienza. Il tardo pomeriggio andate a bere qualcosa sul mare fuori Mombasa sulla strada per kilifi, incontrerete un'umanità che vi farà riflettere tanto. Il Kenya è un paese molto ospitale. La vita si svolge in "comunità", approfittate di questa condivisione per conoscere questo popolo e la loro cultura così lontano dalla nostra.
Valeria Diano
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Ho avuto il piacere di visitare questa città e ne sono rimasta affascinata. La gente è cordiale, e poi, quei profumi e quei sapori non li dimenticherò mai. La città vecchia è splendida e caratteristica, sicura e assolutamente visitabile da... vedi tutto soli. Ma, la spiaggia e la laguna lasciano senza fiato; sdraiarsi su quella sabbia bianca, e ascoltare l'oceano è una esperienza unica. Vi consiglio poi di assaggiare il pilau, il latte di cocco e, se siete golosi, le giganti aragoste. L'Africa è meravigliosa.. tutta!
Voto complessivo 7
Guida generale : Mombasa, città dove atterrano gli aerei che portano i turisti a soggiornare in villaggi che sorgono vicino alle bellissime spiagge del Kenya. E' una città comunque da visitare, da Fort Jesus, un forte che risale ai tempi dei portoghesi, alle... vedi tutto vie centrali ricche di folklore locale, da non perdere per gli amanti dello shopping le fabbriche artigianali dove si lavora il legno, è impossibile non rimanere affascinati dalle meravigliose sculture che riescono a realizzare...
Alberto Rossi
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : SGUARDI COLORI SUONI ODORI...VIBRAZIONI DELLA TERRA...LA TERRA DA DOVE NOI TUTTI NASCIAMO,LA TERRA DOVE ANCHE IL CUORE E LA MENTE VIBRANO AL SUONO TRIBALE DI UNA DANZA MASAI O AL BARRITO DI UN'ELEFANTE IN SAVANA...IL KENYA UN PAESE DOVE SAFARI... vedi tutto E MARE SI FONDONO INSIEME X REGALARE A CHI CI VA PER LA PRIMA VOLTA EMOZIONI CHE RIMARRANNO INDELEBILI NEL CUORE E NELLA MENTE...UNA VACANZA DA FARE ASSOLUTAMENTE.
Gilda Viceconte
Livello 8     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : di sicuro una volta atterrati a mombasa si prende una macchina e si va verso la costa io da 5 anni preferisco malindi che trovo una cittadina molto accogliente un mare favoloso e l'opportunità di fare un safari fotografico allo... vedi tutto tsavo est in poco più di due ore di jeep ci si ritrova immersi in un documenterio bellissimo ma dovete stare molto attenti perchè una volta fatto tutto ciò verreti colpiti da un male incurabile che si chiama mal d Africa... io ne sono rimasta colpita e non mi passa più.
Roberta Bottino
Livello 1     0 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Ci sono molti posti da visitare a Mombasa, come il Forte Jesus, costruito dai portoghesi e la Città Vecchia, in cui si possono ammirare numerosi esempi di architettura islamica. Biashara Street (in swahili "Strada del Mercato") si trova nella città... vedi tutto vecchia; i mercanti arabi e indiani hanno in questa strada negozi che vendono kanga e kikoi. La Moi Avenue è celebre per le sue grandi zanne di elefante in alluminio, simbolo della città.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,024023

Destinazioni vicine a Mombasa

DestinationListNear-GetPartialView = 0,006006
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0060056
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Mombasa

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020021

Tipi di vacanza

Avventura
Sole e Mare
Mete romantiche
Mete per la famiglia
Sport
Studenti
Arte e cultura
Shopping
Casino'
Enogastronomia
Giovani e single
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0030026
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0200196
JoinUs-GetPartialView = 0,0060056
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0140132
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0