×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Da non perdere a Aquileia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
Valutazione Generale
  
Rank 5# di 10
Numero votazioni 2
AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
MapSinglePin-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Da non perdere

Scrivi una recensione su Da non perdere
Livello 83     2 Trofeo   
Voto complessivo
Aquileia è uno dei maggiori centri archeologici dell'Italia settentrionale. Nella città è possibile visitare resti di abitazioni, porti ed altro risalenti a più di 2000 anni fa. Questo giustifica il fatto che la città sia diventata patrimonio culturale dell'Unesco. Da... vedi tutto visitare: 1) Basilica Patriarcale: costruita nel 313 d.C. contiene uno dei più grandi, e belli (opinione personale), mosaici. La costruzione è stata seguita da diverse fasi di ricostruzione e ristrutturazione come viene mostrato nel museo (3€) situato a sinistra dell'entra della chiesa. Al suo interno è possibile vedere le fondamenta della chiesa precedente alla prima fase ricostruttiva post-teodoriana nonchè la base della torre che costeggia la basilica. Allo stesso modo si possono ammirare gli affreschi antichi situati nella cripta sotto al presbiterio (con entrata laterale all'altare). *** All'interno della basilica si trovano diverse opere, ma quella che colpisce maggiormente è il busto del Cristo scolpita da un soldato (Furlan) durante la prima GM. *** 2) Battistero: è situato di fronte alla basilica e i tempi di costruzione sono conteporanei alla basilica stessa. 3) Resti di case romane (IV a.C), strada romana, il foro e il porto fluviale. Le case sono visitabile ad orario continuato e senza dover pagare nessun biglietto. Si trovano nella via Giulia Augusta, di fronto alla strada pedonale che porta alla basilica. Dalla Basilica, proseguendo verso via Sacra, si può arrivare facilmente ai resti del porto fluviale, anch'essi situati all'aperto e visitabile con orario no stop. Il porto oggi è situato in mezzo ad una pianura verdeggiante, ma se si pensa ai tempi in cui venne costruito allora si capisce quanto strategica fosse la sua posizione visto che si affacciava sul fiume Natisone (dove avvenivano grossi scambi commerciali). Da via Sacra è possibile accedere ad un marciapiede adibito a solo uso dei pedoni ed arrivare in prossimità di via Giulia Augusta per vedere il mitico Foro Romano (in parte ristrutturato). Sotto i suoi porticati batteva il "cuore" della città: fra assemblee, comizi e consigli etc. veniva messo in moto il motore della "politica" del tempo.
Livello 19     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0

Conosci Aquileia? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Aquileia
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0