×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156266
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Dove Mangiare a Parma, Ristoranti consigliati  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Parma, una delle capitali italiane del buon mangiare, è stata recentemente riconosciuta dall’UNESCO come Città creativa per la Gastronomia. Un riconoscimento che sancisce la vocazione culinaria della città ducale, fulcro di quella provincia parmense chiamata da molti anni "Food Valley". Da queste parti la tradizione gastronomica conta su prodotti conosciuti in tutto il mondo: il Parmigiano Reggiano, il Culatello di Zibello, la Spalla Cotta di San Secondo, il salame di Felino e il Lambrusco. Molte delle ricette dei piatti tipici parmigiani sono preparate con questi prodotti. Nell'articolo si scoprirà quali sono cinque ottimi ristoranti dove mangiare a Parma.

Dove mangiare a Parma: le zone migliori e cosa mangiare

La città di Parma conta moltissimi locali in cui è possibile assaggiare non solo i prodotti tipici ma anche le pietanze della tradizione ducale. Le botteghe tipiche, soprattutto nel centro storico, mettono a disposizione dei viaggiatori salumi e formaggi prelibati. Borgo 20 propone piatti della tradizione rivisitati mentre la salumeria Garibaldi il culatello di Zibello. Nella zona di Oltretorrente va segnalata la Casa del Formaggio: a dispetto del nome si possono gustare latticini e insaccati, come il famoso Crudo di Parma S.Ilario, invecchiato 36 mesi. I ristoranti e le osterie in città sono quasi tutti nel borgo antico, ma anche nei dintorni di Parma si trovano dei locali interessanti. Un pranzo o una cena costano intorno ai 40 euro a persona, bevande escluse.

Ma quali sono i piatti che si possono assaggiare nella città di Parma? Un antipasto che va molto di moda è lo gnocco fritto, anche se viene comunemente conosciuto come torta fritta: si gusta con i salumi della zona. D’inverno il primo piatto più amato sono gli anolini in brodo; ma c’è anche la variante al sugo oppure con panna: si tratta di pasta ruvida farcita con uova, parmigiano, sugo di stracotto di manzo e pangrattato.
I parmensi, inoltre, hanno una predilezione per la carne equina: è chiamato vécia col pisst, ossia vecchia col pesto di cavallo. Tra i secondi è molto in voga la trippa, condita con il parmigiano reggiano. Il dolce di Parma invece è la Spongata: si tratta di una torta farcita con pinoli, scorza di cedro, noci, uva passa, miele, chiodi di garofano, cannella e noce moscata.

Dove mangiare a Parma: i 5 ristoranti migliori

Angiol d’Or

L’ Angiol d’Or si trova il via Scutellari, nel centro di Parma. È un ristorante che prepara cucina tipica, con opzioni vegane. Da provare c’è sicuramente il pane di farina di grano arso, tuttavia è impossibile non iniziare con l’antipasto tipico: pizza fritta e salumi misti. Il locale lavora nel segno della tradizione rivisitata: un primo piatto interessante sono i medaglioni di cotechino con erba cipollina e yogurt, e contorno di lenticchie al frutto della passione. Sempre nel solco della tradizione i ravioli ripieni di nduja e burrata, con vellutata di zucchine e gamberi. Infine meritano una citazione il risotto di topinambur con provola affumicata e ristretto di salvia.
I prezzi sono leggermente sopra la media: si spendono dai 20 ai 40 euro a persona.

Ristorante Gallo d’Oro

In via Borgo della Salina, è in centro, a 300 metri dalla cattedrale di Parma. La scelta per i vegetariani è ampia: un primo piatto della tradizione che si può assaggiare sono i tortelli di erbetta e zucca. Ma è la torta fritta a costituire il piatto forte della gastronomia ducale: al Gallo d’Oro la pasta dello gnocco è preparata a mano, condita con ragù di strolghino; la torta fritta è da provare ovviamente con i salumi, per chi magia la carne. Sempre con il ragù, di culatello, sono consigliate le tagliatelle, così come è una vera prelibatezza il risotto al culatello.

La fascia di prezzo è quella media: dai 20 ai 40 euro a persona, bevande escluse.

Osteria dei Servi

Si trova nella piazza del mercato o Piazza Ghiaia. È un punto di riferimento per la gastronomia della città, soprattutto per la degustazione di formaggi e salumi; notevole anche la carta dei vini. I viaggiatori non possono perdere l’occasione di assaggiare:

  • il culatello di Zibello;
  • il prosciutto crudo di Parma;
  • il parmigiano reggiano condito con l’aceto balsamico;
  • il risotto Giuseppe Verdi, a base di culatello, porcini e asparagi;
  • i cappelletti in brodo di cappone;
  • i tortelli con la spalla cotta di San Secondo;
  • il cavallo pesto Maria Luigia.

Per un pasto completo si spendono dai 30 ai 35 euro.

Osteria dei Mascalzoni

Locale del cuore storico di Parma, in Vicolo delle 5 piaghe. Il cuoco Filippo Cavalli rivisita i piatti della tradizione in modo estroso ma equilibrato. Non si tratta dunque di un’osteria ma di un ristorante raffinato, dove assaggiare:

  • cappelletti al culatello;
  • tortelli di zucca;
  • gnocchetti gorgonzola e mandorle;
  • risotto al tartufo e prosciutto crudo;
  • sbrisolona con zabaione.

Si beve anche un ottimo Lambrusco; il conto si aggira intorno ai 40 euro, bevande incluse.

Pizzeria La Zagara

Si trova lungo Via La Spezia a Scarzara, alle porte di Parma. Dal centro si arriva percorrendo la strada statale 62 oppure la tangenziale sud. La scelta è un po’ ristretta ma l’impasto a lievitazione lunga rende la pizza leggera e digeribile; probabilmente è la pizza migliore della città. Da provare quella alla mozzarella di bufala, con prosciutto crudo a parte. Si possono assaggiare anche gli antipasti di mare e terra, mentre tra i primi si segnalano il risotto alla zucca e al provolone e i tortelli di zucca. La pizza resta la scelta migliore, il costo varia dai 5 agli 11 euro.

ThreadPageIntroText-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Recensioni Parma

angela eleonora raineri iarussi
Livello 60     8 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 7
Dove mangiare : A Parma si mangia divinamente, sia che si vada nelle Trattorie, note per la cucina tipica e con fascie di prezzo accessibili a tutti, che in ristoranti di piu alto livello e con cucina sia tipica che nazionale. Per me... vedi tutto i migliori posti dove mangiare sono: Trattoria La Filoma; Trattoria Il Gallo D'Oro, Trattoria dei Corrieri, Trattoria Santa Chiara (tutte tipiche parmigiane alcune con anche menu di mare); inoltre, appena fuori Parma (a 5 minuti dall'uscita dell'autostrada in Direzione COLORNO/CASALMAGGIORE un ristorante/trattoria che cucina divinamente il pesce (sempre freschissimo) e i piatti della tradizione locale, si chiama OSTERIA DEL PESCATORE PAZZO/OSTERIA C'ERA UNA VOLTA (doppio nome, stesso posto). Da non perdere a PARMA: tortelli d'erbetta, tortelli di zucca, i salumi in generale (ed in PARTICOLARE IL RE DEI SALUMI IL FAVOLOSO CULATELLO che si MANGIA SOLO A PARMA E BASSA PARMENSE - ZONA BUSSETO/ZIBELLO) da accompagnare con la TORTA FRITTA. Fra i secondi, tipici i BOLLITI e lo STRACOTTO DI ASININA (piatti invernali...)
elisabetta schianchi
Livello 43     6 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Dove mangiare : Siamo al centro della food valley. Hanno insediato persino l'EFSA, tutto questo per la salute e l'agroalimentare di cui siamo protagonisti nazionali. Qui oltre che mangiare benissimo siamo produttori mondiali di parmigiano reggiano, prosciutto crudo di Parma, culatello di Zibello, salami... vedi tutto di Felino e più nei hai più ne aggiungi. Non ci facciamo mancare neppure l'arte con il Duomo il Battistero, il teatro Regio dove poter assistere all'opera lirica (è nato nella nostra provincia Giuseppe Verdi) e non mancate neppure tra gli altri di vedere il Teatro Farnese ecc. Come cibo cosa dire: potete degustare favolosi tortelli di erbette, anolini (cappelletti) in brodo, la famosa Rosa di Parma, dolci a non finire sia nei ristoranti più blasonati: Parizzi, Tramezzino,la greppia, Cocchi,Villa M.Lugia ( questo è a Collecchio a una decina di kM. dalla città) che nelle trattorie di provincia dove il cibo è una opera d'arte. Che altro dire se non di visitare questa piccola, grande città con i suoi problemi ma con tanta voglia di emergere.
Elena
Voto complessivo 6
Dove mangiare : Parma è il regno della cultura culinaria.... è la culla della "buona forchetta" Impensabile passare da Parma e non concedersi una sosta per visitarle... ma soprattutto per assaggiare i suoi deliziosi anolini (anolen), i suoi tortelli (tordè) di erbetta, di patate... vedi tutto e di zucca , i suoi salumi ( prosciutto,culatello salame, ecc. ecc.), il suo parmigiano, la sua torta fritta,i suoi bolliti, i suoi stracotti, la sua trippa il tutto sapientemente accompagnato da un' affascinante cantina di vini DOC "Colli di Parma"! Chi viene a Parma non ha che l'imbarazzo della scelta e tornerà alla propria dimora sazio di sapori e profumi indimenticabili!
pat bianco
Livello 27     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 7
Dove mangiare : MOlto bene!! Da non perdere sicuramente anolini in brodo, soprattutto in periodo invernale e tortelli tutto l'anno. In centro a Parma si possono trovare tanti buoni ristorante ma vi consiglio di spostarvi appena fuori città dove troverete tante trattorie con... vedi tutto cucina nostrana, tutto fatto in casa!! Poi ovviamente prosciutto di Parma e parmigiano per tutti...
Da non perdere Battistero , Giardino Ducale , Duomo
Michele Giacomo Filippi
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Dove mangiare : Mangiare e bere nella capitale del cibo europea e non esageriamo se diciamo mondiale; perché i prodotti di questa terra sono conosciuti, invidiati e copiati in tutto il mondo e basta poco per trovare un ristorante che propone piatti tipici... vedi tutto sempre con parmigiano, salumi e pasta ripiena come tortelli d'erbetta. Da questo punto di vista è difficile non tornare soddisfatti.
Da non perdere Teatro Regio , Duomo , Il Palazzo Ducale
Dallatana Emanuela
Livello 39     2 Trofeo   
Voto complessivo 7
Dove mangiare : Bene. Da non perdere tortelli d'eretta, cappelletti e torta fritta con prosciutto crudo stagionato a lungo. I migliori ristoranti in città per la cucina tipica parmigiana sono: Da Cocchi, Belvedere. Leon d'Oro, I Corrieri. Altri ristoranti validi: Trattoria del Ducato,... vedi tutto Osteria del 36, Tramezzo, Parizzi (ma molto caro), Ombre Rosse, Croce di Malta. Ottimo il sardo in centro Sa Marioga (prenotazione obbligatoria). Fuori Parma una vera chicca Mariella a Fragno, per il pesce il Castello di Montechiarugolo, ma anche il Castello di Varano Melegari.
Da non perdere Salsomaggiore Terme e Monticelli , Teatro Farnese , Piazza Garibaldi
Andrea
Voto complessivo 7
Dove mangiare : Prosciutto di Parma, Salame di Felino, Culatello di Zibello, malvasia di Maiatico, Lambrusco, Tartufo nero di Fragno. Consiglio la zona collinare con i prodotti tipici e i locali caratteristici. Il periodo estivo è il migliore per le feste di paese... vedi tutto quando si mangia all'aperto e si può veramente apprezzare la convivialità dei parmigiani.
cinzia galla
Livello 49     2 Trofeo   
Voto complessivo 7
Dove mangiare : Parma e' una citta dove si mangia molto bene , sia che si mangi un pezzo di torta fritta con prosciutto per la strada sia che ci si metta seduti in una delle tante trattorie . le specialita' sono il parmigiano... vedi tutto , la torta fritta il famoso prosciutto , i primi in generale sopratutto cappelletti e tortelli
Da non perdere Duomo
GIANLUCA UMILI
Livello 38     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Dove mangiare : I piatti assulutamente da non perdere sono: cappelletti in brodo, tortelli di erbetta, i bolliti misti, il parmigiano reggiano e ovviamente il prosciutto crudo. Per quanto riguarda i vini, la malvasia, il lambrusco. I ristoranti migliori sono: I CORRIERI, I... vedi tutto PIFFERI, AL TRAMEZZO, LA VIOLA, I TRI SIOCHETT, DA ALDO.
Da non perdere La Reggia di Colorno
Laura Menozzi
Livello 28     4 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 10
Dove mangiare : A Parma si mangia bene, benissimo. Specialità? Eccole!! Culatello, prosciutto crudo , parmigiano reggiano, salame Felino, Anolini in brodo, guancialini in umido, pesce gatto alla griglia, torta fritta, tortelli di erette, riz e tritura, trippa alla parmigiana, ecc ecc.
Da non perdere Quartiere Oltretorrente
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156263
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0