×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Parcheggi, scale mobili e panorama a Perugia  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
Valutazione Generale
  
Rank 11# di 171
Numero votazioni 6
AttractionDetailTopContainer-GetPartialView = 0,009009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
MapSinglePin-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Parcheggi, scale mobili e panorama

Scrivi una recensione su Parcheggi, scale mobili e panorama
Livello 42     2 Trofeo   
Voto complessivo
Durante 20 anni la città ha continuato se pur moderatamente a crescere in basso e con essa è cresciuto anche il problema di rendere più agevole il traffico cittadino e in qualche modo frenarlo alla base dell'Acropoli . Da... vedi tutto qui l'ideazione e la costruzione di parcheggi e scale mobili o accessi pedonali, intorno a 4 punti strategici di ingresso al centro cittadino, così disposti: (1) da Vle. Pellini (P.ta Susanna) = P+Scala Mobile fino v. dei Priori, (2) da via 14 Settembre (Galleria) = P+ascensore, (3) da Arco Etrusco = P+percorso pedonale, (4) da P.za Partigiani = P+Scala Mobile Rocca Paolina. Notevole la realizzazione della prima scala mobile sotterranea che suggerisco vivamente di utilizzare a chi arriva in autobus o in macchina fino al Parcheggio Partigiani (ma vale per tutti, ovviamente). Dalla Stazione dei Bus, situata in P.za Partigiani puoi salire in città anche a piedi. Ma vuoi mettere l'emozione di prendere la Scala Mobile che vi farà scoprire l'interno dell'austera Rocca Paolina? Il percorso vi lascierà letteralmente sconvolti perché, dopo l'ambientazione moderna delle prime rampe, apparirà ai vostri occhi come d'incanto una città sotterranea: vie, piazzette, palazzi... Sì, proprio i palazzi autentici dei nobili Baglioni che Paolo III , nel 1540, aveva fatto in parte abbattere e inglobare nei sotterranei della Rocca-prigione. Quella che si vede, infatti è solo una parte delle prigioni papali perché la originaria parte superiore fu abbattuta a colpi di piccone dai perugini nel 1848, al ridestarsi degli ideali di libertà dal dominio diretto della Chiesa. Al suo posto i giardini Carducci portano il nome del poeta che, a periodi, vi soggiornò e che trasse notevole ispirazione dalla natura Umbra (un bel panorama che si ammira da lassù) e dalla storia del luogo: "la pensò Paol terzo una mattina/tra il latin del messale e quel del Bembo", sono i versi del poeta che non risparmia frecciate all'oppressore ed elogi al popolo perugino che si avventa come un "cane rabbioso" sulla costruzione del tiranno per abbatterla. Ma i perugini non erano nuovi a queste azioni, perché già nel 1375 avevano demolito un altro simbolo di tirannia:la Fortezza di Porta Sole, cacciando l'Abate di Cluny, legato pontificio, detto il Monmaggiore. Anche da lassù, il Colle del Sole, punto più alto della città, dove ha sede la Biblioteca Augusta, si può ammirare un bel panorama sulla direzione nord, quella più scoscesa. Vi si arriva percorrendo fino in fondo il Corso Vannucci (cognome del celebre Pietro, detto il Perugino . Ma prima di arrivare alla sommità del colle, lungo il percorso, lo spettacolo architettonico e artistico blocca il visitatore e accende il motore delle cineprese. All'angolo della Piazza inconfondibile il magnifico Palazzo dei Priori, che ospita per l'appunto al suo interno il Collegio del Cambio dipinto dal Perugino, e, oltre l'Arco dei Priori, la Galleria Nazionale dell'Umbria, ricca non solo di opere del Perugino e del Pintoricchio, di Piero della Francesca, ma di tante altre che vanno dal rinascimento alle epoche successive, e la decoratissima Sala della Vaccara. La piazza è fronteggiata dalla bella Cattedrale di S. Lorenzo (in stile gotico-rinascimentale, con Madonna in trono di Luca Signorelli), e dominata anche dalla stupenda Fontana Maggiore , fresca di restauro. Questo gioiello-simbolo della città fu disegnato da Giovanni e Nicola Pisano e decorato dai medesimi con formelle e statuette. L'aiuto tecnico-idraulico per la costruzione dell'acquedotto è di Fra'Bevignate. L'acquedotto (raggiungibile da Maestà delle Volte, oltre la gradinata di via Baldeschi) portava l'acqua dalla collina vicina, Montepacciano, secondo il principio fisico dei vasi-comunicanti, fino alla fontana. Per noi oggi rappresenta una presenza ornamentale e artistica, ma all'epoca gli abitanti che andavano a prelevarvi l'acqua per il loro uso quotidiano, credo l'apprezzassero più per la sua utilità pratica. La Piazza Grande (ex 4 Novembre) comunica con la piazzetta Danti, ove un tempo sorgevano le Torri Medievali (come quelle di S. Gimignano). La Turrena, o turrita Perusia ne aveva in tutto ben 70! Alcune mozzate e inglobate tra i palazzi, solo una rimasta intatta, la Torre degli Sciri (in fondo alla via dei Priori). Ora in quella piazza è visibile solo il Cinema Teatro Turreno che le ricorda col nome. Sulla stessa piazza l'ingresso al caratteristico Pozzo Etrusco, mèta di ogni gita scolastica! Sul lato sinistro del Cinema, da non perdere la visione, da un vetro posto sul pavimento dell'enoteca, le fondamenta etrusche su cui poggia l'origine del centro città in via U. Rocchi, pedonale, dove alla fine della discesa troverete il famosissimo Arco Etrusco e l'Università per gli Stranieri. Per gli amanti dell'arte del Perugino e di Raffaello, salendo la via che fiancheggia il Cinema, oltre la salita di Porta Sole, è consigliabile la vista della Cappella di S. Severo, situata nella Piazza Raffaello. Per gustare le atmosfere del quartiere medievale bisogna girovagare tra la Maestà delle Volte e la via dei Priori, una delle 5 "vie regali" della città antica, passando per il vicolo di via Ritorta con case del XIV e XV sec., di fronte al quale si trova S.Severo e S.Agata, scendendo per la via, e proseguire oltre la Chiesa barocca di S.Filippo Neri,(sulla sinistra la vicina via della Cupa sulla parete delle mura medievali) dove la via termina con la Torre degli Sciri. Ma non guardate solo avanti e in alto, voltatevi a sinistra, e scorgerete la seconda Scala Mobile della vostra visita. Questa, volendo, vi condurrà alla fermata "Cupa "del minimetrò (- piano di mobilità che ho contrassegnato con (1)-. Ma prima di scendere, date un'occhiata alla zona. La chiesa cinquecentesca della Madonna della Luce e l'Arco di Porta Trasimena. E' da qui che lo stile cambia. Sullo sfondo verde di un giardino appare un raro gioiello rinascimentale: S. Bernardino, opera del fiorentino Agostino di Duccio con l'annesso ex convento dove ha sede l'Accademia di Belle Arti. Dal giardino alzate lo sguardo. Riuscite a vedere le mura medievali che arrivano fino alla Torre del Cassero? Quello è il rione di Porta S.Angelo (c'è un Tempietto Paleocristiano), con quartiere Universitario che si estende fino all'Università per stranieri. - Come si vede il centro storico potrebbe essere visitato in un sol giorno. Ma vale la pena andare così di fretta se non siete giapponesi o venite da lontano ? Se vi fermate un altro giorno posso farvi un elenco di tante altre cose interessanti da gustare.
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo
Particolare come siano integrate le scale mobili all'interno del borgo antico e la piccola metropolitana che ti fa girare tutta la città. Lascerai la macchina fuori dalla città e utilizzerai solamente i tuoi piedi e i mezzi pubbblici per spostarti.... vedi tutto La città è dotata anche di ascensori ed è molto pulita, in particolare i bagni pubblici.
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo
Spettacolare, cammini dentro una città, per le vie del borgo, vedi balconi e finestre e sopra di te ... tutto chiuso. Come sali per le scale mobili, ti ritrovi in una città moderna e avvolgente. Un effetto unico e particolare.
Livello 21     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo
AttractionDetailReviewList-GetPartialView = 0,0110106

Conosci Perugia? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0030026
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0130127

Hotel vicino a Parcheggi, scale mobili e panorama

HotelListNear_2xN-GetPartialView = 0,0206986
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionFilterListOther-GetPartialView = 0,006006
AdvValica-GetPartialView = 0
ReviewLatestSmall-GetPartialView = 0,0040038

Cerca offerte a Perugia

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Perugia
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0020017
Gallery_3xN_Small-GetPartialView = 0,0070068
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0