×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Termoli  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156249
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Termoli

Superfice:
55 km2
Altitudine:
15 m
Abitanti:
33194 [2013-01-01]
Introduzione

Termoli, circa 35mila abitanti, comune molisano in provincia di Campobasso, con il nucleo storico, una vera e propria cittadella fortificata, sulla sommità di un promontorio a picco sul mare Adriatico, si estende sul litorale tra le foci del fiume Biferno e del torrente Sinarca.

La città fa parte dell’Associazione Nazionale Città del Pesce di Mare e dell’Associazione Nazionale Città dell'Olio, organismi che si occupano di promuovere il primo la storia e le tradizioni della pesca in mare e dell'attività portuale, il secondo della cultura dell’olio extravergine di oliva.

Qui a Termoli il clima è caldo e temperato, con una certa presenza di pioggia durante tutto l’anno. Quanto è antica, Termoli? Il ritrovamento di alcune necropoli in località Porticone e Difesa Grande testimoniano la presenza umana nella zona sin dal VI secolo avanti Cristo. Ma secondo gli esperti i suoi ‘veri’ primi abitanti sarebbero stati i Frentani, gli stessi che durante l’Impero Romano furono all’origine di centri vicini sulla costa adriatica, come Vasto.

Si sa con certezza però che sono state queste genti a costruire Buca, città oggi sommersa dal mare a pochi metri a nord di Termoli, i cui resti occhieggiano talvolta nel fondo. Un’ipotesi vuole che il luogo sia stato fondato da popolazioni in fuga dai saccheggi dei Goti, arrivati qui dalla vicina zona di Campomarino, attorno al 412 dopo Cristo. Termoli ha fatto parte, abbiamo superato il VI secolo, del Ducato longobardo di Benevento: vista la sua posizione strategica, la città viene munita di mura, di un torrione e di otto torrette merlate. Successivamente, con i Franchi, passa al Ducato di Spoleto, sotto la cui egida rimane anche dopo essere stata presa dai Normanni e quindi diventa possedimento degli Svevi, che ampliano cinta muraria e castello.

Seguono una serie di vicissitudini: è spogliata dai Crociati nel 1194, distrutta in parte dai Veneziani in lotta con Federico Il e poi dal terremoto del 1456, donata nel 1495 da Ferdinando II d’Aragona ad Andrea di Capua, di nuovo saccheggiata nel 1566 dai turchi guidati da Pialj Pascià. Tempi di calma fino al 1799, nel frattempo Termoli si è proclamata repubblicana: un gruppo di albanesi dei comuni limitrofi di Portocannone e Campomarino di fede borbonica la assedia e la conquista. Nel 1847 re Ferdinando di Borbone consente di estendere l’abitato al di fuori delle mura e nasce la città moderna. Nel 1864 è inaugurata la sua stazione ferroviaria.

Nonostante una certa presenza di industrie, metalmeccaniche e chimiche, nonché di aziende agricole-zootecniche, il territorio di Termoli, unico porto del Molise sull’Adriatico, ha soprattutto un’economia legata alla pesca, con il comparto turistico in decisa ascesa, valorizzato anche dal collegamento tutto l’anno con le isole Tremiti.

Numerosi gli eventi cui partecipare durante una visita a Termoli, soprattutto in estate e soprattutto durante il mese di agosto. Il 3-4 ad esempio, ci sono i grandi festeggiamenti per il patrono, San Basso. Tra le celebrazioni, la parte sicuramente più suggestiva coincide con la processione a mare, con la statua del santo sistemata su un peschereccio prescelto dalla sorte, riccamente addobbato, seguito da altre imbarcazioni per un itinerario tra la spiaggia di Rio Vivo e quella di Sant’Antonio.

Naturalmente, c’è pure una processione ‘terrestre’ tra le stradine del borgo, con un finale pirotecnico. Il 15 agosto è l’appuntamento per rievocare l’assalto dei turchi del 1566: quando arrivarono dopo saccheggi in lungo e largo per il litorale, non trovarono nessuno, perché i termolesi erano fuggiti e così distrussero e incendiarono tutto, anche parte della Cattedrale e del Castello.

Altro ‘incontro’ riguarda la Sagra del pesce, ogni ultima domenica di agosto. E il pesce è l’ospite d’onore a tavola, cucinato con ricette semplici, usando gli altri prodotti del territorio, pomodoro, basilico, cipolla, aglio, l’olio d’oliva delle colline. Il pesce qui è particolarmente gustoso grazie alla conformazione dei fondali e all’abbondanza di apporto di acque fluviali.

Da non perdere il piatto tipico della gastronomia locale, u’ bredette alla termolese, una zuppa di vario tipo di pesce. Poi da assaggiare la pasta alla chitarra con sugo di seppie e/o calamari, e anche i fesille, cioè i fusilli con sughi di verdure in bianco o al ragù al pomodoro, quindi senza pesce che però riappare nei tubettini con i maruzzelle, cioè le lumachine di mare, nelle sécce e pisille (seppie e piselli) o nei pulepe arrecciate (polipi con olio di oliva in padella).

Assaggi ‘obbligati’ anche per le insalate a base di molluschi arrostiti sulla graticola, come i cuccelille e a chetarre arracanate, o i trejjezzole, fritture di triglie piccolissime. Piatto unico è ‘u pesce fujjute, il pesce fuggito, ovvero una ricetta in cui il pesce appunto non c’è: olio, acqua, pomodoro, cipolla, un pezzetto di peperone è la base tradizionale di questo pasto che oggi si gusta con una incredibile serie di antipasti, crudi e cotti.

Altro da non perdere: le polpette dalla caratteristica forma ovale fatte con uova, formaggio e pane raffermo cotte nel sugo, dette u scescille o le scarpelle di Natale, pasta di pane lievitata e fritta. Deliziose le piccole palline di pasta fritta ricoperte di miele, dal nome un po’ irriverente, i cacate de ciavele.

Un’occhiata da vicino anche a latticini e formaggi, tra cui caciocavalli e pecorini, nonché ai salumi come la piccante ventricina o la pampanella, ovvero la porchetta, nonché le salsicce di fegato. E con i ciccioli di maiale, si mangia una pizza morbida, friabile e da 10 e lode. Pure la schianata, soffice ciambella di pasta lievita salata, assieme alla pizza di granone fatta con farina di granoturco non sono per niente male. E non si può rinunciare ai caucioni fritti ripieni di crema di ceci e cioccolato.

Forse il nome di Termoli deriva da Terma o Termine, inteso come zona di confine. Ma alcuni dicono che la sua origine si debba a Ter molitus, dal latino tres moles, fortezze o torri. Poi qui a Termoli c’è Rejecelle, la viuzza, tra i vicoli del borgo antico: larga poco più di 30 centimetri, si contende con il vicolo di Ripatransone, in provincia di Ascoli Piceno, il primato di via più stretta d’Italia.

Un borgo marinaro che reca nelle sue antiche strade la storia di quelle popolazioni costiere per secoli sottoposte a distruzioni non solo dai pirati arrivati dal mare, per via della posizione strategica e le bellezze del territorio. Proprio elementi che adesso fanno di Termoli meta ambita di un turismo non solo balneare ma enogastronomico e naturalistico, per un soggiorno ricco da diversi punti di vista. E poi c’è il suo porto che riesce ad essere un punto di sviluppo importante per tutto il territorio, per le attività peschiere e commerciali, ma pure per quelle strettamente turistiche con il gran flusso di passeggeri per le Isole Tremiti, che da qui si raggiungono più velocemente rispetto ad ogni altro scalo portuale, e la Croazia.

Prefisso:
0875
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
termolesi
Patrono:
San Basso
Giorno Festivo:
04 agosto
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

12
Media
8
Ottimo
6
Buona
2
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
8
Famiglie
5
Turisti maturi
3
Coppie
3
Giovani e single
1

Indicatori

mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Sicurezza
attività
shopping
Attrattive
Alloggio
Intrattenimento
Servizi ai turisti
Trasporti
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Termoli

Conosci Termoli? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Arturo Tuzzi
Livello 63     7 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 7
Guida generale : Termoli non è annoverata fra le mete più appetibili d'Italia. Perché non è città d'arte, perché non è internazionale, perché non è trendy. Errore marchiano e macroscopica svista dei tour operators. Almeno di quelli meno avveduti. Meglio così, forse, perché... vedi tutto i turisti (o meglio, i viaggiatori) più consapevoli sanno bene di cosa si parla e non si lasciano sviare da pareri più o meno interessati. Termoli è cittadina che è riuscita a declinare al meglio il termine "glocal": neologismo che unisce globale a locale e che non determina necessariamente una perdita d'identità.Arrivarci è semplice da ogni direzione e non mette conto di dilungarsi in spiegazioni. Si caratterizza per la presenza di un promontorio sul quale sorge l'antico borgo marinaro, delimitato da un muraglione che cade a picco sul mare, diviso dal resto della città dalle mura di contenimento e dal castello. Si affaccia sul mare Adriatico ed ha un'altezza che va dai 0 ai 178 m slm.Il Borgo vecchio di Termoli, che risale al V secolo ed è un intricato labirinto di stradine strette e tortuose, si protende verso il mare Adriatico e, guardando verso est, nelle giornate limpide , si intravede il profilo dell'arcipelago delle isole Tremiti. Due gli ingressi per entrare nel borgo, uno a nord, ai piedi del Castello, ed uno sul lato del porto, caratterizzato da una porta ad arco e dalla torretta del Belvedere dalla quale si ammira il panorama del porto e della spiaggia a sud di Termoli. La città è una continua scoperta: architetture tipicamente marinare, scalinate che annullano i dislivelli, scorci caratteristici, spiagge a perdita d’occhio con sabbia finissima, il gusto dell’accoglienza che è la cifra principale di questa parte d’Italia e soprattutto la cucina che, da sola, varrebbe la visita. Ovunque è possibile mangiare bene. Nel segno della tradizione o in quello del fast food. Pizzerie, ristoranti, osterie, bar rosticcerie, punteggiano Termoli ma, per i veri buongustai, per quelli che non si accontentano di nutrirsi ma pretendono sapori che sono il frutto di saperi consolidati e rigorosi, la scelta è vasta.Una cittadina da visitare senza fretta, dalla quale lasciarsi conquistare e che ti entra in circolo poco alla volta. Ma per sempre.
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Il centro storico della città, di origine medievale, si sviluppa su un promontorio della costa adriatica ed è dominato dalla possente mole del Castello federiciano. La fortezza, dalla semplice e severa architettura, fu eretta nell'XI secolo e si trovava al... vedi tutto centro di un'area completamente fortificata con mura e torri di avvistamento. Oltre al Castello, nel centro storico di Termoli si trova l'altro monumento simbolo della città: la Cattedrale di san Basso. Sorta nel XII secolo sui resti di precedenti edifici di culto, la Cattedrale è uno degli esempi più belli di chiesa romanica di tutta la regione. La facciata è a capanna e nella parte bassa è decorata da una serie di arcate cieche, mentre l'interno a tre navate absidate. Altri monumenti da vedere a Termoli sono: la Chiesa di sant'Anna, edificata nel XVIII secolo; i trabucchi, strumenti utilizzati anticamente dai pescatori per issare le reti dopo la pesca.
Voto complessivo 8
Guida generale : Cittadina frizzante d'estate e un po' dormiente d'inverno ma tutto sommato a misura di famiglia e di ragazzi nei periodi balneabili! Borgo di una bellezza estrema, peccato x le troppe auto parcheggiate a ridosso del muraglione che ne impediscono la... vedi tutto fruibilità. Ristoranti tipici e attività artigianali ben presenti e con prezzi ragionevoli! Magari un po' più di cordialità da parte dei gestori. Cattedrale, castello e la nuova passeggiata dei trabocchi incantevole davvero. Lo struscio non è caratteristico ma comunque piacevole e pieno di gente tranquilla!
Da non perdere Castello Svevo , Borgo Antico
Joe Garofalo
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Un gioiello, specialmente il "paese vecchio", forse ancora un pò grezzo, ma pieno di sfaccettature brillanti e luminose a cominciare dal Duomo e dal Castello ! Ancora poco conosciuta (per fortuna ?) e perciò tutta da scoprire, di giorno come... vedi tutto di notte. Shopping adeguato e notevole ristorazione ! Inoltre la lunghissima spiaggia di finissima sabbia e relativo lungomare invitano a lunghe nuotate o passeggiate. Da non dimenticare la gentilezza e spontaneità della gente, veramente fuori dal comune !
Da non perdere Castello Svevo , Isole Tremiti
elisa rossi
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Città fantastica, con un borgo antico davvero caratteristico, uno dei più belli (se non il più bello) della costa Adriatica. Gente ospitale e disponibile, sorridenti, rispecchiano in pieno il clima della città. Oltretutto si mangia divinamente, con prezzi accessibili puoi... vedi tutto farti una bella abbuffata di pesce (da non perdere assolutamente il "brodetto alla termolese" tipico del luogo). Da visitare il borgo antico, con le sue caratteristiche viuzze, una su tutte è la più stretta d'Europa, la cattedrale e il parco comunale, anch'esso molto carino.
Da non perdere parco comunale , cattedrale , Borgo Antico
Vittorio
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 6
Guida generale : Città accogliente, cittadini molto gentili e cittadina ordinata. Monumenti ben curati come anche il Verde pubblico, per apprezzare questa bellissimo luogo Del Molise bisogna sostare più giorni. La mia permanenza è stata solamente di due giorni. Al primo impatto per... vedi tutto chi arrivi in Termoli si ha Una senzazione piacevole e rassicurante come tutto il Molise, non ancora intaccato da un modernismo senza senso. La popolazione non ha perso le tracce dell'umanità sincera e schietta
Anna Maria
Voto complessivo 6
Guida generale : Concordo con le cose belle già scritte sulla città, però avviso tutti i turisti che vorrebbero andare a Termoli che c'è una tassa (legale) da pagare: le Multe: fatte in luoghi dove c'è una linea bianca continua per il parcheggio... vedi tutto senza segnale di divieto. Se ciò dovesse succedervi non preoccupatevi gioite perchè MAL COMUNE MEZZO GAUDIO.
Enzo
Voto complessivo 4
Guida generale : Termoli è una cittadina estremamente sicura. Presidiata benissimo delle forze dell'ordine, permette di prolungare una passeggiata o un intrattenimento anche sino alle ore "piccole". Il panorama enogastronomico è di prim'ordine susseguendosi le eccellenze della cucina termolese e di quella dei paesi... vedi tutto vicini. 15 giorni di permanenza tra disco, sole, amici ed escursioni voleranno ma, sarà solo l'inizio di un contatto che non si spegnerà mai con Termoli.
franco bossuto
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Cittadina ricca di servizi che non ha nulla da invidiare a un capoluogo, facilissima da raggiungere in treno e in auto. L'entroterra offre panorami e borghi ricchi di storia e cultura. Da non perdere la visita del borgo antico con... vedi tutto la cattedrale, le feste in agosto per S. Basso e l'incendio del castello. La costa a nord e sud è sabbiosa con tante spiagge libere e pineta, tanti i lidi, quelli della città possono competere con la Versilia.
Amerigo Gustavo
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Termoli ha un borgo antico sul mare, molto carino. Il mare, in particolare la mattina, è cristallino con fondali bassi, ideale per le famiglie. Lunga ed ampia spiaggia, in cui si possono fare lunghe passeggiate, giocare a racchettoni. Collegata a circa 40... vedi tutto minuti dalle stupende isole Tremiti. Si mangia bene e i prezzi sono convenienti. Io sicuramente ci ritornerò!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,031252

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0625049
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Termoli

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Arte e cultura
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Giovani e single
Verde e natura
Shopping
Sport
Studenti
Cicloturismo
Montagna
Pellegrinaggi
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Termoli

Poco nuvoloso
24 °
Min 261° Max 2693°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0