×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Teramo  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156263
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Teramo

Superfice:
152 km2
Altitudine:
265 m
Introduzione

Teramo è un comune di circa 55.000 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia in Abruzzo e si trova nella parte più settentrionale della regione, più precisamente nella Val Tordino: una zona collinare che sorge sotto le pendici del Gran Sasso e si espande fino alla costa attraverso una vegetazione principalmente all'insegna dei vigneti e degli oliveti.

Teramo si erge proprio nella zona di confluenza del fiume Tordino con il torrente Vezzola, in una vera e propria conca che presenta sismicità media (è classificata come Zona 2) ed un clima temperato semicontinentale: una sorta di via di mezzo tra quello mediterraneo e quello continentale, caratterizzato tanto da nevicate invernali quanto da afa estiva, e che più in generale tende a presentare forti escursioni termiche tra i mesi più freddi (meno di 5° di media durante gennaio) e quelli più caldi (quasi 30° tra luglio e agosto).

Le origini della città sono antichissime: Teramo era infatti la capitale dei Pretuzi, una popolazione italica insediatasi nella zona addirittura attorno al I millennio avanti Cristo. La conquista romana è datata 290 avanti Cristo, mentre il comune conobbe la sua prima prosperità sotto il dominio imperiale di Adriano (che fece ergere templi, terme e teatri). Successivamente Teramo venne completamente distrutta dalle invasioni dei Visigoti nel 410 dopo Cristo, per poi venire rifondata nel 568 e venire nuovamente conquistata dai Longobardi. Una ulteriore distruzione quasi totale (datata 1155) precede un ulteriore periodo di splendore per la città, che sarebbe entrata prima sotto la dominazione vescovile, quindi sotto il controllo del ducato di Atri.

Il XIV secolo è ancora una volta all'insegna delle lotte tra fazioni e del conseguente declino cittadino. Teramo deve aspettare l'unione delle Provincie di Abruzzo (datata 1806) per ricominciare a godere di una certa stabilità: sarebbe diventata capoluogo di provincia nel 1816 e poi, nel 1861, sarebbe uscita dal controllo del Regno di Napoli (e del successivo Regno delle Due Sicilie) per entrare nella neonata Italia.

Il monumento più noto di Teramo è probabilmente la Cattedrale di Santa Maria Assunta, fatta edificare a partire dal 1158 durante una delle già citate ricostruzioni cittadine. È caratterizzata da una parte inferiore realizzata in stile romanico ed una superiore che assume i caratteri dello stile gotico ed è nota per la cripta di San Berardo, portata alla luce da lavori di scavo dopo circa 300 anni ed oggi visitabile dal pubblico.

Proprio accanto alla cattedrale sorge il Santuario della Madonna delle Grazie, edificato più o meno nello stesso periodo e poi ampliato nel 1448 per accogliere i frati di San Giacomo della Marca: l'edificio è stato restaurato nel Novecento ed oggi ospita opere di rilievo quali gli affreschi di Cesare Mariani o la Madonna col Bambino di Silvestro dell'Aquila.

Tra le architetture civili vale la pena ricordare quanto meno il Palazzo-Casa dei Melatino (risalente al XIII secolo e caratterizzato dalle finestre ghibelline con architrave e soglie sporgenti), o Casa Urbani, una delle poche testimonianze di edilizia privata risalente all'XI secolo. Ma va sottolineato come Teramo sia letteralmente ricoperta di luoghi ed edifici più che rilevanti dal punto di vista storico: dal Borgo Medievale realizzato a cavallo tra XIX e XX secolo da Gennaro Della Monica, passando per piazze quali Piazza dei Martiri della libertà o Piazza Sant'Anna; dalle varie porte situate in luoghi chiave della città, passando per i ponti antichi, le numerose statue cittadine, le fontane di origine medievale (ricordiamo quanto meno quella della Noce, la cui acqua, secondo tradizione, è in grado di fare innamorare perdutamente della città), oppure le diverse torri che testimoniano sia il passato romano che quello vescovale del comune.

Teramo è inoltre una città fortissimamente legata alla cultura nelle sue manifestazioni più disparate: è infatti nota sia per la presenza dell'Osservatorio Astronomico di Collurania (dove il teramano Vincenzo Cerulli scoprì l'asteroide Interamnia), che per l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise, una struttura che si occupa sia dello stato di salute degli animali che della salubrità dei prodotti di origine animale.

Teramo è inoltre nota per essere stata sede della Scuola Montessoriana (e, più in generale, per essere stata una delle prime città ad ospitare istituti che applicavano il metodo Montessori), oltre che per essere stata il luogo di fondazione della Società Psicoanalitica Italiana (nata nel 1925 all'interno dell'ospedale psichiatrico cittadino). Non è dunque un caso che una città così poliedrica abbia dato i natali a varie personalità appartenenti ai più diversi campi del sapere: dal già citato Vincenzo Cerulli all'ingegnere Alfonso De Albentiis (noto per avere progettato l'acquedotto del Ruzzo); dall'ex Ministro dell'Agricoltura Vito Saccomandi a Gianpaolo Calvarese (arbitro di calcio attivo in serie A), passando per il cantautore Ivan Graziani, Raffaella Del Vinaccio (campionessa mondiale di pattinaggio artistico) e Felice Centofanti (ex calciatore, oggi noto in quanto inviato della trasmissione televisiva "Striscia la Notizia").

E non è infine un caso che la città sia caratterizzata da importanti eventi e manifestazioni a cadenza annuale che la collegano al caleidoscopio di storia e cultura che la hanno attraversata negli anni: da una parte la Processione Sacra dei Trionfi (festa ufficiale della città dedicata a Sant'Anna), dall'altra Cineramnia, un festival cinematografico che invita 5 registi a girare 5 cortometraggi in soli 5 giorni; da una parte la rassegna d'arte Maggio Festeggiante, dall’altra il Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale "Premio Ars nova Città di Teramo", passando per infine la Coppa Interamnia, ovvero la più grande manifestazione sportiva di Pallamano a livello mondiale (considerata una vera e propria olimpiade di questo sport).

Teramo non presenta un aeroporto cittadino (quelli più vicini sono quello di Pescara e quello di L'Aquila), ma ha una stazione ferroviaria che la collega in maniera diretta alle principali città abruzzesi. A livello automobilistico è facilmente raggiungibile attraverso l'autostrada A14 (che la collega ad Ancona e Pescara) e all'Autostrada A24 (che la collega a Roma e a l'Aquila); è inoltre battuta dalla Strada Statale 80, che la collega alle autostrade, alla costa e al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Prefisso:
0861
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
Teramani
Patrono:
Berardo da Teramo
Giorno Festivo:
19 dicembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

6
Media
4
Buona
2
Ottimo
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
4
Famiglie
2
Turisti maturi
2
Coppie
1

Indicatori

mangiare e bere
Accessibilità
Accoglienza
Sicurezza
Intrattenimento
Trasporti
shopping
Servizi ai turisti
attività
Attrattive
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156262
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Teramo

Conosci Teramo? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Il bene culturale di maggiore impatto è sicuramente la Cattedrale,  eretta nel XII secolo in tipico stile medioevale  e testimonianza del periodo più fiorente della città. Interessante il sito archeologico di un anfiteatro e teatro romano risalente al periodo imperiale. Assai vasto... vedi tutto anche il patrimonio di chiese storiche, quali segnaliamo la Chiesa di san Domenico del XIV secolo con affreschi secenteschi; l’antica cattedrale di Sant’Anna, al cui interno si conservano i resti di una domus romana e affreschi del XII e XIV secolo; il Santuario della Madonna delle Grazie con un interessante gruppo ligneo della Madonna con Bambino opera di Silvestro dell’Aquila. Degni di visita anche il palazzo Delfico del 1700, il trecentesco palazzo Vescovile e il Museo Archeologico e la Pinacoteca, ospitati in un edificio neoclassico nel suggestivo scenario dei giardini della Villa Comunale.
Vittoria Di Giannatale
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: Con amici, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Teramo è una città piccola ma completa, dove si può trascorrere un soggiorno rilassante ma anche interessante. Non è certamente la meta perfetta se l'idea di vacanza che si ha è quella di giorni all'insegna della movida, ma comunque bar... vedi tutto e locali non mancano. A Teramo si possono trovare corsi e giardini per lunghe passeggiate, negozi di ogni genere, antichi resti romani (ad esempio il bellissimo anfiteatro), musei e così via! L'ideale è una visita estiva, quando nei dintorni vi sono sagre di ogni tipo e la città viene animata da giovani di tutto il mondo per la manifestazione sportiva internazionale Interamnia World Cup, di cui Teramo è sede storica. Infine la posizione centrale, a metà tra mare e monti, permette di potersi spostare facilmente per visitare entrambi i volti del nostro fantastico Abruzzo.
Da non perdere Anfiteatro romano
Franz
Voto complessivo 5
Guida generale : Per chi viene dall'autostrada Adriatica ,uscita Mosciano S.Angelo, poi raccordo superstrada per Teramo con possibilità di proseguire per l'Aquila e Roma,presenti uscite per Basciano e San Gabriele dell'Addolorata, Isola del Gran Sasso. Per chi sceglie l'uscita Isola, c'è la possibilità di... vedi tutto visitare il nucleo rinascimentale con la parrocchiale e case rinascimentali. Proseguendo verso Castelli visitare la chiesa romanica di S.Giovanni ad Insulam e poi salire a Castelli per visitare le chiese e le botteghe di Ceramica artistica,prezzi adeguati.
Valeria Di martino
Livello 18     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Tranquilla città abruzzese con possibilità di scelta fra mare o montagna entrambe a meno di mezz'ora d'auto , piatti tipici da assaggiare almeno una volta nella vita e che dire ... gente cordiale e casereccia!
Da non perdere Santuario di San Gabriele , Castelli con le sue ceramiche , Fortezza di Civitella
Alessia Liberato
Livello 22     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Da non perdere nel Duomo il tabernacolo, di gusto romanico, protegge l'opera d'arte più preziosa della chiesa: il celebre paliotto di Nicola da Guardiagrele, che attraverso trentacinque formelle narra la storia della vita di Cristo. Inoltre il centro storico è... vedi tutto ricco di piccole chiesette e viuzze da non perdere assolutamente. A due passi da Teramo il massiccio del Gran Sasso e la città di Castelli famosa in tutto il mondo per le sue belle ceramiche uniche.
Da non perdere Escursioni al Gran Sasso , Cattedrale di Santa Maria Assunta , Citta di Castelli
Giuliano Matani
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 5
Guida generale : Bei luoghi e panorami caratteristici contrassegati dallo skiline della catena degli Appennini che va dai monti della Laga fino al massiccio del Gran Sasso. La città e l'immediato intorno, conserva resti di antiche civiltà dai Piceni e Romani. Scarsa è tuttavia... vedi tutto la cura e divulfazione del patrimonio storico e culturale. Buone sono invece i servizi di ristorazione, essenzialmente riferiti alla gastronomia locale (ottima).
Voto complessivo 7
Guida generale : molto bella e rilassante
Stefano
Voto complessivo 10
Guida generale : Città tranquilla e molto vivibile sotto tutti i punti di vista, a metà fra mare e montagna
Cristiano Ferrante
Livello 11     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Una città ancora a portata d'uomo
Loris
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : È davvero splendida!!
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156263
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0781311
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Teramo

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Montagna
Sole e Mare
Arte e cultura
Mete per la famiglia
Sport
Verde e natura
Terme e Benessere
Pellegrinaggi
Shopping
Mete romantiche
Cicloturismo
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156257
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0156267

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156263
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0