×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Santa Teresa di Gallura  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Santa Teresa di Gallura

Introduzione

Il paese di Santa Teresa di Gallura si trova nella zona settentrionale della Sardegna, in una zona di spiagge bianchissime e di scogliere di granito, che spesso prendono forme particolari in grado di suscitare la fantasia popolare: in particolare a Capo Testa queste formazioni rocciose sono più comuni, come l'Aquila. Il promontorio dove si trova il paese è a circa 15 chilometri di distanza dalla Corsica, da cui è separata tramite le Bocche di Bonifacio; oltre a capo Pertusato, a poca distanza, a nord-est, si trova l'Arcipelago della Maddalena. La vegetazione è tipica di questa parte della Sardegna, con piante e flora tipicamente mediterranea e una predominanza chiara di sugheri, ginestre, ginepri, mirto e così via. Situato in provincia di Sassari, il paese confina inoltre con Aglientu, Palau e Tempio Pausania. Di notevole importanza da un punto di vista geografico è la vicina Valle della Luna, detta anche Cala Grande, situata a ovest di Capo Testa, caratterizzata dalla presenza di grandi rocce granitiche, con tre cale molto frequentate, Cala Grande, Cala di l'Ea e Cala di Mezzu.

Anche se Santa Teresa di Gallura è un comune di costituzione abbastanza recente, la sua storia è piuttosto antica, abitata da tribù preistoriche come il resto della Sardegna e conosciuta fino a non molti secoli fa come Longosardo. A testimonianza dell'antichissima origine dell'attuale Santa Teresa di Gallura ci sono alcuni siti archeologici di notevole importanza, su tutti il complesso nuragico di Lu Brandali, in località Santa Reparata, con la sua consueta dotazione di nuraghe, villaggio, tomba dei giganti, tombe. La tomba dei giganti ha portato con gli scavi e svelare circa 50 inumazioni. Longosardo fu un porto importante durante il periodo romano, in particolare per la presenza cospicua di granito (se ne possono vedere ancora chiari esemplari a Capo Testa) che veniva estratto dalla zona e poi esportato nelle varie zone della repubblica e dell'impero. Secondo una linea di pensiero, dove oggi sorge Santa Teresa di Gallura un tempo si trovava l'antica città di Tibula, che in origine era il punto di sbarco più utilizzato per i viaggiatori che arrivavano dalla Corsica.

Il granito di Capo Testa è sempre stato considerato di altissima qualità e non di rado è stato parte integrante per la creazione di opere d'arte molto note, dal Pantheon di Roma fino al duomo e al Battistero di Pisa. Longosardo mantenne anche nel Medioevo la sua importanza, e venne visitata anche da san Francesco d'Assisi durante la sua visita in Corsica. Dopo il periodo delle invasioni saracene passò sotto i giudici di Arborea, i quali qui costruirono un castello quasi completamente scomparso al giorno d'oggi, visto che i Genovesi lo rasero al suolo come rappresaglia per l'attacco sardo alla fortezza di Bonifacio, in Corsica. I secoli successivi furono piuttosto oscuri per la zona, che venne utilizzata soprattutto come rifugio da pirati e corsari, per poi passare ai Savoia; da ricordare nel Cinquecento la costruzione della torre spagnola, che ancora oggi è il simbolo del paese. Fu proprio il comandante della torre Magnon a richiedere a Vittorio Emanuele II la costruzione di un nuovo paese per contrastare i fenomeni di contrabbando che si facevano sempre più gravi nella zona. Ancora oggi infatti è possibile apprezzare la particolare conformazione urbanistica di Santa Teresa di Gallura, basata in parte su un impianto chiaramente romano, con vie perpendicolari, e dall'altro con la forma a tartaruga tipica degli insediamenti piemontesi di origine militare.

Dal punto di vista economico, oggi Santa Teresa di Gallura si regge soprattutto sul turismo, grazie alla presenza di splendide spiagge e cale caratterizzate da un mare limpidissimo e dalla sabbia molto fine, e tutte le maggiori attività del paese, dalla ristorazione alla produzione di artigianato tipico, sono orientate ai turisti. In più c'è da ricordare l'importanza del porto, sia per diporto sia per i collegamenti quotidiani (merci e turisti) per la vicina Bonifacio in Corsica.

Tra gli eventi più sentiti a Santa Teresa di Gallura sono sicuramente da ricordare la festa patronale in onore di S. Vittorio, S. Teresa e S. Isidoro, che si celebra alla metà di ottobre con una manifestazione molto suggestiva; da ricordare anche la festa di San Pasquale, il 17 maggio, e la prima domenica di luglio quella di Porto Pozzo. L'anniversario della fondazione del paese, invece, ha luogo il 12 agosto.

La cucina di Santa Teresa di Gallura si lega da una parte alle ricette tipiche dell'entroterra gallurese, dall'altra quella ittica, legata al pescato. Il piatto più famoso è senza dubbio la suppa cuata o zuppa gallurese: viene preparata con pane raffermo, formaggio tipo caciocavallo e pecorino sardo e brodo di pecora. Ottimi anche i ravioli alla gallurese, con un gustoso ripieno di ricotta e scorze d'arancia e un sugo di pomodoro semplice o di basilico. Il Vermentino è usatissimo anche in cucina, ad esempio per preparare le diverse versioni di pesce al forno. Il pescato quotidiano permette non di rado di mettere sotto i denti, a prezzi non proprio popolari, anche eccellenti aragoste, mentre nei tanti agriturismi che si trovano nell'entroterra gallurese non mancano mai le ricette di terra più famose della tradizione sarda, come il porcetto arrosto. Molto popolare, durante il Carnevale, la favata, la tipica minestra di fave con lardo, cavolo verza, finocchietto selvatico, mentre spesso i ravioli locali vengono preparati anche fritti e da condire col miele per un dolce sempre apprezzato. Tra i prodotti dell'artigianato più popolari, invece, i tessuti, gli oggetti realizzati con il sughero, i tappeti e gli articoli enogastronomici.

Fuso Orario:
UTC+0
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

23
Buona
22
Ottimo
16
Media
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
17
Giovani e single
7
Coppie
2
Famiglie
1

Indicatori

Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Servizi ai turisti
attività
shopping
Accessibilità
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Santa Teresa di Gallura

Conosci Santa Teresa di Gallura? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Tomba dei giganti di "LU Brandali". Le tombe dei giganti erano sepolture collettive caratteristiche dell'età dei nuraghi. La tomba di "Lu Brandali" è importante dal punto di vista storico e scientifico per i dati ... vedi tutto emersi dagli scavi recenti che hanno consentito di stabilire le modalità del rito funebre e della caratteristica tipologia dell'innumazione collettiva. A "Lu Brandali" la parte frontale della tomba è rivolta a Sud-Est e può datarsi presumibilmente all'età del Bronzo Medio e Recente (1600-1150 A.C.). La tomba è parte di un complesso nuragico che comprende un nuraghe molto degradato e un villaggio con tracce molto devastate di una quarantina di capanne circolari corredate da sepolture in "tafoni" (cavità naturali dovute alla erosione del granito, usate come loculi funerari chiuse poi con muratura a secco). Il sito si raggiunge all'uscita del paese, a 50 m. sulla destra, statale per Sassari tramite un viottolo campestre. Percorsi 700 m. circa si arriva all'altezza di una cabina ENEL si imbocca a destra un sentiero naturale e lo si percorre per 300 m. circa. Al limite della stradina è visibile e bene evidenziata la tomba di "Lu Brandali". Chiese Santa Teresa di Gallura Chiesa Parrochiale di San Vittorio (1835/38) Feste Patronali con celebrazione di varie messe in onore di San Vittorio Martire, Santa Teresa d'Avila e Sant'Isidoro Santa Teresa di Gallura Chiesa Santa Lucia (1890). Data 1/9 dicembre la Tredicina di Santa Lucia e la Novena dell'Immacolata. Data 24 giugno Santa Messa, fuochi di San Giovanni. Buoncammino Chiesa Nostra Signora di Buoncammino (1900). Data 13/14 giugno Festa di S.Antonio, celebrazione della Santa Messa e Processione. Assaggi di brodo di Trippa e fermentino. Santa reparata ReparataChiesa Campestre (1851) Data 6 settembre, celebrazione della Santa Messa e Processione. Assaggi di trippa, pane e vino in località Buoncammino. Porto Pozzo frazione di Santa Teresa di Gallura Chiesa parrocchiale di San Tomaso (orario messe: 19,00 giornaliere). Data 3 luglio, Vespro e Benedizione della bandiera, degustazione di panini con carne e fermentino Data 4 luglio, Processione a mare e celebrazione della Santa Messa; distribuzione di dolci tipici e fermentino. Saltara - Santa Teresa di Gallura Chiesetta di San Giuseppe. Data 30 aprile celebrazione della Santa Messa e bendizione della bandiera. Data 1 maggio, festa dei lavoratori, celebrazione della Santa Messa; assaggi di carne bollita e vino. San Pasquale - frazione di Santa Teresa di Gallura Chiesa parrocchiale (1774/76) (orario messe: 9,00 - 20,00 festivo; 8,00 giornaliero) Data 14/15 maggio Feste Patrimoniali con celebrazione della Santa Messa e distribuzione di trippa e vino. Data 14 agosto, festa del Turista con celebrazione della Santa Messa; assaggio di prodotti tipici. San Michele Chiesa campestre; Data 8 maggio, celebrazione della Santa Messa, omaggio di prodotti tipici.
Voto complessivo 7
Guida generale : Sardegna meravigliosa che non merita quello che sta subendo. Consiglio visitarla a fine maggio , quando la natura si risveglia con i suoi profumi , il clima e' mite e gli abitanti molto disponibili. Da non perdere ....qualsiasi cosa, dalle... vedi tutto coste rocciose ai monti all'interno della isola, dai paesi marinari a quelli agricoli ed artigianali. Ma attenzione, ed e' vero, ci si dimentica sempre la' un pezzetto di cuore!
SHARDANA 2015
Voto complessivo 5
Guida generale : MARE STUPENDO, MA S.T.G. COME META TURISTICA E' ADATTA PIU' AD UN PUBBLICO "MATURO"... ZERO DIVERTIMENTO NOTTURNO PER I GIOVANI... DOVREBBERO ORGANIZZARE PIU' SPETTACOLI DI BALLO DI PIAZZA (LISCIO, LATINO-AMERICANO, ETC.), LA PIAZZA PRINCIAPALE, MOLTO AMPIA, SI PRESTA BENE A... vedi tutto TUTTO CIO'...
Lucia
Voto complessivo 4
Guida generale : Sono stata in vacanza in questo meraviglioso paese per circa 20 anni, da piccola, da fidanzata e ora da mamma, con due bimbi di 11 e 8 anni. Ho visto questo posto crescere, affollarsi e migliorare nei servizi. Il mare... vedi tutto è splendido, la gente accogliente. Raccomandata per chi vuol fare vita da mare!!!
claudia
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : qui si dimentica tutto e ci si rigenera già all arrivo, basta salire alla torre spagnola e guardare la stupenda spiaggia della rena bianca...ti toglie il respiro e ti ruba un pezzo di cuore!tante le spiagge da vedere, alcune di... vedi tutto facile accesso, altre meno ma tutte meravigliose!
enzo de bernardi
Livello 34     5 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : La cittadina è molto carina si trova a sud della Corsica ha delle bellissime spiagge ,essendoci un porto turistico è possibile con navi traghetto ,barche a vela o barche a motore visitare tutto l'arcipelago della Maddalena dove si trovano delle... vedi tutto piccole isole stupende con spiagge caraibiche dove la natura fa da padrone,a mio giudizio questa area marina è senza dubbio una più bella del mondo.
Voto complessivo 7
Guida generale : POSTO INCANTEVOLE, MARE MERAVIGLIOSO, UN LUOGO DA SOGNO, CON VISTE MOZZAFIATO E TRAMONTI DA TOGLIERE IL RESPIRO!! LA CONSIGLIO PER UN VIAGGIO DI NOZZE.....IO O UN RICORDO STUPENDO.. CIAO A TUTTI
Voto complessivo 10
Guida generale : Una città incantevole e con la Corsica raggiungibile in pochissimo tempo. La piazzetta è un punto di raccolta per giovani e meno giovani, punto dove si organizzano eventi e festival bellissimi tutte le estati.
Elena Spadoni
Livello 29     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Paese delizioso : una bomboniera, mare stupendo in particolare nella vicinissima Capo Testa. Buona cucina tipica. Buon punto di partenza per gite in Costa Smeralda e spiagge vicine.
Da non perdere Rena Bianca , Torre di Longosardo
paola ricci
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Non perdetevi la sagra della seadas per assaporare il vero sapore della Gallura , la magnifica spiaggia Rena Bianca e le sue limpidissime acque, la torre saracena e infine la piazza centrale deve in estate ogni sera è festa.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Santa Teresa di Gallura

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Mete romantiche
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Verde e natura
Sport
Giovani e single
Arte e cultura
Avventura
Shopping
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0

Zone turistiche

CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0