×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

San Vito sullo Ionio: guida completa e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0030026
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030029
AdvValica-GetPartialView = 0

San Vito sullo Ionio è un Comune collinare, di origini medievali in provincia di Catanzaro. Il paesino è posto nel cuore della Valle del Beltrame.

 

La sua fondazione viene fatta risalire a epoca Normanna, quando il conte Ruggiero fece costruire nella vallata un’opera di sbarramento, per formare un bacino artificiale. Il toponimo riflette il nome del Santo Patrono. Già San Vito, assunse la denominazione San Vito sul Ionio con un regio decreto del 1863. In seguito divenne comune la dizione “sullo Ionio”. Baronia dei Gironda, sul finire del XV secolo fu aggregata al principato di Squillace, passando, nella prima metà del Seicento, alla nobile casata dei Fosselli. Assegnata successivamente ai Ravaschieri, fu da questi venduta ai Caracciolo di Girifalco, i quali, dopo un periodo di reggenza da parte di un’altra linea della famiglia, nel XVIII secolo ne recuperarono il possesso, conservandolo fino al crollo del sistema feudale, stabilito dalle Leggi Napoleoniche. Distrutta in gran parte dal terremoto che sconvolse la Calabria nella seconda metà del Settecento, col nuovo ordinamento amministrativo dato dai Francesi al Regno di Napoli, all’inizio del XIX secolo, fu inclusa dapprima, quale Università, nel cosiddetto governo di Gasperina e poi tra i comuni del circondario di Chiaravalle Centrale. 


L'economia di San Vito sullo Ionio è legata principalmente all'agricoltura ed all'allevamento, anche se è in via di sviluppo il settore turistico. L’agricoltura è basata sulla produzione di foraggi, ortaggi, olivo e agrumi; è integrata dall’allevamento di bovini e caprini. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei settori: alimentare, edile, della fabbricazione di mobili e della distribuzione di energia elettrica. 

 

Molto rinomati, nella gastronomia locale, sono i piatti tipici: cullurielli, i fichi chini e gli spaghetti all'uso del pescatore.

 

Tra gli eventi più attesi che si svolgono in paese abbiamo prima di tutto, la Festa degli Emigranti che si tiene ad agosto e consiste in eventi culturali, religiosi e di svago, che si alternano durante quasi tutto il mese. Altra Festa molto sentita è la Fiera dell’Annunziata che si tiene il 24 e il 25 marzo. 

Prefisso:
0967
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
sanvitesi
Patrono:
San Vito martire
Giorno Festivo:
15 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0170163

Valutazione generale

1
Media

Chi c'è stato

Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
shopping
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0080077
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni San Vito sullo Ionio

Conosci San Vito sullo Ionio? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Marina Colla
Livello 100     3 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Il comune calabrese è, ai miei occhi, una piccola perla della storia e dell’archeologia. Si trova nella Valle del Beltrame, zona in cui i Normanni lasciarono il segno con la fondazione di numerosi centri urbani. Di quel periodo restano qui... vedi tutto le antiche mura di una diga e le tracce di un castello situato nei pressi del torrente Scorsone. Per quanto riguarda invece l’architettura di tempi meno lontani, tra i monumenti ho trovato molto caratteristica l’omonima chiesa madre, sotto la quale si trova la grotta dove sono conservate le reliquie di San Vito. Molto più antica la Chiesa della Santissima Annunziata, edificata tra il XV ed il XVI secolo, e la Chiesa del Purgatorio, cinquecentesca chiesetta che doveva essere la cappella privata di qualche famiglia nobile del posto. Il Convento dei Carmelitani, eretto nel 1550, è stato un punto vitale per la comunità sanvitese per oltre due secoli, e purtroppo oggi ne restano solamente i suoi ruderi. Testimonianza invece civile, se così la posso definire, la vecchia Filanda, dove si lavorava il baco da seta.
Da non perdere Chiesa di San Vito , Ruderi del Convento dei Carmelitani , Antica Filanda
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0140132

Destinazioni vicine a San Vito sullo Ionio

DestinationListNear-GetPartialView = 0,030029
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070069
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a San Vito sullo Ionio

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110106
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020021

Tipi di vacanza

Arte e cultura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0020017

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0140137
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013

Meteo San Vito sullo Ionio

Sereno
17 °
Min 259° Max 3209°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0160149
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0