×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Pelago: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156267
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Il comune di Pelago si estende tra gli Appennini e il Pratomagno, in zona montana, a circa 20 km da Firenze. La bellezza dei boschi e dei paesaggi fa sì che il territorio di Pelago sia meta ideale per soggiorni estivi ed escursioni a piedi.
La notizia documentaria più antica in Pelago risale al 1089.
Il suo territorio fu a lungo possesso dei conti Guidi di Poppi, dei quali ci sono state tramandate numerose donazioni a vantaggio dei monaci di Vallombrosa.Pelagosclemente Al contrario il castello, almeno a partire dal XIII secolo, risulta sotto l’autorità dei Cattani da Diacceto. Fino al XV secolo più volte sorsero dispute di proprietà tra i Cattani, i monaci di Camaldoli, il vescovo di Fiesole e la repubblica fiorentina della quale dalla metà del Duecento si riconosceva l’egemonia. Per sanare definitivamente le diatribe nel 1445 il papa Eugenio IV emise un "breve" che confermava ai Cattani da Diacceto la proprietà del castello. Pervenuto allo stato fiorentino all’inizio dell’epoca moderna, Pelago fu costituito capoluogo di comunità nel 1808 dall’amministrazione napoleonica, assorbendo la trecentesca Lega di Diacceto. Nel 1836-37 avvenne il passaggio al comune di Pelago del versante destro e della testata della valle del Vicano. Nel 1915 una consistente parte del territorio comunale di Pelago si staccò a formare il nuovo Comune di Rufina.
In auto: da Bologna: Autostrada del Sole A1, uscita Incisa Val d'Arno, SS69 deviazione per Pelago prima di Pontassieve - da Roma: Autostrada del Sole A1, uscita Firenze Sud, SS67 fino a Pontassieve, SS70 per il Casentino e dopo ca. 4 km bivio per Pelago
In autobus: autolinee SITA - www.sita-on-line.it
In treno: linea Firenze - Borgo S. Lorenzo o Firenze - Arezzo. Stazioni di Pontassieve o S. Ellero - www.trenitalia.com

Prefisso:
055
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
pelaghesi
Patrono:
Papa Clemente I
Giorno Festivo:
23 novembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Pelago

simone fabretto
Livello 18     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 8
Guida generale : Paese caratterizzato da un bel borgo antico in cui è possibile mangiare delle ottime specialità toscane come la fiorentina alla brace o un bell'arrosto di carne mista per non parlare dell'ottima tagliata. ottimi anche i locali dove si puo' gustare... vedi tutto del buon pesce fresco.
Da non perdere vecchio borgo , passeggiate , degustazioni
Voto complessivo 6
Guida generale : I servizi di trasporto pubblico, specialmente dopo le 20, sono inesistenti
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156258

Destinazioni vicine a Pelago

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0781312
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0