×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Patti  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0156258

Info su Patti

Superfice:
50 km2
Altitudine:
157 m
Abitanti:
13420 [2013-12-31]
Introduzione

Patti, provincia di Messina, è una città di mare sita nell’omonimo golfo sul mar Tirreno, alle pendici del monte dei Saraceni, consta di circa 14mila abitanti (detti Pattesi) e un clima mite in ogni mese dell’anno.

L’occupazione del territorio a oriente del torrente Provvidenza, sito dell'attuale cittadina, è avvenuta tra il XIII e il XII secolo avanti Cristo, con l’arrivo di Siculi e Ausoni, in seguito arrivarono coloni Greci dalla non lontana Tindarys. Dominata dai Romani dal III secolo avanti Cristo al X dopo Cristo.
Notizie più certe sull’esistenza di Patti come nucleo a se stante si hanno nel periodo Normanno, esattamente nel 1094, anno in cui, con una apposita bolla, il conte Ruggero d'Altavilla fondava qui il Monastero del Santissimo Salvatore. Dopo il 1197 il tutto passò agli Svevi, agli Angioini e agli Aragonesi, in un periodo storico molto movimentato. Nel 1535 l’imperatore Carlo V le dà l’indipendenza amministrativa e ottiene il titolo di Magnanima. Durante la dominazione spagnola, il viceré Ruggero de Paruta vendette la capitania a un certo Enrico Romano. I Pattesi raccolsero i denari necessari, rimborsarono il compratore e fecero di Patti una città del tutto libera, esente da gabelle e dogane su cose mobili e immobili sia per terra sia per mare.

L’11 gennaio 1693, in seguito a un violento terremoto che colpì la Sicilia orientale, Patti subì ingenti danni. Nel 1734 l’isola è dominata dai Borboni che, per punire Messina in quanto prima città a ribellarsi al loro dominio, trasferirono il capoluogo della valle a Patti. Il 18 luglio 1860 Garibaldi sbarcò a Patti che dopo poco, come tutta la Sicilia, entrò a far parte del Regno d’Italia.

Per quanto riguarda l’economia, sono forti agricoltura e allevamento, importanti il turismo balneare, archeologico, storico, la lavorazione delle ceramiche.

Tra gli eventi del territorio, il 5 luglio a Patti grande festa per la patrona Santa Febronia che dà il via all’intensa estate pattese caratterizzata dalla fiera generale, sempre a luglio è possibile assistere alle rappresentazioni classiche al Teatro di Tindarì, la Sagra del Castrato al forno e il Ballo degli Spiriti, in agosto.
A settembre, grandi festeggiamenti in onore della Madonna Nera presso l’omonimo Santuario di Tindari.
In ottobre, è tempo della festa di Maria Santissima del Rosario a Scala di Patti.

Molto seguito poi il Gran Carnevale pattese con sfilate di carri allegorici, gruppi mascherati, con manifestazioni musicali e serate danzanti; e ancora: i riti della Settimana Santa, con la processione nel Venerdì Santo delle "Varette", carri che trasportano 11 statue lignee di pregevole valore artistico. In marzo, dal 25 in poi, processione della Madonna Annunziata durante la quale bambini e bambine fino a tre anni vengono vestiti con ori e preziosi.

Tra le specialità gastronomiche di Patti, diversi piatti a base di pesce azzurro, come le acciughe a beccafico. Da assaggiare poi dolci particolari, come i pasticciotti della Badessa, a base di pasta di mandorla, carne di vitellina, mandorle tritate e spezie varie, ricoperti di zucchero a velo con decori di zucchero cristallino rosso. Preparati con pasta di mandorle altri dolci tipici, i Cardinali, mentre sono morbidi biscotti all’uovo le ficiulette. Ottime le granite, di vari gusti, che qui si gustano persino a colazione assieme alle brioches calde.

Il nome Patti deriva probabilmente dalla parola greca Epacten che significa ‘sulla sponda’ o ‘sul promontorio’. Un’altra ipotesi viene ancora da un’altra parola greca, paktós, poi diventato Pactae e infine Patti, che vuol dire ‘formato’ o ‘fisso’.

Patti
è uno dei maggiori centri turistici della Sicilia Tirrenica, e ammalia non solo per il suo mare, ma anche per il suo centro storico e i tanti monumenti che è possibile ammirare. Sorprendenti le testimonianze archeologiche, con la villa romana, nonché quelle della vicina Tindari, importante anche da un punto di vista religioso.

Prefisso:
0941
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
Pattesi
Patrono:
Santa Febronia
Giorno Festivo:
05 luglio
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

6
Media
3
Ottimo
2
Buona

Chi c'è stato

Tutti
1

Indicatori

Accoglienza
Accessibilità
Sicurezza
mangiare e bere
Attrattive
Intrattenimento
Servizi ai turisti
attività
shopping
Trasporti
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0156258
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Patti

Conosci Patti? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
giovanna
Voto complessivo 9
Guida generale : Paese molto tranquillo, panorami mozzafiato sopratutto a Tindari di Patti, piena di cultura storia, gastronomia ricca di cibarie naturali e buonissime su tutto il territorio consiglio di visitare ANCHE L'HINTERLAND di Patti, contrade nella campagna ricche di tradizioni con tante... vedi tutto sagre di paese per tutto il periodo estivo, tante feste paesane con sagre dei maccheroni, del pane caldo, del dolce, della carne a forno a legna ...ecc con danze per gli amanti del liscio e musica folkloristica siciliana. Per chi ama invece la tranquillità si consiglia la contrada montegiove di patti, paesino tranquillo con un mare pulitissimo e spiagge libere, ma per chi vuole dei confort, tipo ombrellone e sdraio su richiesta, al lido lo puo' noleggiare a prezzi modici, inoltre se si viene durante il periodo agosto molto sentita la festa di paese con giochi organizzati previa iscrizione al comitato di quartiere gratis per bimbi, poi processione mariana e sagre del pesce con musica e fuochi pirotecnici rendono il posto vivace alcune serate estive alternando la tranquillità che c'e. CONSIGLIO A TUTTI DI VISITARE PATTI E LE SUE CONTRADE... IO L'HO FATTO E LO FACCIO OGNI ANNO QUANDO POSSO E MI RILASSO TANTO MA SE SI VUOLE SPOSTANDOTI UNA SERA QUI E UNA SERA LA' TI DIVERTI NELLE SAGRE CHE POPOLANO PER TUTTO IL MESE DI AGOSTO......
Da non perdere Area archeologica di Tindari e Santuario , villa romana
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Passeggiando nello splendido centro storico, che mantiene ancora intatto il suo aspetto medievale, possiamo ammirare:la Cattedrale costruita durante il XVIII secolo sui resti della chiesa normanna fatta edificare da Ruggero II per accogliere le spoglie della madre Adelesia (deceduta nel... vedi tutto 1118 a Patti).Vicino la Porta san Michele, l'unica rimasta dell'originario circuito murario della città, sorge l'omonima chiesa, edificata nel 1538.Fuori dal centro abitato di Patti si trovano due dei più importanti siti archeologici di tutta la Sicilia, le rovine dell'antica Tindari e la Villa romana.Tindari è una frazione di Patti ed è caratterizzata dal Santuario della Madonna Nera, costruito sul finire del XX secolo su un promontorio a strapiombo sul mare.Nella zona archeologica di Tindari possiamo ammirare le mura, le case romane, il teatro e la basilica, nonchè numerosi frammenti di mosaici.Poco distante dal centro abitato si trova la superba villa romana di Patti, costruita in epoca imperiale-romana e rinvenuta solo durante gli scavi del 1976; caratteristica è la decorazione musiva pavimentale policroma con temi geometrici e naturalistici.
Cloe Tod
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : Un mix tra montagna, campagna e mare. Posizione: vicina alle bellissime isole eolie, al tindari, vicinanza di spiagge stupende come gioiosa marea, mongiove. Attrazioni: discoteca la pineta, lidi con musica alla sera, lungomare con gelaterie arancini e granite, cinema all'aperto per tutto... vedi tutto il periodo estivo! Spiagge: patti marina con parte attrezzata da lettini e ombrelloni e con parte libera. mare limpido e cristallino.
ROSARIA STROSCIO Stroscio
Livello 61     4 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : PATTI, CON LE SUE SPIAGGE ED IL SUO MARE E' UN OTTIMO LUOGO DOVE PASSARE LE VACANZE ESTIVE. INSIEME AL MARE OFFRE POI STORIA E CULTURA CON TINDARI E I SUOI SCAVI ARCHEOLOGICI, IL SANTUARIO DELLA MADONNA NERA E OFFRE... vedi tutto INOLTRE LA RISERVA NATURALE ORIENTATA DEI LAGHETTI DI MARINELLO, UNA PICCOLA PERLA DEL MEDITERRANEO ANCORA POCO CONOSCIUTA. IN CITTA SONO ORGANIZZATE MOLTE MANIFESTAZIONI DURANTE TUTTA LA STAGIONE ESTIVA E SE SI VOGLIONO VISITARE LE ISOLE EOLIE CI SONO LE PARTENZE DIRETTE. E' ANCHE UN OTTIMO PUNTO DI PARTENZA PER ESCURSIONI IN TUTTA LA SICILIA: NEL GIRO DI CIRCA UN ORA SI RAGGIUNGONO DIVERSE METE QUALI: TAORMINA, ETNA, GOLE DELL'ALCANTARA, CEFALU', PARCO DEI NEBRODI, MILAZZO, MESSINA ECC. ECC. PER DORMIRE CONSIGLIO SENZA DUBBIO IL MEDIMARE RESIDENCE CLUB, NUOVISSIMO RESIDENCE A POCHI METRI DALLA SPENDIDA SPIAGGIA DI MONGIOVE. PATTI NON PUO' MANCARE TRA LE METE DELLE VOSTRE VACANZE.
Guest
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Paese per pensionati, buona per trascorrerci la vecchiaia e le vacanze estive. Pochissime opportunità per i giovani e per le famiglie. Un paese dove regna l'immobilismo, la gente che la abita sembra avere la paura di cambiarla (come se andasse... vedi tutto tutto bene così).
Da non perdere Area archeologica di Tindari e Santuario , villa romana
Giovanni Giunta
Livello 35     7 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : giro in barca da Patti a Marinello - panorama mozzafiato da non perdere assolutamente.degustare i dolci tipici come i CARDINALI e i PASTICCIOTTI- visitare il centro storico di Patti preferibilmente in notturna e il Promontorio di Tindari all'alba. da non... vedi tutto perdere nemmeno un tuffo nelle splendide acque all'ombra dei faraglioni di Grotte e Valle o per i più audaci immergesi allo scoglio di Patti e alle secche di Tindari. buon divertimento!
Da non perdere Area archeologica di Tindari e Santuario , Mare e Spiaggia
Voto complessivo 6
Guida generale : patti e' unica meta da non mancare per una visita
Voto complessivo 6
Guida generale : Cittadina ridente sul mare che da il nome al Golfo di Patti
Voto complessivo 6
Guida generale : CI SONO NATA A PATTI E MI E DISPIACIUTO TRASFERIRMI
RITA AMICO
Livello 87     4 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Mare splendido, panorama mozzafiato, soprattutto se sulla collina di Tindari. Patti ha tutto: sole, mare, spiagge di sabbia finissima, aree archeologiche e un santuario che ogni anno attira migliaia di fedeli. Cosa chiedere di più?
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156263

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0156267
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0312521
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Patti

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Sole e Mare
Enogastronomia
Giovani e single
Mete per la famiglia
Sport
Montagna
Pellegrinaggi
Shopping
Verde e natura
Mete romantiche
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0312526
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Patti

Poco nuvoloso
11 °
Min 949° Max 1434°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0,0156267
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0