×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Paceco: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010022
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0030016
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0040043

Descritta da Gustavo Chiesi ne la Sicilia illustrata del 1892 “La piana e verde valle di Paceco, opima di messi e di vigneti..” intreccia le sue origini con la leggenda, quando un gruppo di nomadi dall’interno dell’isola giunse lungo le coste della Sicilia occidentale, stabilito a Monte S. Giuliano si spostò a Xitta e successivamente in seguito alle inondazioni sulla vicina collinetta, qui grazie alle condizioni climatiche e al luogo ideale trovò fissa dimora.
Le notizie storiche attribuiscono la nascita di Paceco nel sec. XVII a Placido Fardella a cui darà il cognome della moglie, spagnola, Maria Pacheco. Abitata anche dagli Arabi, la cui presenza ci viene confermata dalla Toponomastica locale Misiligiafari, casale dell’Emiro Giafar, (dinastia Aglabita in Sicilia) luogo su cui si sta espandendo il centro urbano di Paceco.
Abitato sin dalle età paleolitica e neolitica, possono ancora oggi visitarsi gli anfratti rocciosi ricchi di reperti e frammenti litici in selce in località Sciarotta e Malummeri. Posta a 36 metri sopra il livello del mare, la collina è formata da un tavolato calcarenitico del quaternario, profondo oltre quindici metri, ha una struttura urbanistica a pianta ortogonale ricorrente negli abitati settecenteschi. Piccolo centro agricolo è rinomato per la produzione dei meloni gialli.

Prefisso:
0923
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
pacecoti
Patrono:
Santa Caterina d'Alessandria
Giorno Festivo:
25 novembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0040039
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008

Recensioni Paceco

Roberta
Voto complessivo 10
Guida generale : Cittadina Piccola e discreta a pochi passi da Trapani. Paceco è da definirsi come una realtà tranquilla e ricca di sevizi. Durante l'anno vengono organizzate sagre, feste manifestazioni, sfilate di carnevale e presepi viventi ed ogni occasione è buona per... vedi tutto creare momenti di aggregazione e multiculturalità. Da non perdere:Il gelato da Betto Parrinello
Da non perdere Il gelato da Betto Parrinello , Il panino all'ufficiale , I caseifici
Voto complessivo 6
Guida generale : io ci sono nato
patrizia
Livello 12     1 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : molto bella
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0120111
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0160153
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Cerca offerte a Paceco

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100094
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0040038

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0130124
JoinUs-GetPartialView = 0,0020021
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,015014
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0