×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Monselice  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Monselice

Superfice:
50 km2
Altitudine:
13 m
Abitanti:
18682 [2014-09-30]
Introduzione

Monselice è un antico borgo medievale sito nella splendida cornice dei Colli Euganei, in posizione sud-est. Il comune si trova in provincia di Padova, nella Regione Veneto, e il centro storicosi concentra tra le pendici di due colli, quello della Rocca, chiamato anticamente Mons silicis, e il Monte Ricco. I comuni confinanti sono Pernumia, Pozzonovo e Arquà Tetrarca.

La nebbia è una condizione abbastanza frequente a Monselice ma il lato positivo è che contribuisce a creare quell’aria di mistero tipica dell’epoca medievale. Il clima in generale rispecchia quello della regione, umido sia in inverno che in estate, periodo in cui si possono facilmente superare i 30° C.

Monselice rimane fedele a se stessa sia nel nome, sia nella collocazione geografica. Il toponimo originale sembra si riferisse a "monte della via selciata", per la strada che univa la località con Padova, mentre la posizione arroccata fra i monti l’ha formata come città fortificata a uso militare. Le prime tracce storiche risalgono all’Età del Bronzo, II millennio a.C.; nel VII secolo d.C. il Re dei Longobardi occupò l’antica Mons Silicio, conquistando il castello costruito dai bizantini. In seguito ha subito la dominazione Sveva e dei Carraresi assumendo quell’aspetto militare che oggi le ha conferito il titolo di Città Murate del Veneto. Nel 1405 Monselice entra a far parte del territorio della Repubblica di Venezia e diventa centro di soggiorno e di residenza per famiglie patrizie come i Marcello, i Duodo, i Nani e i Pisani.

Nel Settecento Monselice vede uno sviluppo dell’attività industriale, tramite l’estrazione di trachite dal colle della Rocca e dal Montericco, e la lavorazione dell’oro. Anche la filatura riveste un ruolo importante tanto nell’Ottocento vi è l’apertura di un’importante filanda di seta. Nel Novecento, invece, la città diventa il centro del commercio per l’intero territorio della Bassa Padovana, grazie alle comode vie fluviali di trasporto che la caratterizzano. Il territorio montano si presta anche alla coltivazione di cereali, ortaggi e uva da vino, in particolare Merlot e Friularo.

Monselice conserva ancora molte delle antiche tradizioni, il suo passato da città fortificata la vedeva suddivisa in contrade. Questi comuni ancora oggi, ogni anno a settembre, si sfidano nella tradizionale Giostra Della Rocca, una serie di festeggiamenti che ricordano l’arrivo dell’Imperatore Federico II di Svevia nel 1239. Per l’occasione, vengono organizzate diverse competizioni ludiche in stile medievale, come tornei a cavallo, tiro con l’arco e scacchi viventi.

Grande attenzione viene dedicata anche all’organizzazione dei festeggiamenti in onore di San Valentino. Il 14 febbraio migliaia di persone percorrono la Via Giubilare delle Sette Chiese per raggiungere l’Oratorio di San Giorgio, rendere omaggio al Santo e ricevere le preziose "chiavi d’oro" che, secondo l’antica tradizione, proteggono i bambini dall’insorgere dell’epilessia e aprono le porte del Paradiso. La primavera invece è caratterizzata da Rocca in Fiore, nella terza domenica di maggio diversi mastri fioristi si adoperano per decorare tutti gli angoli della città, regalando uno spettacolo incantevole.

La zona dei Colli Euganei è ricca di storia e tradizioni che si rispecchiano anche nella cucina locale. Un prodotto d’eccellenza è la gallina padovana, dalle carni più scure di quelle del pollo tradizionale ma incredibilmente delicate e gustose, insieme al prosciutto veneto Berico-Euganeo DOP e i prodotti riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole, come la sopressa, grosso insaccato di carne macinata, affettato spesso e a volte accompagnato da polenta, la luganega, salsiccia lunga e sottile che si cucina intera o a tocchetti, ed il coeghin, cotechino. Tra i dolci, la pazientina, torta a strati, pasta bresciana, pan di spagna imbevuto di liquore, crema di zabajone, e i pazientini, biscotti preparati con mandorle, nocciole, burro.

L’antico Castello di Monselice non è celebre solo per le sue testimonianze storiche: si narra infatti che tra le sue stanze si aggirino ancora tre fantasmi. Avalda, l’amante del Re Ezzelino, dopo essere stata lasciata da quest'ultimo e aver scoperto che la donna praticava la magia, la fece uccidere da un sicario; ecco perchè Avalda vaga ancora vestita con un abito bianco tutto insanguinato. Jacopino da Carrara, signore di Padova nel dicembre del 1350, dopo essere stato accusato di tradimento fu condannato a morte per fame e il suo fantasma infatti appare magro e con lunghi capelli grigi. La sua amante, Giuditta, ancora oggi vaga attorno al castello chiedendo notizie del suo amato.

Il Veneto è una regione che da sempre attira milioni di turisti per le sue bellezze paesaggistiche e le tradizioni culinarie. Raggiungere Monselice significa attraversare la bassa Padovana, immergersi nei Colli Euganei e perdersi in un tempo ormai passato, tra numerose costruzioni medievali, antichi e maestosi castelli, come il Mastio Federiciano, e il vicino Castello Cini, costruiti entrambi sulla cima del Colle della Rocca.

E ancora, palazzi fortificati, castelli, rocche e torri isolate. Monselice è un luogo con caratteristiche uniche e antiche che portano con sé una forte connotazione mistica, mete di pellegrinaggio sono infatti il Santuario Giubilare delle Sette Chiese e l’Antica Pieve di Santa Giustina. Qui è possibile anche cimentarsi in un itinerario all’insegna del gusto a base di piatti tradizionali del padovano, realizzati con prodotti tipici di qualità, in diversi agriturismi immersi nel verde.

Prefisso:
0429
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
monselicensi
Patrono:
San Sabino
Giorno Festivo:
1
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156258
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

16
Media
6
Ottimo
1
Buona

Chi c'è stato

Tutti
10
Famiglie
2
Turisti maturi
1
Coppie
1

Indicatori

shopping
Attrattive
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Monselice

Conosci Monselice? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Piazza Mazzini. Ricavata dalla preesistente piazza centrale nel 1870 per celebrare l’ingresso della regione nel nuovo Regno d’Italia, mantiene della precedente la loggetta cinquecentesca del Monte di Pietà, che è ora la Biblioteca comunale. La Torre civica sorta nel 1244... vedi tutto è oggi adibita a campanile. Più avanti il Ponte della Pescheria, del 1559 e villa Pisani, eretta nel ‘500 su disegno di Andrea Palladio. Il Castello Ca’ Marcello (dal nome della famiglia che lo ebbe fino al 1835) si raggiunge attraverso la suggestiva via al Santuario, che partendo da piazza Mazzini costeggia la settecentesca Ex chiesa di S. Paolo. Entrati nella corte si ammirano le facciate del duecentesco Palazzo di Ezzelino e del Palazzo di Marcello, in stile gotico. Nel cortile successivo, la chiesetta settecentesca e il muro romanico. Seguendo i giardini si scende verso un palazzetto seicentesco già sede della biblioteca privata di Vittorio Cini, oggi custodita a Venezia nella fondazione omonima. Proseguendo per via al Santuario ci si presenta villa Nani-Mocenigo, edificio del ‘500 con statue e raffigurazioni grottesche. Segue il Duomo Vecchio intitolato a S. Giustina, costruito nel XIII sec. contiene al suo interno affreschi del ‘400 e sopra all’altare un polittico di scuola veneziana. Il Santuario delle Sette Chiese, da cui prende il nome la medesima via, si raggiunge al termine della salita, dove una serie di sei cappelle decorate da Palma il Giovane fanno da corona alla Chiesa di S. Giorgio, nell’area di villa Duodo. La chiesa conserva le reliquie di 25 protomartiri cristiani giustificanti la concessione d’indulgenza ad opera di Paolo V che fu all’origine della costruzione che avvenne su progetto di Vincenzo Scamozzi nel 1592. Una scalinata settecentesca risale il colla su cui domina la Rocca, oggi inaccessibile per motivi di sicurezza. Il ritorno nella parte più moderna della città è permesso da Vicolo Scalone che declina gradualmente verso il centro cittadino.
MARILISA
Voto complessivo 9
Guida generale : Da non perdere la terza settimana di settembre il Palio, con giochi medievali e sfide tra contrade, la partita degli scacchi viventi, sfilata splendida in costume storico con rievocazione di eventi e personaggi medievali. Si può pernottare in un bed&breakfast... vedi tutto situato nei bellissimi Colli euganei, oppure in un confortevole albergo con SPA alle vicine terme. L'autunno è una stagione ideale per vederli tinti di ogni colore, degustare buon vino e visitare anche le zone vicine (Villa Beatrice d'Este con il suo parco, Arquà Petrarca, dove a vissuto il poeta, la Rocca, il Castello del Catajo e le mura di Montagnana, ecc). Vaste zone pedonali e bellissime passeggiate per gli amanti del trekking lungo i sentieri dei colli.
CARLA ROMANINI
Voto complessivo 10
Guida generale : MONSELICE È UNA CITTA' CHE È NEL MIO CUORE. È IL PAESE NATALE DELLA MIA MAMMA E SINO A POCHISSIMO TEMPO FA VI ABITAVA ANCORA L'ULTIMO DEI MIEI ZII SALVAN GIULIO, ORA DECEDUTO. ORA CI VADO DI RADO, MA PRIMA... vedi tutto MOLTO DI PIU',PERCHE' LA MIA MAMMA HA I SUOI CARI NEL CIMETERO. È UNA CITTADINA MOLTO TRANQUILLA, A MIO AVVISO, MOLTO CARINA E NEI DINTORNI CI SONO LUOGHI INTERESSANTI DA VISITARE. LE PERSONE SONO MOLTO CORDIALI E QUANDO VAI NEGLI UFFICI TROVI QUELLA FAMILIARITA' CHE IN ALTRI POSTI, ORMAI, NON ESISTE PIU'. È UNA CITTADINA CHE CONSIGLIO DI VISITARE SE CI SI TROVA NEI PARAGGI, O ANCHE PARTENDO DIRETTAMENTE DA CASA. MONSELICE SEI NEL MIO CUORE! CARLA 02 NOVEMBRE 2012 ORE 12.21 FERRARA
Da non perdere Centro storico , Centro storico
MARILISA
Guida generale : Monselice è situata proprio all'uscita dell'autostrada e permette di pernottare comodamente in una località molto tranquilla con la possibilità di visitare le zone circostanti liberamente. Facilmente si raggiunge anche Padova (con treno, bus o auto). Preferibile organizzare l'itinerario da casa... vedi tutto per non perdere nessuna occasione. Alcuni siti potrebbero prevedere un'apertura occasionale e non sistematica, pertanto meglio essere informati.
Pier Sesana
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 6
Guida generale : Monselice è una graziosa cittadina della bassa padovana, a ridosso dei verdi colli euganei e della zona termale di Abano-Montegrotto. L'antica pieve di S. Giustina, Villa Duodo e le sue famose Sette chiesette sono una parte delle tracce sotirche di... vedi tutto questa cittadina. Per il turista, la sua collocazione geografica aiuta chi vuole girare fra altri ricchi e storici borghi; per lo sportivo i colli sono un luogo dove allenarsi in mezzo alla natura.
marilisa figliuolo
Livello 15     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Assolutamente da non perdere la visita guidata al castello di Monselice, la camminata delle sette chiesette fino alla Villa Duodo con una interessante cappella che conserva anche le reliquie di San Valentino, nei dintorni: il castello di Este, le mura... vedi tutto di Montagnana, Arquà Petrarca (dove ha vissuto ed è morto il poeta), le località termali di Abano e Montegrotto con i resti romani, il castello del Catajo (ogni domenica interessanti visite guidate a tema anche per i bambini), lunghe passeggiate lungo i sentieri dei colli euganei per gli amanti del trekking.
Da non perdere arquà petrarca , la rocca di monselice , Terme Euganee
Giancarlonberaldo
Voto complessivo 6
Guida generale : Paese da assaporare, base per raggiungere città vicine quali Abano e Padova, ricche d'arte e buona cucina. Monselice famosa per la Rocca, che fu meta in passato per scrittori non ultimo il Petrarca.
serena
Voto complessivo 7
Guida generale : Piacevole la passeggiata sulla Rocca e il centro storico. Interessante la visita al castello Cini, la camminata sul monte Ricco e un giro sui colli euganei, in auto, in bicicletta o con belle camminate. Rivolgersi all'ufficio turistico, presso il complesso... vedi tutto ex-chiesa di S. Paolo in centro storico, interessante anche questo complesso da visitare.
Da non perdere Via delle 7 chiesette , Castello Di Monselice , Eventi Annuali
Savino
Voto complessivo 4
Guida generale : Città storica metavigliosa, assolutamente da visitare.
Maurino Rossati
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Un paese ricco di storia condiviso con tutti i paesi che lo circondano,nelle vicinanze di Abano Terme e dei colli Euganei ricco di paesaggio e ospitalità,nonchè di ottima cucina e ottime occasioni di escursioni culturali,ad esempio la visita della casa... vedi tutto del sommo poeta ad arquà petrarca,e molti altri siti di eguale importanza storica e culturale.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0938059

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,1093849
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Monselice

HotelSearch-GetPartialView = 0,0156254
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Mete romantiche
Cicloturismo
Verde e natura
Sport
Terme e Benessere
Mete per la famiglia
Pellegrinaggi
Shopping
Sole e Mare
DestinationListExperience-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156266
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0156263

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156258
JoinUs-GetPartialView = 0,0156266
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156263
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0