×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Melendugno  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Melendugno

Superfice:
92 km2
Altitudine:
36 m
Abitanti:
9830 [2011-11-30]
Introduzione

Melendugno è un piccolo comune italiano della provincia di Lecce situato nell’area centro-orientale del Salento: una zona italiana situata nella parte più meridionale della Puglia, che affaccia sia sul Mar Ionio (ad ovest) che sul Mar Adriatico (ad est).

La cittadina di Melendugno presenta le caratteristiche tipiche del clima mediterraneo (inverni miti da una parte ed estati molto calde ed umide dall’altra), con temperature medie che vanno dai 9 gradi di gennaio ai 24,7 gradi di agosto.

Le prime testimonianze per quanto concerne la storia di Melendugno rimandano addirittura all'età del Bronzo (un periodo storico arcaico, generalmente inserito tra il 3500 ed il 1200 a.C.), con le prime fortificazioni nell'area di Roca Vecchia che sembrerebbero risalire al XV secolo avanti Cristo.

La zona viene abbandonata durante l'epoca romana per venire poi occupata nuovamente dopo la caduta dell'Impero d'Occidente dagli anacoreti. Roca Vecchia viene nuovamente fortificata, ma durante il 1400 ed il 1500 d.C. viene più volte saccheggiata e diventa rifugio quasi costante di corsari e banditi, tant'è che nel 1544 il governatore della provincia Ferrante Loffredo diede l'ordine di radere al suolo tutti gli edifici dell'area. Nel frattempo l'area urbana di Melendugno era stata occupata stabilmente dai Normanni e durante il Medioevo finì per appartenere a diversi feudi: avrebbe vissuto un periodo di relativa stabilità sotto la famiglia D'Amely, per poi passare definitivamente al Regno di Napoli nel 1806.

Oggi come allora uno degli aspetti più appetibili dell'area di Melendugno (una cittadina che ad oggi conta meno di 10.000 abitanti) è la sua splendida parte marina, con una costiera si affaccia sull'Adriatico articolandosi in un insieme di piccole frazioni confinanti: le località marine più celebri della zona sono Torre Specchia Ruggeri, San Foca, Roca Vecchia e Roca Nuova, Torre dell'Orso, Sant'Andrea e Borgagne, che dal 2011 al 2015 è stata insignita della Bandiera Blu (un riconoscimento conferito dalla FEE a località che soddisfino gli standard più elevati sia dal punto di vista della qualità del servizio offerto al turista che da quello della pulizia delle spiagge e dell'acqua di balneazione).

Ciononostante il comune presenta comunque diversi monumenti e luoghi di interesse, tra cui vanno citate innanzitutto le principali architetture religiose quali la Chiesa Madre di Maria Santissima Assunta (risalente al XVI secolo ma fortemente ristrutturata durante il Settecento) o l'Abbazia di San Niceta, edificata dai monaci basiliani durante il già citato periodo di dominazione da parte dei Normanni: della chiesa (pianta rettangolare con presbiterio quadrato, su cui sorgono tre archi a sostenere la copertura a volta) oggi vediamo soprattutto la ristrutturazione gotica che deve essere avvenuta attorno al 1400; al suo interno sono presenti splendidi affreschi datati il secolo successivo, che rappresentano immagini canoniche della tradizionale iconografia cristiana.

In linea più generale il centro storico presenta anche diversi monumenti non religiosi degni di attenzione: dalle case a corte medievali ai frantoi ipogei (detti anche "trappiti"), antri che venivano scavati nel banco calcareo e venivano utilizzati per la produzione dell'olio d'oliva. Detto ciò l'edificio più rappresentativo di Melendugno è sicuramente il Palazzo Baronale D'Amely, commissionato durante il XVI secolo e caratterizzato da una particolarissima pianta stellare (che trova solo altri tre confronti in tutta la Puglia): la facciata del castello è divisa da due tori marcapiano e l'accesso è possibile attraverso un ponte in muratura chiuso da un portale che mostra ancora oggi l'emblema nobiliare dei D'Amely (due leoni che sostengono sul dorso una torre merlata).

Per quello che riguarda le zone circostanti Melendugno, sono ormai celebri le cinque torri d'avvistamento realizzate durante il XVI secolo e sparse su tutto il litorale adriatico. Allo stesso modo è impossibile non parlare di alcuni dei dolmen megalitici più rappresentativi dell'intera provincia leccese: Dolmen Placa, Dolmen Gurgulante e, più in generale, le intere aree archeologiche di Roca Nuova e Roca Vecchia dimostrano ancora adesso quanto sia profonda e complessa la storia di questo spicchio di terra del nostro Bel Paese.

Parlando della Storia di Melendugno è poi doveroso parlare di agricoltura: la terra di questa zona è particolarmente adatta al lavoro e oggi come tanti secoli fa le aree limitrofe il comune sono popolate da immensi uliveti. Per il resto, come già detto, l'economia del litorale si regge principalmente sull'attività turistica e sulla pesca e non a caso, tra le sagre e gli eventi più noti a cadenza annuale di Melendugno, si distinguono sicuramente la sagra del pesce (in scena a San Foca l'8 e il 9 di agosto) quella ortofrutticola (in scena a Borgagne dal 6 all'8 agosto).

Al di là del pescato freschissimo e dell'olio DOP Melendugno propone numerosi altri prodotti tipici. Come nel resto della provincia di Lecce, anche qui la pasta più caratteristica sono le orecchiette di semola di grano duro, mentre se parliamo di pane a farla da padrona sono le Friselle di orzo e di grano. Parlando di carne è impossibile non sottolineare la qualità degli insaccati della zona (sia di carni magre come il vitello che di carni grasse quale il maiale), mentre i vini autoctoni figli dei vitigni più celebri (Negro Amaro, con eventuale aggiunta di Malvasia nera di Brindisi e/o Lecce) sono raggruppati sotto la denominazione Salenti IGT.

Melendugno dista circa 18 chilometri da Lecce e circa 22 chilometri da Otranto. Il modo più veloce per raggiungerla è sicuramente in macchina e i collegamenti stradali più importanti che interessano il comune sono la strada statale 16 (la Adriatica) e le strade provinciali che lo collegano alle già citate frazioni litoranee (Vernole, Borgagne, San Foca, Torre dell'Orso).

Prefisso:
0832
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
melendugnesi
Patrono:
San Niceta il Goto
Giorno Festivo:
15 settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

14
Media
5
Ottimo
4
Buona

Chi c'è stato

Tutti
14
Coppie
1
Famiglie
1

Indicatori

Intrattenimento
Attrattive
Alloggio
mangiare e bere
attività
shopping
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
Sicurezza
convenienza
Trasporti
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Melendugno

Conosci Melendugno? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Oltre al caratteristico centro storico, a Melendugno possiamo ammirare: i "furnieddhi " (cioè i trulli), antiche abitazioni rurali costruite con rocce calcaree e senza l'impiego di calci, al cui interno non entrava la pioggia e la temperatura si manteneva costante durante... vedi tutto tutto l'anno; il Castello D'Amelj, fu eretto nel XVI secolo ed è caratterizzato dalla pianta a stella e dalle stanze affrescate; il Castello Petraroli, edificato nel XV secolo dal barone Gaspare Petraroli di Ostuni dopo che la città gli fu donata da Ferdinando d'Aagona; l'Abbazia di san Niceta, costruita nel XIII secolo al centro di un oliveto, conserva al suo interno preziosi affreschi. Melendugno, oltre che di bellezze artistiche, è ricco di bellezze naturali, come i Faraglioni delle Due Sorelle, le grotte marine , le bellissime scogliere di Torre Sant'Andrea e il porticciolo di San Foca.
Voto complessivo 7
Guida generale : A seconda dei paesi che visiti nelle marine di Melendugno puoi trovare divertimento, tranquillità ma sicuramente troverai un mare stupendo. Torre dell'Orso, località turistica con luoghi di aggregazione e divertimento con spiagge sabbiose adatte ai più piccini, Roca invece sembra... vedi tutto un paese di altri tempi, pochi e piccoli luoghi di aggregazione aperti solo nel periodo estivo, in inverno quasi un paese fantasm, in estate luogo di pace e tranquillità con un mare meraviglioso e rive quasi esclusivamente scogliose. Luoghi di produzione artigianale sia alimentare (soprattutto casearia) che di piccoli oggetti di uso comune.
Da non perdere Otranto , Otranto
Voto complessivo 7
Guida generale : mi è rimasto impresso l'accanimento dei vigili urbani nel fare multe soprattutto ai turisti e nel caso anche a me , capisco che nei comuni ci siano le casse vuote ma non puoi accanirti su chi alla fine ti porta... vedi tutto il pane. Non credo tornerò più. Comunque a parte ciò il paesaggio e il mare, che sono bellissimi, però la pineta di Torre dell'Orso è da pulire...
Sergio
Voto complessivo 10
Guida generale : Ottimo posto, i vigili dovrebbero essere più tolleranti. Mare fantastico strutture adeguate anche se dovrebbero incrementare le gite in barca e tutti gli sport ed attività connessi con il mare. Peccato per la stagione invernale in quanto le marine sono... vedi tutto completamente deserte e spopolate... sarebbe bello vederle abitate e frequentate anche in questa stagione con eventi e strutture che possano attirare le persone.
diego polani
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Zona centrale del Salento da dove si può costruire una vacanza che possa contemplare la gioia di un mare bellissimo e pulito con la campagna pugliese ancora incontaminata. Inoltre cultura, storia e musica popolare rendono la zona favolosa sia per... vedi tutto chi vuole divertirsi da solo o in compagnia sia per chi vuole andare con la famiglia. Ottima la cucina e i prodotti locali ricercati in ogni luogo del mondo.
Da non perdere Otranto
andrea casa
Livello 37     6 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Guida generale : Per chi è amante del mare non si può non visitare l'insenatura naturale "Grotta della Poesia" presso Roca Vecchia. Oltre ad ammirare il paesaggio, fare degli splendidi bagni o per gli amanti tuffi dalle scogliere, con un brevissimo percorso dentro l'insenatura... vedi tutto si raggiunge una suggestiva grotta illuminata da candele. Altro posto da visitare sono le Piscine naturali di acqua solufurea tra San Foca e Roca, dove sarà possibile nuotare tra numerosi pesci e in acque sempre calme
Frank Star
Voto complessivo 10
Guida generale : Località stupenda, mare cristallino e acque incontaminate. La leggenda delle Due Sorelle e la sabbia finissima rendono questa località unica ed inimitabile.
Cinzia
Voto complessivo 4
Guida generale : Melendugno si affaccia sul mare ed ha un sacco di centri adatti al turismo.
Debora
Livello 14     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : È un paese che ha come punto debole i pochi mezzi pubblici di trasporto e le strade che sono un po' tutte da controllare, anche se è un bel paese con molte strutture e marine da visitare. Soprattutto nei mesi... vedi tutto estivi si popola di gente di tutto il mondo.
Da non perdere Abazia di San Niceta , Chiesa Madre , Castello D'Amely
andrea casa
Livello 37     6 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Guida generale : San Foca è un piccolo paesino di pescatori, da provare sono sicuramente i vari ristoranti a buon mercato ed è un ottimo punto di partenza per visitare centri di maggiore interesse turistico come Torre dell'Orso a 1 KM o la... vedi tutto cittadina di Otranto.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Melendugno

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Arte e cultura
Avventura
Mete romantiche
Montagna
Verde e natura
Sport
Mete per la famiglia
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Melendugno

Sereno
24 °
Min 1977° Max 2535°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0