×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Fiè allo Sciliar  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156244
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Fiè allo Sciliar

Superfice:
43 km2
Altitudine:
880 m
Abitanti:
3469 [2010-12-31]
Introduzione

Provincia di Bolzano, Trentino Alto Adige, poco più di 3mila abitanti, Fiè allo Sciliar si estende lungo la valle del fiume Isarco, appunto alle pendici dello Sciliar, che gli dà il nome. Fa parte del Parco Naturale dello Sciliar-Naturpark Schlern.

Variegata l’altitudine di questa comunità montana che conta su 14 frazioni (Fiè di Sotto, Fiè di Sopra, Novale di Fiè, S. Costantino, Umes, Presule, Novale di Presule, Aicha di Sopra, Aica di Sotto, S. Caterina, Prato all'Isarco, Passo, S. Antonio, Peterbühel), dai 315 metri nella valle presso la frazione di Prato all'Isarco fino ai 2.563 metri al monte Pez, il punto più alto dello Sciliar, ricordando che il centro del paese è di 880 metri.

Ai piedi delle montagne, il paesaggio è caratterizzato da boschi e terreni coltivati.

Il gruppo linguistico principale è quello tedesco, che caratterizza il 94,92% della popolazione.

Il clima può contare in genere su dolci inverni ed estati piacevoli, con sole per la maggior parte dell’anno.

Testimonianze mostrano che la zona era abitata in età del bronzo e del ferro e sembra che Fiè dello Sciliar sia stata frequentata dagli Etruschi, poiché alcuni studiosi legano il suo nome al termine etrusco Felsina. Mentre è con la denominazione Fellis che è conosciuta nell’anno 888, quando il re carolingio Arnolfo regala alcuni terreni di qui a un vassallo del conte Jezo, un certo Engilger.

Poi il nome diventa Vellis, quindi Velles, trasformato in Fiè solo nel 1925.

Nel Medioevo la località passa in mano a diverse famiglie aristocratiche, a feudatari e a principi vescovi. Tra i più famosi, nei primi decenni del 1500, Leonardo da Fiè, anche detto Governatore nell'Adige, durante il cui dominio il luogo ha un certo sviluppo edilizio con la creazione di alcuni laghetti per allevare il pesce. Sono gli anni in cui ci sono pure due processi contro presunte streghe con conseguenti roghi.

Nel 1525 si ricorda una violenta rivolta dei contadini particolarmente vessati dalle tasse. Già dal 1500 comunque la zona svela il suo carattere turistico tanto che i signori di Khuepach di Bolzano trascorrono i periodi più caldi a Fiè, acquistando anche due masi. Con l'apertura della linea ferroviaria oltre il Brennero nel 1869, la vocazione vacanziera si espande, tra chi sfugge al caldo delle valli soggiornando qui, e alpinisti e camminatori vari attratti dal paesaggio.

Nel 1903 si fonda l’antenata dell’attuale agenzia turistica, che allora si chiamava Associazione per l’Abbellimento: il più vecchio catalogo di Fiè risale al 1911.

I conflitti mondiali stroncano il turismo ma con il dopoguerra c’è la ripresa che ha portato all’attuale sviluppo di successo.

Il turismo a Fiè dello Sciliar è oggi la voce più importante ma sono rilevanti anche l’agricoltura, con la coltivazione tra l’altro di cereali, frutta, uva e vino (siamo in zona di Pinot grigio, nero e bianco, Müller-Thurgau, Chardonnay) e gli allevamenti di vario tipo. Consistenti le aziende di trasformazione alimentare, soprattutto lattiero-casearie e relative alle produzione di insaccati.

Di rilievo le attività di lavorazione del legno e l’artigianato, dal legno stesso, ai tessuti, all’oreficeria.

Tra gli eventi che arricchiscono Fiè allo Sciliar durante tutto l’anno, da ricordare in giugno la rappresentazione della Cavalcata di Oswald von Wolkenstein, bardo e artista attivo tra il 1300 e il 1400. Questo è il mese in cui ci sono anche le Settimane Gastronomiche all’insegna della degustazione della cucina naturale di Fiè, che si replicano in ottobre con la simile manifestazione detta Dispensa di Fiè. Il 15 agosto si festeggia la patrona, Maria Santissima Assunta.

Per tutta l’estate ci sono appuntamenti, come l’evento del Magic Schlern e lo Schlern International Music Festival.

In autunno, si svolge il Törggelen, l’antica tradizione di degustazione del vino nuovo. Prodotti a chilometro zero, provenienti dai masi e dagli orti che disegnano le vallate, sono l’elemento principe della cucina di Fiè. Tra le prelibatezze, deliziosi piatti di speck, ravioli fatti in casa con il ripieno di ricotta dei masi e di spinaci (ma ci sono tante varietà di vegetali), carne suina affumicata alle erbe. Tra i dolci, krapfen alla marmellata. Da provare i marroni e il vino novello.

Nel comune di Fiè esistono ancora antichi 18 masi aviti, ovvero le fattorie di montagna che appartengono alla stessa famiglia da almeno 200 anni.

A Fiè allo Sciliar la vacanza è un mosaico di avventure che soddisfano chi cerca un paesaggio unico, quello strepitoso della Dolomiti patrimonio dell’Umanità Unesco, la possibilità di rilassarsi in un’atmosfera tranquilla, le soluzioni a 360° per divertirsi e fare sport, visto che le attività anti-pigrizia sono tantissime, le esperienze salutistiche.

Un turismo armonico che punta molto a salvaguardare e far conoscere tradizioni culturali ed enogastronomiche

Prefisso:
0471
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
fieesi/Völser
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

3
Media
1
Ottimo
1
Buona

Chi c'è stato

Tutti
3

Indicatori

Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
Attrattive
mangiare e bere
attività
Intrattenimento
Trasporti
Sicurezza
convenienza
Alloggio
shopping
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Fiè allo Sciliar

Conosci Fiè allo Sciliar? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Naturalmente, prima di arrivare in paese, non si può non visitare il celebre castel Prèsule che tanto ha significato per la comunità di Fiè allo Sciliar. Notevole per bellezza e suggestione è la sala dei Cavalieri ricca di raffigurazioni di... vedi tutto battute di caccia; le altre stanze del castello conservano delle armature dell’Ottocento, una delle quali è un’armatura da samurai, e delle pitture realizzate appositamente per il famoso ristorante Batzenhäusl di Bolzano. Castel Prèsule è anche teatro dell’annuale torneo cavalleresco che coinvolge tutto l’altopiano: il castello costituisce il punto di arrivo della cavalcata Oswald von Wolkenstein. Alla famiglia dei Völs si deve anche la tardogotica chiesa di S. Maria Assunta, che conserva al suo interno un Crocifisso romanico e le portelle laterali dell’altare maggiore attribuite a Narciso da Bolzano. Essere a Fiè allo Sciliar significa soprattutto approfittare del magnifico Parco Regionale dello Sciliar/Naturpark Schlern il cui monte s’innalza sino a m 2563.
Ludwig Vacri
Livello 100     4 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Fié è un comune davvero molto bello del Trentino, la sua esistenza è antecedente all'800 e si trova in un interessante zona boschiva della regione che permette di poter fare lunghe passeggiate a stretto contatto con la natura. Da visitare sicuramente... vedi tutto è il castello di presule che lo sovrasta ed è di antica origine medievale. Nelle vicinanze si trova anche il parco naturale dello Sciliar, in cui non mancano diversi esempi di flora e fauna locale ed in cui si può praticare anche del trekking.
Albino Borgogno
Livello 31     3 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 9
Guida generale : Magia di colori, sapori ed emozioni in un paesaggio incantevole tra le montagne dove la realtà sconfina con il magico. Un posto ideale per ricaricarsi da una vita frenetica che ormai ci lascia poco tempo x delle emozioni vere.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Fiè allo Sciliar

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Montagna
Sport
Verde e natura
Mete per la famiglia
Mete romantiche
Avventura
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0

Zone turistiche

CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0