×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Caltanissetta: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010012
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050047
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003

Caltanissetta si trova nel centro della Sicilia, ed è capoluogo della provincia omonima. Collocata in una posizione di grande rilievo tanto da dominare l'intera valle, la città rispecchia un po’ l’intera valle presentandosi aspra ed ancora un po’ selvaggia.

La città sorge fra tre colli: Sant'Anna, Monte San Giuliano e Poggio Sant'Elia, disposti ad arco. Così formati creano una conca all’interno della quale si è sviluppa parte del centro storico di Caltanissetta . Il nome deriva dall'antica città greca di Nissa, presidiata dai Siracusani, alla quale gli Arabi aggiunsero la parola "Qal'at", che vuol dire "castello". 

Caltanissetta è il settimo comune capoluogo di provincia più alto d'Italia, ed i suoi abitanti si chiamano nisseni. Si tratta di una cittadina di antichissime origini, ma per lo più incerte, anche se probabilmente sicane, deve però il suo nome agli Arabi che conquistarono la Sicilia nel IX secolo.

Venne poi trasformata in feudo durante la dominazione Normanna, in seguito passò sotto i Moncada di Paternò, che furono i titolari della contea fino al 1812. Durante l'Ottocento ha conosciuto un notevole sviluppo industriale avvenuto grazie alla presenza di vasti giacimenti di zolfo che fecero diventare la città un importante centro estrattivo, tanto da essere conosciuta con l'appellativo di capitale mondiale dello zolfo. Oggi le miniere sono chiuse e, per ricordare il passato minerario della città, è stato istituto il Museo Mineralogico e Paleontologico delle Zolfare.

Da visitare è anche la miniera di Trabonella, situata nella principale ex zona estrattiva in un sottosuolo caratterizzato da strette gallerie e fornelli, e all'esterno dagli argani e dall'impianto di trattamento del materiale estratto,  testimonianza di notevole spessore del passato di Caltanissetta legato all'attività estrattiva dello zolfo e all'industria mineraria.

Famosa per i numerosi siti archeologici nelle vicinanze di Caltanissetta c’è il sito noto con il nome di Gibil-Gabib che si trova a 5km dalla città e sorge su una collina sulla zona sud-est della Valle di Selso. Il sito è costituito da tre piatteforme e fu sede di insediamenti preistorici indigeni e di età greca. Gli scavi in quest'area iniziarono nella metà dell'Ottocento e vennero interrotti e poi ripresi negli anni Cinquanta sotto la supervisione dell’archeologo e storico Dinu Adame?teanu.

Tra gli eventi più interessanti a cui partecipare che si tengono a Caltanissetta è sicuramente il Presepe Vivente che si tiene dal 2009 ogni anno. Dalla notte di Natale fino all'Epifania, si svolge un caratteristico e frequentatissimo presepe vivente noto con il nome di Betlemme agli Angeli. Ogni anno vanta la partecipazione di oltre 150 figuranti in costume. Questi sono per tradizione tutti residenti nel più antico quartiere della città cioè il quartiere di San Domenico.

Tra i piatti tipici di Caltanissetta ci sono sicuramente le paste fatte in casa come i cavateddi, le muffulette, pizze dorate e farcite con cipolla e acciughe, nonché con semi di finocchietto selvatico e zafferano e il maccu, una particolare zuppa realizzata con fave e finocchietto selvatico. Un posto particolare è occupato da l’Mbriulata, una focaccia di pasta lievitata ripiena di salsiccia, olive nere, cipolla, pecorino grattugiato ed olio, uno dei piatti tipici siciliani di street food. Altri piatti tipici sono il coniglio selvatico in umido con capperi e olive bianche, mentre la dolce conclusione di varie cene avviene con il torrone a base di nocciole, miele e mandorle.

Prefisso:
0934
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
nisseni
Patrono:
san Michele Arcangelo
Giorno Festivo:
29 settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0180166
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Caltanissetta

Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Caltanissetta è una città dove le sue molte attrattive artistiche testimoniano un passato ricco di vicissitudini storiche. Una di queste è proprio il Castello di Pietrarossa, uno dei tanti manieri sparsi nella provincia. Esso è stato eretto nel 1080 circa... vedi tutto e comprendeva in passato tre torri; purtroppo nel 1567 crollò in seguito ad un violento terremoto. Altro edificio fondamentale è la Cattedrale, bellissimo esempio di stile neoclassico. Costruita nel 1570 venne completata nel 1622; ha facciata decorata da due alti campanili e all'interno è decorata da nicchie e pregevoli stucchi. Notevoli sono gli affreschi di Guglielmo Borremans, e le tante statue che decorano l' interno della chiesa. Accanto alla Cattedrale troviamo la Chiesa di S. Sebastiano, tipica costruzione del '500, venne ristrutturata secondo i dettami dello stile neoclassico. Assolutamente da non perdere l'Abbazia di S. Spirito, fondata dal Conte Ruggero il Normanno venne consacrata solo nel 1151. E' uno splendido esempio di stile romanico; l' interno è scarno e conserva una vasca battesimale romanica. La bellissima Chiesa di S. Agata è annessa al Collegio dei Gesuiti e presenta un interno riccamente decorato in marmi policromi e un impianto a croce greca. Il Collegio è invece decorato in un fastoso stile barocco. Consigliamo inoltre una visita al Museo Diocesano il quale conserva numerosi oggetti provenienti dai vari edifici cultuali di Caltanissetta.  
Renata Giannone
Livello 11     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : Una città povera rassegnata che non riesce a superare la cultura solfatara destinata come altre città siciliane a sopravvivere senza prospettive nel degrado permanente dell'economia agricola e zootecnica anche per la mancanza di acqua che possa dare aiuto allo sviluppo.... vedi tutto Quando si consente la chiusura della più storica azienda nissena "Amaro Averna" si disegna il futuro della città. Ci sono aree archeologiche interessanti come Gibil Gabib con la rara necropoli che vengono perfino dimenticati dagli autori di questo sito. Purtroppo le istituzioni vivono ancora l'era della clientela e del piccolo cabotaggio. E' penoso buttare quattrini per rifare la piazza garibaldi e il corso Umberto con blocchi di granito senza una pianta. Con quei soldi si potevano fare cose più necessarie a partire dalla manutenzione delle strade comunali dewl territorio. Peccato! Non c'è voglia di lotta e riscatto. de sabat
Da non perdere Abbazia di Santo Spirito , Gibil Gabib necropoli
gianpiero
Voto complessivo 8
Guida generale : Anche se non è conosciuta, nemmeno dalle persone che ci abitano vale la pena visitarla anche perché è ricca di bei monumenti come ad esempio i palazzi nobiliari, le chiese normanne, barocche e neoclassiche che si trovano sparse nel centro... vedi tutto storico, o ancora il monumento al Redentore (unico in sicilia) da cui si gode di un bel panorama di una parte della città e del territorio circostante, inoltre l'Abbazzia di Santo Spirito, i musei ed in particolare il museo mineralogico e paleontologico della zolfara unico nel sud italia.
1234
Voto complessivo 8
Guida generale : È bella, piena di monumenti, vi consiglio di visitare l'Abazia di santo spirito ma come intrattenimento ci devono lavorare molto. Un problema però non sono i trasporti pubblici ma la mancanza di negozi, sono pochissimi ma piano piano si potrà... vedi tutto riprendere, ma sarà molto dura. Un consiglio oltre all'Abazia di santo spirito di visitare il museo archeologico e il castello di pietra rossa ma anche il cimitero antichissimo è pieno di tombe e statue antiche.
salvatore antonino Scribani
Livello 40     5 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : Cittadina molto vivibile giovanile ospitale e molto economica ,vi consiglio di visitarla tutto l'anno, ma nella settimana santa dal mercoledì iniziano i festeggiamenti della Santa Pasqua, con la sfilata della maestranza dei lavoratori, in serata sfileranno i gruppi sacri che... vedi tutto segnano la via crucis, il Giovedì, in mattinata la gara bandistica, in serata in piazza si riuniscono tutti i gruppi sacri con annessa banda musicale, e alle 20 inizieranno a sfilare per le vie della città per quasi tutta la notte.Il venerdì Santo nel pomeriggio si ripeterà nuovamente la sfilata della maestranza con il Cristo morto. Caltanissetta inoltre e vicinissima a molte attrazioni come la famosa Piazza Armerina,per vedere i mosaici e le famose ville , poi si ci può spostare a Agrigento, per vedere i templi di Agrigento la famosa scala turca e Selinunte.
emanuele valenti
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Caltanissetta ha una Storia sua come tanti altri comuni della Sicilia. Caltanissetta per merito della Famiglia Moncada partecipò integralmente al rinascimento italiano. Da vedere Il Museo Archeologico custode dell'elmo di un Guerriero (greco?) affascinante.Custode di tanti reperti Di località diverse.... vedi tutto Non dimentichiamo il Lago sfondato, nei pressi di Marianopoli, e la località Mimiani-Cardinale siti d'importanza comunitaria
Voto complessivo 7
Guida generale : Dal 2000 esco raramente ma immagino come possa essere cambiata questa mia città che mi ha dato i natali, non è la che vivo ma so per certo che c'è tanto verde, cosa che prima mancava, ci sono anche rotatorie,... vedi tutto fontane, strade che prima erano solo un sogno
giovanna
Voto complessivo 8
Guida generale : Non sono d'accordo con Enrico, esistono almeno 20 supermercati in città fra i quali Carrefour e 3 centri commerciali nell'arco di 5 km e tutti aperti anche la domenica mattina, più il mercato di frutta e verdura in pieno centro... vedi tutto storico, consiglio di verificare prima di pubblicare informazioni non corrispondenti al vero
Giuseppe
Voto complessivo 5
Guida generale : Cittadina molto accogliente, piena di pizzerie e ristoranti dove si mangia con prezzi economici. Consiglio di visitare la Abbazia di Santo Spirito, il museo archeologico di Santo Spirito, la Cattedrale, il Redentore ed altre chiese antiche. Molto rinomata la celebrazione della settimana... vedi tutto Santa, con particolare riferimento alla processione delle Vare del giovedì Santo, il Cristo Nero e la Scinnenza.
salvatore ferraro
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 7
Guida generale : arrivo ogni sera da agrigento (sono un pendolare) e trovare posteggiate nella rotonda (lato M D) autovetture in maniera caotica e in una zona dove esiste la rimozione forzata, senza che chicchessia prenda provvedimenti, creando situazioni di estrema pericolosità al... vedi tutto traffico, mi da la misura dell'abbandono e dell'indifferenza in cui vive questo comune che, ahimè ,è stato dimenticato da Dio e dagli uomini. Salvatore Ferraro
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0200191
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0280278
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004

Cerca offerte a Caltanissetta

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100098
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0210205
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008

Meteo Caltanissetta

Poco nuvoloso
11 °
Min 11° Max 19°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0180175
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0