×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156262
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Abbadia San Salvatore  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Abbadia San Salvatore

Superfice:
58 km2
Altitudine:
822 m
Introduzione

In provincia di Siena, Abbadia San Salvatore, a 822 metri di altezza, sorge sulle pendici orientali del Monte Amiata, su di un pianoro alla base del cono vulcanico sulla Valle del Paglia, al limite della copertura boschiva, in un territorio irregolare che si alza fino a 1700 metri. Abbadia San Salvatore fa parte del comprensorio della Comunità Montana del Monte Amiata.

Il clima è caldo e temperato, con una piovosità presente in ogni mese dell’anno, abbastanza freddo in inverno con frequenti nevicate. In estate, con il mese più asciutto che è luglio, fa abbastanza caldo ma non eccessivo, grazie alla presenza del Monte Amiata.

Abbadia San Salvatore è un antico borgo medievale che si è sviluppato attorno all'omonima Abbazia benedettina fondata nel 744 dai Longobardi, per controllare la via Francigena, principale via di comunicazione con la Tuscia longobarda. C’è una leggenda a tal proposito, protagonista il re longobardo Rachis, molto religioso. Arrivato in zona per una battuta di caccia sul Monte Amiata, venne a conoscenza del fatto che alcuni guardiani di suini della zona avessero avvistato una grande e forte luce posatasi su un albero della foresta. Curioso, re Rachis si recò in zona per verificare egli stesso: anch'egli ebbe una visione celestiale, una luce che si calava sul grande albero, tanto che decise di far costruire proprio lì la futura abbazia, ai tempi con il nome di Castel della Badia.

Dall’anno mille il centro attorno alla comunità sacra ebbe grande sviluppo e si diede il primo statuto nel 1210; circa un secolo dopo, Abbadia San Salvatore passa sotto il controllo della repubblica di Siena. È un periodo di notevole floridezza e l’abitato si allarga.

Nel 1559 entra a far parte dello stato fiorentino. Nel 1700 il luogo è in decadenza, tanto che alla fine del 1800 non ci sono che poche case all’esterno delle antiche mura. Ma le cose pian piano iniziaronoa cambiare perché, proprio in questi anni, e nei primi del 1900, venne aperta la miniera di cinabro per la produzione del mercurio; ciò richiamaò gente e Abbadia San Salvatore venne riorganizzato dal punto di vista urbanistico. Nel 1904 vennero costruite case popolari cosicché il paese si rinnovò completamente. Si edificò pure un villaggio operaio in località Oriolo, sempre legato all’attività mineraria.

Con la realizzazione, nel 1935, della strada che dal paese porta ai 1734 metri della vetta Amiata, si registra una ulteriore svolta per la vita del paese, con la valorizzazione turistica della zona, che via via porta a costruire alberghi, ristoranti, piste da sci e impianti di risalita coinvolgendo, così, i diversi versanti del Monte, equilibrando con le attività relative la chiusura della miniera.

Oggi l’economia di Abbadia San Salvatore è votata soprattutto al turismo, in ogni stagione, invernale e naturalistico.

Tra le manifestazioni e gli eventi di Abbadia San Salvatore, da ricordare le Fiaccole di Natale, una tradizione millenaria che consiste nell’accendere durante la vigilia grandi cataste di legna che ardono lungo le vie del borgo, tra canti natalizie e degustazioni di prodotti tipici. Il 19 Settembre si tengono i festeggiamenti del patrono San Marco Papa con i riti religiosi, la festa popolare e la fiera, un evento che risale all'anno 892.

Venerdì, sabato e domenica della seconda settimana di luglio è il momento della festa medievale, rievocazione storica in costume che vuole ricordare la cerimonia dell'offerta dei censi, cioè il pagamento dei tributi all'abate del Monastero da parte degli abitanti del Castello di Abbadia, tra il XIII e il XIV secolo. Nello stesso periodo si svolge anche la Cena Medievale, ambientata nel Chiostro dell'Abbazia, con un vero menu del tempo, tra musicisti, danzatrici e mangiafuoco. Il 14 Agosto si tiene Ferra il Bosco, un percorso a piedi fino al Primo Rifugio del Monte Amiata, con degustazione di prodotti locali durante il tragitto, incluse escursioni in mountain bike. Il 20 agosto viene allestita la Fiera di merci varie. Il secondo e terzo fine settimana di ottobre si svolge la festa d'Autunno, tra caldarroste e il profumo dei piatti con funghi preparati negli stand gastronomici della festa, con giochi popolari, spettacoli itineranti, mercatini di artigianato e antiquariato. Il 4 dicembre si festeggia Santa Barbara, protettrice dei minatori, e si svolgono festeggiamenti in ricordo della vita in miniera. La seconda domenica di ogni mese, da maggio a ottobre, viene allestito il mercatino Polvere e tarli in piazza, tra artigianato, antiquariato, collezionismo e prodotti agricoli tipici locali. Ogni secondo e quarto giovedì di ogni mese c'è il mercato di merci varie (se cadono in giorni festivi vengono anticipati al primo giorno feriale utile).

Tra i gustosi piatti di Abbadia San Salvatore, che seguono le tradizioni toscane, vi sono zuppe di verdure e funghi, carne alla brace, al forno, al pomodoro, agnello e cinghiale soprattutto. Da ricordare la ricciolina, una torta di pasta frolla ripiena di cioccolata e frutta secca sbriciolata, ricoperta di meringa cui si aggiunge cioccolata calda decorata con particolari "riccioli" usando una forchetta. Molte delle ricette prevedono l'impiego delle castagne del Monte Amiata, vera eccellenza del territorio.

Abbadia San Salvatore permette di immergersi in un’atmosfera antica dovuta certo alla presenza della sua abbazia medievale ma anche a un paesaggio rimasto abbastanza simile a quello dei tempi della sua edificazione. Ciò ha disegnato un luogo dove le soluzioni di una vacanza all’insegna di sport, storia, natura sono tante e tutte da lode, con un sistema di ospitalità che risponde a ogni tipo di esigenza, in tutti i periodi dell’anno.

Prefisso:
0577
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
abbadenghi
Patrono:
Papa Marco
Giorno Festivo:
19 settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0156271
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

6
Media
3
Ottimo
2
Buona

Chi c'è stato

Tutti
2

Indicatori

Sicurezza
Intrattenimento
Trasporti
shopping
convenienza
Attrattive
Alloggio
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
mangiare e bere
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Abbadia San Salvatore

Conosci Abbadia San Salvatore? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Alighiero Palazzo
Livello 1     0 Trofeo    Viaggia: Da solo
Voto complessivo 10
Guida generale : Abbadia San Salvatore è l'"Isola che c'è" al centro del Paradiso! Una località amena in sé e nel vicino Monte Amiata dove rilassarsi e risintonizzarsi in pace con stessi e da dove partire per bellissime gite nei magnifici dintorni tra... vedi tutto Val d'Orcia, Maremma, Chianti senese, Alta Tuscia laziale e Umbria, tra città d'arte, Abbazie e Terme! Da non perdere l'Abbazia, il Borgo medievale, il Museo minerario con visita alla galleria, la Festa d'Autunno, le Fiaccole di Natale e la Festa medievale. Da non perdere la caratteristica "bottega delle meraviglie" di Marcellina e il dolce locale Ricciolina, pici e tortelli! Per mangiare e dormire, l'eccellente Hotel Ristorante Fabbrini. Pizza al Gatto e la Volpe. In campagna, Laccoria. In montagna, l'Osteria Primo Rifugio e il ristorante Bar La Vetta. Nei dintorni, lo Spugnone a Bagni San Filippo.
Donne Per Brescia
Livello 25     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Guida generale : La cittadina è medievale e tenuta benissimo, la storia della città è affascinante. Non bisogna perdere la visita alla miniera, unica in Italia essendo una miniera di estrazione del mercurio, che ebbe grande importanza nel 900, e la visita al... vedi tutto borgo medievale. Non bisogna perdere la festa di ottobre molto molto suggestiva. I paesaggi nelle giornate serene sono vastissimi. Non bisogna perdere l'assaggio del pane che è ottimo.
Paolo
Voto complessivo 4
Guida generale : Un paese da visitare assolutamente assieme a tutta l'Amiata. Non ne conoscevo tutte le attrazioni, ma si può fare davvero tutto.
Da non perdere Parco museo minerario , Fiaccole di Natale, Festa d'Autunno, Festa medievale , Monte Amiata
Mirella Turrini
Livello 5     0 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Al centro di un percorso termale montano e storico molto importante, bello il borgo, la passeggiata sul monte Amiata e la gita alle terme di San Filippo, spettacolari. Insomma un paese che oltre ad essere bello, non costoso e suggestivo... vedi tutto ha anche un circondario incantevole da consigliare anche per il weekend.
Gilberto Peduto
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Una città molto accogliente, con una buonissima cucina e con un'alta capacita di poter rilassare le persone
Da non perdere Bagni di San Filippo
tomas batazzi
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Bellissima meta immersa nel verde con un eccezionale borgo medievale dove ancora si vedono benissimo le traccie della storia.
Voto complessivo 6
Guida generale : .....è come l'isola che non c'e'.... magica e irreale anche se chi vi abita ancora non lo sa.
Gianni
Voto complessivo 10
Guida generale : Gran bel paese rilassante e dove si respira un'aria magica nelle feste natalizie.
Da non perdere La piazza centrale
floriana
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : ti fa sentire in pace con te stessa
Elena O'Heir
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Un posto magico per riposare corpo e mente!
Da non perdere Abbadia San salvatore , Croce vetta monte amiata , Museo Minerario
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0312516
IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0625049
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Abbadia San Salvatore

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Enogastronomia
Montagna
Verde e natura
Mete per la famiglia
Arte e cultura
Mete romantiche
Avventura
Cicloturismo
Sport
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0