×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Tarquinia: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010013

Tarquinia è una città che propone al visitatore diverse suggestioni, a partire dalla passeggiata nel suo centro storico, dove dominano alte torri e si gironzola tra strette vie che poi sfociano in ampi slarghi e dove spesso sono le facciate delle chiese e degli antichi palazzi a farla da padroni. Con tanti cimeli etruschi che ricordano sempre come qui siamo nel centro della terra di questo antico popolo il cui mistero si svela nella bellezza della sua arte che ancora oggi possiamo ammirare. Una città con le sue millenarie mura a strapiombo sulla roccia, da dove lo sguardo vaga su una campagna che in ogni stagione assume colori affascinanti fino a spaziare sul mare.

Città d’arte, Tarquinia, di storia che si racconta da quando gli etruschi abitavano qui, con il complesso della necropoli etrusca appena fuori il centro abitato che esibisce con grazia le tombe dipinte, per fortuna ben conservate. Con un centro medievale dalle torri svettanti, le possenti mura, le chiese romaniche in un insieme architettonico armonico e piacevolissimo. E città di mare, con una capacità ricettiva di alto livello e per ogni gusto, tra le zone di Marina Velca, la spiaggia di Spinicci, Tarquinia Lido, la spiaggia dei Bagni di Sant’Agostino, Riva dei Tarquini e Tibidado Beach.

Tarquinia ha varie testimonianze ma il posto che meglio la simboleggia è Palazzo Vitelleschi, un vero e proprio capolavoro architettonico del Rinascimento con elementi in stile gotico e catalano: fu fatto costruire dal Cardinale Giovanni Vitelleschi tra il 1436 ed il 1439. Ospita l’importante Museo Nazionale Etrusco e, tra le sue peculiarità, un ampio cortile a pianta trapezoidale caratterizzato da un porticato ad arco con decorazioni bicrome in due materiali tipici della zona, il chiaro macco, roccia calcarea, e lo scuro nenfro, roccia vulcanica. Al secondo piano si trova un altro simbolo entusiasmante di Tarquinia, i cavalli alati, una elegante scultura in terracotta scoperta nel 1936 in località Ara della Regina, e che faceva parte della decorazione del frontone del tempio dell'antica acropoli.

Passeggiando senza fretta nella medievale Tarquinia, da non perdere, oltre la visita al Museo Nazionale Etrusco, il Palazzo Comunale del XIII secolo, in stile romanico-gotico. Poi c’è la Barriera di San Giusto con un ampio belvedere verso il mare. Altra incantevole panorama sulla città è dal Belvedere di Ripa. E poi le torri, Barucci, Draghi, del Magistrato, decorata con un bell’arco. Tra gli edifici religiosi, la Chiesa di Santa Maria in Castello, costruita tra il 1100 e il 1200, mostra un gusto arabeggiante che si mescola allo stile romanico lombardo. Quella antica è probabilmente la Chiesa di San Martino la cui esistenza sarebbe stata testimoniata nel 1051.

Poiché siamo in terra etrusca, su questo versante c’è molto da vedere. Da non perdere la collina dei Monterozzi, lunga circa 6 km, parallela alla costa tirrenica, si estende da qui all’altura della Civita dove sorgeva la città etrusca. La necropoli occupa tutto il colle, per la maggior parte camere scavate nella roccia e sormontate da tumuli. Quelle dipinte sono circa 200, straordinaria testimonianza di arte per l’aldilà, in voga almeno dal VII al II secolo a.C. Qui ci sono le tombe delle Leonesse, dei Leopardi, della Caccia e Pesca. Si possono visitare tutti i giorni tranne il lunedì.

Percorrendo la strada che porta a Monte Romano, dopo circa sette km, una deviazione sulla sinistra conduce all'antica metropoli etrusca, oggi detta Pian della Civita o Pian della Regina, edifici imponenti di cui restano solo rovine, e i Cavalli Alati conservati al Museo Nazionale. Verso la costa, a Gravisca, nella zona dell’area archeologica di Porto Clementino, si trova quel che resta di un grosso luogo di culto greco-romano-etrusco in cui, tra l’altro, è stato rinvenuto un tesoretto di monete del IV secolo d.C, probabile testimonianza del passaggio dei Goti di Alarico. Da ricordare, inoltre, il sepolcreto aristocratico della Doganaccia, che, assieme ai siti de l’Infernaccio, Poggio Gallinaro e Poggio del Forno, rientrano nel progetto della Via dei Principi, un itinerario archeologico sulle tracce delle tombe a tumulo parte integrante del paesaggio di questa parte di Etruria.

Da visitare, inoltre, la Riserva Naturale delle Saline di Tarquinia, nell’omonima località, a Tarquinia Lido. Sono 170 ettari di ambiente ricco di fauna e flora particolare; utilizzate fin dall’antichità per l’estrazione del sale, dopo l'Unità d'Italia il lavoro fu affidato alla manodopera dei forzati e fu creato un borgo vero e proprio, oggi usato per gli uffici della Stazione del Corpo Forestale dello Stato. L’attività di estrazione terminò negli anni Ottanta, proprio quando venne istituita la riserva. Tra gli animali ospiti: fenicottero rosa, garzetta, airone cinerino, tarabuso, cavaliere d'Italia, volpe, istrice e testuggine comune; nelle vasche, pesci e crostacei: cefali, spigole, anguille, gamberi, granchi e vongole.

Il centro storico di Tarquinia mostra una serie di botteghe e negozi in cui scoprire le eccellenze di tutto il territorio della Tuscia maremmana, olio extravergine d’oliva, salamelle e caciotte di latte vaccino e caprino. Diversi anche i laboratori artigianali soprattutto di ceramica che, così come quelli di gioielleria, ricalcano stile e colori degli antichi abitatori etruschi. Per avere tutto sott’occhio si può andare al centro commerciale Top 16 in via Aldo Moro.

Chi ama la vita notturna, trova quello che fa al caso suo dirigendosi verso la costa, soprattutto nella zona del Lido. Pure nel centro è possibile trovare locali, tra via del Duomo e Corso Vittorio Emanuele: tra i più gettonati, Il Porticciolo, in via Filippo Giorgi.

Il luogo giusto per provare la cucina di Tarquinia è ancora una volta il centro, nei cui vicoli e piazze si possono scovare osterie e graziosi ristoranti per gustare le ricette tipiche, dalla trippa alle lumache, dai lombrichelli al sugo alle bruschette. Per chi desidera mangiare pesce, bisogna andare verso il litorale per trovare i locali dove poter gustare una buona frittura mista o gli ottimi spaghetti ai frutti di mare.

Tarquinia è una città ottimale per dedicarsi allo sport, dalla semplice passeggiata, magari presso il Parco Avventura Riva dei Tarquini, o bird watching nelle saline, a quelli più energetici, vista la grande offerta di campi da calcio, da tennis, piscine scoperte, un rinomato campo da golf, varie palestre, campi di tiro con l'arco, maneggi, scuole di vela, scuole di windsurf e campi di volo. Per chi ama la storia e vuole scoprire gli Etruschi, vengono organizzate delle visite guidate nella Tuscia.

Tarquinia, che si gira senza problemi a piedi, dista da Civitavecchia solo 10 minuti per i collegamenti con la Sardegna e la Sicilia, mentre l'aeroporto di Roma/Fiumicino è a 45 minuti; per arrivare a Roma i chilometri sono 90. Con il treno, la tratta ferroviaria è Roma – Ventimiglia, la stazione dista tre chilometri dal centro città, raggiungibile con i bus Eusepi (il biglietto si deve comprare nei tabaccai e si vidima a bordo): ci sono diverse linee per le varie zone del comune e anche per raggiungere Civitavecchia e il litorale, Tarquinia Lido, Spinicci, Marina Velca. La necropoli etrusca si raggiunge a piedi in 20 minuti dal Museo o in bus con la linea urbana D.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0010004
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



21 risultati filtrati per:
Rank 1# di 21
Rank 2# di 21
6 Voti
Rank 3# di 21
Rank 4# di 21
3 Voti
Rank 5# di 21
2 Voti
Rank 6# di 21
1 Voto
Rank 7# di 21
1 Voto
Rank 8# di 21
1 Voto
Rank 9# di 21
1 Voto
Rank 10# di 21
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Tarquinia

HotelSearch-GetPartialView = 0
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Tarquinia
GuideList-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013