×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Soverato: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

Luogo di mare, Soverato, visitato per la sua posizione da almeno 4mila anni, che continua ad offrire svago, relax, buon cibo e natura, mantenendo vive antiche tradizioni e culture. Gli appassionati di sole e spiagge a Soverato trovano il loro luogo ideale. Anche il lungomare è un piacere per tutti i sensi poiché consente di fare lunghe passeggiate a piedi o in bicicletta in un panorama spettacolare, soprattutto nelle ore del tramonto, quando la vista sul Golfo di Squillace si tinge dei colori più caldi e le emozioni arrivano diritte al cuore.

Oltre a mare e spiagge c’è di più, poiché Soverato è un luogo "teatrale", certo per i suoi scorci panoramici ma anche perché numerosi sono gli spettacoli che vengono organizzati ovunque e dove persino una processione assume effetti da oscar. Una città a misura d’uomo dove il turista e la persona sono al centro di qualsiasi iniziativa: il massimo, unito ai suoi scenari.

Il simbolo di Soverato è il suo mare cristallino incotaminato ma anche un monumento particolare, la Pietà di Antonello Gagini, artista siciliano che la scolpì in marmo bianco di Carrara nel 1521. Si trova all’interno della Chiesa di Maria Santissima Addolorata. C’è una bella leggenda circa il blocco di marmo che compone il capolavoro: sembra che il monaco Francesco da Zumpano, fondatore del convento Agostiniano della Pietà, semplicemente pregando riuscì a muoverlo con una leggera fune, così da essere facilmente trasportato dopo gli sforzi inutili di alcuni mariani. Dal miracolo del frate, il miracolo dello scalpellio che ha modellato la pietra creando figure di grande umanità.

Un giro per Soverato non può che cominciare fuori dall’abitato, con le Tombe Sicule, nel sito archeologico delle Grotticelle, in località Sant’Antonio che attestano la presenza dell’antico popolo dei Siculi, attratti anche loro dalla bellezza dei luoghi. C’è poi la Torre di Galilea, detta anche di Carlo V, cinquecentesca, quel che resta di tutto un sistema di difesa sulla costa contro i pirati saraceni. La Chiesa di Maria Santissima Addolorata, fine settecento che, oltre a ospitare la Pietà, presenta un Crocifisso ligneo secentesco che come le altre opere faceva parte di una chiesa andata distrutta durante il terremoto del 1783. Ci sono pure un bassorilievo sempre dell’artista Gagini, cioè Ecce Homo, Cristo risorto con un angelo, e una formella in pietra raffigurante alcuni fanciulli avvinghiati da un serpente. Tutte opere molto suggestive.

Da visitare pure la Chiesa del Rosario, esistente dal XVII secolo, restaurata nel 1910 con una moderna facciata di gusto liberty-neogotico; all’interno affreschi del coro e un matroneo degli anni trenta del Novecento. La Chiesetta della Madonna di Portosalvo, detta anche dei pescatori, è da conoscere per via del salvataggio miracoloso di un pescatore che diventerà anche sindaco e ricordato nella festa d’estate.

Un altro posto da vedere a Soverato è il giardino botanico Santicelli, il cui nome deriva dall’antica denominazione del luogo, cioè "Spina Santa". La sua posizione è particolare, poiché è collocato su un’altura affacciata sul golfo di Squillace che durante la II guerra mondiale fu sede di una batteria antinave e antiaerea: 56mila metri quadrati trasformati da luogo di guerra a luogo di meraviglie vegetali, anche se le postazioni con cunicoli e gallerie ancora sono presenti. L’area, dotata di viali e percorsi didattici, accessibili pure ai diversamente abili, mostra specie tipiche della macchia mediterranea autoctona e specie esotiche per un totale di più di mille esemplari. Una notevole cornice di spettacoli vari con vista mare e verde.

Accanto all’abitato nuovo c’è il sito di Soverato Vecchia, quanto resta del violento sisma del 1783, anno che è decisamente uno spartiacque per la storia di questa cittadina jonica. Soverato Vecchia si trova su una bassa collina di 95 metri sul livello del mare, a poco più di un chilometro dalla costa, ed è circondata su tre lati dal torrente Beltrame. Era un borgo fortificato di cui rimangono tracce delle mura, di due torri, di qualche edificio, di un palazzo signorile e di alcuni mulini. Un abitato dalle strade strette, per meglio difendersi, persino con una piccola piazza. Pure le chiese sono appena individuabili, ma in modo differente, quella Matrice, a ridosso del muro di cinta sul margine settentrionale dell’abitato, risalente al XV secolo, e la Chiesa di Santa Caterina sull’acropoli della città, di cui si ha notizia nel XIV secolo e che è meglio conservata, visto che se ne nota la struttura a pianta rettangolare, con una cripta voltata a botte, parzialmente scavata e destinata ad ossario. Il fascino dell’abbandono e di quel che c’era qui attira senza indugio il visitatore.

Lo shopping a Soverato si svolge attorno a corso Umberto, soprattutto, dove si possono trovare negozi di ogni tipo, abbigliamento, calzature e pelletteria varia di ogni marca, nonché botteghe dove acquistare prodotti gastronomici, formaggi e salumi con il peperoncino, tra cui la n’duja, salame piccantissimo spalmabile. Ci sono inoltre laboratori di artigianato dove trovare oggetti in ceramica molto colorata e di legno lavorato. Pure nella zona lungomare non mancano negozietti in cui reperire inoltre oggetti realizzati con conchiglie e corda naturale, dal look molto marinaresco.

Il divertimento di Soverato, diurno e notturno, si concentra nella zona marittima poiché i numerosi lidi del lungomare di sera offrono intrattenimenti per tutti, discoteche, piste da ballo, persino serate di animazione per i più piccoli. Nella zona di Pietragrande, lido incastonato tra gli scogli, a sette chilometri da Soverato, si trova uno stabilimento-discoteca sulla spiaggia, Scogliera di Pietragrande, notevole proprio per la sua posizione. Da ricordare inoltre, in località Turati, la Bahia Beach Club e la discoteca Margot, nel lungomare Europa. Anche per il cibo, il lungomare è il luogo giusto dove trovare ristoranti soprattutto di pesce, e locali per appetiti tra i più vari. Attorno a corso Umberto, viale Kennedy, piazza Nettuno, via e piazza Cimarosa, altri punti dove provare la cucina di terra.

I dintorni di Soverato sono ricchi di attrattive al pari delle sue spiagge. A proposito delle quali, da ricordare, quella di Caminia, fra Catanzaro e Soverato, molto gettonata dagli under 30, spiaggia dai piccoli ciottoli, scogliere e grotte. Da segnalare l’Area archeologica romana di Scolacium, costruita nel 120 a.C. sopra i ruderi della colonia greca di Skylletion; Squillace, con il suo castello normanno e altre meraviglie; Catanzaro, la città dei due mari, tra Jonio e Tirreno, divisi da una striscia di terra larga trenta chilometri. Non sono lontani Serra San Bruno, con l’eremo di Santa Maria del Bosco e la sua natura caratterizzata da castagno, faggio e abete bianco, e Stilo, uno dei borghi più belli d’Italia con la sua Cattolica, chiesa del IX secolo, e il castello normanno.

A Soverato, dove è presente una stazione ferroviaria, si può arrivare in aereo fino a Lamezia Terme, che vi dista 50 km, raggiungendo la città con le Autolinee Romano. In auto, le principali strade sono la SS 106 Taranto-Reggio Calabria e l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Per muoversi con i bus ci sono le Autolinee Federico che collegano Soverato con Catanzaro e attraverso le diverse coincidenze con tante città (anche Roma, Milano, Torino), per info: www.autolineefederico.it. Per collegare Soverano Superiore e Marina ci sono opportune navette comunali con due percorsi di andata e ritorno attive solo la mattina.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0110107

Attività

Attrattive

Divertimenti

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0090089
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010009

Cosa vedere secondo voi



17 risultati filtrati per:
Rank 1# di 17
11 Voti
Rank 2# di 17
Rank 3# di 17
6 Voti
Rank 5# di 17
Rank 8# di 17
Rank 9# di 17
2 Voti
AttractionList-GetPartialView = 0,1821752
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0050038
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0080076
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020021

Cerca offerte a Soverato

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100094
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0100098

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Soverato
GuideList-GetPartialView = 0,0010013
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0