×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Calabria: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

La Calabria offre ben 800 chilometri di coste, ideali per soddisfare ogni esigenza, eppure il suo entroterra è altrettanto ricco e bellissimo da visitare. Basti pensare alle catene montuose del gruppo del Pollino, alla Sila ed all’Aspromonte dove si possono organizzare tour a contatto con la natura più selvaggia, fra pini, querce, castagni ed ulivi. Anche la fauna è particolarmente ricca grazie alla presenza di cinghiali, istrici, caprioli, falchi, puzzole e moltissime varietà di uccelli. I borghi e le città possono vantare una lunga storia e rendono una vacanza in Calabria adatta anche per amanti della cultura, senza considerare la presenza di numerosi siti archeologici che testimoniano l’importanza di questo territorio per i Greci ed i Romani.

Cosa vedere in Calabria: le 10 cose assolutamente da non perdere

Reggio Calabria: sulle tracce della Magna Grecia nel Museo Nazionale

A Reggio Calabria si trova uno dei principali musei archeologici d’Italia che conserva testimonianze della civiltà della Magna Grecia oltre ai famosi Bronzi di Riace. Le due sculture in bronzo risalenti al V sec. a.C., rinvenute nel 1972 nelle acque del Mar Ionio, poco lontano dalle coste di Riace, sono fra i capolavori più rappresentativi dell’arte ellenica.

Durante una vacanza in Calabria, questa è davvero una tappa irrinunciabile. Oltre alle statue si può ammirare la cosiddetta Testa del Filosofo di Porticello, una testa in bronzo rinvenuta, insieme ad altri reperti, nel relitto di una nave affondata nello stretto di Messina. Il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 20; in estate sono previste aperture straordinarie serali, dalle 20 alle 23. La prima domenica di ogni mese l’ingresso è gratuito; il prezzo del biglietto intero è di 8 euro, ridotto 5 euro.

Il borgo di Bivongi

Bivongi, in provincia di Reggio Calabria, è un caratteristico borgo ai piedi del monte Consolino, nella Valle Bizantina, così chiamata perché tutti i centri abitati che vi si trovano hanno conservato una tipica architettura bizantina. Bivongi è anche noto per il vino e le cascate del Marmarico e rappresenta una meta diversa dal solito e molto interessante.

Pare infatti che sia stato costruito su un monastero bizantino costruito da monaci scappati dalla Grecia e provenienti proprio dal Monte Athos. Il paese si sviluppò rapidamente intorno al monastero ed ha conservato gli influssi bizantini uniti a quelli normanni. Da vedere i resti della basilica dedicata a San Giovanni Theristis, realizzata intorno all’anno Mille ed il mulino del forno, vicino al centro storico, costruito dai monaci per estrarre il piombo e che oggi ospita un museo industriale. Bivongi si raggiunge da Reggio Calabria tramite la E45 in circa 2 ore.

Chianalea: la piccola Venezia del mare

Nonostante Chianalea non abbia edifici storici o monumenti di particolare pregio, andrebbe visitata per la particolarità delle sue case e l’assetto urbanistico, che le fatto acquistare l’appellativo di Piccola Venezia. Il piccolo borgo vicino a Scilla, infatti, sorge direttamente sugli scogli ed il mare, molte volte, arriva a lambire le porte delle case dei pescatori.

La visita non ha una meta precisa; vale la pena passeggiare fra i suoi vicoli che, molto simili a canali, scendono verso il mare e si sviluppano fra le abitazioni, incontrando antiche fontane e chiese. L’antico palazzo Scatena, oggi albergo, è l’unico edificio di valore architettonico e si affaccia direttamente su Scaro Alaggio, l’approdo dei pescatori. Sul borgo domina il castello Ruffo del 1532, che oggi è sede di convegni e manifestazioni culturali. Chianalea si raggiunge in circa 30 minuti da Reggio Calabria verso Scilla, con l’autostrada del Mediterraneo ed E45.

Monasterace ed il tempio di Kaulon

Appena termina la Locride si trova Monasterace, nella cui zona marina si trovano i resti dell’antica Kaulon, una ricca colonia della Magna Grecia, nemica dei siracusani che la distrussero. Secondo la tradizione fu fondata da Kaulon, eroe della guerra di Troia ed oggi si possono ammirare i magnifici resti del tempio dorico, del 420 a.C., l’antico altare ed alcune case, fra le quali la Casa del Drago, che era abbellita da un musaico che si trova al museo di Reggio Calabria. Presso il museo archeologico di Monasterace si possono ammirare tutti i reperti rinvenuti durante gli scavi.

Nel borgo, inoltre, ci sono interessanti architetture medievali da ammirare, come il castello e la chiesa di Maria Santissima di Portosalvo. Il museo ed il parco di Kaulon sono aperti dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 20, il biglietto costa 4 euro. Monasterace si trova sulla SS106 Ionica.

Tour di Catanzaro

Arrivati a Catanzaro vale la pena salire subito alla terrazza di Bellavista per ammirare un panorama davvero splendido sul mar Ionio, scendendo poi lungo il dedalo di vicoli per arrivare alla Grecia, il quartiere più antico della città. Qui si visita la Chiesa del Carmine, il Palazzo De Nobili, sede del Municipio e villa Margherita con il museo numismatico.

Non troppo distante, poi, ci sono il Palazzo Vescovile con l’annesso museo diocesano. Proseguendo lungo il percorso si giunge al quartiere Siano dove c’è l’originale museo delle Carrozze che ospita circa 25 esemplari, fra cui il calesse di Rossella O’Hara del film Via col Vento. Il Venerdì Santo a Catanzaro si organizzata la pittoresca processione della naca, ovvero culla, dove è adagiato il corpo di Gesù.

Soverato

Può essere, a ragione, considerata la vera perla dello Ionio per i paesaggi mozzafiato che si possono ammirare dalla parte più alta della cittadina e che offrono uno spettacolo sul mare turchese. Soverato è anche una rinomata cittadina balneare, meta di molti turisti nel periodo estivo. Passeggiando nei vicoli della parte vecchia si incontrano scorci suggestivi fra i quali l’antico borgo medievale. Fra gli altri monumenti da non perdere c’è l’imponente Monastero di Santa Maria della Pietà del XVI secolo. Prima di lasciare Soverato vale la pena fermarsi presso l’Orto Botanico comunale, che si trova su un’altura che domina il golfo di Squillace e che ospita piante tipiche della macchia mediterranea.

Diamante, la città dei Murales

Diamante, in provincia di Cosenza, è conosciuta anche per le sue duecento opere pittoriche realizzate sulle pareti delle case dei pescatori nel centro storico. La cittadina è stata fondata nel 1642 da nobili napoletani in fuga dalla rivolte del popolo. Essa è apprezzata per le sue spiagge, i vicoli del centro storico e la frazione di Cirella dove si trovano i ruderi della vecchia città, il Fortino napoleonico, il Palazzo Ducale e la zona archeologica.

Diamante, però anche la patria del peperoncino ed a settembre si svolge il festival organizzato dall’Accademia italiana del Peperoncino, durante la quale per 5 giorni le strade sono invase da stand gastronomici con prodotti tipici calabresi, ovviamente a base di peperoncino. Diamante si raggiunte da Cosenza in un’ora e mezza tramite la SS107 e la SS18.

Maierà ed il museo piccante

Questo borgo arroccato a 300 m sul mare è stato scelto dall’ dall’Accademia italiana del Peperoncino come sede del Museo del Peperoncino, il più piccante d’Italia. La sede è ubicata presso l’elegante Palazzo Ducale nel centro storico. Proprio a Maierà, infatti, si coltiva il cangarillo, il re dei peperoncini calabresi. Il museo ospita pannelli espositivi, mappe, testimonianze storiche, ricette ed una panoramica sulla coltivazione di questa spezia nel mondo. Dopo vale la pena andare in uno dei tanti agriturismi e ristoranti per assaggiare le specialità locali a base di peperoncino. Il museo è aperto tutti i giorni dalle ore 17.30 alle ore 23.30; Maierà si trova a pochi chilometri da Diamante.

Rossano Calabro

Rossano Calabro, in provincia di Cosenza, è la patria della liquirizia. Il paese è stato fondato in epoca romana su una rupe che domina la piana di Sibari e raggiunse l’apice del suo splendore in epoca bizantina; di questo periodo rimangono importanti testimonianze soprattutto nella chiesa di San Marco, fra i capolavori più importanti di arte sacra bizantina in Calabria. La cattedrale, invece, conserva un dipinto della Madonna Acheropita, ovvero non dipinta da mano umana. Il principale museo cittadino, invece, è ovviamente dedicato alla liquirizia, ospitato in un palazzo storico.

Qui si possono scoprire tutti i segreti della coltivazione di questa pianta, quali parti sono utili a fini benefici e tante altre curiosità. Il lungomare di Rossano, poi, in estate si anima di numerose manifestazioni fra cui il Memorial Festival, una rassegna blues conosciuta in tutta Europa.

Isola di Capo Rizzuto

In questa zona sorge uno dei simboli che rappresenta la Calabria nel mondo: il castello aragonese che sorge su un isolotto a più di cento metri dalla riva di Le Castella. Questo castello è stato anche il protagonista del famoso film Brancaleone alle crociate. Le origini sono ancora più antiche visto che Annibale fece costruire in questo luogo una torre, poi vennero erette successive fortificazioni lungo tutta la baia ed infine il castello, del 1445. Dopo anni di abbandono è stato completamente ristrutturato ed è visitabile anche all’interno. La fortezza de Le Castella è visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 20 e rappresenta una bellissima destinazione anche per il meraviglioso luogo in cui si trova.

cosa vedere in Calabria

Cosa vedere in Calabria... senza perdere tempo!

  • Attrazioni gratuite: fra le attrazioni e località da visitare gratuitamente in Calabria ci sono il Parco della Sila, una magnifica area compresa fra Crotone, Catanzaro e Cosenza, adatta per una giornata fra la natura, il Santuario di Santa Maria dell’Isola a Tropea, ubicato in posizione panoramica, dalla quale si possono ammirare le isole Eolie e l’Isola di Dino, davanti al golfo di Policastro, con le sue grotte ed i bellissimi panorami. La Riviera dei Cedri, al confine con la Basilicata, con 80 chilometri di costa, offre spunti interessanti per una visita low cost.
  • Attrazioni per bambini: chi decide di trascorrere una vacanza in Calabria con i bambini può visitare molti dei luoghi precedentemente descritti che, per la loro bellezza e particolarità sapranno incantare anche i più piccoli, soprattutto le aree marine, ricche di spiagge sabbiose e luoghi dove giocare e fare il bagno in tranquillità. In più ci sono alcuni parchi divertimento come l’Aquapark Odissea 2000 a Rossano, l’Aquarium ad Isola di Capo Rizzuto, il Parco Avventura a Sibari ed il Parco Faunistico a Misasia Bisignano.
  • Cosa fare la sera: al di là dei vari locali e ristoranti presenti sul territorio calabrese, nelle città e nei piccoli borghi meta di vacanze estive, i giovani potranno trascorrere la notte presso le discoteche Rebus o Bounty Club a Catanzaro, al Sangineto di Cosenza, a Le Club di Reggio Calabria o all’Hangloose Beach a Lamezia Terme. A Reggio Calabria la movida si sviluppa tutta intorno al lungomare Matteotti e sulle spiagge dove i locali si trasformano ed offrono musica, cocktail e divertimento fino a notte fonda.
CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0080076
AttractionTabSwitcher-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Cosa vedere secondo voi



760 risultati filtrati per:
Rank 1# di 760
42 Voti
Rank 3# di 760
27 Voti
Rank 4# di 760
27 Voti
Rank 5# di 760
26 Voti
Rank 6# di 760
21 Voti
Rank 7# di 760
23 Voti
Rank 8# di 760
22 Voti
Rank 9# di 760
22 Voti
AttractionListNSContainer-GetPartialView = 0,1931855
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010017
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,004003
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010008
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070069
AdvValica-GetPartialView = 0
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0,003003
AdvValica-GetPartialView = 0
Gallery_3xN_Small-GetAsyncComponentContainer = 0,0010008

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,1221176
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0020022
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0