×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

San Casciano in Val di Pesa: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

San Casciano in Val di Pesa è un comune che appartiene alla città metropolitana di Firenze, che sorge tra la val di Pesa e la Val di Greve ed è caratterizzato da un dislivello altimetrico di ben 438 metri. Risulta essere abitato sin dal tempo degli Etruschi ed è un centro molto rinomato per quello che riguarda la produzione di materie prime tra cui spiccano i vini e l'olio extravergine d'oliva.

Il comune si articola tra un nucleo centrale e diverse frazioni caratterizzate da peculiarità differenti. Il cosiddetto "Mercatale" è ad esempio la frazione principale di San Casciano e, come è facile intuire dal nome, nasce come luogo di mercato; "Cerbaia" è invece la frazione più popolosa e lega la sua storia alla Signoria di Firenze, che proprio qui fece costruire un ponte nel lontano 1295 per scavalcare il fiume Pesa. La storia di "Montefiridolfi", oggi borgo agricolo, si lega a quella di un castello appartenuto ad un'importante famiglia nobiliare, mentre quella di "San Pancrazio" è strettamente legata a quella di una Pieve romanica esistente già nel X secolo.

Proprio la Pieve di San Pancrazio è con ogni probabilità uno dei monumenti più importanti di tutta San Casciano in Val di Pesa: un'architettura di ispirazione longobarda che segue lo schema a tre navate divise da pilastri e concluse da due absidi e che conserva al suo interno importanti opere d'arte tra cui spiccano un crocifisso ligneo del seicento ed una "Madonna del latte" attribuita a Cenni di Francesco.
Detto ciò la storia del comune si lega da sempre a quella delle sue pievi: quella di Santo Stefano a Campoli risulta esistere dal X secolo ed è caratterizzata da forme romaniche, a cui sono stati aggiunti particolari seicenteschi (tra cui il portico) e settecenteschi (tra cui il loggiato esterno); la Pieve di Santa Cecilia a Decimo è tra le più antiche del territorio e risale al 774 d.C., mentre la Pieve di San Giovanni in Sugagna, che sorge a ben 232 metri al di sopra del livello del mare, è celebre soprattutto per alcune interessanti opere in terracotta che contiene al suo eterno tra cui spicca una "Pietà" di Benedetto e Santi Buglioni.

Altro elemento caratterizzante del territorio di San Casciano in Val di Pesa sono i castelli, la maggior parte dei quali è stata costruita dai o è appartenuta ai Buondelmonti, una nobile famiglia fiorentina divenuta celebre per la storica lite con gli Amidei da cui sarebbero derivate le lunghe lotte tra Guelfi e Ghibellini. Il Castello di Bibbione è una strana via di mezzo tra un fortilizio ed una residenza cinquecentesca di campagna, mentre il Castello di Gabbiano è caratterizzato dalle sue torri tonde di influenza francese, poste ai quattro angoli delle mura di cinta. Castello Monteriridolfi purtroppo presenta poco della sua struttura originale, al contrario di Castello di Pergolato, primo forte maniero a difesa del territorio circostante, poi trasformato in palagio di campagna.

Chiudiamo questa breve rassegna sulle bellezze di San Casciano in Val di Pesa tornando a soffermarci su alcune delle sue materie prime d'eccellenza. Il comune si trova infatti nel cuore del cosiddetto “Classico”, la più grande delle sette sottozone istituite con un Decreto Ministeriale del 31 luglio 1932 all'interno delle quali può venire prodotto il vino Chianti. Si tratta di un celeberrimo vino DOCG che caratterizza tutta la regione Toscana e che può essere prodotto principalmente con il vitigno Sangiovese ed altri vitigni idonei alla coltivazione nell'ambito della regione. Un vino rubino vivace, con un odore molto pronunciato ed un sapore vagamente tannico assolutamente inconfondibile. Parlando invece di cibo l'area di San Casciano è nota soprattutto per la produzione di pane toscano, salumi ed insaccati e formaggi (soprattutto avvicinandosi a Siena e al suo Montefollonico).

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156258

Attività

Attrattive

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



10 risultati filtrati per:
Rank 1# di 10
2 Voti
Rank 2# di 10
1 Voto
Rank 3# di 10
1 Voto
Rank 4# di 10
1 Voto
Rank 5# di 10
1 Voto
Rank 6# di 10
1 Voto
Rank 7# di 10
1 Voto
Rank 8# di 10
Rank 9# di 10
Image not found
Rank 10# di 10

PISCINA DEL CHIANTI NUOTO FITNESS BENESSERE

Indirizzo: 2, V. DANTE ALIGHIERI
Telefono: 0558290298
AttractionList-GetPartialView = 0,1718884
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0156263
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di San Casciano in Val di Pesa
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0