×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Massa Carrara: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

Massa Carrara è un bel centro costiero della Toscana. Si tratta di una delle zone più conosciute della regione molto spesso meta di vip e personaggi del mondo dello spettacolo. Sicuramente il motivo principale per cui visitare questa zona, oltre al mare ed altre bellezze, è la principale sede di estrazione del famoso marmo di Carrara. E vale davvero la pena vedere questi grandi centri di produzione dove vengono create anche statue ed elementi di design.

Molti sono i punti d’interesse della zona. Iniziamo dal Palazzo Ducale il cui nucleo originario è dei primi del '500 ed era la Villa dei Malaspina. La parte più importante dell'edificio venne realizzata da Carlo I ed è costituita dal Salone degli Svizzeri e dalla Cappella Ducale, della cui originaria ricchezza restano intatti solamente i soffitti affrescati da Carlo Pellegrini. Teresa Pamphilj, moglie di Carlo II, ne terminò la costruzione durante il primo '700 e affidò la sistemazione della facciata ad Alessandro Bergamini. All'interno del Palazzo, lo stesso Bergamini, realizzò l'Alcova del Duca Carlo II, in cui potè esaltare in pieno il suo estro. Molto imponenti anche le sale affrescate da Stefano Lemmi, autore anche dei fregi e degli affreschi che decorano il Grottesco. Il Castello Malaspina nella cui parte alta si può ammirare la parte piu' antica. Circondato da una fortificazione era una base di controllo per la sottostante via Pedemontana, via che aveva sostituito la via Romana Aemilia Scauri. Durante quel periodo il dominio sulla rocca di Massa era tenuto dagli Obertenghi e proseguì fino al XIII secolo. Inizialmente il castello doveva essere solo in un'alta torre recintata, chiamata il mastio; la sua funzione era quella di vigilare sulla pianura e sulla costa e probabilmente era collegato con altre torri nei monti circostanti, formando, così, fino alla torre di Montignoso, una catena di avvistamento. La torre fu l'unica struttura abitata per alcuni secoli e rimase in piedi anche quando il castello si ampliò notevolmente. È scritto che nel 1538 il mastio subì forti danni causati da un fulmine che aveva colpito la stanza delle munizioni causando una violenta esclusione. La ricostruzione della torre si può riconoscere nella cortina merlata con le tre torri ed il ponte levatoio. Successivamente agli obertengh, nel 1268 ci fu la devastazione ad opera di Corradino di Svevia e forse Castruccio castrani. Al posto del palazzo Malaspina c'erano solo poche abitazioni, in legno, dibite a magazzino o come case sottostanti il castello.

Una terza fase è contraddistinta dall'ampliamento in epoca rinascimentale della rocca, ad opera di Giacomo Malaspina e dai suoi discendenti.  Nel 1434, durante la dominazione Fiorentina, iniziarono i primi lavori sulla rocca, incentivando la costruzione della Vicaria. Fu successivamente fortificata la cinta muraria del poggio a scopo difensivo. Nel corso degli anni furono aggiunte ulteriori e più vaste fortificazioni. La costruzione del castello raggiunse la forma di L nel xv secolo; durante il xvi secolo la struttura fu ampliata e venne aggiunta la parte che si affaccia sul cortile e le loggette verso il borgo della Rocca. Nel 1465 alcuni scritti parlano di una "sala maiori" nel Castello, che probabilmente poteva essere il salone vicino alle tre salette al piano terra. Nel 1494 Carlo VIII alloggiò nel castello di massa durante la scesa in Italia. Nel 1515 viene stipulato un contratto nella sala "de la Spina" vicino alla Cappella detta della Rocca. Dal XV secolo in poi le strutture fortificate non sentirono più l'esigenza di un apparato difensivo e con l'avvento delle armi da fuoco, si crearono delle strutture che rendevano possibile colpire da punti focali il nemico. Nel 1548 furono restaurate le mura in cui mancavano ancora il blocco difensivo sul lato mare e le cannoniere, nel 1570 venne invece cotruito il puntone. Il bastione era stato costruito intorno ad una torre, chiamata la "torre di Pinello", della quale si scorge, ai giorni nostri, solo il perimetro circolare del basamento, crollato nel 1780. Questa breve frase ci dimostra come tutta la fortezza fosse stata attrezzata per contrastare la nuova minaccia e il pericolo delle armi da guerra. Alberico Cybo Malaspina, principe del Sacro Romano Impero e di Massa, costruì questa bastionatura gigantesca nel 1570.

Nel 1603 Alberico I Cybo Malaspina fece lavori nel Castello nel lato sud-ovest e aggiunse il bastione che ha nella parte superiore un tratto di muratura ad arcate adibita a cannoniera, il "Cavaliere". Nel XVII secolo, infine, si ha un ulteriore ampliamento delle strutture difensive, costituito sostanzialmente dal blocco consistente nelle cannoniere visibili sopra l'ingresso principale del castello.

Per quanto riguarda lo shopping, lungo le quattro vie principali della città, che si affacciano sulla piazza della chiesa presentano un grandissimo numero di negozi firmati come Gucci, Moschino, Prada, Hogan e tantissimi altri ancora. Tra questi non mancano diverse boutique dove trovare oggetti ed indumenti di griffe straniere e particolari.

Per quanto riguarda la vita notturna, Massa Carrara offre tanto, infatti, dopo una bella giornata passata al mare a prendere il sole, ci si può immergere nella folle vita notturna toscana, scegliendo uno dei tanti locali o discoteche che si affacciano sul mare dove al ritmo di buona musica e in compagnia degli amici ci si può divertire fino all’alba. Tra i locali più alla moda ci sono sicuramente la discoteca Charleston che in estate organizza anche delle belle serata anni 50; la discoteca Jammin, una delle più vecchie e famose della zona che attira un gran numero di giovani, e, per finire, la discoteca Miami, che si trova a Marina di Massa, dove si organizzano diversi parti a tema come schiuma party e wild party con tanto di bagno a mezzanotte.

La Toscana è famosa anche come la regione del buon cibo ed in questa zona si possono assaggiare numerosi piatti tipici: la torta di riso, preparata durante il periodo pasquale, condita con verdure di stagione; i tordelli massesi, piatto natalizio; il pattone, un dolce preparato con la pasta frolla; il castagnaccio, una torta a base di farina di castagne, miscelato con pinoli, noci, uva passa, scorza d'arancio e rosmarino, spesso servita con ricotta di pecora massese. Poi neccio, frittelle composte da un impasto di farina di castagne, acqua e sale; il ciorchiello, un ciambellone preparato con pasta di pane, uova, burro, pinoli, uva sultanina e semi di anice. Poi si può gustare l'Erbi, una zuppa a base di erbette aromatiche; il pecorino massese, prodotto dalla pecora di razza massese e condito con diversi aromi di erbe, le panzanelle, il baccalà alla massese, la polenta encajata, i nervetti ripieni, la pancetta apuana e le buonissime cipolle farcite sono altri piatti che è possibile gustare a Massa Carrara. Tra i vini ed i liquori non si può rifiutare del vino Candia dei Colli Apuani DOC e un bicchiere di Biroldo, digestivo diffuso in tutte le Apuane.

Per quanto riguarda la mobilità urbana, la zona di Massa Carrara è estremamente efficiente e le numerose città e frazioni vengono percorse dai numerosi bus dell’operatore CTT che organizza sia gli spostamenti urbani che extraurbani.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0010009

Attività

Attrattive

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



17 risultati filtrati per:
Image not found
Rank 6# di 17
Image not found
Rank 10# di 17
1 Voto
AttractionList-GetPartialView = 0,0010013
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0

Cosa vedere vicino a Massa Carrara

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0010008
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Massa Carrara

HotelSearch-GetPartialView = 0
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Massa Carrara
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0