×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Falconara Marittima: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

Falconara Marittima si inserisce nel circuito dei castelli di Ancona, che la città costruì per difendersi dai suoi nemici. La repubblica marinara di Ancona, infatti, era ben protetta alle sue spalle da queste strutture fortificate, rette da un podestà per sei mesi, e che poi nei secoli successivi divennero in gran parte nuovi comuni a sé stanti, come appunto Falconara.

Secondo una tradizione, il nome “Falconara” sarebbe legato alla caccia con il falcone, che ancora oggi anima molti eventi all’interno della fortezza. Tra le attrazioni più interessanti di Falconara Marittima non può quindi mancare il castello della città alta, un edificio che forse era già esistente in epoca romana che, dopo essere stato il nucleo centrale della Falconara medievale, è diventato nel Settecento e nell’Ottocento un’elegante residenza signorile, alterandone non poco la fisionomia originaria.

Il castello nel 1972 venne espropriato dal Comune, che lo trasformò in un museo e poi nella sede comunale. Tutta Falconara Alta conserva comunque, al di là del castello, edifici interessanti da un punto di vista architettonico, e ancora si può percorrere la strada in terra battuta che collega la fortificazione alla marina.

Tra gli edifici religiosi è invece di primaria importanza la Chiesetta di Santa Maria della Misericordia a Castelferretti, che ospita al suo interno importanti affreschi della metà del quindicesimo secolo, in gusto tardogotico e di scuola umbra, coperti intorno al 1600 e poi recuperati dalla famiglia Ferretti nel Novecento.

L’altro edificio di culto rilevante nella zona è la Chiesa di Sant’Antonio, con opere del pittore Arturo Cicchi, come le vetrate e la decorazione dell’abside. Il territorio di Falconara Marittima conta anche altre due fortificazioni: la prima è Rocca Priora, a Fiumesino, che fungeva da presidio in difesa della costa, oltre che da magazzino per il grano e abitazione dei coloni; e poi la rocca di Barcaglione, a 204 metri sul livello del mare, di cui però oggi non resta praticamente nulla poiché abbattuta da Ancona nel 1373.

Costruito dalla famiglia anconetana dei Brancaleoni, infatti, venne occupato senza che ci fosse una minima resistenza dal conte Lucio Lando, generale mercenario della Repubblica Fiorentina in guerra contro la chiesa; non appena Lando se ne andò dal castello, per punizione verso la mancata difesa Ancona fece distruggere l’edificio, utilizzandone le pietre per rinforzare le mura della città e quelle del castello di Falconara.

Merita una visita anche la bella Villa Monte Domini, sulla collina che domina Castelferretti a cui è collegata con una scalinata tra due fila di alberi. Falconara Marittima conta anche un buon numero di interessanti musei: tra questi l’importantissima Biblioteca Francescana e Picena, che vanta, oltre a migliaia di volumi, una raccolta di ben 170 edizioni dei “Fioretti di San Francesco” e un bel presepe artistico del 1941, con 15 statue di altezza di 70 centimetri.

Poi c’è la Pinacoteca internazionale francescana, con opere dedicate a San Francesco da tutto il mondo, da parte di artisti come Bruno da Osimo, Bruno d’Arcevia, Carlo Cecchi, Floriano Ippoliti, Nicola Rossini, Paolo Gubinelli, Bruno Mangiaterra, Loreno Sguanci.

Da ricordare anche il Museo della Resistenza, il primo in Italia a possedere e a esporre quasi integralmente l’arsenale e gli equipaggiamenti di una formazione partigiana dell’Appennino marchigiano.

Da ricordare che non distante da Falconara Marittima si trovano gli altri castelli diventati col tempo comuni indipendenti dal capoluogo, come Monte San Vito, Camerata Picena, Agugliano, Polverigi, Offagna, Camerano, Sirolo.

Per quanto riguarda le aree naturali nei pressi di Falconara Marittima, sono da ricordare il grande Parco Zoo Falconara, presente sul territorio dal 1968 e che ha raggiunto oggi più di 60.000 metri quadrati di estensione, e il Parco del Cormorano, area naturalistica protetta di 12 ettari in cui si trovano un percorso ciclabile di circa 6 chilometri e due laghetti per la pesca sportiva.

Falconara Marittima, come suggerisce anche il suo nome, è oggi però affacciata sul mare, e gran parte delle sue attività sono concentrate lontano dalle impervie alture di Falconara Alta. Non manca infatti la lunga spiaggia di Falconara, che si avvantaggia anche di un ottimo clima durante tutto l’anno ed è la meta dei più giovani, vista anche le grande mole di spettacoli ed eventi che proprio qui vengono organizzati.

La parte marittima di Falconara è dunque la più interessante per chi è alla ricerca di locali dove passare la serata e anche per lo shopping, mentre chi cerca prodotti artigianali tipici (qui sono diffusi in particolare gli articoli in pelletteria, le ceramiche e le maioliche) può trovarne anche a Falconara Alta, tra le vie del centro storico.

Da un punto di vista dell’ospitalità, è sempre il litorale a garantire le maggiori possibilità, con diversi bed & breakfast e alberghi nei pressi della spiaggia. Il turismo è rivolto in particolare ai giovani e ancora di più le famiglie, che possono trovare un contesto ben servito ma molto tranquillo, facile da raggiungere anche con i mezzi.

Per arrivare fino a Falconara Marittima in auto infatti è sufficiente prendere l’autostrada A14, uscire ad Ancona Nord e seguire la direzione per Roma, continuando poi sulla statale 76 verso Pesaro/Falconara Marittima, poi sulla statale 16 fino a destinazione. Falconara è anche un importante nodo ferroviario di collegamento tra la linea adriatica, Bologna-Ancona, e quella appenninica, Roma-Ancona; ci sono le fermate di Falconara Stadio e la fermata di Castelferretti, da cui partono anche i treni per Ancona.

Falconara è anche molto ben servita per chi vuole arrivare in aereo, visto che Castelferretti ospita l’unico aeroporto internazionale di tutte le Marche, il “Raffaello Sanzio” di Ancona-Falconara Marittima.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0786213

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0091963
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



9 risultati filtrati per:
Rank 1# di 9
5 Voti
Rank 2# di 9
2 Voti
Image not found
Rank 3# di 9

Cinema Teatro Excelsior

Indirizzo: 48, Via Leopardi Giacomo
Telefono: 0719160515
Rank 4# di 9
Image not found
Rank 5# di 9

BIBLIOTECA FRANCESCANA

Indirizzo: 5, P. S. ANTONIO
Telefono: 0719161480
Image not found
Rank 6# di 9

Cinema Sport Di Petrelli Marco

Indirizzo: 23, Via Marsala
Telefono: 071914060
Rank 7# di 9
Rank 8# di 9
Rank 9# di 9
AttractionList-GetPartialView = 0,2439369
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0040038

Cosa vedere vicino a Falconara Marittima

AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0150145
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010013

Cerca offerte a Falconara Marittima

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110102
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020022

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Falconara Marittima
GuideList-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0,0020017
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010012
Footer-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0