×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010018
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010004

Cirò: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

La storia dell'imponente maniero si fa risalire al 1496, quando Andrea Carafa, conte di Santa Severina, divenne Signore del Feudo di Cirò. Il Castello ha una struttura di forma trapeizoidale, quattro torri ai vertici, ognuna con caratteristiche diverse. La pavimentazione è veramente singolare, fatta in pietra locale con una stella centrale a nove punte, ripetute in modo concentrico all'interno di un cerchio. La particolarità di un disegno del genere fa pensare alla mano di un grande maestro, forse opera di Lilio - padre della riforma del calendario gregoriano - che qui a Cirò conobbe i natali. Il castello, trovandosi in una posizione veramente strategica, domina nella sua eleganza maestosa, l'intero paese. Visitarlo diventa un'immersione nella storia e una delizia per gli occhi, che si perdono, dalle sue belle terrazze, alla spettacolare vista del mare che si confonde con il terso cielo, là verso l'infinito nella linea dell'orizzonte.
Il sentimento religioso è molto vivo nel paese, il pellegrino è invitato a seguire un itinerario religioso per fortificare la sua fede, respirando una mistica aria tra gli stretti e caratteristici vicoletti. Qui nacque nel lontano 900 S. Nicodemo che ivi trascorrerà la giovinezza tra miracoli e preghiere, ma passeranno sul territorio altre personalità mistiche, monaci e frati. Numerose le Chiese sparse nell'antico borgo e fuori dall'abitato (circa una ventina), fra tutte S. Maria de Plateis, il più antico nucleo di aggregazione religiosa in pieno centro storico, la chiesa del Purgatorio, dove in passato si seppellivano i morti; e ancora S. Giovanni Battista; S.Menna; S. Lorenzo; S. Cataldo; San Giuseppe; San Nicodemo, casa natale del Santo, all'interno della quale sono ancora oggi visibili le impronte della mano di Nicodemo giovinetto; la chiesetta della Madonna della Catena e di S. Elia, ubicate fuori dal paese, sede di continui pellegrinaggi da parte dei fedeli. Nè da dimenticare i tanti conventi di Cirò, alcuni ancora visibili, come San Francesco di Paola ed altri completamente andati distrutti.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0040038

Attrattive

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0080077
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



4 risultati filtrati per:
Rank 1# di 4
Rank 2# di 4
Rank 3# di 4
Rank 4# di 4
AttractionList-GetPartialView = 0,1662979
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010008
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0050047
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0070069
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010012
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008

Cerca offerte a Cirò

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110107
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020017

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Cirò
GuideList-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0