×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Campitello Matese: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Campitello Matese, luogo di montagna diventato leader dello sci e degli sport invernali, come lo sci alpino e nordico, di tutto l’Appennino centro-meridionale. Una località dove anche l’estate diventa una super esperienza tra paesaggi molto diversi tra loro, in cui i sentieri per il trekking che dal pianoro portano al Monte Miletto offrono panorami indimenticabili a stretto contatto con la natura. Tra le soluzioni che Madre Natura ha creato, anche le particolari pietraie frutto dell’erosione calcarea avvenuta nel corso dei millenni.

Campitello Matese, tutto il fascino della montagna molisana con le sue tante sfaccettature, legate a una ospitalità calorosa e amichevole, ideale sia per tutta la famiglia sia per chi cerca emozioni adrenalitiche sulle sue piste. Il simbolo di Campitello è il Massiccio del Matese, un enorme sistema calcareo a forte valenza geologica in cui ci sono diversi fenomeni carsici, il che vuol dire profili irregolari delle montagne, con un generoso contorno di doline, voragini, grotte, inghiottitoi con corsi d'acqua che scompaiono e ricompaiono in superficie, otorrenti che si formano dai numerosi stillicidi provenienti dalle frattura delle rocce. E non è raro “incontrare” numerosi fossili del periodo cretacico risalente a 65-130 milioni di anni fa, davvero uno spettacolo a tutto tondo.

Campitello Matese offre la montagna d’inverno per qualsiasi livello, visto che la stazione sciistica può contare su 2 piste azzurre per iniziare, 8 piste rosse intermedie e 3 piste nere. L'impianto più elevato, la seggiovia Del Caprio, si trova a quota 1827 metri di altezza, fruibile anche dai non sciatori che, invece degli sci ai piedi, possono godere del panorama dalla baita in cima. Da ricordare inoltre che le piste Del Caprio e Cristallo hanno ricevuto l’omologazione della Federazione Internazionale di Sci (F.I.S.I.). Ci sono inoltre piste da bob o carving, il freestyle con una apposita pista a gobbe, un attrezzato snowpark. Tre sono gli anelli per lo sci nordico e altrettante scuole sci per apprendere i segreti delle piste.

In estate qui è il regno delle escursioni di ogni tipo, in paesaggi estremamente mutevoli, con tanti sentieri tracciati dagli esperti del Club Alpino Italiano, da fruire non solo a piedi ma anche con la mountain bike o a cavallo. Tra gli imperdibili, il Bosco di Pietra, una faggeta di alto fusto, e le grotte del Fumo e delle Caiole.

Non manca la possibilità di dedicarsi al parapendio e sono presenti strutture dove praticare tennis, calcio, pallavolo, pallacanestro. E in alcune strutture alberghiere sono a disposizione piscine calde, percorsi benessere, saune, vasche idromassaggio, trattamenti estetici e massaggi. Nella stazione di Campitello ci sono diversi negozi soprattutto di abbigliamento, di alimentari e vari souvenir.

Per tirar tardi, da ricordare che ogni hotel ha praticamente il suo angolo bar-pub per quattro chiacchiere e qualche drink in allegria (come l’Hotel Kristiania). Altrimenti, si può andare da Ireca nel comprensorio oppure al Pub Ciapi'N, in Contrada Canonica Inferiore verso San Massimo.

Tra i diversi locali che si incontrano nella stazione di Campitello Matese (gli alberghi in genere offrono anche il mangiare), da ricordare La Pinetina, ristorante specializzato nelle tagliatelle al cinghiale, sulla Strada Provinciale, dove ci sono anche Baita La Gallinola e Il Paiolo; la Dimora rurale Il Campanaccio è in via Petrera, Località Ainieri.

Una vacanza a Campitello Matese può essere occasione per visitare il comune da cui dipende, San Massimo, posto su un colle di 640 metri di altezza: conserva ancora alcune testimonianze dell’epoca medievale come le mura perimetrali del castello. Da vedere la Chiesa di Santa Maria delle Fratte con il suo portale in stile gotico su cui appare lo stemma dei Cavalieri di Malta. E nelle campagne, tante dimore rurali tipiche con loggiati e torri adibite a colombaie, in un mix di prati, castagneti e boschi di conifere. Verso il comune di Guardaregia c’è l'Oasi WWF Guardiaregia-Campochiaro in cui ci sono fenomeni carsici d’effetto, come il Canyon del torrente Quirino, la cascata di San Nicola, le grotte di Pozzo della Neve e Cul di Bove che sono fra i più profondi abissi d'Europa.

Si può poi visitare l’area archeologica di Sepino-Altilia, con reperti che vanno dal tempo degli antichi Sanniti fino all’impero romano, con i resti del teatro, delle terme e della cinta muraria.Da non mancare la pausa religiosa presso Castelpetroso per visitare il santuario neogotico della Madonna Addolorata, costruito alla fine del 1800 lì dove la Vergine apparve a due pastorelle, il 22 marzo 1888.

A Campitello Matese si arriva da Bologna con l’autostrada A14, uscita Termoli; da Roma si prende la A1 direzione Napoli, uscita San Vittore, quindi direzione Venafro-Isernia; da Napoli A1 direzione Roma, uscita Caianello, poi Strada Statale 85 direzione Venafro-Isernia; da questa città si prende la SS 17 direzione Campobasso fino al bivio di S. Massimo-Campitello Matese; da Benevento si raggiunge la S.S. 87 direzione Campobasso-Isernia verso Bojano fino al bivio di S. Massimo-Campitello Matese.

In bus si giunge qui da Roma (Autolinee Molise Trasporti, piazzale della stazione Tiburtina) e da Napoli (Autolinee Cerella, piazza Umberto). Le Autolinee Regionali Micone permettono i collegamenti da (e verso) Campitello Matese con San Massimo, Bojano, Campobasso. In treno le stazioni ferroviarie più vicine: Termoli (linea Milano-Bari), Isernia (linea Roma-Campobasso), Campobasso (linea Napoli-Campobasso). In periodo invernale gli skipass si possono comprare direttamente al sito www.moliseski.it.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0156249

Attività

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



3 risultati filtrati per:
Rank 1# di 3
2 Voti
Rank 2# di 3
Rank 3# di 3
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Campitello Matese
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0