×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0030034
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Bibbona: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

Bibbona ha sicuramente un’anima antica, alcuni ritrovamenti risalgono al perdiodo etrusco-villanoviano, ciò permette di intraprendere un percorso tra storia, arte e misteri, lungo interi secoli. Dall’antico e spirituale popolo etrusco, all’inesorabile Impero Romano, fino al genio di Leonardo da Vinci. L’artista avrebbe contribuito alla progettazione della Chiesa di Santa Maria della Pietà (in antichità meta di pellegrinaggio del culto mariano, sulla cui porta c’è la scritta: “terribilis est locus iste ets” come in Francia sulla porta della chiesa di Rennes le Chateau, famosa per il mistero dei templari e la ricerca del Santo Gral).

Sempre dalla tradizione etrusca proviene anche il simbolo della città un’originale statuetta bronzea di un capro conservato nel Museo Archeologico di Firenze. Il piccolo centro storico, con le sue strade lastricate in pietra, riporta immediatamente i suoi visitatori nell’antico Medioevo. Assolutamente da visitare la Pieve di Sant'Ilario, fondata nell'XI secolo, al suo interno sono custodite un acquasantiera in marmo ed alcuni dipinti del XVI secolo, tra cui una tela che raffigura appunto Sant’Ilario e San Bartolomeo.

Della stessa epoca e dal medesimo fascino, il Palazzo del Comune Vecchio, con la facciata ornata dai numerosi stemmi di antiche famiglie nobiliari. Per chi volesse accontentare anche il proprio lato spirituale, deve fare tappa alla Chiesa di Santa Maria della Pietà, che si trova all'ingresso del borgo, fu costruita nel 1482 per ospitare la venerata immagine della Madonna, autrice di miracoli, dipinta su un masso di tufo posto sotto il castello, a cui Girolamo Savonarola dedicò una poesia.

Bibbona è una delle tappe della famosa “Strada del Vino”, fiancheggiata da vigneti e oliveti secolari, passeggiando lungo i numerosi sentieri è possibile sorseggiare vini pregiati nelle rinomate cantine disseminate lungo la strada. Per chi cerca un po’ di refrigerio nelle assolate giornate estive corre in soccorso la profonda Pineta di Marina di Bibbona parallela al litorale. Ben 430 ettari di terreno, percorribili a piedi, in bici o a cavallo, ma adatto anche per fermarsi e organizzare pic-nic in famiglia. Al suo interno vi sono molti campeggi ed agriturismi ben organizzati, sorti proprio all'ombra degli alberi centenari che sono l'anticipazione della Maremma, e dove è possibile incontrare i caprioli.

La simbiosi con la natura non può dirsi finita se non si è visitato il parco Macchia della Magona, di 1635 ettari, dove sono presenti un campo di tiro con l’arco, vari percorsi trekking e una Riserva Naturale Biogenetica protetta, inserita in un contesto di macchia mediterranea con molte specie arboree spontanee. Vero motivo di vanto di Marina di Bibbona è il suo litorale, che ha ricevuto il premio “Bandiera Blu” dall’Unione Europea.

I primi lidi sorsero sul finire dell’Ottocento, costituiti da sabbia fine, tomboli di macchia mediterranea (che hanno la funzione di riparare le zone coltivate dai venti marini). Il mare limpido con il fondale sabbioso si presta a molti sport acquatici, come il windsurf, surf e kitsurf, ed ancora la vela e le escursioni subacquee. È possibile anche svagarsi nei vicini parchi gioco “Aqua Village” a Cecina Mare (12 km), ed “Il Cavallino Matto” a Marina di Castagneto Carducci (12 km).

Da non perdere la possibilità di rilassarsi con un bel massaggio antistress eseguito da professionisti qualificati, o di immergersi nelle sorgenti termali (con acque solfato-calciche-magnesiace-bicarbonate) a Venturina nella Val di Cornia.

Oltre ai caratteristici mercatini artigianali allestiti praticamente per tutto il periodo estivo, e in occasione di diverse festività, nel centro di Bibbona sono presenti due piccoli centri commerciali con negozi, supermarket e servizi vari. Si prestano a delle ore di sano shopping anche le boutique di Cecina, San Vincenzo e Castiglioncello.

La Toscana, si sa, è patria del buon vino e della buona tavola, e per chi desidera provare i suoi prodotti è possibile cenare nei locali caratteristici del borgo, tra antichi palazzi e torri medievali, con la vista sul mare o immersi nelle verdi pinete. Nelle centrali via dei Cavalleggeri, piazza del Forte e via del Mare è possibile fermarsi in ristoranti, osterie ed enoteche inseriti nella guida Michelin.

A Marina di Bibbona è presente l’oasi WWF di Bolgheri, distante solo 8 km, a poca distanza dai Gigli di Mareraro. Nell’oasi si specchiano stagni per circa 150 ettari ed una ricca fauna costituita da cicogne, cervi e uccelli migratori.

Bolgheri è ricco di tenute vinicole dalle quali vengono prodotti celebri vini DOC e DOCG Bolgheri, uno su tutti “Sassicaia”. Spostandosi soltanto un po’ (23 km) si incrocia il borgo di Sassetta posizionato sulla sommità di una collina dietro Castagneto Carducci. Lungo la costa in direzione sud, a circa 35 km sorgono Baratti e Populonia città di origine etrusca e romana dove è possibile visitare il Parco Archeologico.

Muoversi a Bibbona è molto semplice, vi è un ottimo servizio di collegamento tra Cecina-La California e Marina di Bibbona, il “trenino” all’interno della zona a mare, la navetta Bibbona-Stazione di Bolgheri-Marina di Bibbona e Pisolo, il bus notturno che collega i vari luoghi di divertimento.

Per arrivare a Bibbona ci sono diverse possibilità: In auto da Nord Autostrada A12 Genova - Livorno in direzione sud, uscire a Rosignano Marittimo, seguire la direzione Roma, proseguire sulla Variante Aurelia SS 1, prendere l'uscita in direzione La California - Cecina Sud, svoltare sulla SP 39 in direzione di Bibbona.  Da Roma, prendere l'autostrada A12 in direzione di Civitavecchia, continuare sulla SS 1 in direzione di Grosseto, prendere l'uscita in direzione La California-Cecina Sud, svoltare sulla SP 39 in direzione Bibbona. In treno, la stazione ferroviaria più vicina è quella di Cecina (dista 9 km circa): Linea Genova-Roma, proseguendo con un autobus di linea. In aereo: Aeroporto di Pisa (65 km circa) oppure aeroporto di Firenze (130 km circa).

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0010009

Attività

Attrattive

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



11 risultati filtrati per:
Rank 1# di 11
2 Voti
Rank 2# di 11
Rank 4# di 11
Rank 5# di 11
Rank 6# di 11
Rank 7# di 11
Rank 8# di 11
Rank 9# di 11
Rank 10# di 11
AttractionList-GetPartialView = 0,1611551

Conosci Bibbona? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0510488
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0070068
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Bibbona

HotelSearch-GetPartialView = 0
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Bibbona
GuideList-GetPartialView = 0,0010009
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0