×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0

Cork: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008

Pur essendo una piccola cittadina, Cork è in grado di offrire tantissimo a chi la visita. Passeggiando liberamente tra le stradine del centro, il famoso English Market e le bellissime architetture storiche, potrete godere di un'atmosfera rilassata che la rende straordinariamente unica. Durante il giorno, Plunkett Street e St. Patrick Street sono, inoltre, animate da numerosi artisti di strada, mentre di sera la musica suonata dal vivo nei club si riverbera lungo tutte le strade.

Cork, la città dei venti ponti affacciati sul fiume Lee saprà incantarvi con il suo centro storico di origine medievale, la spumeggiante vita notturna e quel carattere accogliente derivante dalla sua vocazione marinara.

Il simbolo di Cork è la Cattedrale di St. Finbarre, un edificio in stile gotico, di culto protestante e sede della diocesi di Cork.La Cattedrale di St. Mary e St. Anne è stata edificata nel 1808 in stile neogotico ed è di culto cattolico. Nel 1820 subì ingenti danni a causa di un grave incendio perciò fu parzialmente ricostruita. Nel 1964 è stata ingrandita ed è stata eretta la torre alta 80 metri. Nel 1996 si sono rese necessarie ulteriori opere di riparazione e restauro alla torre, al tetto e al soffitto.

L'edificio a cui gli abitanti di Cork sono maggiormente legati è senz'altro la torre campanaria di Shandon La torre dell'orologio è tradizionalmente denominata "The four-faced liar" (letteralmente il "bugiardo a quattro facce") perché ogni orologio è regolato su un orario diverso dai restanti tre. Se amate l’arte la meta successiva sarà la Crawford Municipal Art Gallery che propone una nutrita collezione di opere importanti databili a partire dal XVIII secolo: dipinti e sculture sia di artisti irlandesi che europei.

Il centro storico di Cork è delimitato da tre vie principali, St. Patrick Street, la via più affollata della città, con i negozi alla moda e le boutique all’ultimo grido, Oliver Plunkett street, ricca di negozi tradizionali e pub, e il South Mall, dove risiedono i centri finanziari e legali della città. Vi consigliamo di addentrarvi in questo reticolo di vicoli medievali a piedi per scoprire gli angoli più suggestivi e i locali più interessanti, fino ad arrivare a uno dei ponti principali per ammirare il panorama al tramonto. La zona commerciale più mondana comprende St. Patrick Street e Grand Parade: un vero proprio shopping centre a cielo aperto. Le altre vie dello shopping sfrenato sono Paul street, French Church street e Carey’s lane.

Se dal fiume Lee, con il centro alle spalle, guardate di fronte a voi vedrete una ripida collina dalle case variopinte: è il quartiere di Shandon, una zona residenziale molto caratteristica con le sue viuzze in salita e i vecchi negozi di una volta come quello di dolciumi Linehan, che dal 1929 produce caramelle fatte in casa. Caratteristico infine è il Coal Quay Market, mercatino delle pulci in Conmarket street, dove si può realmente trovare di tutto.

In questa cittadina irlandese non ci si annoia sicuramente dato che la scelta su cosa fare la sera a Cork è ampia, dai cinema, teatri, pub, locali notturni alle discoteche. Particolarmente affascinante è il quartiere francese che si sviluppa intorno a Paul Street ricco di caffè, ristoranti e vie pedonali.

L'English Market è quasi un’istituzione a Cork e si hanno notizie certe della sua esistenza già dal 1610. Lanciato dalla visita della Regina Elisabetta II nel 2011, è una meta fondamentale per chi è amante della enogastronomia ed è alla ricerca di prodotti locali. Questo affollatissimo mercato coperto impegnerà a fondo tutti i vostri sensi: odori, sapori, profumi che vi porteranno in pochi attimi in un mondo incredibile da far invidia ai suk di Marrakech. I banchi di delicatessen si alternano a quelli degli ortaggi, dei panini e dei caffè, con una varietà di prodotti da tutto il mondo: dai più stravaganti tipi di frutta, al pesce, alla carne, alle spezie orientali. Qui potrete gustare le celebri uova al burro, salumi, formaggi, pane e prodotti tipici come la trippa e il drisheen.

Per una passeggiata rilassante nel verde potete invece scegliere i magnifici giardini dell’Università a pochi passi dal centro. Cork è inoltre è un comodo punto di partenza per visitare la campagna circostante o la frastagliata costa della contea. I centri abitati che incontrerete nel tragitto vi faranno immergere in un’atmosfera senza tempo, come se nel corso dei secoli nulla fosse cambiato in questi luoghi.Una delle meraviglie fuori Cork è senza dubbio il castello di Blarney. L’imponente roccaforte medievale era presente già nell'area prima del XIII secolo ma l'originaria costruzione fu completamente devastata nel 1446. Fu ricostruita solo più tardi dal re del Munster, Dermot McCarthy. Oggi la struttura è parzialmente in rovina, anche se alcune stanze sono accessibili e visitabili per il pubblico. Nonostante ciò, il castello è uno dei siti turistici irlandesi più famosi e suggestivi per la sua grandezza architettonica, il fascino delle sue rovine e il panorama della campagna che si gode dalla cima.

Nella parte superiore del castello è custodita la famosa Blarney Stone, la pietra di Blarney, o conosciuta anche come la pietra dell'Eloquenza che, secondo la tradizione, se baciata regalerebbe il dono dell'eloquenza. Le leggende legate all’origine della pietra sono miriadi ma quella che più convince gli irlandesi è quella che attribuisce alla pietra di Blarney il ruolo di Lia Fail, ovvero l’antica pietra sulla quale si accomodavano i re d'Irlanda al momento dell'incoronazione.

Nelle vicinanze di Cork si trova infine Fota Island, una piccola isola situata ad est dalla città, una vasta riserva naturale e rappresenta il più grande zoo safari d'Irlanda.

Il periodo migliore per visitare Cork è quello estivo quando la città si arricchisce di centinaia di eventi, oppure quello autunnale periodo in cui la città si caratterizza per i mille colori delle foglie.

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0,0070069

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

AttractionFilter-GetPartialView = 0,0090085
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0

Cosa vedere secondo voi



13 risultati filtrati per:
Rank 1# di 13
2 Voti
Rank 4# di 13
Rank 5# di 13
Rank 6# di 13
Rank 7# di 13
Rank 8# di 13
Rank 9# di 13
Rank 10# di 13
AttractionList-GetPartialView = 0,2214914
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0,0050047
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0,0050047
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0020017

Cerca offerte a Cork

HotelSearch-GetPartialView = 0,0102004
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0,0020008

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Cork
GuideList-GetPartialView = 0,0010026
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
Footer-GetPartialView = 0,0020012
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010018