×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Cosa vedere ad Istanbul  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009

Istanbul più che una città è un luogo magico dove l’occidente e l’oriente si incontrano, miscelandosi armonicamente. A guisa sullo Stretto del Bosforo che limita Europa e Asia, Istanbul offre, da un lato, una convulsa metropoli occidentale e, dall’altro, una città dove la vita risulta essere più rilassata e accogliente, come si usa in oriente.

Il turista che giunge per la prima volta ad Istanbul non può non farsi rapire dalle rarefatte atmosfere di questa città dal doppio volto e si sorprenderà sia dell’effervescente metropoli dall’aspetto europeo che dalla contrastante visione fatta di lenti ritmi tipicamente asiatici. Andare alla scoperta di magie che si trovano solamente in questa città è una continua sorpresa anche per il turista più esperto.

Cosa vedere a Istanbul: 10 luoghi assolutamente da non perdere

Balat_Istanbul

1) Santa Sofia

Aya Sofia, ossia la Basilica di Santa Sofia, è sicuramente la prima meta da visitare. Mirabile esempio di architettura bizantina, edificata circa 15 secoli fa, vide la sua trasformazione da chiesa a mosche dopo la conquista di Istanbul da parte degli Ottomani nel XV secolo. Anche se oggi non è più un luogo di culto ne per i cristiani e ne per gli islamici, è una imperdibile destinazione per tutti i turisti.

2) Palazzo Topkapi

Antica residenza dei sultani durante l’impero Ottomano, il Palazzo Topkapi ha visto la presenza di ben 36 sultani. Risalente alla fine del Quattrocento, il Serraglio vede la presenza di una serie di edifici che si dividono tra harem, chioschi, belvedere, corridoi, estesi cortili impreziositi da curati giardini dove sono presenti anche delle fontane. Durante gli anni Venti del secolo scorso, il Palazzo Topkapi fu scelto per essere trasformato in Museo. Solamente una piccola parte di questa cittadella imperiale è a disposizione dei turisti per essere visitata.

3) Moschea Blu

Può considerarsi a tutti gli effetti la cartolina simbolo di Istanbul. Stiamo parlando della stupenda Moschea Blu caratterizzata dall’elegante linea sottile dei suoi minareti e dalle cupole a cascata.
Lo skyline della città non sarebbe lo stesso senza la Moschea di Sultanahmet che di blu, esternamente, non ha nulla e deve il suo nome dalle belle maioliche di quel colore che costituiscono le pareti dell’alto soffitto dove trovano spazio 260 finestre. E’ la seconda moschea imperiale, dopo quella di Solimano, che fu edificata a Istanbul.

4) Moschea di Solimano

Süleymaniye Camii, ossia la Moschea di Solimano fu edificata alla metà del XVI secolo e fu opera del più grande architetto dell’epoca, Mimar Sinan. 
Si può considerare unica dal momento che è ubicata in una posizione dove domina il Corno d’Oro. I turisti la apprezzano, oltre che per la sua bellezza, anche per via della vista di cui si gode dal cortile posteriore e che interessa Galata e Eminönü, avendo il Bosforo come sfondo.

5) Gran Bazar

Impossibile non visitare il Gran Bazar e non solo perché è uno dei più antichi mercati coperti del mondo. È possibile definirlo come una città dentro la città, con le sue diciotto porte di entrata, una sessantina di strade e circa quattromila botteghe.
Realizzato verso la metà del XV secolo (all’epoca era tutto di legno) per commerciare seta e lana, successivamente si ampliò ospitando ogni altro tipo di negozio: dalle gioiellerie ai mercanti di cuoio, annoverando ogni tipo di attività di vendita.
La visita risulterà interessante per la grande varietà di negozi che vi sono al suo interno e, in caso di acquisti, è bene rispettare la consuetudine di mercanteggiare il prezzo.

6) Ponte e Torre di Galata

Il ponte – uno dei simboli della città – collega due quartieri: Galata e Eminönü proprio all’imbocco del Corno d’Oro. Costruito alla metà del XIX secolo ma distrutto varie volte, il Ponte di Galata attuale è quello realizzato durante gli anni Venti del secolo scorso seppur ristrutturato nel 1992 perché danneggiato da un incendio.
Caratteristico il passaggio su due livelli e, ancor di più, i ristoranti che si trovano posizionati sui due lati.
Altro simbolo di Istanbul è la Torre di Galata, testimonianza dei mercanti genovesi che qui risiedevano nel XIII secolo e che la fecero costruire a difesa dei loro possedimenti. Alla conquista ottomana, la torre divenne un carcere e poi un osservatorio. Dall’alto dei suoi sessanta metri di altezza, è possibile godere di una impareggiabile vista della città.

7) Istiklal Caddesi

Si tratta della via più famosa di tutta la città, lunga ben un chilometro e mezzo e frequentatissima ad ogni ora del giorno. Il viale - sede di centinaia di negozi dei più famosi brand mondiali oltre che di gallerie d’arte, ristoranti, locali notturni – può essere considerato a pieno titolo in vero centro della città.

8) Basilica Cisterna

È uno dei luoghi più visitati dai turisti. Fu voluta dall’imperatore Costantino nel IV secolo e vide il suo ampliamento durante Giustiniano.
La sua scoperta, avvenuta a fine Ottocento, fu casuale. Oggi si presenta come un grande spazio sotterraneo dove ben 336 colonne di quasi dieci metri di altezza, dominano la scena. In perfetto stato, la cisterna vede ancora la presenza dell’acqua sul fondo a testimonianza di come sia efficiente a distanza di tanti secoli dalla sua costruzione.

9) Bosforo

Lo stretto del Bosforo è praticamente impossibile da non vedere anche se, in fondo, si tratta della linea di mare che divide Istanbul in due e che separa l’Europa dall’Asia.
La vista abbraccia oltre 30 chilometri e collega il Mar Nero con il Mar di Marmara e rende unica Istanbul.
Molte sono le attrazioni e i locali in riva allo stretto, così come le opportunità per passeggiare lungo la sua costa.

10) Ortaköy

È una delle icone fotografiche più celebri di Istanbul: la Moschea di Ortaköy a picco sul mare.
Punto romantico intriso di atmosfere che fa parte di un piccolo quartiere che è rimasto legato alla sua identità, risulta essere ideale per trascorrere qualche ora per degustare un aperitivo oppure per assaggiare la locale cucina.

Palazzo_Topkapi_Istanbul

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

Mangiare e bere

Shopping

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0010017

Cosa vedere secondo voi



50 risultati filtrati per:
Rank 1# di 50
188 Voti
Rank 3# di 50
105 Voti
Rank 4# di 50
79 Voti
Rank 5# di 50
79 Voti
Rank 6# di 50
51 Voti
Rank 7# di 50
32 Voti
Rank 8# di 50
26 Voti
Rank 9# di 50
22 Voti
AttractionList-GetPartialView = 0

Conosci Istanbul? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
ReviewAddReview-GetPartialView = 0,0010004
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AttractionListNear_2xN-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0010008
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
AttractionListMapMultiplePin-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009

Cerca offerte a Istanbul

HotelSearch-GetPartialView = 0
ItineraryListSmall-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Istanbul
GuideList-GetPartialView = 0,0010008
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013