×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0156271
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Storia, Cultura e Tradizioni in Paesi Bassi  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

La ricca storia olandese prende le mosse dal tempo della conquista romana (50 a.C.) e la successiva occupazione dei Franchi tra il IV e il V secolo dell’era cristiana.

Nel VII secolo le popolazioni locali si convertono al cristianesimo, mentre fra il X e il XIII secolo l’incremento demografico favorisce la creazione dei polder, lo sviluppo delle città e dei porti.

A partire dal XIV secolo emergono le grandi quattro partizioni regionali di Olanda, Fiandre, Brabante e Gheldria. L’unificazione delle 17 province in cui si suddivise successivamente il paese avvenne nel XVI secolo sotto il dominio asburgico dell’imperatore Carlo V, seguita da una stagione di sanguinosa repressione controriformistico condotta dal suo successore e figlio Filippo II, contro gli abitanti di confessione protestante.

Nel 1568 Guglielmo d’Orange guidò il fronte d’opposizione protestante, dando inizio alla guerra degli Ottant’anni (1658-1648) durante la quale le province protestanti del nord si strinsero nell’Unione di Utrecht, da cui nel 1588 derivò la Repubblica delle Province Unite, mentre quella del sud tornavano sotto la Spagna. Con il trattato del’Aja del 1648, la Spagna riconosce la sovranità delle Province Unite, che si vedono confermato il possesso delle colonie strappate al Portogallo e alla Spagna. La fine della guerra segnò l’inizio del secolo d’oro del paese, che sviluppò grandi traffici intercontinentali, la cultura e le arti.

Il Settecento si rivelò tuttavia come una fase di relativo declino, culminata nella perdita dell’indipendenza a opera di Napoleone, che nel 1806 impose la creazione di un regno successivamente trasformato in provincia francese.

Nel 1815, il Congresso di Vienna sancì la costituzione del regno dei Paesi Bassi (comprendente Belgio, Olanda e Lussemburgo), che univa due popoli divisi dalle convinzioni religiose, dalla rivalità economica e dal sentimento nazionale forgiato dalle eccezionali esperienze storiche degli ultimi secoli.

La rivolta di Bruxelles del 1830 portò alla costituzione di un regno autonomo belga. Ebbe allora inizio per l’Olanda un rinnovato periodo di pace, contrassegnato dal consolidamento dell’impero coloniale in Indonesia e nelle Indie occidentali.

Nel 1940 le forze armate della Germani nazista occupano il paese, e oltre 100.000 ebrei olandesi – tra i quali la celebre Anna Frank - persero la vita nel programma di sterminio degli invasori. Nel dopoguerra l’Olanda aderì alla NATO, procedendo parimenti allo smantellamento pacifico del proprio impero coloniale extraeuropeo.

Nel corso degli anni ’50 e ’60 per l’Olanda è cominciata una fase d’inedita crescita economica, attirando numerosa manodopera straniera europea e africana o in arrivo dalle ex-colonie asiatiche che ha progressivamente reso la società olandese un ambiente umano multiculturale.

Il ventennio ’60-’70 è stato invece contrassegnato dalla dirompente rivoluzione giovanile e studentesca, dall’emancipazione femminile e dei costumi sessuali. Tutto questo ha fatto dell’Olanda il paese più liberale e tollerante del mondo, con diritti come la liberalizzazione dell’eutanasia e la legalizzazione delle unioni omosessuali. Accanto all'olandese, lingua ufficiale è pure il frisone, assai simile all’inglese. All’albo d’oro della cultura e dell’arte universali, l’Olanda ha regalato personalità d’eccezione come i pittori Rembrandt, Van Gogh e Mondrian e il filosofo Spinoza.

ContentInfoPageDetail-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
ContentListPageList-GetPartialView = 0

Le guide più popolari

36
NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI
32
MUSEI E PINACOTECHE
20
BAR E CAFFE
18
LOCALI E VITA NOTTURNA
13
VIE PIAZZE E QUARTIERI
2
ALTRE ATTRAZIONI
2
COME MUOVERSI
2
CONSIGLI GENERICI
2
LOCALI E VITA NOTTURNA
2
NEI DINTORNI
2
ALTRE ATTRAZIONI
2
MONUMENTI ED EDIFICI STORICI
1
MUSEI E PINACOTECHE
1
COME MUOVERSI
1
CUCINA E VINI
GuideListAggregateByDestination-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Gallery_3xN_Small-GetPartialView = 0

Cerca offerte in Paesi Bassi

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0