×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Merida: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0050047
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003

Merida si trova nella parte nordoccidentale dello Yucatan, tra gli stati di Quintana Roo, del Chiapas e di Campeche. La città si trova inoltre sul Cratere di Chicxlub, il terzo cratere da impatto del pianeta, causato da un meteorite che probabilmente provocò l’estinzione dei dinosauri 66 milioni di anni fa.

Merida è una città pianeggiante, comoda da girare essendo a soli 9 metri sul livello del mare, con una linea ordinata di vie che circondano la “Plaza Grande” al centro della città; in genere, i quartieri più ricchi si trovano a nord mentre le zone più densamente popolate sono a sud.

Per quanto riguarda il clima, Merida è tropicale, a poca distanza dal Tropico del Cancro, per cui fa molto caldo (con i 40 gradi che vengono raggiunti indifferentemente a gennaio come a luglio) e un’elevata umidità.

La “Città Bianca”, come viene soprannominata Merida, venne fondata dove sorgeva la Maya T’hó nel 1542 da Francisco de Monteyo y Leon, che le diede il nome di una città spagnola in Estremadura. Prima dell’arrivo degli Spagnoli, la zona dove sorge ora Merida era in assoluto una delle più importanti per quanto riguarda la civiltà Maya, tanto che alcuni storici la considerano la città abitata da più tempo di tutte le America.

Gli edifici in stile coloniale che vennero costruiti dagli Europei a partire dal sedicesimo secolo usano in buona parte pietre Maya dell’antica T’ho, come ad esempio nel caso della cattedrale. Il centro storico della città mostra ancora gli edifici originali del diciottesimo e diciannovesimo secolo.

Merida cominciò a prosperare molto con la produzione di hennequen, un’agave utilizzata per produrre spago e corda. All’inizio del XX secolo si era soliti dire che Merida avesse più milionari di qualsiasi altra città del mondo, e oggi è ancora visibile molto di quel concentrato di ricchezza: basta passeggiare per il Paeso de Montejo per ammirare gli splendidi palazzi d’epoca, anche se pochi, ormai, sono abituati da famiglie individuali.

In quanto capitale culturale e finanziaria dello Yucatan, Merida è una città di grande importanza in Messico, e qui si sono tenuti molti appuntamenti internazionali di grande rilievo. La città è molto attiva sul fronte turistico e dei servizi, e forse la sua più grande ricchezza è costituita dall’impressionante numero di strutture sanitarie, come cliniche e ospedali, che la rendono una meta molto popolare anche per chi vuole rimettersi in salute, per l’unica combinazione tra cure all’avanguardia e il clima dell’Atlantico. Molti sono gli eventi che si tengono ogni anno a Merida, in particolare nella piazza principale della città tutte le sere alle 21.

Il Paseo di Montejo, inoltre, offre la “Noche Mexicana” tutti i sabati sera, una pittoresca rassegna della musica tradizionale del messico e dello Yucatan, con spettacoli e balli caratteristici. Per quanto riguarda la cucina, gli appassionati di preparazioni etniche tradizionali qui hanno davvero solo l’imbarazzo della scelta.

La cucina dello Yucatan, infatti, si distingue da quella tradizionale messicana per molti particolari, grazie ai vari influssi della cultura Maya ma anche di quella caraibica, europea e perfino mediorientale. Sono molto diffusi ingredienti tipicamente tropicali com l’ananas, il cocco e il tamarindo.

Per quanto riguarda le specialità, si passa dal Poc Chuc a Salbutes e Panachos, tortillas cucinate in vari modi con il fortissimo peperoncino Habanero; dal Queso Relleno al Pavo en Relleno Negro; dalla Sopa de Lima alla Papadzules, e così via, fino al “Brazo de Reina” e i Tamales colados.

Una delle spezie più comuni, il cui sapore caratterizza gran parte dei più noti piatti dello Yucatan e di Merida in particolare, è l’achiote, derivata dal seme di annatto che si trova un po’ dappertutto in questa regione. Il seme viene ridotto in polvere con altre spezie e ingredienti (cannella, chiodi di garofano, origano messicano, cumino, aglio, aceto di mele) e trasformato in una specie di pasta rossastra, detta recado rojo.

CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0060055
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Merida

gabriella d'amico
Voto complessivo 7
Guida generale : Graziosa e accogliente cittadina, da non perdere la cattedrale che è la più antica del Nord America. Comodo punto base per vari spostamenti su siti archeologici molto importanti.
Da non perdere mezcales , nenguanitos , chapulines
Pasqualina Vincenti
Livello 25     1 Trofeo    Viaggia: Da solo, Con la famiglia
Voto complessivo 7
Guida generale : ...da non perdere il museo di antropologia.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0110106
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0040039
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Merida

HotelSearch-GetPartialView = 0,0100093
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010009
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0140136
JoinUs-GetPartialView = 0,0010009
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156934
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,003003
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013