×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Sibari: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Sibari (anche nota come "Sybaris", dal greco antico S?ßa???) è una frazione del comune di Cassano all'Ionio che conta circa 5.000 abitanti, che affaccia sul golfo di Taranto e che si trova a circa 5 chilometri di distanza dal mare, ad un'altitudine media di appena 4 metri al di sopra del suo livello.

Sorge nel cuore di una piana omonima in uno spazio delimitato dai fiumi Crati e Coscile e dal punto di vista climatico presenta temperature tendenzialmente calde, con piovosità concentrata soprattutto durante la stagione invernale: da questo punto di vista il mese più freddo dell'anno è gennaio, durante il quale si registra una media (comunque mite) di 10.6 °C; al contrario il mese più caldo è agosto, durante il quale si registra una media di 26.3 °C.

L'area della Piana di Sibari risulta essere abitata dai tempi più antichi, come ben rimostrato da ritrovamenti di utensili e resti di ceramiche avvenuti nelle Grotte Carsiche di Sant'Angelo e risalenti addirittura al Neolitico.

La foce del Fiume Eiano è inoltre stata sede di Cossa Enotria, città fondata dagli Enotri durante il XVI secolo avanti Cristo; detto ciò la nascita formale di Sibari è datata 720 avanti Cristo ed è da attribuirsi alla civiltà greca: più precisamente da un gruppo di Achei provenienti dal Peloponneso guidati, secondo lo storico Strabone, da Is di Elice.

Sempre stando a quanto testimoniato da Strabone, Sibari si sarebbe sviluppata in tempi rapidissimi, arrivando a governare su quattro tribù e ben 25 città e portando a combattere contro i Crotoniati un esercito composto dall'impressionante cifra di 300.000 uomini. Nonostante ciò proprio i Crotoniati avrebbero conquistato la città nel 510 a.C. e la avrebbero addirittura sommersa deviando il corso dei fiumi di cui sopra.

Circa mezzo secolo dopo popolazioni panelleniche avrebbero fondato la vicina Thurii (più precisamente tra gli anni 444 e 443 a.C.), che però sarebbe stata presto assoggettata dai Lucani, perdendo poi ogni rilevanza economica e politica con l'avvento dei Romani e la sua trasformazione in una colonia di nome Copia.

Nell'anno 84 avanti Cristo la città sarebbe stata trasformata in un municipio, arrivando a svilupparsi ancora una volta durante il periodo imperiale, più precisamente tra i secoli I e III dopo Cristo. Successivamente però sarebbe iniziato un declino quasi inesorabile, provocato dall'impaludamento della zona, che avrebbe portato l'intera area di Sibari a venire quasi completamente abbandonata.

La Sibari del presente è rinata come frazione soltanto negli anni '60 del Novecento, grazie ad un'imponente operazione di bonifica dei siti paludosi circostanti portata avanti dal governo con l'azione del Consorzio Opera Sila: un'operazione molto impegnativa che ha avuto esiti semplicemente straordinari, visto che ha permesso di riportare alla luce la già citata piana di Sibari, ovvero la pianura più grande di tutta la Calabria, oltre che un luogo quasi mitico, entrato nell'immaginario comune di storici e scrittori grazie alla sua straordinaria bellezza: a tal proposito siano sufficienti le dichiarazioni del numismatico francese François Lenormant che affermava di essere convinto che non vi fosse in "nessuna parte del mondo qualcosa di più bello della pianura ove fu Sibari".

Sibari si trova a circa 15 chilometri di distanza dal comune di Cassano Allo Ionio e a circa 70 chilometri dal suo capoluogo di provincia Cosenza. Muovendosi in automobile la frazione è raggiungibile, qualora si provenga da nord, prendendo l'Autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria (uscendo allo svincolo Sibari), oppure, qualora si provenga da est/ovest, percorrendo la SS106 Ionica Taranto Reggio Calabria. La città è dotata di una propria stazione ferroviaria collegata a diverse località sia della Calabria che della Puglia e l'aeroporto più vicino è quello di Lamezia Terme (che dista circa 130 chilometri dal centro abitato).

Fuso Orario:
UTC+0
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Sibari

maurizio innocenti
Livello 8     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 3
Guida generale : Posto per me e la mia famiglia di meraviglioso relax alloggiamo in una splendida villetta ai laghi e oltre a godere di un mare pulito spesso facciamo gite nelle interessanti comunita arbaresh abbiamo visitato lucania(i sassi di matera) girato tutta... vedi tutto la puglia (trulli grotte), trovo Sibari una ottima base per tutto cio
lello
Livello 12     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Posto incredibile altro che l'estero, scopro sempre cose nuove da fare mare, montagna, attività sportive e culturali. Torno molto volentieri ogni anno e poi i prezzi sono veramente bassi sia per le spiagge che per la ristorazione.
Da non perdere Laghi di Sibari , Ponte del Diavolo e ristorante , Terme Grotta delle Ninfe
Voto complessivo 6
Guida generale : Ottimo centro turistico e storico
Da non perdere Mare , Castello di Corigliano , laino rafting
amedeo
Voto complessivo 7
Guida generale : Mare stupendo, gente simpatica. Problemi con i proprietari, poco educati, dei cani.
Aldo Pironi
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Abbastanza buona, un mare meraviglioso, ci siamo divertiti tanto, il mangiare è divino e la frutta meravigliosa...
catia virgallita
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 6
Guida generale : Molto particolare e con un paesaggio suggestivo, bellissimo il mare, le sere d'estate c'è molto movimento e sul lungomare si possono trovare sempre tante attrazioni.
Da non perdere laino rafting , Castello di Corigliano , Mare
Francesco Di Eugenio
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Un posto da visitare
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0010013
DestinationListNear-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Sibari

HotelSearch-GetPartialView = 0,0010004
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0010013
JoinUs-GetPartialView = 0
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009