×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010022
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Parete: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0009995
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0030034
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0030034

Questa località è situata in Campania e fa parte della provincia di Caserta.Le origini vengono fatte risalire intorno all'anno Mille. Da segnalare: è un centro prevalentemente agricolo grazie alla fertilità del suo territorio.Il prefisso telefonico è 081, conta circa 9979 abitanti e il CAP è 81030. Altri comuni importanti in provincia di Caserta sono: Capua,Galluccio.

Da Visitare:
Per avere informazioni sul comune: 81030 Parete (CE) - Via G.amendola, 1 . Nelle vicinanze è interessante la provincia di Caserta, di cui fanno parte anche le località di Gallo Matese,Maddaloni.Alcuni comuni nei dintorni:
Gallo Matese
Oltre al caratteristico centro storico, a  Gallo Matese  possiamo ammirare: la Chiesa Parrocchiale, di antica fondazione, che conserva al suo interno numerose opere di artisti locali;
...
Maddaloni
Il Museo civico e la chiesa dell'Annunciata. A pochi Km si trova Valle di Maddaloni, dove Carlo di Borbone fece costruire l'acquedotto Carolino per alimentare le cascate della Reggia di Caserta

Prefisso:
081
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
paretani
Patrono:
San Pietro
Giorno Festivo:
Lunedì in Albis
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,0030017
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Parete

Roberto Scala
Livello 17     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 6
Guida generale : Cittadina piccola ma ricca di centri commerciali. Gente cordiale ed amichevole. Tra gli edifici di interesse artistico troviamo senza dubbio il PALAZZO DUCALE, oggi appartenente all’Autorità Municipale, del quale si hanno le prime notizie certe attorno al 1440. Originariamente era... vedi tutto dotato di 5 torri, una per ogni angolo ed una centrale più grande che dominava la struttura, distrutte verso la fine del XVII secolo Due decreti ministeriali, l’uno del 1939 e l’altro del 18-8-1953, catalogano il Palazzo Ducale come Monumento di interesse nazionale. La CHIESA MADRE è intitolata al patrono di Parete S. Pietro Apostolo. Sorge sul suolo dove in precedenza era stato eretto un Santuario sempre dedicato allo stesso Discepolo di Gesù. La chiesa attuale, in stile romanico risale tuttavia al tredicesimo secolo anche se non si hanno notizie certi delle sue origini. E’ stata successivamente rimaneggiata fino a cambiare aspetto: i capitelli sono del 1500, le vetrate ed il portale del 1992; sul Campanile accanto alla Parrocchiale si può ammirare un orologio che proprio quest'anno compie il secolo di vita. Le origini sono da ricercare nelle prime popolazioni osche che abitavano il territorio della Liburia, che anticamente si estendeva dal golfo di Pozzuoli ai monti Aurunci, su quello che in epoca romana era l'Ager Campanus Osci in epoca pre-romana, non fossero state saccheggiate e distrutte all'inizio degli anni settanta.. Il paese sarebbe potuto essere un centro di notevole importanza storica, se alcune tombe, costruite dagli Il paese sorgeva all'incrocio tra l'antica via Campana, che da Pozzuoli conduceva a Capua, e la via Antica che portava alla colonia di Liternum, sul Lago di Patria, rifugio di Scipione l'Africano, il vincitore di Annibale. Successivamente nell'età feudale il borgo raggiunse il rango di ducato e fu proprietà di varie nobili famiglie del regno di Napoli, tra cui i Caracciolo ed i Moles. Testimonianza di quel periodo è appunto il palazzo ducale, variamente rimaneggiato nel corso dei secoli, oggi di proprietà comunale ed oggetto di restauro. Il suo piccolo attuale territorio è stato configurato così a metà Settecento, quando fu istituito il catasto borbonico di re Carlo III. Particolare rilevo, nel panorama di Parete, hanno avuto nei secoli le famiglie dei Cecaro e dei Sabatino-Falco: i primi hanno fornito professionisti (avvocati, notai, medici, ingegneri) e sono state proprietarie di terreni; i secondi hanno contribuito alla crescita del paese mediante la realizzazione di strutture civili e religiose. Ai giorni d'oggi, il paese, rientrante a pieno titolo "nell'orbita di Napoli", vive una vera e propria crisi d'intentità culturale e produttiva. Rinnegata l'origine e la storia agricola che, nel bene e nel male, ha sempre sempre costituito un dignitoso punto di riferimento a 360 gradi, negli ultimi anni Parete ha abboccato clamorosamente agli infausti miraggi della massificazione edilizia (soprattutto attraverso il tentativo di una vera e propria importazione di abitanti, specie dall'area più a ridosso di Napoli - vedesi le sottostanti informazioni demografiche); né sembra aiutare quella ritenuta dai più come un'abnorme e immotivata crescita di un settore terziario e commerciale "senza reali sbocchi di mercato già a piccolo e medio raggio" e molto vicino più ad una fallace situazione di supporto edilizio che ad un reale livello di autonomia e di interazione con altri sostrati economici locali. Il santo patrono è San Pietro, a cui è intitolata anche la vecchia chiesa parrocchiale, oggi monumento nazionale. Secondo una "leggenda" del posto, l'Apostolo in viaggio verso Roma proveniente da Pozzuoli lungo la via Campana avrebbe brevemente soggiornato nel piccolo villaggio, ponendo con la sua predicazione le basi anche per la costruzione di un primo luogo di culto. A questo avvenimento sarebbe collegato anche il primitivo nome del paese: "Sancti Petrus ad parietes", cioè "(la chiesa di) S. Pietro presso le case (= pareti)" per distinguere la chiesa da altre cappelle sparse nelle campagne e isolate da centri abitati. Ma i paretani festeggiano Maria SS. della Rotonda, la cui immagine è raffigurata su un quadro rinvenuto, secondo un'altra leggenda del posto, nella località detta "la Rotonda" da un contadino nel giorno di Lunedì in albis. I primi documenti storici certi fanno risalire il culto della Madonna della Rotonda almeno al 1500. Il quadro è stato solennemente incoronato dal Capitolo Vaticano nel 1920. E proprio in coincidenza del periodo di Pasqua, dei solenni festeggiamenti sono svolti in onore della Madre di Dio. Il Lunedì in Albis, in particolare, si svolge la processione del quadro raffigurante la Madonna per tutte le vie del paese. La processione viene ripetuta la sera della Domenica in Albis. Eventi centrali del Programma c.d. Civile della Festa, rientrante nel genere di Festa Patronale (così come essa è concepita nel sud Italia), sono invece i Concerti Bandistici e i Fuochi Pirotecnici. Durante la Festa paretana, infatti, sono organizzate ben 4 giornate di Concerti bandistici (Domenica di Pasqua; Lunedì, Martedì e Domenica in Albis) e un'intera giornata di Fuochi Pirotecnici, che si svolge il Sabato dopo Pasqua (in Albis). In particolare, la kermesse pirotecnica (due gare fuochi d'artificio: una diurna e l'altra serale) è chiamata Festival Interregionale di Fuochi Pirotecnici.
Da non perdere Chisa S. Pietro Apostolo , Palazzo Ducale , Centro storico
Giuseppe
Voto complessivo 8
Guida generale : Parete è un paese dell'agro aversano a vocazione prevalentemente agricola. Trae le sue origini dalle popolazioni osche che abitavano l'antica Liburia. Posta sul tracciato della via Campana che da Pozzuoli portava a Capua conserva il ricordo del passaggio dell'apostolo Pietro nel... vedi tutto suo viaggio verso Roma, a cui è dedicata la chiesa di San Pietro (oggi monumento nazionale). Il vetusto palazzo ducale testimonia l'importanza del feudo di Parete nei secoli, appannaggio di nobili famiglie patrizie. Negli anni ha saputo resistere alla pressione demografica proveniente dall'area napoletana mantenendo una propria identità urbana, riconoscibile dall'edilizia residenziale sviluppatasi con costruzioni raramente elevate oltre il terzo piano. Numerose le associazioni presenti sul territorio, a riprova di un ambiente vivace e ricco di fermenti culturali.
matilde
Voto complessivo 6
Guida generale : È carina e poco abitata, con parecchia terra, gli abitanti sono amichevoli e ospitali si fanno dei buoni dolci e ci sono tanti ragazzi.
Francesco Puca
Livello 0     0 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Molto bella, però piccola.... vedi tutto
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0140132
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0620601
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Parete

HotelSearch-GetPartialView = 0,0110102
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010008

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,012011
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013

Meteo Parete

Pioggia e schiarite
14 °
Min 13° Max 18°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0170162
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0