×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020017
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010013

Guida turistica di Monsummano Terme  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010008
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0070069
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,0040038

Info su Monsummano Terme

Superfice:
32 km2
Altitudine:
20 m
Abitanti:
20831 [2012-10-31]
Introduzione

Circa 21mila abitanti in provincia di Pistoia: ecco Monsummano Terme. Il comune sorge ai piedi di un colle aguzzo, in Valdinievole, a metà strada tra Firenze e Lucca, in un territorio che si trova tra le ultime propaggini delle colline del Montalbano, un’ampia pianura intensamente urbanizzata, e il confine settentrionale del Padule di Fucecchio.

Il suo clima risulta essere caldo e temperato. Il che significa inverno freddo ma mai eccessivamente rigido, estati in genere soleggiate mai eccessivamente calde. Durante tutti i mesi si nota una certa piovosità, con novembre di solito mese più piovoso e luglio il più secco.

Si hanno poche testimonianze della presenza antica dell’uomo in zona Monsummano, che probabilmente era soprattutto un luogo di passaggio per raggiungere altre località del territorio, anche se si sono trovati reperti archeologici etruschi e romani. Si sa invece che il colle di Monsummano era abitato nel Medioevo e che c’era un castello, forse di origina longobarda, di cui si fa cenno in un documento ufficiale del 1005. In questo periodo, l’area è sotto la giurisdizione dell'Abbazia di Sant'Antimo, che la cede alla famiglia degli Aldobrandeschi per poi diventare dominio, nel 1218, della città di Lucca.

Circa un secolo dopo, per contrastare le mire espansionistiche di Firenze, la città fa parte della Lega della Valdinievole con scarso successo, visto che comunque è conquistata dai fiorentini nel 1331. Il luogo in realtà non è molto abitato data la grande presenza di paludi che lo rendono malsano e insicuro. Nel 1573, però, cambia qualcosa.

La pastorella Jacopa, forse della famiglia Mariotti, si ferma a pregare davanti a un tabernacolo, lungo la strada che attraversava la zona acquitrinosa del fondovalle. Si accorge però che il gregge è disperso e invoca l’aiuto della Vergine. Dopo poco ritrova le sue pecore disciplinate sotto un vicino albero. I prodigi continuano, radunando fedeli attorno al piccolo oratorio che nel frattempo era stato costruito. Qui, il 7 luglio 1602, dopo un lungo periodo di siccità, scaturisce improvvisamente da una roccia una fonte di acqua purissima. E così il Granduca Ferdinando I de' Medici fa costruire un Santuario detto di Fontenuova, attorno a cui si raduna la comunità della futura Monsummano Terme.

Solo all’inizio del settecento, con l’arrivo dell’erede di Ferdinando, Pietro Leopoldo di Lorena, si dà il via a grandi opere di bonifica delle paludi. Con l’800 e fino al 1814, qui ci sono i Francesi, dal 1815 la zona fa parte del Granducato di Toscana fino al 1861 quando entra nel Regno d’Italia. Si tratta del periodo in cui si scoprono le grotte termali e per la città ciò significa l’inizio di un certo successo e di una decisa espansione.

Monsummano Terme è medaglia d’argento al valor civile per la sua attività anti nazi-fascista durante la Seconda guerra mondiale. L’economia di Monsummano si basa non solo sulle attività legate alle sue terme ma anche alla produzione calzaturiera. Ci sono inoltre diverse industrie che operano nella conservazione e trasformazione alimentare (surgelati Arbi, sottaceti Polli, caffè e cioccolato Slitti, frantoio Parlanti).

Tra gli eventi che si svolgono nel territorio di Monsummano Terme, da segnalare il 9 giugno la Festa di Santa Maria di Fontenuova, la patrona. In aprile, c’è il Grande mercato di primavera, mostra mercato di fiori ma anche di oggetti d’artigianato e prodotti enogastronomici. Ogni prima domenica di ottobre si tiene Arti&Piazza, mostra-mercato di artigianato, piccolo antiquariato e oggettistica da regalo alla quale partecipano circa 100 operatori provenienti da tutta la Toscana e anche da fuori regione.

Per Natale, c’è Piazza in festa, sempre attorno alla piazza Giusti che è il fulcro di queste manifestazioni. Speciale anche il mercato di Pasquetta, sempre qui. Da ricordare in marzo la rassegna Cioccolosità. In settembre, il grande appuntamento nel vicino borgo di Montevettolini, la tradizionale Festa Medievale che prevede lo svolgimento di giochi tipici del periodo, quali gare equestri e combattimenti tra cavalieri in costume e l'allestimento di stand per la degustazione dei prodotti enogastronomici locali.

Sempre nella cornice suggestiva medievale di Montevettolini molto sentite le cerimonie del Venerdì Santo, con la Processione del Gesù morto ripercorrendo le tappe della sua passione e della salita al calvario, con figuranti in costume.

La tradizione gastronomica di Monsummano è molto ricca: da segnalare le famose pappe, come quella detta del carcerato, cioè una zuppa cotta in un tipico coccio e cucinata mescolando pane raffermo con il brodo di carne realizzato con interiora di vitello, il tutto ‘spruzzato’ di pecorino toscano grattugiato e pepe nero. Da provare pure la ribollita, la classica zuppa di verdure con l’immancabile presenza del cavolo nero, e lo stoccafisso al sugo, condito con pomodoro e olive nere. Da assaggiare un dolce particolare, che in realtà ha due versioni. Si tratta del ‘migliaccio pistoiese’, crêpe ottenuta con sangue di suino da arrotolare dopo essere stata spolverata di zucchero o di parmigiano, se si vuole mangiarla salata.

Monsummano si chiama così probabilmente per l’unione di due nomi, ovvero ‘monte’ e ‘summano’, cioè sommo, riferito in particolare al suo castello. Il termine ‘terme’ fu aggiunto verso la metà del 1800. Tra i figli illustri della città, c’è l’attore Yves Montand, nato qui nel 1921 come Ivo Livi: la sua famiglia emigrò in Francia nel 1923, per motivi politici, visto che i suoi genitori erano antifascisti.

Un bel mix di cose da vedere e provare a Monsummano Terme, centro termale e industriale, costruito dall’unione delle antiche Comunità di Monsummano, Monsummano Alto e Montevettolini. Il che significa un abitato che si è sviluppato attorno al grande Santuario in onore della Madonna della Fontenuova, per via del famoso evento miracoloso, unito al colle di Monsummano che sorge alle falde settentrionali del Montalbano. E poi c’è Montevettolini, borgo arroccato su un colle di 187 metri di altezza e che, pur distante quattro chilometri dal centro di Monsummano Terme, ne è una parte essenziale da visitare.

Prefisso:
0572
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
monsummanesi
Patrono:
Maria santissima della Fontenova
Giorno Festivo:
09 giugno
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,01586
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009

Valutazione generale

5
Media
1
Ottimo

Chi c'è stato

Tutti
3
Coppie
1
Famiglie
1

Indicatori

Trasporti
Sicurezza
convenienza
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
attività
shopping
Intrattenimento
Servizi ai turisti
Attrattive
Alloggio
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0,0130124
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0050047

Recensioni Monsummano Terme

Conosci Monsummano Terme? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
valentina
Voto complessivo 10
Guida generale : Paesino molto bello, specialmente in estate dove si puo nadare a fare del buon trekking per le meravigliose colline circostanti, oppure un rilassante bagno alle terme naturali Grotta Giusti. Inoltre la sera si può prendere un aperitivo in Piazza e... vedi tutto andare a ballare al Posta.
Voto complessivo 6
Guida generale : una città a misura d'uomo tranquilla rilassante ma anche viva
anna maria bergonzi
Livello 26     3 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con amici
Voto complessivo 6
Guida generale : Noiosa, gente apatica, poco divertimento
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0240231

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0,0140136
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0720693
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0110102
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Monsummano Terme

HotelSearch-GetPartialView = 0,0130129
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Sport
Terme e Benessere
Enogastronomia
Mete per la famiglia
Shopping
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0050047
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0220214
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0,0030025

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0,0200193
JoinUs-GetPartialView = 0,0010013

Meteo Monsummano Terme

Pioggia
7 °
Min 659° Max 1338°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0170162
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
Footer-GetPartialView = 0,0020021
AdvValica-GetPartialView = 0