×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0020022
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Isola del giglio: guida turistica e cosa vedere  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

Una vera perla della natura, l’Isola del Giglio si trova al centro del Mediterraneo a sole 11 miglia dal Promontorio dell’Argentario. Con una superfice di poco più di 21 chilometri quadrati e una popolazione di 1.500 abitanti, è la seconda isola più grande dell’Arcipelago Toscano.

L'Isola ha una natura prevalentemente montuosa, costituita in gran parte da granito. La dorsale raggiunge il punto massimo nel Poggio della Pagana (486 metri s.l.m.) dalla cui vetta, nelle giornate più terse, si gode un panorama mozzafiato su tutto l’arcipelago.

Comune italiano che, dal punto di vista amministrativo, appartiene alla provincia di Grosseto e prende il nome da un'isola omonima facente parte dell'Arcipelago Toscano, e comprende anche l'Isola di Giannutri. Si tratta di un comune sparso (ovvero in cui la denominazione è diversa da quella della frazione in cui ha sede l'ente locale) che è conosciutissimo come meta di vacanza, rinomata per le sue bellezze naturali tra mare smeraldo, spiagge bianche e un territorio ancora selvaggio. Due i paesi dul territorio insulare: Giglio Castello, un borgo medievale sulle alture dell’isola, e Giglio Porto, unico porto e via d’accesso al Giglio.

Sull’Isola del Giglio il clima è mite, con piovosità concentrate soprattutto durante la stagione invernale. Il mese più freddo dell'anno è gennaio, durante il quale si tocca una minima di 4 °C; al contrario i mesi più caldi dell'anno sono luglio ed agosto, durante i quali si raggiunge una massima di 25 °C. Temperature gradevoli durante tutto l’anno che favoriscono l’afflusso dei visitatori in tutte le stagioni per una vacanza a stretto contatto con la natura ancora incontaminata.

Storia di Isola del Giglio

Giglio

Il Giglio deve il suo nome alla presenza di capre sul suo territorio: in greco antico "capre" si pronuncia "àighes" e non a caso l'isola era nota col nome di "Aigylion". Con il successivo avvento dei latini il nome si tramutò in "Igilium", per diventare "Gilio" in età medievale. Detto ciò, sappiamo che l'Isola del Giglio è stata abitata in pianta stabile almeno a partire dall'Età del Ferro e che fu base militare sia al tempo degli etruschi che sotto la dominazione romana (non a caso è citata nel "De bello civili" di Giulio Cesare).

In epoca medievale è stata governata da diverse famiglie nobiliari provenienti dall'Italia centrale tra cui gli Aldobrandeschi, per poi entrare prima sotto il controllo del governo pisano nel 1264 e dopo sotto quello della celebre famiglia dei Medici (a partire dall'anno 1406).

Un altro anno chiave per la storia dell'Isola del Giglio è il 1544, durante il quale il pirata Khayr al-Din, decisamente più noto con il soprannome Barbarossa, compì una sanguinosa incursione, saccheggiando tutti i nuclei abitativi presenti e deportando oltre 700 schiavi. Gli attacchi saraceni sono continuati per circa due secoli, ma nel frattempo i già citati Medici avevano iniziato un lento processo di ripopolamento dell'isola, servendosi di cittadini provenienti dalle terre di Siena.

La tragedia della Concordia

L'Isola del Giglio è diventata tristemente nota per i tragici eventi di venerdì 13 gennaio 2012, giorno in cui la nave da crociera Costa Concordia urtò una roccia facente parte del gruppo de Le Scole per arenarsi proprio a nord di Giglio Porto, provocando la morte di 32 persone. Le immagini della nave naufragata hanno fatto il giro del mondo. Rimasta nelle acque dell’isola fino al 22 luglio 2014, è stata rimorchiata fino al porto di Genova, dove è stata poi demolita.

Economia di Isola del Giglio

Giglio_1

Per secoli l'economia dell'Isola del Giglio è stata alimentata soprattutto dall'attività agricola e dallo sfruttamento di una importante cava di pirite presente sul territorio. Negli ultimi anni il turismo è diventato la principale fonte di sostentamento per le casse comunali: un'alta stagione che inizia ad aprile e finisce ad ottobre, e la straordinaria pulizia delle acque del suo mare (per anni l'isola si è fregiata delle "Cinque vele blu" attribuite da Legambiente) hanno creato il terreno fertile che ha fatto sì che il territorio insulare diventasse una destinazione balneare d’eccezione, frequentata anche da Vip e personaggi dello show biz. 

Come arrivare all'Isola del Giglio

Giglio_2

L'infrastruttura principale dell'Isola del Giglio è Giglio Porto: è qui infatti che attraccano tutti i traghetti provenienti dalla terraferma, che, nella maggior parte dei casi, partono da Porto Santo Stefano. Due le compagnie di navigazione sul territorio: Maregiglio e Toremar che effettuano diverse corse giornaliere, dalle 6 del mattino fino alle 20, con destinazione Giglio Porto.

Le biglietterie si trovano poco prima del molo di Porto Santo Stefano. Se si arriva in auto è possibile lasciarla in alcuni parcheggi custoditi vicino l’imbarco. Se, invece, vi spostate con i mezzi pubblici, sia gli autobus che i treni conducono facilmente a Porto Santo Stefano da cui potrete poi imbarcarvi.  

In alternativa, per chi desidera portare la macchina sull'isola è consigliato prenotare con largo anticipo il posto sul traghetto, soprattutto in estate e nei week-end.

All'interno dell'isola è invece possibile muoversi grazie a servizi di linea gestiti da Tiemme Toscana Mobilità. Sono, inoltre presenti i servizi dei taxi NCC e del noleggio di automobile e di scooter. Ben 22 chilometri di strade che collegano le principali località e la punta sud dell'isola, quasi tutte costeggiate dalla natura selvaggia con tratti a picco sul mare. Muoversi via mare con i barcaioli, rappresenta, invece, una bella alternativa per visitare l’isola da un’angolazione diversa

Dove dormire sull'Isola del Giglio

Giglio_3

Il Gigio offre diverse strutture dove poter soggiornare: alberghi, bed & breakfast, case vacanza e anche un campeggio per chi desidera stare più a contatto con la natura. Tante anche le ville sparse sulla costa orientale. I principali luoghi dove fermarsi sono il già citato Giglio Porto, cuore pulsante dell’isola, Giglio Castello, sulla costa occidentale e Giglio Campese sulla baia omonima. Le spiagge dell’Arenella e delle Cannelle, nella zona orientale (tra le più estese e rinomante del territorio insulare), ospitano, infine, piccole strutture turistiche.

Fuso Orario:
UTC+0
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0

Valutazione generale

26
Media
24
Buona
18
Ottimo
1
Bassa

Chi c'è stato

Tutti
18
Coppie
16
Turisti maturi
9
Famiglie
7
Giovani e single
5

Indicatori

Sicurezza
mangiare e bere
Accoglienza
Servizi ai turisti
attività
shopping
Accessibilità
Attrattive
Alloggio
Intrattenimento
Trasporti
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010009

Recensioni Isola del giglio

Conosci Isola del giglio? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
teresa petricca
Voto complessivo 4
Guida generale : Auguro all'Isola ed ai suoi frequentatori,che l'aspetto naturalistico venga sempre più valorizzato e che nell'ambito di tale valorizzazione vengano comprese tutte le attività che non turbino l'ambiente. Rispetto la possibilità di shopping,laddove venga considerato carente,è da suggerire di rinviarlo ai luoghi... vedi tutto di rientro. L'aria,l'acqua ,il suolo restano gli unici beni primari,da conservare, promuovere e ricercare. Le firme lasciamole alle nostre città inquinate ed a quelle isole del tirreno che, svendute a ciò,hanno svilito la propria natura. Una vacanza, all'Isola del Giglio, sicuramente da consigliare.
Franca
Voto complessivo 6
Guida generale : E' un piccolo paradiso ma, essendo appunto molto piccola , è da frequentare nei mesi meno turistici. A me non interessava la movida, ci sono altri posti più adatti, ma la bellezza della natura, per muoversi , correre e fare... vedi tutto attività in acqua. E'piuttosto cara e le possibilità di alloggiare non tante, non è tanto comoda coi bambini ma una visita la merità assolutamente .Se è possibile è meglio evitare la macchina, tanto un paio di autobus per raggiungere le uniche 3 località ci sono . Consigliato abbigliamento comodo per godere la libertà.
Claudia
Voto complessivo 7
Guida generale : Isola molto bella, ricca di scorci. Da visitare. Da non perdere le immersioni. I fondali sono meravigliosi, distese di posidonia macchiate da brillanti colori. Se si alloggia a Giglio Castello non sembra neanche di trovarsi in un posto di mare, il paese... vedi tutto è ricco di scorci, ma poi basta percorrere poca strada per trovarsi circondati da acque cristalline. Ogni angolo dell’Isola del Giglio è da percorrere, da vedere, da immergersi ….
Maria Rosaria Crocco
Voto complessivo 7
Guida generale : Bella,organizzata ed accogliente,l'isola del giglio offre un incantevole paesaggio naturale di bellezza poggia su un'area marina che fa invidia ai mari più azzurri e trasparenti che il bacino occidentale del Mediterraneo possa offrire. La cordialità e l' ospitalità dei gigliesi è... vedi tutto ben nota a tutti coloro che hanno seguito le tristi vicende della nave Concordia,che ,comunque,non hanno impresso sulle sue rive tracce di degrado ambientale significative.
Rosa
Voto complessivo 9
Guida generale : Ci sono stata in vacanza qualche anno fa, dovevamo stare una settimana siamo rimasti 15 giorni. Alloggiavamo nella parte alta dell'isola il Castello", un borgo medievale, molto suggestivo. La mattiva facevamo colazione in un bar della piazzetta, poi scendevamo alla... vedi tutto spiaggia, di solito preferivamo le piccole camminare un pò per raggiungere le piccole calette, meno frequentate dal turismo di massa, ma bellissime. Mi piacerebbe molto tornarci.
Anny
Voto complessivo 8
Guida generale : Se vuoi passare una settimana in completo relax tra sentieri,natura e mare meraviglioso l'isola del giglio è l'ideale,soprattutto per le famiglie!!i luoghi principali sono giglio porto,giglio castello e giglio campese.Giglio campese ve lo consiglio, se volete stare al mare.Troverete un... vedi tutto mare meraviglioso,in più se siete amanti dei sentieri vi consiglio il sentiero per il faraglione,che è veramente il top,e il sentiero per il castello.Buona vacanza :)
cinzia
Voto complessivo 8
Guida generale : Per una vacanza in tranquillita rilassante alla sacoperta della natura sia marina che terrestre, portare in valigia scarpe comode e abbigliamento intercambiabile se amate come me le passeggiate immersi nella natura lungo la costa molti locali per turre le tasche... vedi tutto mare limpido e pulito collegamenti rapidi con la terra ferma gente educata e molto cortese e disponibile
Da non perdere borgo del Castello , calette
pattylee.tacchi@gmail.com
Voto complessivo 7
Guida generale : isola splendita, vicina alla costa. vicina a giannutri la splendida, giglio castello molto bello e funzinale, si mangia e beve da dio ,i gigliesi sono un pò maremmani ma cortesissimi, ospitali , gentili e di buon cuore, come abbiamo visto... vedi tutto di recente. giglio porto, pulito affollatissimo in estate ma dolcissimo negli altri periodi. Andateci una volta e vorrete ritornarci sempre.
daniela
Voto complessivo 8
Guida generale : girare l'isola a piedi e andare alla ricerca di spiagge lontano dalla folla, come ad esempio la spiaggia delle Caldane, raggiungibile dopo un percorso a piedi di circa 30 minuti, con un panorama da "cromo-terapia", che da solo vale la... vedi tutto permanenza. Ottimi anche alcuni ristoranti lungo il mare a Giglio Porto e da vedere il tramonto da Giglio Castello
stefano scianca
Livello 11     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : NON PERDETEVI UN GIRO IN BARCA DELL'ISOLA, FATE DELLE ESCURSIONI A PIEDI LA MACCHIA MEDITERRANEA ODOROSA NELLA BREZZA, SI ALTERNA A TRATTI DI ROCCIA CON ULIVI CASTAGNI LECCI, DA VISITARE GIGLIO CASTELLO CHE DOMINA DALL'ALTO E CONSERVA UNA PORTA TRECENTESCA... vedi tutto E GIGLIO CAMPESE CHE HA UNA LUNGA SPIAGGIA SABBIOSA. TUTTO è TRANQUILLAMENTE VISITABILE SENZA AUTO E UTILIZZANDO I MEZZI PUBBLICI LOCALI. BUON VIAGGIO STEFANO
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0,0010013
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Isola del giglio

HotelSearch-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0





FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Sole e Mare
Enogastronomia
Sport
Verde e natura
Mete romantiche
Avventura
Mete per la famiglia
Montagna
Arte e cultura
Shopping
Cicloturismo
Terme e Benessere
DestinationListExperience-GetPartialView = 0,0010009
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Isola del giglio

Sereno
17 °
Min 291° Max 2951°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0010008
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0