×
Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Clicca qui per più informazioni o per negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0,0156249
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Guida turistica di Castelfranco Veneto  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Info su Castelfranco Veneto

Superfice:
51 km2
Altitudine:
43 m
Abitanti:
32880 [2013-05-31]
Introduzione

Più di 30mila abitanti per Castelfranco Veneto, provincia di Treviso, cittadina collocata in una zona pianeggiante nei paraggi del torrente Muson, a sud-ovest della provincia, al confine con quella di Padova. Il suo clima è temperato con piovosità frequente ed episodi di intensa umidità soprattutto nei periodi estivi.

Castelfranco Veneto, nella sua qualità di borgo fortificato, è fondato, alla fine del XII secolo, dal Comune di Treviso, un ruolo importante per cercare di contenere le mire espansionistiche padovane e vicentine. Anche se la sua posizione strategica già era stata individuata dai Romani. Le fortificazioni della città aumentano  con Ezzelino III da Romano, dal 1229. Circa un secolo dopo Castelfranco cade nelle mani di Cane della Scala, nel 1380 il potere va a Francesco da Carrara e nel 1388 nel territorio estende il suo dominio la Repubblica di San Marco, sotto il quale la cittadina diventa importante centro politico e amministrativo.

Con la fine del potere veneziano, nel 1797, il territorio è occupato prima dai Francesi poi dagli Austriaci. Nel 1866, come tutto il Veneto, entra a far parte del Regno d’Italia.

Durante la I guerra mondiale Castelfranco è una città di retrovia, alla quale confluiscono, provenienti dal fronte, lunghi treni-ospedale, carichi di soldati feriti. Subisce intensi bombardamenti nel 1917, che purtroppo si rinnovano con la II guerra mondiale. Qui opera la Brigata partigiana Cesare Battisti, tra l’inverno del 1944 e la primavera del 1945.

Dal punto di vista economico, Castelfranco ha mantenuto la sua identità agricola, con le coltivazioni di cereali, ortaggi, foraggi, viti e frutteti, e zootecnica, con l’allevamento di bovini, suini e avicoli. Importante l’industria, tra cui quelle alimentari, tessili, meccaniche.

Tra gli eventi che si svolgono a Castelfranco, da ricordare a settembre, il primo fine settimana, l’Antico torneo del gioco del pallone, mentre il secondo il Palio del Castel d’Amore, manifestazioni in costumi d’epoca che ricordano la nascita della città nel 1195, con il centro storico castellano che si cala nelle atmosfere medievali tra mercati d’epoca, concerti, fiera medievale, banchetti tra giullari, sbandieratori, musici, tornei con tanto di allestimento di un accampamento medioevale.

A dicembre, il fine settimana e la domenica prima di Natale sono dedicati alla Festa del radicchio variegato di Castelfranco, con menu a tema tra i vari ristoranti della città. Molta gente si affolla a Castelfranco per il Carnevale Castellano e, a maggio, per il Maggio Motori, con esposizione di auto nuove italiane e straniere. Il patrono, San Liberale, si festeggia il 27 aprile.

La cucina castellana è quella saporita di origine contadina con un re che qui chiamano ‘il fiore che si mangia’, cioè il radicchio variegato di Castelfranco, tutelato dal marchio IGP, Indicazione Geografica Protetta, cioè un cespo di foglie bianco crema con nuance dal viola chiaro al rosso vivo. Qualche ricetta? Insalata di radicchio con aceto balsamico e scamorza a fettine, bruschetta con formaggio caprino fresco e foglie di radicchio con olio extravergine. Da non perdere anche gli spaghetti al radicchio, che viene fatto stufare con cipolla e olio extravergine: si condisce con una buona spruzzata di pepe. Apprezzato anche il radicchio con il lardo ben cotto in padella. Da assaggiare poi i risi e bisi, con i piselli primaverili e il vialone nano, e la fregolotta, un dolce secco, composto da farina, mandorle, uova, zucchero, sale e crema di latte.

Castelfranco Veneto deve il proprio nome al castello ‘franco’ cioè esente da imposte per i suoi primi abitanti-difensori. Per capire l’effervescenza di questo territorio, da ricordare oltre al celebre pittore Giorgione, altri personaggi famosi come Tina Anselmi, staffetta partigiana, politica, prima donna ministro, e Donatella Rettore, cantante innovativa (ai suoi tempi).

I suoi 800 anni di vita, Castelfranco Veneto li ha passati tutti strettamente legato a questa sua posizione nel Veneto centrale, una tappa essenziale tra Venezia, la Germania e le Fiandre, tra l'Europa occidentale e le pianure dell'Est. E ciò lo si nota nelle sue fortificazioni ancora bene evidenti, che hanno lasciato la città nella stessa atmosfera medioevale della sua fondazione e in cui gli itinerari fanno assaporare un passato ricco di storia.

 

Prefisso:
0423
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
castellani
Patrono:
San Liberale
Giorno Festivo:
27 aprile
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Valutazione generale

7
Media
5
Ottimo
4
Buona

Chi c'è stato

Tutti
3
Coppie
1
Famiglie
1
Turisti maturi
1

Indicatori

Intrattenimento
shopping
Attrattive
mangiare e bere
Accoglienza
Accessibilità
Servizi ai turisti
attività
Trasporti
Sicurezza
Alloggio
convenienza
IntroInfographicGenericContainer-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Castelfranco Veneto

Conosci Castelfranco Veneto? Lascia il tuo giudizio

Il tuo contributo può essere utile per altri turisti
Sposta il cursore verso l' aggettivo che meglio rappresenta questa destinazione
Generale:
Orrenda
Meravigliosa
Redazione
Livello 100     17 Trofeo   
Voto complessivo 6
Guida generale : Fra i monumenti più belli e più importanti da un punto di vista storico c’è il Castello medievale che conserva ancora sei delle otto torri originarie. Anticamente la lunghezza complessiva del quadrilatero era di 930 m e le mura arrivavano... vedi tutto ad un’altezza di 17 m. Attorno ad esse notevoli sono gli spazi verdi utilizzati spesso per fiere e mercati. Molto suggestivo è il Duomo del XVIII sec. che ospita al suo interno una celebre pala del Giorgione raffigurante la Madonna col Bambino in trono tra i Ss. Francesco e Liberale. Un’attrazione della città è sicuramente la casa Marta Pellizzari in stile gotico e vicinissima al Duomo. L’edificio è comunemente chiamato casa del Giorgione a causa di una fascia decorativa a chiaroscuro (con simboli delle Arti liberali e meccaniche) presente in una delle sue sale e tradizionalmente attribuita all’artista di Castelfranco. Infine è possibile visitare il bel Teatro Accademico iniziato nel 1754 e completato nell’800 sul progetto di Francesco Maria Preti (tutti i giorni: 9-12 e 14-18; sabato e domenica: solamente in occasione di eventi e manifestazioni).
walter
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: Con amici
Voto complessivo 8
Guida generale : E' bella nell'insieme e la gente è socievole e gentile. Si può tornare più volte. Storia, cultura, shopping c'è di tutto un po'. Non è da trascurare il lato gastronomico dove molte ricette venete e locali abbinate ai vini pregiati... vedi tutto possono soddisfare anche il palato più esigente. Durante i periodi delle feste e ricorrenze è ancora più piacevole farsi avvolgere in bagni di folla rumorosa e festante. Da ritornare spesso.
Da non perdere Enogastronomia: radicchio, vini, etc.
paolo
Voto complessivo 9
Guida generale : Davvero una bella cittadina! Visitate il centro storico all'interno del castello medievale, fate una passeggiata nei suoi giardini e sotto i portici di piazza Giorgione con i suoi bei negozi, fate una pausa nei suoi vari bar e caffè all'aperto.... vedi tutto Non perdete la visita al Duomo con la famosa Pala di Giorgione, al Museo Casa Giorgione accanto e alla Torre dell'Orologio appena aperta al pubblico.
Da non perdere La casa del Giorgione , Centro storico
francesca costa bano
Livello 14     1 Trofeo    Viaggia: In coppia, Con la famiglia
Voto complessivo 8
Guida generale : Una cittadina da non perdere: sia dal punto di vista storico che dal punto di vista enogastronomico. Da non perdere Giorgione, ai quali ha dato i natali, Parco Bolasco, e il radicchio di Castelfranco Veneto. Da provare e gustare per... vedi tutto tutti.
Da non perdere Duomo e chiese
sonia pietrobon
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 10
Guida generale : Per rilassarsi è bellissima, poi è vicinissima a molte zone di prestigio, quale venezia 25 minuti di treno, Asolo 20 minuti di macchina, Treviso, Padova (il Santo), Bassano del Grappa 20 minuti di macchina (famoso il ponte degli alpini). Il... vedi tutto centro storico è racchiuso da una cinta muraria ben tenuta, e circondata da un fossato tipico delle città medievali.
Da non perdere Parco Villa Bolasco
salvo
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : Io avendo degli amici su nel Veneto, non si sta così male, anche il cibo molto buono. Io sono stato a San Fior, Belluno, Conegliano, Treviso, Castelfranco... quello che posso dirvi è una cosa sola divertitevi ma non bevete molto,... vedi tutto è il problema piu grave. Una buona giornata ha tutti.
Da non perdere Parco Villa Bolasco
Voto complessivo 6
Guida generale : bella da visitare ti porta indietro nel tempo,ma con tutte le comodita' del presente
Alessandro
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Durante le festività è piena di vita ed a carnevale il castello si anima di magia.
Manuela Luison
Livello 17     2 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 6
Guida generale : Da visitare il parco di Villa Bolasco, Villa Emo e il parco progettato dal Palladio.
Da non perdere Parco Villa Bolasco
Nino Porcelli
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Si vive bene ed è una cittadina molto tranquilla. Gente molto cordiale. Offre tutto quanto è necessario.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0

Altre Risorse

IntroAdditionalLinkContainer-GetPartialView = 0
DestinationListNear-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Cerca offerte a Castelfranco Veneto

HotelSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Tipi di vacanza

Arte e cultura
Enogastronomia
Verde e natura
Mete romantiche
Shopping
Montagna
Avventura
Giovani e single
Studenti
Mete per la famiglia
Sport
DestinationListExperience-GetPartialView = 0
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0
CommonInfoZoneInfo-GetPartialView = 0

Il meglio secondo voi

HotelListBest_1xN-GetPartialView = 0
JoinUs-GetPartialView = 0

Meteo Castelfranco Veneto

Poco nuvoloso
22 °
Min 1935° Max 2789°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0