×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0,0030021
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0,0010013
AdvValica-GetPartialView = 0

Campione d'Italia: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0,0010009
DestionationGallery-GetPartialView = 0,003003
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0,003003

Campione d'Italia (o "Campion d'Italia" in dialetto ticinese) è un comune italiano che conta circa 2.000 abitanti distribuiti all'interno di una superficie di appena 2,68 chilometri quadrati. Si trova sulla riva del lago di Lugano, circa 740 metri oltre il confine con la Svizzera ed è a tutti gli effetti una "exclave" italiana in territorio svizzero, ovvero appartiene ad uno stato sovrano (l'Italia) pur giacendo al di fuori dei suoi confini nazionali.

Dal punto di vista climatico il comune presenta temperature piuttosto calde nonostante la sua posizione, che però vengono mitigate da un'umidità piuttosto elevata e da una conseguente piovosità significativa durante tutte e quattro le stagioni: il mese più freddo dell'anno è gennaio, durante il quale si registra una media di 2.4 °C, mentre il più caldo è luglio, durante il quale si registra una media di 20.7 °C.

L'area del lago di Lugano risulta essere abitata in maniera stabile almeno a partire dal I secolo avanti Cristo, quando divenne base di un posto avanzato di guardia dei Romani: tra l'altro è proprio in questo periodo che sorgeva il castello (o "Campilionum") che avrebbe dato il nome "Campione" alla località. Le prime notizie testuali su Campione risalgono invece al Medioevo e sono da attribuirsi all'opera ed alle donazioni di papa Gregorio I Magno: se nel 756 e nel 769 è lui a donare degli uliveti alla comunità, nel 777 succederà l'inverno, ovvero sarà una famiglia possidente locale a fare dono alla Chiesa di tutti i suoi possedimenti.

Da allora Campione diventa feudo dell'Abbazia di Sant'Ambrogio di Milano e mantiene la cominazione abbaziale per circa nove secoli, trasformandosi in una specie di isola giurisdizionale, riconosciuta dall'impero nonostante una posizione semi-indipendente. Uno status che avrebbe permesso a Campione d'Italia di non venire incorporato dai cantoni confederati svizzeri nel 1521 e che sarebbe durata fino al 2 febbraio 1797, quando l'invasione francese fa mancare la protezione della Chiesa e porta il territorio comunale a venire incorporato nella Repubblica Cisalpina.

La definizione delle attuali linee di confine coincide con la costituzione del Regno d'Italia (1861) e durante le trattative Campione vede ceduto alla Svizzera il territorio della Costa di San Martino e della Casaccia (sulla riva opposta del lago). Un'ultima menzione per la storia della dicitura "d'Italia" che compare al fianco del precedente nome "Campione" in pieno Fascismo e coincide con la fondazione del casinò locale (1933), uno dei quattro casinò italiani regolati da legislazione risalente a prima della Seconda Guerra Mondiale (assieme a quello di Venezia, quello di Sanremo e quello di Saint-Vincent).

Nonostante l'appartenenza formale allo stato italiano, Campione d'Italia è fortemente integrata alla Svizzera dal punto di vista economico: in città si usano sia l'Euro che il Franco e si possono effettuare operazioni sia con Poste Italiane che con la Posta Svizzera, ma ad esempio la rete telefonica locale è la svizzera Swisscom e l'imposizione dell'Iva e delle accise è sottoposta al regime doganale elvetico.

Lo sport è un altro terreno in cui l'anima italiana di Campione si fonde con quella svizzera. Ad esempio la sua Associazione Polisportiva Campionese è l'unica squadra italiana a militare nel campionato svizzero di calcio (si trova più o meno stabilmente in Quarta Lega): la società è attiva anche nello sci, nella pallavolo, nell'atletica leggera e addirittura nel beach volley (ed in tutte le discipline le sue squadre militano nei rispettivi campionati svizzeri).

Per raggiungere Campione d'Italia è necessario entrare in Svizzera e quindi munirsi di passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio da esibire su richiesta. È possibile raggiungerla via autostrada attraversando la dogana di Chiasso Brogeda, oppure prendendo l'uscita Lomazzo dalla Como-Laghi e passando per il valico turistico di Bizzarrone. Detto ciò sia la stazione ferroviaria che l'aeroporto più vicino sono quelli di Lugano, che può essere raggiunta sia attraversando il lago che circumnavigandolo (anche in questo caso dista meno di 15 chilometri dal centro abitato).

Prefisso:
0dal resto del mondo (Italiacompresa)+41-91
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
campionesi
Patrono:
Zeno di Verona
Giorno Festivo:
12 aprile
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0,012011
AdvValica-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0,0010013

Recensioni Campione d'Italia

Diego Rossi
Livello 100     1 Trofeo   
Voto complessivo 8
Guida generale : Appartiene alla provincia di Como questo piccolo, ma tanto conosciuto paese sia per la vicinanza con la Svizzera sia per possedere un importante Casinò, collocato entro un edificio moderno e con tutte le attrazioni e svaghi. Affascinante è la posizione... vedi tutto del paese, sul lago, tra le Alpi che lo separano dal canton Ticino. Un luogo davvero ideale per trascorrere soggiorni rilassanti. Comodo da raggiungere e da sfruttare come punto di riferimento per raggiungere le più importanti città della Svizzera e della Lombardia. La cucina vi fornirà sia ricette italiane sia svizzere: cercate di provare il più possibile perchè la qualità è davvero eccellente. Affascinante il contrasto tra le strutture moderne come alberghi e locali, affacciati sulle sponde del lago e contrapposte alla rigogliosa natura delle montagne che lo circondano. Ottimi i trasporti, rapidi, convenienti, pulita e dotata di tutti i servizi necessari oltre a una simpatica accoglienza. Interessanti cono anche alcune attrattive storiche e artistiche come la Chiesa di San Zenone, la Chiesa Parrocchiale nuova di San Zenone, la chiesa di Santa Maria dei Ghirli, meta di pellegrinaggio, su un terrazzo direttamente raggiungibile dal lago mediante una monumentale scalinata doppia di quattro rampe e moltre altre.
Da non perdere Fox Town , Lago e natura
Lucia Gili
Livello 39     5 Trofeo   
Voto complessivo 4
Guida generale : Bellissimo paesino sul lago, rovinato dall'accentramento sul casinò perpetuato dal comune nel corso degli anni. Pochissime altre attività possibili, rimangono solo la vista e il lido con il campo da beach volley. Gli allacciamenti con le altre città sono quasi... vedi tutto inesistenti, conviene raggiungerla in macchina in modo da avere la possibilità di andare altrove senza dover dipendere dagli orari delle pochissime corse autobus rimaste. I battelli, una volta tra le comodità e esperienze da vivere a Campione, sono stati tutti soppressi.
Da non perdere Chiesetta di S.Maria dei Ghirli , Panorama , Casino''
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0110103

Destinazioni vicine a Campione d'Italia

DestinationListNear-GetPartialView = 0,0670644
AdvValica-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008

FreeContentHtml-GetPartialView = 0,0010013
AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0040038

Meteo Campione d'Italia

Poco nuvoloso
5 °
Min -3° Max 5°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,022021
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0010012
Footer-GetPartialView = 0,0010009
AdvValica-GetPartialView = 0,0010008