×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Asiago: la guida completa e aggiornata  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0
DestionationGallery-GetPartialView = 0,0156263
GuidePdfAppDownloadRow-GetPartialView = 0

Asiago è una cittadina veneta in provincia di Vicenza, da cui dista solo 55 chilometri. Si trova al centro dell’Altopiano dei Sette Comuni, al confine con il Trentino Alto Adige, di cui è sicuramente la città più famosa tanto che spesso si parla anche di Altopiano di AsiagoÈ circondata interamente da vette di alte dimensioni, sia a sud che a nord che sfiorano anche i 2.500 metri, ricche di boschi che la riparano e la racchiudono in una conca naturale d’eccezione.  

Proprio per questo gode di una felice reputazione per il turismo estivo e invernale legato alle piste da sci e alle bellezze naturalistiche con tanti percorsi di trekking. Non mancano diversi punti di interesse storico e naturalisticoPer questa sua particolare posizione, in una conca verde a mille metri di altitudine, raggiunge temperature anche molto basse. Basti pensare che in inverno si sono sfiorati -31 °C ed infatti è considerato uno dei centri abitati più freddi di tutte le Alpi 

Asiago, inoltre, è conosciuta in tutto il mondo, per i suoi prodotti caseari che portano proprio il nome della città, segno identificativo di una enogastronomia d’eccellenza.  

Storia di Asiago

Le origini di Asiago sono antichissime. Le prime tracce dell’uomo risalgono al Paleolitico e al Mesolitico e fidall’età preromana vi si sono stanziati i primi abitanti stabili 

La città non ha un antico centro storico perché fu completamente distrutta in occasione della battaglia degli Altipiani nel maggio-luglio 1916 durate la Prima Guerra MondialeNonostante tutto Asiago è stata ricostruita e riedificata rispettando l’antica mappatura e la concezione urbanistica originaria. Proprio per questo colpisce per la sua bellezza architettonica tipica dei paesi di montagna. Nonostante le sue piccole dimensioni è anche insignita del titolo di “città” per meriti di guerra, decorata con la Croce di guerra al valor militare. Alla città veneta è stata conferita anche la Medaglia d'Argento al Valor Militare per ricordare l’inestimabile sacrificidella popolaziondurante il periodo della Resistenza 

Asiago

Economia di Asiago

Le maggiori attività economiche locali girano attorno all’allevamento del bestiame con importanti produzioni di burro e formaggio. Fiorente è infatti l’industria lattiero-casearia, una delle più importanti di tutto il Bel Paese per la produzione del celebre “formaggio Asiago”

Ma le tradizionali attività agricole non si esauriscono qui. Sono molte le aziende che lavorano il legno insieme a quelle che si dedicano alla produzione di articoli sportivi e strumenti ottici e fotografici. Sviluppati sono anche i servizi e il sistema bancario.  

Non da meno il turismo grazie alle strutture sportive dedicatagli sport invernali con gli impianti di risalita, lo stadio del ghiaccio, ma anche a tutti quegli evergreen come il golf, il tennis e l’atletica per i quali ci sono impianti specifici.  

Sul territorio cittadino anche l’Osservatorio Astrofisico dell’Università degli Studi di Padova, il principale complesso in Italia per gli studi di astronomia ottica. 

Perché visitare Asiago  

L’elegante centro cittadino è stato definito più volte un vero gioiello nel verdecircondato da prati e boschi d’alta quota.  

Da visitare ad Asiago certamente il Sacrario militare, un omaggio a tutti i militari che hanno perso la vita nella Prima Guerra Mondiale. Edificato tra il 1932 ed il 1936 sul colle Leitendomina tutta la città ospita le spoglie di oltre 55 mila soldati italiani ed austro-ungariciNel museo cimeli, residuati bellici e documenti fotografici dell’epoca. 

Come tutta la cittadina, anche iMunicipio è stato costruitoin marmo rosso e bianco, alla fine della Grande GuerraOggi domina tutto il centro storico con la sua torre campanariaPiazza Carli custodisce la Fontana del Fauno, l’unico elemento della cittadina che non è stato abbattuto ma che è stato sottoposto solo restauro. In piazza trova spazio anche il Duomo di San Matteosanto Patrono della cittàanch’esso distrutto ricostruito al quale è stata ricollocata l’antica meridiana.  

Il centro cittadino è piccolo ma accogliente e merita veramente di essere visitato prima di addentrarsi nei percorsi escursionisti 

D’estate, infarti, Asiago si apre a tanti percorsi di trekking e mountain-bikealla scoperta dei boschi e dei prati circostanti. È possibile, inoltre, dedicarsi all’equitazione, al tennis e al golf. D’invero, invece, ampio spazio allo sci, alle discese in snowboard e slittino, alle escursioni con le ciaspole ed il pattinaggio sul ghiaccio 

sciare_ad_Asiago

Nella regione dell’Altopiano di Asiagoe più precisamente a Canove di Roana, si celebra, il 25 Aprile di ogni anno, la singolare festa dei Cuchi. In dialetto veneto il cuco indica una sorta di richiamo per uccelli. L’utilizzo di questo strumento sarebbe antichissimo, addirittura di origine preistorica. I cuchi, oltre ad essere uno strumento per trarre in inganno gli uccelli o per riprodurne semplicemente il suono, hanno avuto da sempre un carattere apotropaico per il mondo contadino e montano. Questo strumento accompagnava dunque l’individuo nei momenti di vita quotidiana proteggendone la persona e veniva utilizzato addirittura per scandire il passaggio dalla vita alla morte. La festa dei cuchi riunisce gli abitanti dell’Altopiano permettendo di mettere in mostra e di scoprire i differenti tipi di fischietti esistenti. 

Come arrivare e come muoversi ad Asiago

Si può raggiungere Asiago in diversi modi, tramite il mezzo di trasporto che più si preferisce: auto, pullman, treno aereo 

In automobile dallA4 Serenissima (Milano-Venezia), all’uscita Vicenza Est si svolta verso la A31 Valdastico fino a Piovene Rocchette. Da qui si prende la Strada Provinciale del Costo 349. In treno, invece, si arriva fino a Vicenza, proseguendo poi fino a Bassano del Grappa o Thiene. Infine spetta un altro piccolo tratto in autobus. Se si preferisce fare l’intero viaggio in autobus, partono corse tutti i giorni da Vicenza, Padova, Bassano del Grappa e Thiene. 

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Verona a poco più di 100 chilometri, quello di Venezia a 110 e quello di Treviso a 130. 

 piana_marcesine

Prefisso:
0424
Fuso Orario:
UTC+1
Nome Abitanti:
asiaghesi / Slegar
Patrono:
Beata Giovanna Maria Bonomo e San Matteo
Giorno Festivo:
21 settembre
CommonInfoPlaceIntro-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0,0156262
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0

Recensioni Asiago

AGOSTINO Oliveti
Voto complessivo 10
Guida generale : Asiago e'per Me il baricentro d'una bussola, il fulcro di un orologio. Calpestai il territorio da milite. Osservai incogniti astri fascinosi vergognosi ad altri telescopi. Fui ospite in caserma d'ALPINI. Memorie indelebili, vene sul territorio, aspre battaglie, solchi di trincee,... vedi tutto sangue rappreso tinge ancor, crude scritte, cippi, epitaffi, bandiera scianca, graffiano cuore. In poligono sull'Altopiano sentii la guerra, partirono esercitazioni missilistiche ne conservo foto gelosamente. Questo è ASIAGO, aspro, tenero, devoto, unico, inconfondibile, indelebile, memore di passioni, ricordi, vin vecio, pan del di, bee tose tutti allegri ciò man sugà a cantina asandome a secco desendo d'essar astemi pure il mio gelosamente nascosto,un fiuto eccezionale mai d'ombre embriaghi
Alessandra Sartori
Livello 14     2 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 6
Guida generale : Bella cittadina che offre diversi servizi a seconda delle fasce di età. Sicuramente il periodo migliore è quello estivo quando il clima si fa gradevole, ottimo per sfuggire alla calura della pianura, per concedersi l'aperitivo all'aperto e per conoscere molta... vedi tutto gente. Varie anche le soluzioni per pranzi e cene, dalle malghe agli agriturismi fino ai ristoranti più prestigiosi.. Ce ne sono per tutte le tasche insomma.. D'inverno molto caratteristica con le strade imbiancate ed i mercatini di natale, sicuramente fa atmosfera. Per gli amanti dello sci, ottima meta per i fondisti e per le famiglie in generale, un po' meno per gli sciatori alpini più esperti.
Faby
Voto complessivo 9
Guida generale : Paradiso dello sci di fondo, con centinaia di chilometri di piste. Bellissima anche d'estate per le tante escursioni storiche tra i famosi scenari della prima guerra mondiale. Un altipiano bello, paesaggi con ampi prati verdi e boschi di abeti e... vedi tutto larici. Il centro storico merita una visita.
Da non perdere Sacrario , Osservatori astronomici , Centro storico
Giancarlo
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 9
Guida generale : Asiago è una splendida cittadina ci sono immense pianure per fare passeggiate c'è la possibilità di visitare gli altri comuni dell'altopiano, Tra le specialità gastronomiche c'è il formaggio Asiago è di un sapore che lascia un buon gusto nel palato.... vedi tutto Da non perdere acquistare una bottiglia di granebet.
lorella oliveri
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: In coppia
Voto complessivo 7
Guida generale : fiabesca.. bellissima cittadina, molto accogliente.. molte belle e lunghe passeggiate immersi nella natura.. in inverno sci alpino e ottimo sci nordico.. diversi intrattenimenti.. appassionati incontri di hockey su ghiaccio e on line..e altri sport..
giorgia tieppo
Livello 22     3 Trofeo   
Voto complessivo 9
Guida generale : L'altopiano di Asiago è un posto spettacolare, ma come i suoi abitanti, un po' criptico. Devo ringraziare le guide di Asiago per avermi fatto scoprire storia e natura di un luogo favoloso. Senza di loro non sarebbe stato possibile: malghe,... vedi tutto siti della grande guerra, paesaggi da cartolina... questo e molto di più. Consigliato a tutti, specie per le famiglie.
Da non perdere Siti Grande Guerra , Malghe
Voto complessivo 6
Guida generale : Graziosa e confortevole cittadine delle Prealpi, dove ci si può rilassare, fare sport o più semplicemente passeggiate o escursioni anche con visite ai luoghi della guerra 15/18
Walter
Voto complessivo 8
Guida generale : Gradevole, non la conoscevo, certamente ritornerò. Sempre in estate, in inverno dicono che fa molto freddo. Sono appassionato di corse e maratone, ho trovato dei percorsi interessanti.
Da non perdere Kaberlaba
sandra gecchelin
Livello 9     1 Trofeo   
Voto complessivo 10
Guida generale : Stupendo! Sia in estate che in inverno luogo di divertimento, svago e di meraviglie naturali... Paese ricco di storia e di turismo.
Paola Villanova
Livello 9     1 Trofeo    Viaggia: Con la famiglia
Voto complessivo 10
Guida generale : Immergiti in tante passeggiate nei boschi,dove la natura regna sovrana... magari scova posti non battuti dai soliti turisti. Io ci vado da quando ero bambina, ma ogni volta la montagna mi dà nuove emozioni.
IntroReviewListContainer-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

Cosa visitare

AttractionListBest_1xN-GetPartialView = 0,0156262

Meteo Asiago

Neve
-2 °
Min -3° Max 5°
WeatherInfoForecastSmall-GetPartialView = 0,0156263
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0,0156262
AdvValica-GetPartialView = 0