×
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetta | Leggi altro
HeaderMain-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderContext-GetPartialViewNoCache = 0
HeaderBreadcrumb-GetPartialViewNoCache = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

Vittoria: cosa vedere, cosa visitare e cosa fare  

HeaderPageTitle-GetPartialViewNoCache = 0

Vittoria è un comune della provincia di Ragusa che si posiziona nell'area sud-occidentale della Sicilia: più precisamente all'interno di una valle omonima, in un'area delimitata dai fiumi Ippari e Dirillo, che dista nemmeno 15 chilometri dal mare.

Si tratta di una città con una storia davvero recente (è stata fondata ufficialmente nel 1607 e deve il suo nome alla Contessa di Modica), ma che si è sviluppata in maniera costante sin dai primi anni di vita, attirando l'attenzione di centinaia di cittadini dei dintorni e finendo per diventare uno dei centri economici più importanti di tutta la sua regione.

Vista la sua giovane età, Vittoria non ha un gran numero di monumenti artistici di grande valore storico, ma è allo stesso tempo una specie di testimonianza vivente degli stili Liberty ed Art Decò, soprattutto grazie all'opera dell'architetto palermitano Ernesto Basile: le sue strutture sono sobrie ed eleganti, caratterizzate spesso da balconate sporgenti, balaustre decorate, portali sormontati da fregi con motivi floreali ed impreziositi da particolari plastico-decorativi.

Detto ciò il monumento più rappresentativo della città è probabilmente quel Castello Colonna Henriquez nato in concomitanza con la sua fondazione: un edificio che, dopo essere stato sede della contea di Modica, è prima stato trasformato in un carcere, per poi divenire sede di un Museo Civico polivalente. Degna di una visita anche la "Fontana del Garì", nota anche come "Fonte Garibaldi": una struttura realizzata nel 1822 dai frati cappuccini (nasceva come abbeveratoio per animali), costruita principalmente con pietra di Comiso ed in stile neoclassico, che venne arricchita da cinque teste di leone in bronzo e ghisa nel 1879.

Parlando invece di architetture religiose vale la pena di ricordare quanto meno il "Calvario", un tempietto di forma circolare che si trova in piazza Sei Martiri della Libertà: è stato costruito nel 1859 ed ospita una cappella custodita da ben otto colonne, al cui interno vengono celebrate le funzioni del Venerdì Santo. Per il resto Vittoria presenta almeno venti chiese degne di una visita: tra le tante ci limitiamo a segnalare la Basilica di San Giovanni Battista (chiesa a croce latina situata nel centro storico e interamente ricostruita dopo il terremoto del 1693), la Chiesa di San Francesco di Paola e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie: quest'ultima affaccia sulla Piazza del Popolo, risale all'anno 1612 (venne costruita per mano dei monaci dell'Ordine dei Frati Minori) ed al suo interno presenta una sola navata con altare che reca al proprio centro un grande quadro raffigurante la Madonna della Grazie (ad opera di diversi artisti caravaggeschi).

Proprio in Piazza del Popolo si trova un'ultima struttura di cui è doveroso parlare, ovvero il Teatro Vittoria Colonna: anche questo è stato costruito in stile neoclassico e presenta una facciata con due ordini di colonne e diverse sculture di Corrado Leone. Al suo interno è dotato di circa 380 posti ed oggi è sede di continui appuntamenti quali saggi, spettacoli teatrali, musical, concerti.

Rimanendo in tema culturale finiamo col ricordare alcuni degli appuntamenti a cadenza annuale che caratterizzano maggiormente Vittoria: innanzitutto la Fiera EMAIA (ovvero "Esposizione MAcchine Agricole Agricoltura Industria Artigiaiato), che va in scena tra novembre e giugno e racconta chiaramente l'importanza dell'agricoltura per il comune. A tal proposito vale la pena di ricordare come la città sia famosa sia per il proprio gigantesco mercato ortofrutticolo che per il proprio particolarissimo mercato dei fiori (dove il garofano la fa semplicemente da padrone).

Dopodiché, tra gli altri, ci limitiamo a ricordare il "Vittoria Jazz Festival", che va i scena a giugno in Piazza Enriquez, il "Premio Letterario Ninfa Camarina", assegnato ogni anno ad un'opera di narrativa inedita in base a recensioni delle più importanti testate giornalistiche italiane, ed il "Premio Nazionale del Calcio Siciliano", un'occasione per incontrare diversi elementi appartenenti al mondo del calcio (dagli arbitri agli allenatori, dai calciatori ai giornalisti sportivi).

CommonInfoPlaceOverview-GetPartialView = 0

Attività

Attrattive

Divertimenti

AttractionFilter-GetPartialView = 0
VideoListGuideNewsletter-GetPartialView = 0,0156258

Cosa vedere secondo voi



10 risultati filtrati per:
Rank 1# di 10
4 Voti
Rank 3# di 10
1 Voto
Image not found
Rank 4# di 10
Image not found
Rank 5# di 10

TOMASI ROSSANA

Indirizzo: 12, V. IACONO GIAMBATTISTA
Telefono: 0932869243
Image not found
Rank 6# di 10

Cinematografo Teatro Leonardi

Indirizzo: 63, Via Garibaldi
Telefono: 0932981246
Rank 7# di 10
Image not found
Rank 8# di 10

CENTRO BENESSERE EQUILIBRIA

Indirizzo: 226, V. RATTAZZI
Telefono: 0932987466
Rank 9# di 10
Rank 10# di 10
AttractionList-GetPartialView = 0
CommonPluginEuropeAssistence-GetPartialView = 0
ContentListPostListSmall-GetPartialView = 0
AdvAdSenseSearch-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0

FreeContentHtml-GetPartialView = 0

La guida da portare con te

Scarica gratis
la guida pdf di Vittoria
GuideList-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
Footer-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0
AdvValica-GetPartialView = 0